Google LG Nexus 4
Il nostro lettore Domenico P ci ha segnalato un’ottima offerta disponibile su Amazon riguardanti il nuovo Nexus 4 il nuovo smartphone realizzato dalla collaborazione tra LG e Google.
Nexus 4 è uno smartphone con un processore quad-core Snapdragon s4 Pro da 1.5GHz e 2 GB di RAM con schermo da 4.7 pollici (320 ppi) con la nuova tecnologia che permette di caricarlo via Wireless senza collegare quindi nessun filo al telefono.
Presente una fotocamera frontale da 1.3 megapixel e una posteriore da 8 megapixel e uno slot per Micro-SIM. Viene rilasciato con Android 4.2 “Jelly Bean” che aggiunge la possibilità di creare immagini panoramiche a 360 gradi e poi condividerle su Google+ o Google Maps ed inoltre aggiunge anche il supporto display senza fili attraverso Wireless possiamo guardare i film, YouTube, giocare ecc con il nostro HDTV compatibile con Miracast. 

LG Nexus 4 E960 è disponibile su Amazon Italia a EUR 340,00 per la versione con 8 Gb di memoria interna mentre a EUR 390,00 per la versione da 16 Gb.
  • Certo che Unity ti sta proprio sullo stomaco eh? 😀
    Ho letto che il problema è da imputare a un difetto del driver Intel quindi il kernel c’entra fino a un certo punto, ma non mi sono documentato a dovere quindi magari indaga meglio tu così puoi confermare o meno.

    • PatrisX

      Non ho capito bene, le famose 200 righe, c’entrano o no?

      • PatrisX

        La domanda era per Roberto e non per lucapas, pardon

      • credo che non completamente ma una buona parte del problema arrivi proprio dall’integrazione di queste patch nel kernel
        da quando sono state introdotte il kernel è peggiorato e non poco

    • il problema è ben noto ma non solo sui driver intel ma su tutti i pc e questo non perché ho tradotto articoli da altri blog semplicemente perché ho molti amici che usano linux e con questo blog molti utenti che si lamentano dal kernel
      quando blog impazzivano con statistiche di velocità mai viste con la patch delle 200 righe su lffl invece ho indicato che i test reali su più utenti indicavano l’esatto contrario tutto qua

  • garuax

    Da umile utente Ubuntu dalla versione 8.04, ho notato dei miglioramenti fino alla 10.04 rispetto alle versioni precedenti, tali che mi hanno indotto a prendere in considerazione la possibilità di fare musica (il mio hobby preferito) con ubuntustudio e simili. Poi il disastro. Il mio notebook è un vaio fz21m di cui tutte le periferiche sono perfettamente riconosciute, nonostante la scarsa qualità dell’immagine sulla webcam, dell’audio dalle cuffie (basso) e della durata della batteria (pochi minuti:5 o 6).
    Poi con Unity ho osservato una obiettiva e inopinabile lentezza del tutto.
    Tanto da indurmi a cambiare sistema operativo. Passato a FEDORA 15 tutto è migliorato, un po’, sopratutto l’usabilià e la praticità con cui ho fatto tutto, la fluidità. Inoltre shell mi piace moltissimo.

    Tuttavia, ho deciso dopo due anni e mezzo di installare windows 7. La svolta.
    Tutto meglio. Il mio pc montava di fabbrica sVISTA, che non mi piaceva. 7, con qualche utility tipo Dexpot, Gmail notifier e altre cosette è veloce, efficiente, fluido. La batteria dopo un po’ è tornata a durare anche un’ora in risparmio energetico. La qualità della componentistica è pienamente espressa e cio’ si sente. E sono molto dispiaciuto di questo, in parte, perchè speravo che nel tempo ubuntu e simili, di cui mi ero appassionato, avrebbero mostrato miglioramenti fruibili. 

    Secondo me, hanno fatto un macello. E lo dico dopo una esperienza approfondita di user con medio basse capacità informatiche (ma ho la conoscenza dei principali comandi da terminale, nonchè per esempio, so riconoscere una wifi da terminale e montarla se serve, so partizionare con consapevolezza ecc…).

