Mozilla Firefox e Chromium son i 2 brower più conosciuti ed utilizzati dagli utenti Linux, presenti di default nelle principali distribuzioni offrono stabilità, sicurezza e una buona velocità di navigazione.
Per garantire una maggiore sicurezza nei propri browser Google ha annunciato di voler bloccare l’installazione / aggiornamento del browser su distribuzioni Linux obsolete.
Dalla versione 26 di  Google Chrome e Chromium 26 potremo installare il browser solo in distribuzioni con  Gtk+ 2.24 o versioni successive, in pratica non potremo più aggiornare il browser ad esempio su Ubuntu 10.04 Lucid, Debian 6.0 Squeeze, RHEL 6 ecc.
In caso di aggiornamento o nuova installazione di Google Chrome o Chromium in queste distribuzioni ci apparirà un messaggio che ci segnalerà che non è possibile l’installazione perché il nostro sistema operativo è obsoleto.

Google Chrome 26 dovrebbe essere rilasciato verso settembre 2013 per quella data Ubuntu 10.04 non sarà più supportato stessa cosa per Debian 6. In questo caso Google ha confermato che le versioni precedenti alla 26 potranno comunque funzionare senza problemi su sistemi obsoleti solo che non potranno più essere aggiornati non ricevendo quindi aggiornamenti di sicurezza.
Per maggiori informazioni consiglio di consultare la Issue 175842 di Chromium e il post su Google+ di François Beaufort.
  • Andrea Cucchi

    ArchLinux è uan distro che mi ha sempre attirato, peccato non possa giocarci troppo col Netbook dato che è condiviso in famiglia (e far condividere a tua madre e tua sorella un Asus eeePC900 con su Ubuntu Natty per me è già tanto).

    • Supervarenne

      Veramente bravi….:)

  • Vince

    Grandissimi, non aspettavo altro.

  • finalmente ti sei deciso a scrivere anche un po’ per arch eh? 😀 
    L’installazione non è poi così difficile come può sembrare, io ora ho su gnome 3 con gnome-shell che girano che è un amore 🙂 Per chi vuole avventurarsi un consiglio: non distorcete la filosofia: K.I.S.S.! 

    • si non è difficile una volta imparato quelle quattro cosette da dare sei apposto
      inoltre ho su un pc un hd con 6 partizioni boot / swap / home / arch gnome / arch kde / arch xfce
      mi dai del pazzo vero?!?

      ma a me piace avviare utilizzare ambienti desktop diversi (anche se prediligo kde)
      xfce è impressionante, inoltre finora ho avuto pochissimi problemi tranne il classico alsa poi il resto va che è una meraviglia

      è da 2 anni che non la installavo e veramente ha fatto passi da gigante arch
      alla faccia di ubuntu!!!

      • ahaha bè ci sta provarli alle fine. Io ho provato solo KDE e Gnome, ma sinceramente ho sempre preferito il secondo. xfce l’avevo provato su ubuntu tempo fa…mi sembrava semplicemente Gnome un po’ alleggerita. Sarebbe stata l’ideale per il PC che avevo fino a qualche settimana fa, in cui gnome shell non girava e quindi non potevo sfruttare a pieno gnome3. Ora invece con un PC un po’ più potente mi sembra sprecato metterci su xfce no?
        Secondo me i grandi vantaggi di Arch sono l’estrema possibilità di personalizzazione e un mega repository come aur che non ti obbliga ad aggiungere 10000 repository diversi per avere aggiornati i programmi.

        • il lo inserito per non utilizzare sempre gnome 3 e per vedere come gira
          tutto qua inoltre ho avanzato 30 giga per lxde

          • ArchUser

            io sto usando archlinux + gnome da circa un anno e mi trovo benissimo con questa distro, perchè una volta capito come configurarla al meglio è performante come poche altre distro (Gentoo ) 
            Putroppo il passagio a gnome 3 mi ha causato qualche problemino di aggiornamento  quindi credo che a giorni faro’ un bel formattone terapeutico per passare ad archlinux + openbox puro oppure lxde…
            Se volete un consiglio provatela questa distro, è vero che non è per i neofiti ma neanche SOLO per smanettoni, con un po’ di sana curiosità e un minimo di comandi shell si possono fare davvero grandi cose!!
            Ps il wiki italiano di arch è una bomba, senza le loro guide avrei perso il triplo del tempo!

