Steam Early Access

Valve è una delle nuove aziende che stanno puntando molto anche su Linux offrendo non solo la piattaforma Steam ma ne segue anche lo sviluppo dei driver per le schede grafiche, kernel e introduce migliorie anche nei nuovi ambienti desktop Gnome, Unity e KDE.
Inoltre Valve sta lavorando nello sviluppo di nuovi game, per renderli più stabili e funzionalità al rilascio della versione stabile ha da poco avviato la nuova sezione Steam Early Access la quale ci permette di testare in anteprima nuovi giochi e di seguirne lo sviluppo.
Steam Early Access ci permette di acquistare giochi prima del rilascio ufficiale scontati anche del 50% confronto il prezzo finale e di seguirne lo sviluppo segnalando anche eventuali bug o altri preziosi dettagli per gli sviluppatori.

Attualmente in Steam Early Access sono disponibili 12 nuovi game tra cui alcuni uno disponibile anche per Linux ossia Kerbal Space Program, prossimamente comunque approderanno molti nuovi game.

Home Steam Early Access

  • Magog

    in Italia di BANDE ce ne sono tante(punto)

    • ottima alternativa! con quelle in un giorno hai la 20 mega solo per te

  • cambiare paese o sperare in un cataclisma che cancelli l’onta italia dalla terra..?

    • no spererei solo che colpisse solo alcune ville una di queste vicino milano per esempio!

  • Francesco

    Avremo la connessione veloce quando avranno escogitato una nuova tassa ad hoc…come quella sui supporti digitali.

    • questo è poco ma sicuro
      basta pensare che in italia si dice che stia mandando contributi per la campagna contro il fumo e poi se provi a coltivare il tabacco ti danno anche gli incentivi.
      Questa è l’italia!

  • Scianna83

    il l’80% della gente che conosco neanche sa cosa sono questi parametri di velocita,semplicemente perchè per loro internet voul dire facebook,ho visto la cronologia di persone che non ha un’indirizzo diverso da fb,siamo in pochi che giriamo in rete per sete di sapere,e questo mi dispiace,internet per molti e diventato il mezzo per spettegolare e per curiosare nelle bacheche degli altri.
    cmq Taiwan è la citta che ha la piu vasta rete wireless del mondo,adsl via cavo piu veloce la korea,ed io a casa mia per navigare piu veloce di 0’8 mega che mi da la tim devo mettere una chiavetta della vodafone fori casa con una prolunga e navigare con l’UMTS.
    In conclusione avete ragione “Internet in Italia fa schifo”.

    • sto facendo una lotta con wind per le internetkey dove avendo raggiunto la sogli dei 10Gb di traffico (uno non puo neanche vedere le webtv) DOVREBBE limitare la velocità a 32kb invece io arrivo al MASSIMO A 5Kb !!!!!! e quando li chiami ti pigliano pure per il c***!!!!
      non mi stupisco che in questa nazione la situazione e pessima
      Svizzera, copertura banda larga, e mobile 100% CENTO PER CENTO !!!!!!!!!!!!!!

      • magari l’offerta si chiama internet senza limiti….di pazienza però

        • megainternet-UNLIMITED!!!!
          poi dovrei stare calmo!!!!!!!!!! 

    • ma chiamato un’amico in tanzania con skipe e non riuscivo a parlargli
      la mia connessione a 60/70kds non riusciva a tenere la linea
      mi ha mandato lo speed test 5mb
      siamo peggio del terzo mondo!!!!!

  • io ho inviato denunzie al garante delle comunicazioni…. e altre segnalazioni prima di vedere questo posto, ma quanti di questi lettori lo hanno fatto?

    forse il popolo italiano si merita questo…   visto che sono peggio delle bandiere……

    • io ho parlato con i consumatori i quali mi hanno fatto parlare con un responsabile di zona della telecom il quale mi ha indicato che deve essere il comune a fare la richiesta
      il mio comune non ha fondi perché spesi per fare il cimitero più bello di verona
      alla fine il cimitero fa guadagnare al comune muore uno un tomba costa dai 4/5 mila euro
      richiedere l’adsl invece sono solo spese e niente guadagni
      quindi per il mio comune è meglio che uno muoia senza adsl che campi connettendosi decentemente!