    Un peccato perchè come sono tornato momentaneamente sui miei passi io, immagino lo abbiano fatto tantissimi utenti meno esperti. Un peccato perchè per esempio adesso cerco un programma simile ad ARDOUR che trovo meraviglioso. Ma che me ne faccio se poi il resto non funge?
    Ciao a tutti.
    Garua.it

    • Gitik

      Senza polemiche.
      Io dopo dieci anni wxp l’ho spazzato via senza pietà.
      Nonostante le precauzioni adottate facendomi installare tutti gli aggiornamenti, adottando tutte le precauzioni possibili, sino ad arrivare all’uso di una sandibox, virtualizzazione della macchina, firewal (i migliori in circolazione) antivirus…alla fine solo torture sugli infiniti aggirnamenti non solo di sistema e antivirus ma anche del firewal. Risultato … mi si era infilato un virus nel mbr di windows.Il computer molte volte si spegneva al momento dell’accensione,(credevo fosse un problema di alimentazione) e senza parlare di un giorno che mi partono i processi all’impazzata senza che potessi far niente. Formattazione e tutto daccapo solita storia.
      Con Debian e Lubuntu tutte le periferiche riconosciute alla perfezione.
      Qualità del suono: eccellente. Qualità del video: eccellente.
      Sistema stabile e silenzioso.Senza deframmentatori.
      Nessun movimento strano dell’hard disk ecc.. potrei continuare a iosa..

      • con debian questo sicuramente dato che il kernel viene rilasciato proprio quando ha pochissimi bug per lubuntu che versione hai installato

        • Gitik

          lubuntu 11.04
          ho poca ram 512 tipo (sdram).
          scheda video nvida da 64 Mb.
          pur con queste poche risorse per quello che ho provato:
          ubuntu 11.04 classic: mi va bene
          lubuntu 11.04 ancora meglio
          debian 6 squeeze molto bene.
          Per il tipo di macchina che ho il KDE: mi gira male.
          Gli ambienti LXDE mi girano molto bene. Ma non tutte le distro con LXDE girano alla stessa maniera.
          Lubuntu è ottima.
          Debian Squeeze superate le prime difficoltà, è un OS che mi dà la sensazione di estrema compattezza, è una ROCCIA!

    • gufetto

      Mah………..
      Presupponendo che se ti trovi bene con 7 (immagino comprato) fai bene a rimanerci, non capisco la necessità di questi aggiornamenti continui.
      Io che col PC, alla soglia dei 40, ci guadagno il pane, ho installato la 10.04 su un DELL Inspiron 1520, kernel compilato 2.6.27 con patch phc e 1000 HZ, aggiorno quel poco che serve (Firefox, Pidgin, e poco altro) e vivo felice.
      Se un sistema funziona, che necessità c’è di aggiornarlo in continuazione? Per potere sempre nelle info l’ultima versione rilasciata?
      Se Ardour con la 10.04 funziona, allora perché cambiare? Se serve maggiore velocità, c’è anche la possibilità di Lubuntu (se ti piace la distro di Canonical) ed il kernel che vuoi tu.
      Sicuramente condivido la critica sul fatto che sia stupido non risolvere annosi problemi, ma non si è nemmeno obbligati ad usare sempre l’ultima cversione del kernel.
      Tra l’altro, se serve, i moduli si possono facilmente compilare.
      Ciao

      • p91paul

        ottima risposta. se ti trovavi bene con il kernel 2.6.32, perchè passare al 3, se quello invece ti dà dei problemi? soprattutto visto che è uscito da meno di un mese….
        io personalmente sono uno che aggiorna e aggiorna, ma perchè io sono uno studente, e voglio vedere lo sviluppo di questo mondo assumendomi i rischi che comporta la sperimentazione. i driver della mia scheda wifi non compilavano con il kernel 3. un ritocco, e ora funzionano. se avrò altri problemi li risolverò.
        se vuoi un ambiente stabile, usa un kernel e una distro stabili. debian stable, ubuntu lts e altre non sono nate per nulla.

  • Millalino

    E’ questo il vero punto dolente di linux, ed effettivamente è strano che si facciano nuovi DE e non si riesca a sistemare una cosi importante questione.
    Probabilmente non sarà una cosa facile, non ne dubito, ma questo mina fortemente la possibilità di attrarre nuovi uenti.

  • Gianluca

    personalmente sono dovto tornare indietro dal kernel 3 al 2.6.39 perchè il kernel 3 divorava la batteria del notebook (non che il precedente sia molto meglio). è pazzesco che nel 2011 non si abbia un kernel stabile e leggero. Torvalds dove sei?