          • io ho installato gnome 3 da 0 e va che un piacere
            ho dovuto un po da smanettare con networkmanager ma ora va che è un piacere

          • Andrea Bassolino

            Io me la sono fatta in VM liscia liscia con SLIM e Openbox. Ho testato anche Fluxbox e anche quello è davvero un WM splendido.
            Un solo appunto. Io avrei fatto un acceno a yaourt dopo aver parlato di AUR ma comunuqe sempre bene che si parli di Arch ; )

          • per yaourt voglio fare un’articolo dedicato perché lo merita
            su aur ho trovato di quelle applicazioni impensabili!!! mi sa che ubuntu lo tengo solo per testare i pacchetti per il resto debian / arch

  • Millalino

    ottimo ….. anche se sono indeciso se provare con arch o paldo, tu cosa mi consigli?

    • paldo è facile da installare però hai solo gnome
      è simil arch diciamo
      arch secondo me è molto più completa ed aggiornata inoltre ha una comunità con i fiocchi che ci lavora sopra!! e poi pacman è uno spettacolo

      • Millalino

        grazie per il consiglio, la prossima settimana provo a installarla sul notebook dove ho mint+lmde. Voglio togliere mint e mettere arch .Complimenti per il vostro impegno ….siete fortissimi.

        • grazie x i complimenti cerchiamo non solo di parlare di ubuntu ma anche di far conoscere linux a 360 gradi a luglio parleremo anche di gentoo/sabayon, slackware e opensuse

        • TopoRuggente

          Se avrai bisogno di aiuto per Arch, è solo chiedere.

  • Pussy_Veronique

    Giro attorno ad arch da parecchio. Sbircio…… scarico la iso…… poi faccio per installarla…. motivi futili mi bloccano….
    Insomma, vorrei fare una prova seria, ma il tempo è davvero poco.
    Una domanda, il pc ha 5 dischi, durante l’installazione mi permette di dare le partizioni solo al disco principale. Quindi vorrebbe dire che una volta che ho installato tutto il sistema, dovrei editare fstab per far montare le partizioni. E’ così o c’è anche la possibilità di farlo durante l’install?????

    • durante l’installazione quando configuri /etc/fstab dovrebbe trovarteli
      e controlla su type che non abbiamo su noauto al posto di auto
      se impostato su noauto non te le monta all’avvio
      prova a verificare
      fammi sapere

    • TopoRuggente

      Seguendo lo schema dell’ wiki di Arch

      dopo
      mount -t auto /dev/part_root_arch /mnt
      puoi montare tutte le altre che vuoi

      quindi puoi farti un
      mkdir /mnt/mnt/windows7
      mount -t auto /dev/part_win7 /mnt/mnt/windows7

      ecc…

      alla fine
      genfstab -p >> /mnt/etc/fstab

      e te le ritrovi tutte caricate.

      Non l’ho trovata nel wiki(magari è colpa mia), ma credo sia utile.
      Se durante il partizionamento hai creato la partizione di swap.
      ricordati oltre a
      mkft.ext4 /dev/part_root_arch
      devi lanciare
      mkswap /dev/part_swap
      swapon /dev/mkswap

      Così quanto lancerai genfstab ti caricherà in automatico anche le impostazioni della swap.

  • Ls Marco

    Ma vorrei capire cosa ha di speciale questa distro.

  • Tempo fa ho provato questa distro e mi sono trovato benissimo. L’ho però abbandonata per una mancanza di compatibilità con la mia stampante (esistono i pacchetti solo per le debian-based). Per chi ha difficotà ad installare Arch ed è un amante di KDE e rolling release c’è anche Chakra linux, sempre basata su Arch….davvero una meraviglia.

    • TopoRuggente

      è possibile generare un pacchetto Arch partendo da un pacchetto deb.

      Magari aiuta.

  • Ospite

    Sono molto interessato ad Arch Linux, infatti la sto provando su virtual box da un po’ di tempo. Aspetto con ansia una guida completa e pulita sulla prima installazione di Gnome 3 completa di tutte le configurazioni. Sono sicuro che continuando a leggere lffl troverò qualcosa di utile!
    Grazie per l’ottimo lavoro svolto.

