Ubuntu Scopes

A pochi giorni dall’annuncio di Ubuntu Phone OS il nuovo progetto di Canonical arrivano altre interessanti novità riguardanti al prossima release di Ubuntu.
In Ubuntu 13.04 troveremo molte novità riguardanti Unity e sopratutto il Dash il quale aggiungerà alcune migliorie e l’integrazione di nuovi Lens compreso il nuovo Ubuntu Scopes.
Il progetto Ubuntu Scopes è una raccolta di Lens Scope che troveremo di default in Ubuntu 13.04 Raring  che andranno ad aggiungere nuove opzioni di ricerca al Lens Home.
Sviluppato da David Callé (noto per aver già rilasciato diversi scope lens per Unity) con Ubuntu Scopes aggiungerà nuovi scope Lens di default in Ubuntu.
Tra i lens confermati troviamo Wikipedia, Reddit, Deviantart (per la ricerca d’immagini), Wordnik (dizionario), IMDB (ricerca film), Grooveshark (ricerca di musica in straming), Yahoostock (ricerca sui mercati finanziari) e Google News (ricerche di news).

Molto probabilmente verranno integrati altri servizi al progetto anche se non è ancora chiaro se l’utente potrà decidere o meno come attivare o disattivare i vari scope lens contenuti nel progetto.

Home Ubuntu Scopes

  • Sì, ok… ma mi auguro che siano funzioni opzionali perché altrimenti usare la dash diventa solo un enorme casino da gestire.

    • Alessandro

      Sono perfettamente d’accordo, ma mi sembra di capire che appariranno di default… effettivamente, incominciano a essere troppe le Lens predefinite

      • Appunto. Spero naturalmente che i nostri siano solo dei timori infondati ma ti assicuro che se la cosa continua così non userò più Ubuntu a parte la 12.04 LTS che uso insieme a Linux Mint 13 “Maya”.

  • matteo81

    tutto carino e interessante…. ma per un tablet…. tutto quello che offrono le lens si può fare 10 volte meglio con un browser qualunque…… unity e gnome 3 sono pensati per il mobile in primis… ci sarà sempre chi si trova bene ugualmente ma rimangono due ambienti poco configurabili con prestazioni non proprio esaltanti ed un’estetica che definire dozzinale è eufemistico…. odio e continuerò sempre ad odiare l’interfaccia unica desktop-tablet-smartphone…… ogni piattaforma ha il proprio uso con pregi e difetti specifici e per questo servono interfacce specifiche.. non vie di mezzo alla boia del porco….

    • Er Chiappetta

      Completamente d’accordo, il problema è che i teams che sviluppano Unity e Gnome Shell sembrano inarrestabili e continuano andare avanti con questi progetti per utente idiota. Speriamo la capiscano prima o poi.

  • Ocelot

    Ma chi se ne frega! Ancora che fanno lens e bimbominchiate varie… è complicato aprire un browser? MAH!

    • Infatti. Se ho bisogno di qualcosa vado su Amazon (visto che sono pure loro affiliato) o vado su Wikipedia attraverso Firefox e buonanotte.

  • dongongo

    Gran cosa, secondo. Unity, se non fosse per la pesantezza quasi imbarazzante, lo avrei senza dubbio scelto come DE (so che non è un vero e proprio DE) predefinito nella mia Arch Linux!

  • Er Chiappetta

    Funzioni totalmente inutili. Unity è solo un gran minestrone di funzionalità neanche tanto ordinate. Meglio se facessero un desktop molto più configurabile e leggero.

    • D’accordissimo su questo punto. Ma penso che ormai zio Mark l’avrà capito. Starà usando le versioni semestrali sicuramente come banco di prova prima della 14.04 LTS che uscirà in futuro.

  • Lorenzo

    Ma sempre a lamentarvi di qualche cosa! Se avesse gnome vi lamentereste di questo, se avesse la cairo dock preinstallata ve ne lamentereste, perché il vostro vero obbiettivo è solo lamentarvi. Inoltre qualsiasi pc ha ormai 4 gb di ram e non ha problemi a tenere Unity, se poi uno deve usare un computer di 10 anni fa, può benissimo usare una di quelle tante versioni di linux che esistono. Inoltre voi volete il ritorno a gnome, ma è pesante quanto unity…

    • matteo81

      senza offesa ma hai detto una buona dose di cavolate… cairo dock nessuno l’ha mai citata e non centra nulla con unity….
      il problema di unity è che possiede una ricerca desktop e una serie di shortcuts inutili per chi la usa per produrre…. anche sulla ram non capisco cosa centri con l’ambiente desktop…. ultimo punto: nessuno vuole tornare a gnome ma non ci vuole un tecnico per capire che ubuntu prima di unity era versatile, molto più leggera e veloce ed enormemente più configurabile…..
      per finire ti ricordo che linux storicamente si è sempre contraddistinto come un’ambiente versatile e meno esoso rispetto agli os proprietari… tutte cose in cui unity sembra essere l’esatto opposto….
      aggiungo che tantissimi pc con molto meno di 4gb di ram sono nelle case di milioni di persone….. se c’è proprio una caratteristica che linux ha sempre avuto è lo scarso consumo di ram….

  • IlPesceParla

    Unity ha l’aria di essere fine a se stessa. Oppure è un gioiello su un tablet, ma non sul desktop. E così anche GNOME-Shell. Mi sono sforzato di usarle entrambe, ma ho ceduto. Troppi inutili passaggi per fare operazioni elementari.
    Son “finito” su lxde, mi trovo bene. Pochi fronzoli, reattivissimo, sobrio.
    Unity la vedo bene sui touchscreens. Però, al posto delle lenses, ci vedo delle apps.

No more articles