In data odierna è stata rilasciata la versione XFCE di Linux Mint 14, versione di Mint che ricordo essere basata su Ubuntu 12.10.
La versione XFCE di Linux Mint è una versione più leggera e quindi adatta a pc datati della versione principale, che usa come DE cinnamon.
Non per questo però deve essere considerata come una distribuzione adatta solo a pc datati, infatti XFCE è amato oltre che per la velocità anche per altre caratteristiche, come un’ottima possibilità di personalizzazione.
Tra le novità di questa versione troviamo xfce 4.10 e il kernel Linux 3.5.

Questa versione si correda  dei tool tipici di Xfce, infatti troviamo come file manager thunar, xfce terminal come emulatore di terminale, xfburn per masterizzare cd/dvd , ristretto per visualizzare le immagini ecc.
Oltre a queste, però, troviamo molte popolari applicazioni come firefox, gimp e libreoffice.
Come per le altre versioni, troviamo il tool “Mintstick” per masterizzare le nostre penne usb.
Come login manager troviamo MDM, che ha subito diverse modifiche e miglioramenti per questa versione.
MDM ora supporta i “vecchi” temi di GDM 2. 30 di questi temi sono preinstallati e circa 2000 altri si trovano nel portale gnome-look.org
Molti miglioramenti anche per il software center.
Per ulteriori informazioni, consiglio di visitare la pagina dell’annuncio ufficiale

download

  • Ermy_sti

    Il migliore come rapporto prestazioni/stabilità

    • andreazube

      rispetto a cosa? alle altre versioni di mint 14? o intendevi xfce meglio degli altri DE?

      • Ermy_sti

        Intendevo xfce..infatti è stato scelto come de per il nuovo debian 7

  • cristian mint

    “La versione XFCE di Linux Mint è una versione più leggera e quindi
    adatta a pc datati della versione principale, che usa come DE cinnamon.” Le versioni principali sono 2: linux mint 14 Cinnamon e linux mint 14 MATE.

    • andreazube

      la cinnamon è la più usata.
      Ho detto versione principale, ovvero la più famosa e usata, non le versioni che escono prima e diciamo cosi le più “ufficiali”, ovvero mate e cinnamon

      • cristian mint

        da cosa si deduce che cinnamon sia la più usata?

  • Nick

    Io uso Linux Mint 13 xfce sin dal primo giorno in cui è uscita e posso dire che, dopo aver provato varie distro in diversi anni, questa è quella che più mi ha soddisfatto: è stabile, leggera, veloce ed altamente personalizzabile. In più permette di incorporare gli applet di gnome2MATE senza modifiche particolari. Peccato per thunar, non ancora a livello di Nautilus, ma è solo una questione di tempo.

    • andreazube

      mi sa che farà prima nautilus a perdere funzioni che thunar a guadagnarle
      non sto scherzando, e non è una critica a thunar.

  • salvatore cottone

    scusate se mi discosto dagli entusiasmi…Linux Mint è altamente instabile, solo una brutta copia di Ubuntu.

    • Alessandro

      Davvero? Pensa te, lo uso da parecchi mesi e non mi ha dato neanche un problema. Cosa che invece mi aveva dato Ubuntu (e che mi avevano dato altre distro non basate su Ubuntu). Forse tu hai avuto sfortuna… io adoro Mint, è la BELLA copia di Ubuntu!

    • Jerome

      Instabile? Mai visto una schermata blu con Linux…

    • Drumsal

      Purtroppo ho avuto la stessa disavventura.

      Credo dopo un aggiornamento non riuscito del kernel ha cominciato ad avviarsi al terzo o quarto tentativo (come la mia punto praticamente XD). Il bello è che il problema è rimasto anche dopo una pelata e reinstallazione! Probabilmente qualche aggiornamento non digerito dal mio netbook.
      Peccato perché Cinnamon è proprio un bel DE

    • andreazube

      casomai è la bella copia di ubuntu asd
      uscendo un mese dopo si porta dietro tutti i bugfix quindi al rilascio è nettamente più stabile di ubuntu appena rilasciato (certo, non per merito dei dev di mint)
      l’unica distro con cui ho avuto problemi di aggiornamenti è stata ubuntu
      mint si porta dietro i codec ecc.
      mint ihmo è la scelta migliore per un utente inesperto, è una ubuntu preparata con più cura dell’originale in sintesi e che esce un mese dopo, quindi più stabile appena uscita (anche se non per suo merito)

      • Simone

        Mint è talmente instabile che quando “converto” il pc di qualcuno e sul mio pc titolare è di fisso la prima scelta, è ubuntu moddato alla perfezione, l’unica cosa mi piacerebbe che lavorassero più sui kernel recenti, mentre se voglio divertirmi a risolvere problemi installo la Debian Mint Edition.

  • Neal_Caffrey

    Ben venga la possibilità di scelta, ben venga tutto quello che può favorire il parco opzioni di qualsiasi utente… ma queste distro, questa distro durerà ad essere ottimista non più di 3 mesi sulla partizione di un utente. Arch + XFCE (magari con bridge e/o manjaro) è una opzione “seria” per chi ha un pc vecchiotto o per chi ama xfce. O almeno io, la penso così 🙂

No more articles