    • si già dalla prossima settimana troverai molte guide su arch

  • Giornale di Sistema

    Proprio in questi giorni ho iniziato a dargli un’occhiata affascinato dalla possibilità dell’estrema personalizzazione… seguirò con estremo interesse; buon lavoro! 🙂

    • se si viene da ubuntu e fedora subito si fa un po di fatica ad entrare nell’ottica di arch dato che dobbiamo configurarci tutta la distro a mano ma una volta imparato vedrai che ti appagherà molto questa distro

  • Giornale di Sistema

    Dalle prime righe dell’articolo:
    “Arch Linux è una distribuzione leggera, veloce, estremamente scalabile che permette di avere il pieno controllo della nostra Distribuzione e di farla esattamente come noi vogliamo.”

    Per farla semplice:
    adatta a chi ha voglia di mettere le mani sotto il cofano, altrimenti Ubuntu va più che bene. 🙂

    • anche per chi vuole una distribuzione sempre aggiornata senza aspettare la nuova release ogni 6 mesi o aggiungere decine di ppa

  • il vecjo

    io ci avevo gia provato tempo fa,poi lasciato stare per mancanza di tempo/dedizione…quindi,ho tutte le intenzioni di riprovarci…
    buon lavoro e grazie,come sempre,Roberto

  • jonbonjovi

    Provata per un paio di settimana qualche mese fa, troppo bassa la compatibilità.
    Giusto un esempio: il plugin di google talk mi mandava i 2 cores della cpu al massimo e il sistema diventava inutilizzabile.

    Personalmente, preferisco Ubuntu.

    • forse c’erano problemi con l’applicazione
      hai provato a segnalare il problema
      mi sembra strano abbandonare una distribuzione solo perché un’applicazione non funziona

  • scusate, ma io sono di un’altra scuola. Siamo nel 2011 e io voglio un computer compatibile con tutti i programmi, no che ogni volta devo perdere 3 ore per far funzionare una qualunque sia applicazione. Per questo uso Debian, anche se anch essa da svariati problemi.

    Per il resto ho provato arch linux e devo dire che mi è piaciuta, ma come dice maurizio se mi manda il cpu in palla… ahiahiahaihaiha non è per me 😉

    • per far funzionare una qualsiasi applicazione non servono assolutamente 3 ore
      arch installa le applicazioni come per ubuntu scaricando sia il pacchetto che le dipendenze, quindi se ci son problemi ci possono essere come anche per debian
      inoltre arch l’installazione è molto più veloce dato che i pacchetti sono di minori dimensioni che non i deb. Personalmente io reputo debian la migliore distribuzione in assoluto anche se ultimamente sto testando arch e devo dire che negli ultimi anni è migliorata e non poco.
      Per il problema sella cpu a palla può succedere anche se usi debian con repo non stabile, a novembre e successo anche a me che dopo l’aggiornamento del kernel la cpu era sempre a palla, ma non per questo ho rimosso debian

  • Motolo79

    Sembra che mi legga nel pensiero:), E’ da un po’ di tempo che annuso arch ed in effetti credo che prima o poi passerò a questa affascinante distribuzione, ovviamente con il buon KDE. Per gli amanti di kde ovviamente sotto ARCH c’è chakra che sto testando in VirtualBOx:) ovvio la filosofia di Arch è un’altra ma si può osservare il sistema finito in fretta.

    • chakra personalmente devo ancora installarla
      ho arch con kde ed è un gioiellino

  • Antonio G. Perrotti

    di ctkarch cosa mi dici? se dovesse piacermi e decidessi di installarla, sarebbe come avere archlinux vera e propria? non ho capito se è rolling, più che altro. però almeno si può testare live.

    • non la conosco comunque rimane sempre basata su arch e quindi è rolling

  • Marco_c

    Era da un po’ che volevo provarla e ora mi sono finalmente deciso. Ho giusto in casa uno ZOTAC ZBOX HD-ID11 fermo e mi domandavo se fosse compatibile con la piattaforma NVIDIA ION e non avesse problemi a lavorare con la sola uscita HDMI per audiovideo.

    Grazie mille

    Marco

    • penso che funzioni senza problemi
      inoltre se installi un’ambiente desktop che richiede poche risorse come xfce / lxde va che è una meraviglia

      • Marco_c

        Volevo appunto provarla con XFCE per mantenere il tutto il più prestante possibile. Grazie mille!

