ZFS è un file system open source sviluppato da Jeff Bonwick del team Sun Microsystems per essere integrato nel sistema operativo Solaris.
Tra le principali caratteristiche di ZFS troviamo lo stream multiplo e automatico di prefetch, un’ordinamento ed aggregazione ottimale dell’IO oltre a rispettare lo standard POSIX in fatto di file system permettendo quindi che nessuna applicazione deve essere modificata per funzionare con il nuovo file system. (via)
In questi anni molti utenti e sviluppatori hanno chiesto quando sarà possibile utilizzare ZFS in maniera stabile e funzionale anche su Linux e finalmente arriva la conferma che il filesystem di Sun è pronto per approdare in Linux.
Brian Behlendorf, uno dei principali sviluppatori di ZFS, ha comunicato il rilascio della versione 0.6.1 la quale oltre ad essere stabile è pronta per approdare definitivamente in Linux.
ZFS 0.6.1 è già disponibile per Debian; Ubuntu e Arch Linux attraverso repository di terze parti e moltre altre distribuzioni. Ecco come installarlo.

ZFS è già supportato anche da Grub quindi non avremo problemi con il bootloader anche se la nuova versione potrebbe avere ancora qualche bug che verrà comunque risolto nei prossimi aggiornamenti.

Per installare ZFS su Ubuntu basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:zfs-native/stable
sudo apt-get update
sudo apt-get install zfs-linux
Per installare ZFS su Arch Linux basta digitare da terminale:
sudo nano /etc/pacman.conf

e aggiungiamo:
[archzfs]
Server = http://demizerone.com/$repo/core/$arch
salviamo e digitiamo:

sudo pacman-key -r 0EE7A126
sudo pacman-key --lsign-key 0EE7A126
sudo pacman -Syy

ora siamo pronti ad installare ZFS digitando:

sudo pacman -S archzfs 

successivamente dovremo attivare il demone ZFS digitando:

sudo systemctl enable zfs.service

e ora avremo il supporto ZFS in Arch Linux

Per installare ZFS su Debian 7.0 basta aggiungere i repository:

sudo nano /etc/apt/sources.list

deb http://archive.zfsonlinux.org/debian wheezy main
deb-src deb http://archive.zfsonlinux.org/debian wheezy main.
e salviamo
Per installare ZFS su Red Hat e CentOS:

sudo yum localinstall --nogpgcheck http://archive.zfsonlinux.org/epel/zfs-release-1-2.el6.noarch.rpm
sudo yum install zfs 

Ringrazio Black_Codec per la segnalazione

Home ZFS

  • Magog

    belle, eleganti ma le cartelle fanno veramente pena !!!

    • forse un arancio un po più chiaro era meglio
      a me piacciono dipiù quelle blu di kfaenza

  • Andros8082

    L’arancione mi ha un po stufato mi sa che mi butto sull’azzurro

    • le nuove icone Faience offrono una variante blu niente male

  • Andros8082

    L’icona di chrome non è faenza però…..?

  • Jacopo Ben Quatrini

    stavo giusto preparandomi a installare arch linux quasi quasi provo questo ZFS che sò per fama che è un ottimo filesystem.

    • io lo installo sabato mattina prossimo
      fammi sapere come va 😀

      • Jacopo Ben Quatrini

        ok 😉

  • leonardo

    si, va bene tutto, ma un minimo di introduzione sulle caratteristiche di questo ZFS, senza dover aprire google??
    quando leggo per la 1° volta di un argomento mi piacerebbe sapere di cosa vado a leggere 😉

    • fedefigo92

      è un file system infinito….impossibile da riempire e superiore a tutti gli altri file system…pensavo che non venisse integrato per problemi con la licenza bsd.
      da wikipedia:
      ZFS è un file system a 128 bit: può quindi fornire uno spazio di 16 miliardi di miliardi di volte la capacità dei file system attuali a 64 bit. I limiti del ZFS sono stati progettati per essere così ampi da non essere mai raggiunti in una qualsiasi operazione pratica. Bonwick affermò che “per riempire un file system a 128 bit non sarebbero bastati tutti i dischi della terra”.

    • del file system zfs c’è molto da dire ma visto che non lo uso da molto ho preferito inserire le principali caratteristiche e inserire il link della pagina wikipedia in italiano dove trovi maggiori informazioni piuttosto che scrivere cose che non conosco dato che l’ultima volta che ho installato opensolaris sara 5/6 anni fa ho preferito far cosi

  • Pietro Tomei

    quindi btrfs e da buttare via?

    • asd

      zfs notoriamente e’ pesantino sulla CPU. Btrfs avrebbe quindi dei margini per imporsi, anche vista la relativa facilita’ di conversione dei vecchi ext* a btrfs. Certo che se ci mette ancora tanto a maturare…

  • Ermy_sti

    intanto qualche benchmark della versione rc9 dell’anno scorso http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=linux_zfs_june2012&num=2

No more articles