Manjaro 0.8.4

A pochi giorni dal rilascio delle “Community Edition” con ambiente desktop predefinito Mate e Lxde, Philip Müller amministratore del progetto Manjaro Linux, ha annunciato il rilascio della nuova release 0.8.4.
Manjaro 0.8.4 introduce la nuova versione di Pamac il gestore dei pacchetti grafico che ci permette di installare o rimuovere nuovi pacchetti / applicazioni oppure aggiornare facilmente la distribuzione.
Rivisitato anche il tema di default di Manjaro grazie a diverse correzioni il nuovo tema permette un’ottima integrazione / supporto per applicazioni Gtk2/3 e Qt.
Il team Manjaro ha portato diverse correzioni e migliorie ad LXDM il display manager di default in Manjaro Linux fornendo anche un tool per personalizzare la schermata di login oppure attivare l’accesso automatico. Migliorato anche l’installer, gli sviluppatori stanno anche lavorando ad un nuovo installer con un’interfaccia grafica simile a quella dell’installer Ubiquity di default in Ubuntu. Aggiunto il supporto per installare la distribuzione tramite chiavette USB (attraverso DD o ImageWriter) da live o post installazione è possibile accedere alle partizioni senza fornire la password e la funzionalità ibernazione è stata abilitata di default.

Manjaro Linux 0.8.4 aggiorna i pacchetti e ambienti desktop all’ultima versione stabile disponibile, aggiornato anche il kernel alla versione 3.7.9 con supporto Flash migliorato.
Gli sviluppatori Manjaro hanno inoltre realizzato delle speciali quick-guide in PDF specifiche per ogni ambiente desktop, aggiunto di default i principali codec audio e video e l’accesso ad AUR.
Manjaro 0.8.4 viene rilasciato in 4 versioni: Xfce, Cinnamon, OpenBox e Net Install.
In questa pagina troverete le note di rilascio del nuovo Manjaro 0.8.4.

Home e Download Manjaro Linux

  • PatrisX

    Ciao, com’è rispetto a winff?
    Poi sarebbe utile avere una lista di tutte le gui disponibili per linux di mencoder e ffmpeg

    • sarà fatto
      winff è molto semplice da utilizzare mentre feff ti permette di avere molte più configurazioni però è un attimo sbagliare (sopratutto se non conosciamo qualche formato o come impostare i biterite ecc)

  • ArchUser

    Colgo l’occasione per segnalare anche l’ottimo traGtor, una GUI per ffmpeg scritta in Python e Gtk-Engine, permette di scegliere tra una miriade di formati video con estrema facilità…
    Ho iniziato ad utilizzarlo perchè WinFf aveva dei problemi sul mio Pc..
    Il programma presenta una piccola scocciatura, al primo avvio è in tedesco ma una volta cambiata la lingua nelle opzioni è tutto ok!!!

    Se vi interessa vi rimando al link del progetto
    http://mein-neues-blog.de/tragtor-gui-for-ffmpeg/

    Se siete utenti ArchLinux lo trovate nei repo di AUR

    • grazie per la segnalazione
      personalmente non lo conoscevo
      stasera lo testo e domani preparo l’articolo
      ciao

  • Regulus

    E’ già disponibile da oggi la versione 1.6…nel changelog della 1.5 si dice che è stata aggiunta la traduzione italiana ma è in inglese o.O

    • c’è la lingua italiana ma non funziona e non per cause mie ma proprio dell’applicazione
      ho provato a compilarlo 20 volte senza esito lo segnalato e sembra che sia solo per windows la traduzione per ora e verrà integrata nelle versioni successive

  • Giovanni

    Perchè non parte dopo che ho dato tutti i parametri? Va in status, la barra resta sempre allo 0% e nel computer è tutto fermo. Forse sbaglio il path di ffmpeg:  /usr/bin/ffmpeg. Grazie per una sollecita risposta. Ciao

    • controlla bene che non ci sua qualche parametro errato
      la fatto anche con me perché avevo inserito più biterate che non nel file originale
      fammi sapere
      ciao

  • Giovanni

    Ti ringrazio per la sollecita risposta, ma Feff in Ubuntu non ne vuol sentire di partire, mentre in Win 7 funziona. L’ho reinstallato più volte, ho cambiato tutte le opzioni, ma non parte. Grazie a presto.

    • sabato preparo i pacchetti della nuova versione 1.6 (purtroppo ho la ragazza in ospedale per gravidanza ad alto rischio) e non ho tempo
      poi se mi fai il piacere di testarla e vedere se funziona
      per curiosità la versione per win era in italiano?

No more articles