        • io ho una partizione con xfce e una con lxde stesse applicazioni differenza solo 18 mb

          122mb per xfce 104 mb per lxde per il resto sono veramente ottimi ambienti desktop

  • ArchUser

    Come previsto ho appena installato arch + lxde, tutto liscio come mi ricordavo, ma appena installo tramite lo splendido yaourt i driver broadcom-wl per la mia scheda wifi come ho sempre fatto non si accende la spia del portatile…
    La cosa che mi fa davvero pensare è ke se do un bel lspci la mia scheda wifi non viene minimamente menzionata, cioè “non esiste”..
    lspci non rileva assolutamente nulla!!!
    non riesco a capire il problema, in quanto avendo un’altra mini-pci analoga l’ho sostituita e il problema persiste e non è un problema di moduli all’ avvio…
    La mia domanda è può essere un problema del nuovo kernel 2.6.39 oppure si è bruciata la scheda (entrambe) o il suo connettore sulla scheda madre…
    La settimana scorsa funzionava tutto…

    • non penso che sia un problema del kernel forse manca qualcosa che modello è che provo a fare una piccola ricerca

      • ArchUser

        Purtroppo ho capito il motivo del mio problema, difetto di fabbricazione in quanto la scheda video non è sufficentemente raffreddata e a lungo andare si dissalda il connettore Wifi dalla scheda madre….il mio è un portatile Presario f500 e qualche tempo fa l’HP ha segnalato il problema…purtroppo il mio pc è fuori garanzia di brutto quindi adesso vedrò cosa fare, mi sa che mi arrangio come con l’xbox 360 che aveva un problema praticamente analogo…grazie lo stesso per l’interessamento!!

  • mikronimo

    Faccio una domandina facile facile: avendo un celeron 560 (2.13 GHz) e 1 Gb di  Ram e una scheda grafica integrata Intel X3100 (da 252 Mb), configurazione su cui sta girando da 2 anni ubuntu  (il pc è “nato male” con Vista, cestinato, appunto per passare a Ubuntu) e ora KDE 4.7.0. e devo dire va abbastanza bene (è lento al riavvio, ma ho visto che ci sono un sacco di processi che vengono avviati e al momento non saprei quali escludere, ma dopo Vista, che impiegava ere geologiche per partire…), che razza di pc si deve avere per giustificare l’uso di una pur ottima (da quello che leggo) Arch, che però, presso l’utilizzatore che già ha un lavoro, comporta giorni di lavoro per installarla e configurarla? Chiedo delucidazioni, non è polemica (a che titolo, non so di cosa parlo…); avevo infatti intenzione di recuperare il vecchio notebook (di cui ricordo solo che aveva 512 Mb di RAM, è “incartato” per salvarlo dalla polvere, in attesa di decidere cosa farne); avevo pensato di rivolgermi a Lubuntu o Xubuntu, ma da quello che capisco Arch potrebbe essere anche meglio; quindi valutando costi (tempo di messa in opera)/benefici (migliori prestazioni), come si possono valutare in termini percentuali le tre possibilità considerate (Lubunt, Xubunto, Arch)? Ciao, grazie.

    • con arch puoi installare anche gnome 3 nel vecchio portatile che gira senza problemi (se non della scheda video semmai) ma la avviii in fallback mode ossia quella che assomiglia a gnome2 e sei apposto
      ho un lettore che usa arch con gnome 3 con 256mb di ram e va
      io lo installato un un pentium 1 con xfce e faccio tutto tranne i video su youtube che vanno a scatti ma chi si accontenta gode

      Il giorno 30 luglio 2011 20:56, Disqus
      ha scritto:

  • luca

    piccola curiosità: il fatto che sia una distribuzione leggera, puo’ voler dire che nel caso io la installi su un portatile la batteria duri di piu’?? con windows mi dura quasi un’ora e mezza, con ubuntu forse non arriva a 50 minuti: sarei quindi interessato a trovare una distribuzione che non si “mangi” la batteria..

    • certo che dura di+ sopratutto se installi un’ambiente desktop leggero come lxde o xfce

      Il giorno 13 ottobre 2011 22:01, Disqus <

      • luca

        ok grazie 1000 per la risposta immediata :). proprio in questi giorni mi hanno parlato di xubuntu come validissima alternatica ad ubuntu. ma posso installarlo normalmente senza perdere ubuntu dal gestore pacchetti oppure per mantenerli entrambi devo fare come se dovessi installare ubuntu per la prima volta??
        cmq sia credo di provare sia arch che xubuntu..

