Grazie all’uscita video VGA o HDMI è possibile collegare un pc portatile a un televisore di nuova generazione per riprodurre file multimediali, presentazioni ecc. Per operare sul nostro pc da lontano possiamo utilizzare diverse applicazioni dedicate come ad esempio AIO Remote.
AIO Remote su Ubuntu
AIO Remote è un interessante progetto con il quale possiamo controllare applicazioni per Windows, Linux e Mac utilizzando uno smartphone, un tablet Android o un Blackberry. Attraverso AIO Remote il nostro dispositivo mobile diventerà un telecomando multimediale per pc accessibile sia attraverso Wireless che Bluetooth.
Tra le principali caratteristiche di AIO Remote troviamo la possibilità di far diventare il nostro dispositivo mobile un mouse o una tastiera per pc, operare nei file presenti in esso grazie al file manager remoto (ad esempio possiamo scaricare o caricare file da pc ad android e viceversa). AIO Remote supporta inoltre i più diffusi player multimediali come Windows media player, Media player classic, Winamp, VLC, Banshee, Totem, SMPlayer e molti altri ancora. Inoltre potremo far diventare il nostro smartphone o tablet, un gamepad in grado di supportare qualsiasi mappatura della tastiera (personalizzabile dal dispositivo mobile).

AIO Remote supporta le principali distribuzioni Linux, basta avere Java precedentemente installato. E’ possibile scaricare AIO Desktop Server per Linux da questa pagina, estrarre il file, e da terminale digitare:

java -jar *.jar

avremo così l’ip da inserire nell’applicazione per Android o per Blackberry.

Home AIO Remote

  • Lorenzo Iuri

    ci vuole! 😀

  • Vaillant

    Passi il software center su Debian (se lo potevano risparmiare), ma un’applicazione tanto pesante quanto inutile su Fedora non ci sta proprio.

    • drake762001

      Non è detto che lo facciano pesante come l’USC (basterebbe non farlo in python, magari usando il vala).
      Comunque Fedora è diventata molto user friendly nelle ultime versioni, un software più semplice per gestire l’installazione dei pacchetti serve se vuole abbracciare anche i neofiti. Per gli smanettoni c’è yum che fa sempre il suo egregio lavoro.

  • Ale91g

    Basta che sia user friendly, efficiente e soprattutto poco bisognoso di risorse! Il resto non conta!

    • Luca73

      Sono d’accordo , in fondo lo stesso yumex potrebbe essere già una buona base di partenza.

  • Giuliano

    grande cosa…eliminare PackageKit…sotto KDE non da altro che problemi.
    Il software center è ottimo…spero solo non sia pesante come con Ubuntu.

    • speriamo che non sia pesante come quello di ubuntu

  • Fabio

    Basta un mouse wireless, compatibile con tutti i player multimediali ;-), e passa la paura…

    • Ermy_sti

      dipende dalle esigenze…io il pc lo uso per lavoro e ho bisogno di un mous laser professionale, però essendo anche collegato alla tv ogni tanto mi guardo qualche film e allora uso ill telefono ocn gmote

No more articles