La Swap è un’importare partizione, che viene creata di norma durante l’installazione di Linux, che viene essere utilizzata dal nostro sistema operativo come una memoria virtuale utile quando il consumo di RAM è quasi al limite ed alcuni dati verranno spostati dalla RAM alla SWAP per permettere il corretto funzionamento dei programmi.
Se abbiamo installato Linux senza aver creato una partizione di Swap potremo crearla in un secondo momento creando una nuova partizione nell’hard disk come abbiamo visto in questo articolo oppure utilizzando anche una normale pendrive.
I motivi del perchè utilizzare una pendrive come Swap possono essere molti ad esempio se abbiamo già 4 partizioni primarie non potremo più creare una nuova partizione oppure se abbiamo un pc datato con pochissimo spazio a disposizione potremo mantenerlo creando una Swap su una partizione esterna ecc. Per creare una partizione di Swap abbiamo quindi bisogno di una pendrive USB da almeno 512 MB altrimenti non conviene nemmeno iniziare. Ricordiamoci inoltre che dovremo mantenere sempre collegata la pendrive nel pc nella stessa porta USB inoltre il nostro pc deve avere almeno le USB 2.0 se abbiamo un vecchio pc con USB 1.0 è meglio creare una partizione all’interno dell’hard disk.
Visto le premesse possiamo iniziare per prima cosa colleghiamo la pendrive USB al nostro pc e digitiamo:
sudo blkid
il comando ci fornirà l’elenco ti tutte le unità collegate nel nostro sistema. Una volta trovata la pendrive salviamoci l’UUID (ossia la dicitura UUID = “XXXXXXXX-XXXX-XXXX-XXXX-XXXXXXXXXXXX”) e il percorso esempio /dev/sdb1.
Fatto questo smontiamo la pendrive digitando

sudo umount /dev/XXX 
dove al posto di XXX metteremo il percorso esatto della pendrive (nel mio caso sudo umount /dev/sdb1) e successivamente formattiamo la pendrive nel formato Swap digitando:
sudo mkswap /dev/XXX
in alternativa possiamo anche utilizzare un’applicazione dedicata come ad esempio Gparted.
Una volta formattata la nostra pendrive dovremo farla riconoscere dal nostro sistema per farlo digitiamo:
sudo nano /etc/fstab

e aggiungiamo l’UUID salvato in precedenza seguito da none swap sw,pri=5 0 0:

UUID=XXXXXXXX-XXXX-XXXX-XXXX-XXXXXXXXXXXX none swap sw,pri=5 0 0

salviamo il tutto cliccando su ctrl+x e poi s.
Ora possiamo montare la nostra Swap digitando:

sudo swapon -a

ora avremo la pendrive che funge da Swap.
Ad ogni avvio del sistema (se collegata alla porta USB) farà da Swap al nostro sistema operativo.
Ricordo che la guida funziona con qualsiasi versione di Ubuntu, Debian e derivata.

  • Davide

    256 MB per la partizione di swap sono più che sufficienti, parola di Con Kolivas

  • mikronimo

    Si può fare anche con arch/derivate?

    • yessss

      • mikronimo

        Stessa procedura, oppure?
        EDIT: ho trovato il wiki sul sito ufficiale italiano…

  • Giuseppe

    Altra nota da specificare: utilizzare una pendrive come swap ne decreta un triste e doloroso destino… Se effettivamente usata, i ripetuti cicli di scrittura sono micidiali per questo tipo di memoria.

    • PaceyIV

      Quoto!
      E’ una pessima idea!

      • Quoto anche io, bisognerebbe aggiungere un avviso grande nell’articolo.

  • iome

    A parte, come gia’ detto da altri, la drastica riduzione della vita della chiavetta, anche le performance saranno scarse rispetto ad un qualunque hd prodotto negli ultimi 15 anni…
    Si puo’ swappare anche su un file sul filesystem per esempio…

  • ale

    Non ne vedo l’ utilità se non rovinare un usb,perchè non fare semplicemente un file di swap su disco (non una partizione,un file),non penso uno sia messo così male da non avere 2 giga su hard disk,poi se lo fai con una pen drive non penso la puoi usare per ibernare,li serve la partizione

  • g cong

    io ringrazio Roberto anche x avemi fatto conoscere il comando “blkid”, potrebbe essere utilissimo per conoscere gli UUID 🙂

  • pietro

    non ha senso meglio aumentare la ram se possibile

  • Bruno

    Grazie, io uso una SD come swap in un vecchio portatile con 512 mb di RAM. Devo dire che la differenza si sente eccome! Finora dovevo montarla ad ogni avvio, ma ora provo questa guida.

  • Ciao, ferramrobberto, se puoi rispondimi !
    Ho 6 GB Di Ram, non riesco mai a usarne più del 60%, la partizione di swap a me è necessaria ?

    • no non è necessaria

      2013/4/24 Disqus

    • CippaLippa

      potrebbe essere molto utile per velocizzare molte operazioni, anche di apertura/avvio dei programmi per esempio o durante le sessioni di navigazioni con il browser (Firefox, risaputo che velocizza nella stragarande maggioranza di operazioni avendo database relazionale SQLite grazie alla RamDisk) su Win l’applicazione RamDisk e’ molto usata da chi ha RAM di almeno 4GB. Quali sono i software equivalenti per Linux di RamDisk di Windows?

  • Danilo Foglia

    volevo sapere se con questo metodo si può disattivare completamente la swap del disco fisso lasciando in funzione solo quella della chiavetta e se si come si fa

No more articles