  • sergio

    sto provando ad installarlo su un netbook ,ma sto avendo delle difficoltà con etc etc/ permesso negato ,forse ho sbagliato nell’installazione ora riprovo comunque non è facilissimo però non mollo…

  • Marpeli53

    sono riuscito ad installare arch con kde, mi sono ritrovato con un sacco di pacchetti che non uso e volevo rimuoverli però quando vado nel terminale e da root dò il comando pacman -Rd nome pacchetto mi da questo output:errore nome pacchetto. target not found.Questo con qualsiasi pacchetto che voglio rimuovere.Dove ho sbagliato?

    • prova con

      pacman -R $(pacman -Qdtq)

      • Marpeli53

        non funziona, comunque grazie per le guide per l’installazione di arch, da solo non ci sarei mai riuscito

        • in che senso non funziona? che errore ti da?

          • Marpeli53

            scusa se ti rispondo in ritardo, comunque l’errore che mi dava era sempre lo stesso:target not found.
            Ho reinstallato il tutto e questa volta ho messo come DE Gnome 3(seguendo la tua guida),é stato un disastro, un continuo crash, probabilmente dovuto alla scarsa ram di 512mb che non riesce a supportare Gnome 3, adesso ho aggiunto il DE xfce e tutto funziona alla meraviglia, certo non ci sono grandi effetti, trasparenze ecc,ecc.

          • alla fine che servono le trasparenze effetti ecc…. a portar via ram che già nel tuo caso è limitata

  • Moolo79

    Installata Arch con kde:) commosso…mi son sentito padrone di tutto quello che facevo e apezzi me la sono costruita:) Che dire è la mia distro…ormai son passati diversi anni (2005/6) da quando sono approidato su linux passando da fedora, opensuse, ubuntu,kubuntu, chakra ed in mezzo tante altre distribuzioni…Arch il passo spero finale. Tutto funziona alla perfeziona e dove non funziona con qualche accorgimento ci si reisce. L’esperienza gioca cmq. un ruolo importante per saper cosa ti occorre installare e cosa serve per far funzionare questo o quello…
    GRANDE SOFFISFAZIONE…GRANDE GIOVE ora posso continuare a studiare il secondo mistero più grande dell’universo: LE DONNE!

    • mikronimo

       Sono diverse, è ovvio, ma è questo che ci attira; analizzarlo non credo abbia molto senso; il loro scopo è amare e proteggere con amore (quindi possono essere anche cattive in questo); il nostro, fare sesso per fare sesso, combattere per possedere e per ciò che possediamo; quando un maschio si comporta da uomo ed impara ad amare per amare e a difendere ciò che ama senza pretese, il resto viene da sé; poi è chiaro, anche le donne sono esseri umani e quindi imperfette, ma preferisco la loro imperfezione a quella maschile, che è quella che rende il mondo quello schifo che è. Firmato: uno che ADORA le donne.

    • è arrivato un nuovo arcere
      complimenti per aver installato arch una volta installata e capita è difficile trovar di meglio ;D

      • Motolo79

        Assolutamente d’accordo e un grazie anche per avermi dato ai tempi informazioni su Arch…ne avevo sentito parlare da lontano, come di una quelle leggende che ti raccontano…sai esiste una distribuzione che…e tu” davvero?…” e poi muore lì….
        PArtendo dalle tue info, curiosità che cresce e poi la passione che ti spinge là dove nessun uomo si è mai spinto prima:=) ora ho la mia arch funzionante che mi permette di capire quelle cose che prima davo per scontato…es. il file .bashrc:) 
        sudo kate non parte da terminale…ommiooooddioooo:O
        Insomma impara l’arte 😉

        W Arch….e Archieri di tutto il mondo uniteviiii:)

  • MassiCi

    stanco dei bug continui dei millemila DE che girano sulle derivate di Debian, e dei tempi “faraonici” per vedere Debbi con Gnome3.6 o cmq avanti +o- come le altre ma in maniera stabile…entriamo nel magico mondo di Arch…mi attira l’idea di metterci quello che dico io e non subire le paturnie di Mark o Clem 🙂

  • Ferramrobberto aiutami un attimo!
    Sai come si fa se non riconosce i driver wifi in fase di installazione? Ho la broadcom BCM4312,
    Anche se non sei in grado di rispondermi gradirei una risposta, ciao

No more articles