Mozilla ha recentemente integrato nella versione Nightly di Firefox il supporto per H.264.
Grazie ad H.264 potremo visualizzare ad esempio di video da YouTube utilizzando HTML5 (senza quindi utilizzare il plugin Flash Player) aggiungendo il supporto per i video tag e WebM.
Firefox 20 aggiunge un decoder WMF e un player che permette la riproduzione aggiungere funzionalità di riproduzione h. 264, AAC e MP3.
Se il nuovo supporto per H.264 porta moltissime migliorie al browser arrivano anche le prime polemiche a riguardo.
Difatti il supporto H.264 richiede brevetti proprietari di Apple i quali andrebbero a sfatare la filosofia open source, da sempre punto di riferimento del browser sviluppato da Mozilla.
Per supportare H.264, gli sviluppatori Mozilla hanno dovuto modificare Gecko per poter integrare un decoding audio/video accelerato via hardware.

Firefox con il supporto H.264 rischia di essere rimosso da Fedora, distribuzione che da sempre supporta solo progetti open source, e altre distribuzioni con il browser di Mozilla di default.

Mitchell Baker e Brendan Eich hanno indicato nei mesi scorsi che il supporto per H.264 è assolutamente richiesto in questo momento per competere con gli standard attuali sia mobili che desktop, non supportarlo vorrebbe dire mandare il browser in un lento declino.
Attualmente  il supporto H.264 è disponibile solo nella versione Nightly di Firefox per Windows e molto probabilmente approderà nelle prossime settimane anche in Linux.

No more articles