    • ora sarà in vacanza credo

    • Ho dovuto fare lo stesso passo indietro anch’io dalla 3 al 2.6.39.
      Non soltanto per problemi di batteria ma anche altri problemi come crash totale di sistema!
      Aspetto il 3.1 finale saltando la 3.0.

      • speriamo che il 3.1 risolva molti dei problemi segnalati

        • Non voglio essere pessimista ma credo che questi e altri problemi saranno risolti più in là della versione 3.1.
          Non sono un programmatore – dunque parlo nella mia ignoranza senza nessuna saccenza – ma di sicuro (essendo un kernel) risolveranno i problemi con lentezza. Un kernel che si adatti ad ogni configurazione è veramente difficile. Io tutt’ora ho problemi con la sospensione quando altri utenti funziona tranquillamente.

          Attendo con ansia i ritmi dell’open source… 😀

  • Saverio

    Io invece non ho problemi, uso kde su debian sid

    Acer 1640 con 2Gb di ram

    • controlla il kernel e vedrai che go ragione io

      • p91paul

        ha minimo il 3 su sid…. se non già il 3.1… controlla la versione e vedrai che NON hai ragione tu

  • Iome

    Roberto… questo e’ FUD! Ok per l’aumento del consumo di risorse/batteria, supportato da dati “scientifici” dell’ottimo Phoronix, ma per quanto riguarda la famosa patch da 200 righe, bhe’ quella ha un’opzione nel kernel per abilitarla e non te la “ciucci” per forza (e non causa alcun disastro, aumenta le prestazioni per certi tipi di carico). Per non parlare poi di “alcune periferiche non riconosciute dal Kernel”… a parte non aver mostrato alcun dato o almeno un esempio di quello che dici, I “driver” nel kernel hanno al loro interno un elenco di ID delle device che supportano, e questo aumenta ad ogni rilascio, certamente non diminuisce… quindi i presunti (in quanto non supportati da dati/esempi) problemi di cui parli vanno ricercati da qualche altra parte che non sia il kernel (udev? xorg? cups? Un aumento dell’attivita’ solare? L’utente indossa mutande acriliche che scaricano energia elettrostatica?)

    Saluti

    • non è un dato preso da altri blog è solo realtà
      molti utenti dopo la versione 2.6.38 hanno avuto problemi di riconoscimento e non solo con una distribuzione ma con diverse me compreso con una scheda audio su un pc che da ubuntu 7.10 non ho mai avuto problemi
      non è nessun fud o altro termine è semplicemente la realtà

      • p91paul

        ma sarà tutto colpa del kernel o del so?
        io dico che è il so… anche per il famoso bug della batteria, io su debian testing sono passato dal 2.32 al 2.38 al 3.0. 5 ore durava, e 5 ore dura.

      • Alessandro Maggi

        Credo che la questione sia tecnica: nell’articolo compaiono affermazioni che scritte da un “giornalista” necessitano di prove e dati per avere valore. Logicamente lffl è una specie di blog e non ha queste pretese, e capisco che la tua esperienza e altre esperienze indirette ti hanno fatto giungere a questa conclusione, ma mi sembra molto difficile isolare al kernel dei problemi di compatibilità se non testando la stessa distribuzione sullo stesso hw con più kernel compilati da sorgente (l’approccio Phoronix per intenderci).Anche io sul mio “attempato” Athlon (X2) non avevo problemi con Ubuntu 7.10, non ne ho avuti fino alla 9.04, poi dopo molto tempo passato con altre distro ho riprovato Mint 11 e ho avuto un sacco di grane, ma non mi sento di poter attribuire la responsabilità al kernel.Sullo stesso sistema con Chakra è tutta un’altra storia, e tutti altri tipi di problemi.

        Pare proprio che sia un periodo “problematico” per Linux, nel suo insieme.

  • Gitik

    Or ora ho controllato il kernel su Debian 6 squeeze. 2.6.32.
    Che meraviglia ragazzi.
    Dice un detto popolare “Chi va piano va sano e lontano”.
    Funziona tutto alla perfezione.
    Dico questo senza nessuna polemica verso altre distro.

    • Antonio G. Perrotti

      anche Lucid / Mint9 / Kubuntu 10.04 hanno il .32, immagino che sia per questo che sono molto più stabili delle versioni successive, almeno sul mio pc (AMD V140 64 bit).