      • erpupo

        io ho scoperto che romania sta anche gli paesi del est-ovest stano meglio del italia per quello che riguarda internet !!! qui e tutto un magna-magna :):)))))))

      • a portogruaro (ve) con alice andavo abbastanza bene, in media ero a 4500/5500 kb/s 

  • Andrea Cucchi

    Seee stiamo ancora a parlarcela con i garanti? Quelli contano un cavolo (e in caso abbaiano con i piccoli e scodinzolano con quelli contro cui dovrebbero abbaiare). Ciò che conta davvero è che in Italia, volenti o nolenti, dagli anni 80 siamo comandati direttamente o indirettamente dagli interessi se non diretti pubblicitari della TV commerciale/generalista in chiaro, per cui se ci sono due lire verranno spese in televisione e la rete verrà attaccata da ogni fronte e con ogni mezzo perché rappresenta l’antitesi del canale comunicativo televisivo, che è solo verticale e non orizzontale. Quando ci si sveglierà riguardo a questo, soprattutto del fatto che non è solo Berlusconi, ma prima era Craxi e durante il governo di quelli che dovrebbero essere gli “altri” c’era un certo D’Alema (la favolosa salva-fininvest fu sua nella fine degli anni ’90) e domani probabilmente si chiameranno in un altro modo ma sarà sempre gente che pensa che sia giusto che l’Agcom possa chiudere siti arbitrariamente senza un giusto processo, allora forse cominceremo a vedere investimenti “veri” sulle reti non solo di Milano/Roma/Torino (lì si naviga bene) ma anche nei centri medi e medio/bassi, che rappresentano la stragrande percentuale della popolazione italiana che naviga come se fossero cittadini di serie B. Quello che fa inca**are è che all’estero la televisione (o meglio, i programmi televisivi) sta per cambiare, diventando on demand e via rete, in modo che vengano premiate dagli introiti pubblicitari solo quelle trasmissioni davvero seguite, cose di cui, da noi, con tutta la mafiosità dei contratti pubblicitari (vogliamo parlare dell’Auditel? 10000 persone prese a caso che indirizzano tutto il mercato pubblicitario? Oppure di Mediaset che sono anni che perde percentuali di ascolto ma vede aumentare altrettanto i propri introiti pubblicitari, cosa assolutamente senza senso?), hanno una paura fo**uta, se domani vengono a scoprire che non otterrebbero due lire per canali on demand “veri”, allora sarebbe la crisi, la rottura del giocattolo, indi si fa di tutto per ostacolare il mezzo Rete nella speranza che un dì questa possa essere malleabile come la TV.
    Sì, è una cosa senza senso, ma che volete pretendere da 70enni rincretiniti che non sanno manco pronunciare Google in pieno 2011… loro ci credono che prima o poi l’Agcom farà il “miracolo”, manco sanno cosa voglia dire proxy server… 😛

    • Andrea Cucchi

      E sia ben chiaro: tutti coinvolti, sia quelli che ci lavorano proprio che quelli che ne sono azionisti molto interessati (o azionisti di eventuali società di produzione, oppure che guadagnano sulla pubblicità). Il primo che mi da del sinistroide o dell’antiberlusconiano o del dipietrista me lo mangio. 😛

    • concordo pienamente con quanto detto

      vorrei sapere il parlamento a che velocità navigano con tablet!!!

