Nei giorni scorsi Google ha annunciato il nuovo progetto Blink il nuovo motore di rendering open source che andrà a sostituire WebKit.
Paul Irish, sviluppatore del nuovo progetto Blink, ha annunciato attraverso un video che la versione che introdurrà il nuovo motore di rendering Blink sarà Google Chrome 28 attualmente nel canale Unstable / Canary che approderà in Stabile nel prossimo giugno.
Blink verrà introdotto e reso stabile in circa 10 settimane un tempo relativamente breve ma visto i tanti sviluppatori impegnati e l’aiuto di Opera Software e altre aziende dovrebbero essere sufficienti per rilasciare sopratutto un motore di rendering già stabile.
Attualmente Google Chrome 28 con Blink è già disponibile nella versione Canary per gli utenti Microsoft mentre ci vorranno alcune alcune settimane affinché il nuovo motore di rendering sia disponibile anche per gli utenti Linux e Mac attraverso il canale Unstable.

Paul Irish ha indicato che il nuovo Chrome con Blink avrà prestazioni simili a quelle attuali con WebKit le vere migliorie approderanno tra alcuni mesi dato che lo sviluppo del nuovo progetto si concentrerà da subito nella stabilità e poi nell’integrazione di nuove ottimizzazioni e funzionalità.
Tra alcuni mesi ci troveremo con 4 motori di rendering: Firefox con Gecko, Chrome e Opera con Blink, Safari, Rekonq, Midori, Gnome WEB con WebKit e Internet Explorer con Trident questo secondo Google finirà per dare una accesa concorrenza che porterà nuove migliorie e innovazioni.

[via]

  • Gabriele Castagneti

    Sbaglio o anche Dejà Dup ha una funzione simile?

    • si più o meno è simile

      • Marco Fregapane

        ubuntu 11.04 64 bit:
        cronopete: error while loading shared libraries: libgee.so.2: wrong ELF class: ELFCLASS64

        • prova a dare

          sudo apt-get install libgee2

          • Marco Fregapane

            libgee2 è già alla versione più recente.:(

  • Lucla73

    10.04 con Gdebi da : Errore: La dipendenza non può essere soddisfatta: libgdk-pixbuf2.0-0 (>= 2.21.6)

  • Simon Zorzetto

    Installato su ubuntu 10.10 64 bit però mi dà : error while loading shared libraries: libgee.so.2: cannot open shared object file: No such file or directory

  • GRAZIEEEE!!! Mi serviva un sacchissimo!!!

  • Davide

    Quindi, se non ho capito male, questa applicazione raddoppia lo spazio utilizzato dai dati  che io decido di mettere in sicurezza. Non lo so, questo tipo di soluzione, sia Mac, Linux o windows mi lascia un pochino perplesso. Generalmente, uno dei primi problemi delle persone è proprio quello di non aver mai abbastanza spazio sul disco. Io opterei per una partizione dati sempre e comunque separata, un backup della stessa di tanto in tanto su altro disco e soprattutto una maggior attenzione quando si cancellano file. Non per questo però a qualcuno non deve tornare utile quindi, thanks Rob come psempre per la segnalazione.

    • penso che ormai non ci siano più problemi di spazio nei pc (almeno nei pc recenti)
      minimo hai 250gb inoltre puoi non fare il backup della cartella scaricati e farlo di tutto il rimanente cosi puoi scaricare quanto vuoi senza intaccare nel backup

  • En Brus

    a me ubuntu 11.04 non si avvia

  • Aniello Luongo

    Ubuntu 10.04 32 bit esce Errore: La dipendenza non può essere soddisfatta: libgdk-pixbuf2.0-0 (>= 2.21.6) e non si può’ installare.

  • LordMax _

    Mah. A me sembra solo una complicazione di una cosa facile.
    Per altro fa quello che fa back in time che funziona bene, è più veloce ed ha meno fronzoli.

    • aggiungerei che back in time ha anche qualche funzione in più

  • Wyatt LandWalker

    ho semplicemente installato cronopete dal pacchetto .deb ma ho sempre lo stesso errore:
    cronopete: error while loading shared libraries: libgee.so.2: wrong ELF class: ELFCLASS64

    • hai lucid?

      • Wyatt LandWalker

        no, Ubuntu 11.04 64 bit, ho testato cronopete su due computer con stesso os mi da lo stesso errore…

  • Ospite

    Non vorrei rompere le uova nel paniere ma solo per la cronaca

    “un’utility che permette di creare copie di ogni file in modo che per errata rimozione o per vari motivi possiamo tranquillamente ripristinarli.

    Questa nuova funzionalità ha portato un notevole successo e con esso anche l’arrivo di programmi simili anche per Linux e Windows.”Vista ha introdotto la funzione “versioni precedenti” che fa la stessa cosa, senza però animazioni e sfondi vari, già mesi prima di Leopard.Ciao

  • Angelo Giovanni Giudice

    “lo sviluppo del nuovo progetto si concentrerà da subito nella stabilità e poi nell’integrazione di nuove ottimizzazioni e funzionalità.”

    Secondo Canonical è meglio fare il contrario 🙁

  • lunamis

    Veramente per Linux la 28 è già disponibile (ho installato la 28.0.1467.0)
    e per il momento non ho riscontato nessun problema.

  • vince_prignano

    Paul Irish non e’ lo sviluppatore di Blink e non lo sara’. E’ un developer advocate e curatore delle PR di Chrome.

  • floriano

    conoscendo lo stile di programmazione in uso presso google inseriranno una marea di bug che poi lentamente correggeranno tornando alla veersione precedente 😀

No more articles