  • Ma  la Canonical non stava collaborando per far uscire un netbook Ubuntu su processori ARM? E se non sbaglio stavano lavorando proprio sul risparmio energetico. Questa sarebbe la vera svolta! Un netbook con 24 ore di autonomia, magari!!

    • penso che in questi casi conti dipiù i componenti utilizzati che il software per il risparmio energetico

  • Nik

    L’articolo può anche essere interessante, ma per carità é importante anche scrivere in un italiano comprensibile e corretto.

    • lo già detto più volte in italiano sono negato mi dispiace

  • garuax

    Per GUFETTO
    ciao, si sono d’accordo con te. Non ha senso aggiornare in continuazione all’ultima versione. Ma è un po’ nella personaità mia, senza generalizzare, sperimentare l’ultima versione stabile di un sistema operativa, specie in questo periodo in cui le novità da provare erano tante, da unity a shell a implementazioni più nascoste. 
    Credo che rimettero in dual boot una distribuzione molto presto, che pero’ devo ancora decidere che sia efficiente, ma che al tempo stesso mi permetta di provare le novità senza compromettere l’uso delle periferiche.

    La batteria pero’…  🙁

  • Antonio G. Perrotti

    ho testato sia ubuntu che kubuntu 11.10 e installando i driver proprietari broadcom e ati non peggiora solamente, semplicemente schermo nero… anche se le musichine di avvio si sentono benissimo 😀

    • pendo che i driver broadcom non centrano penso che sia il problema dei driver ati
      hai provato con i driver open?

  • Antonio G. Perrotti

    ne aproffitto per chiedere una cosa, se qualcuna avesse una risposta gli sarei molto grato: la qualità dell’audio su lucid/mint9 (sulle versioni precedenti non so) è molto bassa rispetto a maverick/mint10 e natty/mint11. ho provato tutti i players disponibili (anche i meno conosciuti), ma il suono è sempre molto più secco, con meno bassi e profondità e più distorsione. può dipendere dal kernel, scusate l’ignoranza? ho notato lo stesso problema anche su debian squeeze, che mi pare abbia lo stesso kernel di lucid. questo succede sia uscendo su pulseaudio che direttamente su alsa. mi dispiace aver dovuto abbandonare lucid, che è stabilissimo, per questo motivo. in rete non ho trovato risposte chiare. da 10.10 in poi la qualità audio è pari a windows, senza più differenze sostanziali.

    • la qualità dell’audio non dipende dal kernel ma da alsa

      • Antonio G. Perrotti

        e non esiste un modo per usare lucid (o mint9) aggiornando solo alsa? come stabilità non c’è paragone con maverick e natty, ma l’audio è veramente molto inferiore.

        • certo
          ecco i ppa
          sudo add-apt-repository ppa:ubuntu-audio-dev
          sudo apt-get update
          sudo apt-get dist-upgrade
          e avrai sempre alsa aggiornato su lucid

          • Antonio G. Perrotti

            ho provato, ma alsa mi rimane alla versione 1.0.22, e la differenza si sente con la 1.0.24, quella di maverick e natty. comunque mi sa che riprovo, forse ho sbagliato qualcosa.

          • hai dato dist-upgrade?

          • Antonio G. Perrotti

            sì, l’ho dato. però ho risolto in un altro modo, ho trovato una guida con la spiegazione passo passo per compilare e installare alsa 1.0.24 su lucid. e funziona, ho fatto il paragone diretto con natty e ora il suono è identico. se pensi che possa interessare altri utenti magari provo a tradurla, visto che è in inglese.

          • se me la traduci preparo l’articolo
            semmai mandamela al mio indirizzo email
            ferramroberto(chiocciola)gmail.com

          • Antonio G. Perrotti

            ok. non ho capito bene cosa fa, in pratica crea una cartella “ALSA” nella home e credo che forzi l’applicazione che riproduce l’audio ad usare quella al posto della 1.0.22 che comunque resta installata.

  • Scusa, ho Kubuntu 11.04 con kernel 2.6.38 – 10 e non ho ben capito se è possibile o meno disabilitare lo ASPM (che non ho idea di cosa sia) e se sì cosa rischio. Purtroppo il problema del raffreddamento mi sta facendo impazzire e qualche grado mi servirebbe! Grazie!

No more articles