  • Che faccia schifo, non c’è dubbio: io vivo a 3 km da una città media, dove arrivano le linee “veloci”, e da me è arrivata solo da poco l’adsl. Ma che tipo di adsl? 2 mega, dicono, tele2 e telecom. Solo che poi… scarico a 70 KB. Com’è possibile? Ho fatto una ricerca (perché, giustamente, io navigo anche per interessi personali…), e scopro che in Italia bloccano le connessioni per evitare che si inceppino. Roba da medioevo quando si inceppavano le fogne, dico io. Se invece si facesse come in altre parti del mondo, come dice chi parla di Taiwan, che il comune allestisce una rete wifi (anche a pagamento, non importa), ma con una velocità effettiva decente? Io qui a Barcelona navigo a 300 KB (dovrei andare più veloce), ed è una pacchia. Che ci vuole? Povera Italia.

    • se guardiamo la classifica nemmeno la spagna è messa tanto meglio!

      • non penso, non esiste una classifica europea??

  • Flavio Bizzarri

    Avete presente le offerte wind che dopo tot ti limitano a 32kb/s? Bene non ve ne accorgerete mai di aver superato la soglia tanto la velocità è sempre bassa anche senza limite

    • senza limiti dicono e se poi scarichi oltre pochi giga ecco al riduzione per non congestionare la rete dicono
      che vadano a fan….

    • ma tu arrivi a 32 kb/s?!?!? io al massimo 5!!!!!!!!!!!!!!!!1
      e poi uso ntm per monitorare il traffico.

      • io per internet con la chiavetta uso tiscali che si appoggia a tim
        dove prende va bene e sopratutto non ha limiti di download ma di tempo la con 10 ore al giorno basta a avanza

  • io dico che bisigna bombardare i paesi che navigano più veloci di noi, così passeremo al primo posro!

  • Lorem Ipsum

    Chi e’ che ha pagato il digitale terrestre? noi. Avete una vaga idea di quanto possa essere costata tutta l’operazione? miliardi. Quanto paga merdaset di tasse sulle frequenze? L’ UNO PER CENTO (1%) E nella mia citta’, che fa provincia, non un paesello, l’adsl e’ a macchia di leopardo. Interi quartieri senza banda larga, io mi devo connettere con una chiavetta 3 che un giorno si e l’altro pure naviga a 3k e quando si sente veramente in forma a 100k… prima o poi qualcuno si incazzera’ di brutto in questo paese di merda, o almeno lo spero.

    saluti

  • Davide

    Questo, come si può notare dai molti interventi è un argomento che interessa parecchio. Nella mia zona l’adsl è arrivata da meno di un anno e non vivo in vetta al Monte Bianco o al Cervino, per cui si può solo immaginare che dramma fosse navigare in rete con siti che negli anni si sono andati appesantendo sempre di più aggiungendo contenuti di ogni genere,  quale psicodramma fosse guardare un video su youtube, le incazzature per i download lenti e spesso interrotti. Quello che penso è che in questo paese nessuno è disposto ad investire un euro a meno che quell’euro non arrivi dallo stato (noi), o dall’aumento del costo dei servizi (sempre noi). Mentre in tutti i paesi normali, l’avvento delle liberalizzazioni e della concorrenza porta vantaggi a favore degli utenti, in Italia, “non si capisce come mai”, peggiora le cose. In questo caso specifico da che sono entrati altri operatori di telefonia la Telecom, padrona di tutto, ha tirato una frenata paurosa nell’espansione della banda larga e i risultati sono quelli descritti in questo articolo da Roberto. Questo è un paese di papponi, dove sono riusciti ad invertire il senso delle cose per cui se un azienda guadagna mette i soldi in banca, se un azienda perde o prevede nuovi investimenti prima si rifà sugli utenti aumentando il costo dei servizi o aspettando i denari dallo stato, pretendendo poi la certezza del guadagno, quindi io non investo se prima non ho i soldi in tasca e non porto i miei servizi la, dove non sono sicuro di ricavarne degli utili. Questo porta lo sviluppo a tempi biblici e l’Italia tra i peggiori. In questo paese hanno privatizzato i profitti e socializzato le perdite. In parole povere ce lo hanno messo in quel posto….e continuano a farlo.

