madeb
L’arrivo di Gnome Shell in Debian ha portato alcune discussioni riguardanti il nuovo ambiente desktop di Gnome e la mancanza di diverse funzionalità e personalizzazioni presenti nel buon vecchio Gnome 2.
Alcuni sviluppatori ed utenti si sono uniti e hanno realizzato il progetto madeb dedicato a riportale le qualità di Gnome 2 con il nuovo Mate in Debian.
madeb è una nuova distribuzione basata su Debian Sid con Mate come ambiente desktop predefinito e alcune varie personalizzazioni.
Con madeb avremo quindi una distribuzione rolling release che grazie a Mate DE risulta stabile, veloce e facile da configurare / personalizzare.
madeb 2013.02.17 viene rilasciata con kernel 3.7.8-686-pae-madeb, Iceweasel 18.0.2 come browser predefinito, Icedove come client email, VLC media player 2.0.5, Pidgin e molte altre utili applicazioni.

Home e Download madeb

  • Angelo Giovanni Giudice

    Ma nel tasto “applicazioni” cosa ci fà lì il logo di Ubuntu?

    • Fabio

      A quanto pare se lo erano dimenticati… 😀 comunque ora in home page c’è il nuovo screenshot con il logo giusto!

  • alex

    perdonate la mia ignoranza 🙂 , ma che window manager usa mate ? mutter? compiz? comunque trovo molto interessante questa distro….
    grazie.

    • Dario Grillo

      Utilizza Marco, un fork di Metacity

  • Ferik

    solo a 32 bit? peccato

    • Giuseppe Antonio Nanna

      susu sono domande da farsi? questo, in fondo è linux!
      Installati Debian Wheezy (magari da netinst), aggiungi i repo di Mate-desktop e con # aptitude install mate-desktop-environment ottieni la stessa cosa (che poi è la soluzione che ho installato su questo pc e ti posso garantire che va che è una bomba)

  • Simone Picciau

    ma a che serve sta roba? ma ditemelo

    • Tomateschie

      Non serve a nulla, però è giusto lasciare, IMHO, la possibilità agli utenti e agli sviluppatori di creare il proprio progetto.

      È anche vero che potrebbero però convogliare le loro forze e la loro volontà per migliorare i sistemi che già ci sono.

      • Giuseppe Antonio Nanna

        hai ragione, alla fin fine spesso ci si dimentica che questo tipo di software spesso viene mantenuto da 4 ragazzi che hanno solo in mente di lavorare al proprio progetto e indipendentemente dagli altri… non lavorano mica per qualche azienda!
        Piuttosto ci sarebbe da lamentarsi con gnome per la deludente fallback

        • Tomateschie

          Più che lamentarsi io proporrei di creare nuovo software, produrre alternative, dare consigli. Non sono per lamentarmi, chi si lamenta IMHO è solo quello che non sa immaginarsi qualcosa di diverso e di migliore.

          • Giuseppe Antonio Nanna

            beh il desktop standard quello è… non che si possa variare più di così :/

            gnome3 si è buttato in qualcosa di nuovo… proprio mentre commentavo qui gli ho dato un’altra possibilità, ma l’ho disinstallato subito perchè mi innervosiva lo snellimento del centro di controllo e altre piccole o grosse magagne per imperdire all’utente di customizzare. La shell non è fatta malissimo e ci sono estensioni per tutto. Però ti farei notare che l’innovazione qui significa costringere i mouse a litigare con interfacce squisitamente touch come shell o unity.

            Si sarebbe potuto migliorare in altri sensi, come su stabilità e prestazioni, o su cose come un’alternativa al mintmenu, ma magari con ricerca indicizzata fra i file…

            Vabbè poi alla fine è questione di gusti e meno male che ci sono tante alternative, così io torno a gnome2 con mate e tu… tu che de hai?

          • Tomateschie

            Io ho Unity, perchè ho deciso di installare Ubuntu 12.04 e tenermela per qualche anno. Mi ero rotto le scatole di disinstallare e reinstallare ogni 6 mesi..

    • Giuseppe Antonio Nanna

      me lo sono chiesto, aggiungi poi che mentre mate è basato sia su gtk2 che gtk3 (cosa che mi da problema con molti temi), ci sarà un ennesimo fork di gnome2 da parte di SolusOS basato solo su gtk3
      E qui la domanda sorge spontanea: perchè dividersi quando si può concentrare le forze su meno progetti, ma farli bene? In ogni caso cercano disperatamente di colmare il vuoto lasciato da gnome anche perchè se non piace kde4 e non si vuole installare un de costruito su un instabile compiz (unity) servono alternative

      • Giuseppe Antonio Nanna

        Detto ciò sono un utente mate e mi ci trovo davvero bene: è leggera ma non spoglia, mi da gnome ma non pesa su cpu e ram. L’ho potuta installare (su wheezy) sia sul quadcore che sul netbook (per cui esiste un pacchetto dedicato mate-netbook che ripropone il window picker di ubuntu netbook remix); un successo su ambo i fronti

  • franz1789

    Oramai stiamo scadendo nel ridicolo. Stanno uscendo una marea di distro che non fanno altro che installare pacchetti. Che differenza c’è tra questa e una debian? un comando apt-get in meno? un tema e un set di icone che potrei scaricare altrove? questa non è frammentazione, è idiozia. Se non hai almeno una novità (kernel, gestore pacchetti, init o tool) non fare una distro. Sei/sette anni fa usavo ubuntu con afterstep, tema di mia creazione, eppure non ho creato una distro..

    • muradreis

      A me non sembra che (perfino su) sid tu abbia il kernel 3.7.9, mate 1.5, iceweasel 18.0.2 e potrei continuare.. tanto per risponderti. Il problema è che ormai neanche si legge più, per amore del luogo comune..

  • gigio

    GNU/Linux dopo 20 anni e al lumicino, non e stato in grado di creare driver propi senza dipendere da sun-java, flashplayer, non e stato in grado di creare tools propi per usare dei progammi, che si possono usare solo tramite WINE ce ne sarebbero altre mancanze da citara ma lasciamo stare, chi a la fortuna di avere tempo e capacità perde solo tempo ditro a cloni su cloni di distro e boiate di DE grafici che scimiottano APPLE ed windows 8 invece di spremeresi per trovare novità e miglioramenti seri per lo stupendo pinguino.

  • A cosa serve sta roba?
    Tanto per citarne un paio…
    Condividere una propria idea. Offrire una distro con particolari DE or programmi a chi non sa installarseli o farseli.

    • franz1789

      Se non sai installare un DE o un software non credo che useresti GNU/Linux, e tantomeno Debian.. Se l’idea è installare Mate su Debian, basta un post su un blog, su un forum.. C’è tanta gente, anche su deviantart o nei forum di tutte le distro, che crea temi o configurazioni particolari, non rilasciano una distro, ti dicono cosa e come installare, ti passano la configurazione et voilà..

      • Appunto, invece di passarti la config o dirti cosa installare, hanno preparato una distro bella, pacchettizzata e pronta. Che male fa?
        Nessuno.

  • millalino

    tra l’altro si appoggia al lubuntu software center

No more articles