Linux Mint 14 Nadia XFCE RC

In concomitanza con il rilascio della release candidate della versione KDE il team Linux Mint ha annunciato il rilascio di Linux Mint 14 Xfce RC.
Linux Mint 14 Nadia XFCE RC è la nuova versione di Linux Mint 14 con ambiente desktop preinstallato Xfce nella nuova versione 4.10. Xfce 4.10 porta una maggiore stabilità oltre a migliorie varie dai nuovi plugin riscritti, al nuovo tool per gestire / personalizzare il menu, al nuovo gestore degli sfondi alla nuova funzionalità Edge-tiling nel window manager.
Il nuovo Linux Mint 14 Nadia XFCE RC offre Thunar nella versione 1.4.0 come file manager di default, Xfburn come tool per la masterizzazione, Ristretto come visualizzatore d’immagini predefinito e Blueman per la gestione del Bluetooth.

Inserito anche il nuovo desktop manager MDM e aggiornato Software Center, come editor di testo troviamo Gedit 2.30 inoltre il nuovo Linux Mint 14 Xfce Rc corregge il tema di default e introduce nuovi sfondi.
In questa pagina troverete le note di rilascio del nuovo Linux Mint 14 Nadia XFCE RC.
  • Ognuno ha i suoi gusti e se ci si trova con XFCE ben venga. Ma la storia del sistema più leggero e snello IMHO non vale più molto su questo DE; ed anzi con Xubuntu (12.04) ho avuto tanti problemi che finivano per rendere tutto ancor più pesante di KDE – solitamente (esageratamente) incriminato per questo.
    Sistemi ben strutturati ma snelli ed agili? Openbox e passa la paura. Credo che al riguardo con CrunchBang o Zenwalk (ver. Openbox appunto) abbia raggiunto la pace dei sensi… per ora… 😛

    • Max Franco

      Io sono un fan di lxde, e quindi anche di openbox, ma bisogna essere sinceri. La pesantezza è di xubuntu non di xfce. Se si installa xfce “semplice” (non quindi il pacchetto integrato xubuntu-desktop) partendo da una installazione da cd alternate, xfce4 ridiventa snello e leggero. Non ne parliamo poi se si usa debian. mint xfce debian edition è un razzo.
      Stesso discorso per lubuntu. una installazione di lxde da alternate all’avvio occupa circa 70 mega di ram. Lubuntu schizza al primo avvio oltre i 160.

      Insomma, distinguiamo i DE dalle configurazioni che ne fanno le varie distro 😉

      • Hai sicuramente ragione. Il mio discorso era più generalizzato, oltre che pesantezza in senso di spazio ed impegno del sistema, intendevo anche di grafica ed uso; quello che voglio dire è che trovo (ripeto: io personalmente) xfce una via di mezzo “nè carne nè pesce”: se voglio grafica e novità uso kde (su Mint Cinnamon), se voglio leggerezza e minimalismo Openbox.
        Comunque concordo soprattutto su lxde: Lubuntu (ultimamente) lo sfrutta davvero male!

        • Max Franco

          capisco il tuo ragionamento.

          personalmente ritengo che xfce abbia un target intermedio tra lxde/openbox ed i de più ‘evoluti’ e pesanti.
          Se si vuole lavorare con comodità in un ambiente di rete, serve gigolò ad esempio.
          Un utente medio poi approfitta della vasta collezione di applet, che invece per lxpanel sono poche. ecc. ecc.

          mi sono trovato in alcune situazioni per cui dovevo installare mezzo xfce.

          tanto vale allora usarlo per intero e si risparmia tempo e fatica.
          ribadisco comunque che anche la mia preferenza va a openbox + lxpanel e qualche altra cosina che non mi tiri giù come dipendenze avahi e tutte le altre cose inutili (per me) come il bluetooth et similia.

  • Tanto valeva metterci l’ultima release di thunar allora…

    • Max Franco

      I pacchetti di mint sono gli stessi dei vari rilasci di ubuntu.

      l’ultima release di thunar su ubuntu 12.10 non c’è e quindi non ci sta manco su mint. del resto chi la volesse potrebbe sempre aggiungere i repository dedicati (indicazioni qui su lffl se non sbaglio…)

      • Lo so ma siccome questa sembra una xubuntu con 2 pacchettini in più almeno per distinguersi potevano mettere l’ultima release di thunar e avrebbe avuto un pò di senso…

  • Cuccu

    Che voi sappiate è previsto un rilascio con LXDE come ambiente desktop?

  • Cosa ne pensate, Nadia xfce installato in un netbook packard bell dot s…?

  • io continuo a non capire l’esistenza di mint con kde e xfce (o lxde). kubuntu ha fatto passi da gigante nell’ultimo anno e xubuntu èsempre ottimo, così com’è. bah…

    • Max Franco

      lo stesso senso che aveva prima dell’avvento di unity e dell’aumento di interesse dovuto a cinnamon e mate. Mint è una personalizzazione di ubuntu che permette di avere un ambiente totalmente utilizzabile dal primo avvio senza installazione di altri pacchetti (codec ecc. ecc.) e con il valore aggiunto di alcuni software di personalizzazione. Oltretutto anche la personalizzazione grafica a mio avviso è decisamente gradevole e la preferisco alle versioni attuali dei vari *ubuntu. Insomma… se mint personalizzava gnome, non si vede perchè non possa continuare a personalizzare kde o xfce 🙂

      • Si, si… Ok ma dico io: non sarebbe meglio concentrarsi adesso su un DE (ormai affermato) come cinnamon dando una reale differente scelta ad altri DE, invece di continuare a “sfornare” mint con kde/xfce/lxde senza aggiungere rispetto ad altre distro (a mio personalissimo parere) nulla di che?

No more articles