    • se non si investe sulle infrastrutture in l’italia sarà peggio!

  • Antonio G. Perrotti

    se fai notare la cosa la risposta più classica è  “ma pensa alla pagnotta, bei tempi quando ci scrivevamo le lettere con la fidanzata lontana”… e magari è gente di 40 anni scarsi (io ne ho qualcuno in più..). io ho avuto il c..o di trovare casa in una palazzina praticamente nuova, e vado intorno ai 2/3 mb, se la linea non è intasata. ma certi giorni non arrivo a 1 mb, altro che i 20 mb promessi dal contratto e i circa 7 “reali” di cui parlava il tecnico di fuckweb. e mi va di lusso, a quanto sento in giro. ma l’italia tende al primitivismo in tutto, la cultura prevalente è ancora zappa e vanga…

  • Red/

    Io con l’ adsl telecom (vivo in una grande città) ho orari in cui non si naviga del tutto, non si può nemmeno controllare un’ email. Una situazione simile a quella di certe zone del mezzogiorno d’ Italia dove l’ acqua dal rubinetto é disponibile solo in certi orari… Inoltre altri che conosco che hanno fatto contratti con altre compagnie telefoniche, con cui si paga di meno, mi hanno riferito di condizioni pure un po’ peggiori. Quindi non so dove sbattere la testa! Forse più avanti sarò costretto a fare pure un contratto per avere una internet key da usare nei momenti in cui rimango a secco di segnale adsl telecom … …

    Comunque siamo messi male come nazione anche in graduatorie che misurano altri temi. Quel che è peggio è che alle prossime elezioni la maggiorparte degli italiani tornerà a votare sempre per gli stessi personaggi (dei vecchiacci che non sanno nemmeno cosa sia un torrent) e non andremo -ancora una volta!- da nessuna parte. Inizio davvero a credere che siamo a rischio di default come paese.

    • fra un paio d’anni compreremo un pascolo e un pezzo di terra e vivremo con quello che produciamo
      l’italia ora come ora è destinata a questo!!!

  • Gli svedesi, si sono costituiti in un partito politico (quello di pirate bay) e con i numeri hanno fatto tremare non poco il parlamento.
    Il comico alle comunali di Bologna ha fatto il 10%. È anche l’unico a parlare di Wi-Fi libero e gratuito (in un mondo civile dovrebbe essere così).
    Il nostro problema è serio… e non riguarda solo chi è ancora “coperto” solo da una 56K ma chi, come me, ha un internet in chiavetta che promette fino a 7,2MB/s e nei fatti non supera mai i 30K… potrei allegare il grafico di network manager!

    • quoto il comico parla bene
      bisogna sempre vedere che dal parlare al fare c’è molto più del mare

  • Avete tutti ragione ma se non si fa una vera rivoluzione non cambierà proprio niente. Quindi bisognerà attendere almeno un’altra decina d’anni come minimo.

  • da me Portogruaro (VE) manco Vodafone funziona ….. da oltre tre mesi 10 giorni totali di ASSENZA RETE!!!!!!

    • domanda a totti se “vede” dove è andata la tua connessione!!!
      il servizio clienti che ti dice?

  • Maria Teresa Boessneck

    Ma chi li vota quelli che ci hanno portato, anzi lasciato al palo fino a qui ???? Ma se cambiassimo un po’ gli elefanti che guidano il paese e che vogliono solo fare soldi e tentassimo di innovare gli eletti e soprattutto li cambiassimo tutti al massimo ogni 5 anni  in modo da non lasciare spazio a camarille e torte spartite??? Se il mondo giovane e’ riuscito con i social network a fare rivoluzioni gigantesche ….. non si puo’, con lo stesso sistema, impedire ai venditori di chiavette ultraveloci, che non vanno neanche a passo di lumaca, di fregarci in continuazione ????  

No more articles