Pear Linux 6

Pear Linux è una distribuzione Linux, basata su Ubuntu, che punta ad offrire un’esperienza utente simile a quella di Mac Os X.
David Tavares (sviluppatore del progetto) ha annunciato il rilascio della nuova versione 6 la quale si basa ancora su Ubuntu 12.04.1 LTS introducendo alcuni aggiornamenti ai vari tool e tema dedicati.
Pear Linux 6 aggiunge alcune correzioni a Gnome Shell, l’ambiente destkop predefinito nella distribuzione, aggiornando alcune estensioni dedicate. Tra gli altri aggiornamenti troviamo Pear Linux Panel 1.0.4, Pear Aurora 1.0.5 e aggiornato anche Docky rimuovendo alcune dipendenze di Mono.
Il nuovo Pear Linux 6 aggiorna anche Pear Appstore alla versione 6.1.0 e Pear WiFi 1.0 (installer for Windows WiFi drivers). Aggiunto il supporto per Facebook, Twitter e Google+ alle App Web.

Per maggiori informazioni su Pear Linux 6 in questa pagina troverete le note di rilascio.
  • Jigen38

    Grazie per il link

  • Tutte queste distro che vogliono rendere Linux simile a Mac Os X io non le capisco proprio.. A cosa serve copiare le idee altrui quando ci si può inventare qualcosa di nuovo?

  • gino

    La verità e una sola il mondo GNU/Linux e giunti a l’apice, dopo lo scimmiottamento da grafica simil tablet di Unity e Gnome shell non e in grado di dara nulla di nuovo, dopo 20 anni utenti sono ancora costrettiad usare Wine per dei software, non ci sono novità in nessun aspetto.

    • Vellerofonte

      Non ci sono novità?
      L’introduzione di Unity, l’evoluzione di Gnome, la maturazione continua di KDE, la nascita di Mate e Cinnamon. La scelta della maggior parte delle distribuzioni di passare a systemd, l’arrivo nel prossimo futuro di wayland…..non ci sono novità? In confronto Windows è un ghiacciaio perenne…;)

      • Davide Depau

        Sono d’accordo. Windows rimane lo stesso per qualche anno e se vuoi aggiornarlo devi pagare. Linux è in continua evoluzione. E poi vorrei sapere cosa è stato copiato in Unity e in GNOME Shell (oltre al control center, che è copiato da Mac)…

        • Dario Grillo

          che a sua volta mac ha copiato il concetto di repository, fidati apple non ha mai inventato nulla

          • Davide Depau

            Lo so, nemmeno la famosa “Dock” è frutto del genio di Apple… Non sono invece sicuro se sono nati prima Compiz, la muraglia dei desktop e l’expo oppure l’esposé di Mac. Non sono nemmeno di qualità i prodotti Apple: ho un cellulare Nokia: gli auricolari mi son durati almeno un’anno e mezzo senza avere grossi problemi di audio; quelli dell’iPod, ce li ho da maggio e la gomma è andata tutta via, mentre quando ci sono i bassi invece di fare “bum” fa “tar”… per non parlare dell’iPod stesso che è già tutto raschiato e rovinato, contro il cellulare Nokia che compie 4 anni a gennaio ed è durato almeno 2 anni integro (adesso è pieno di scotch 😀 ).
            Il prossimo telefono che prenderò sarà con Ubuntu per Android oppure con Ubuntu per telefoni (dovrebbe uscire nel 2014…)

    • Gnome

      Non è certamente colpa delle distribuzioni linux se le software house non sviluppano i software per il kernel.
      E comunque ci sono ottimi programmi gratis che per l’uso giornaliero sono ottimi, poi se sei un professionista e hai i soldi per comprarti photoshop (€ 966,79) o autocad (€ 5.491,25) solo per fare qualche esempio, allora comprati un Mac (a partire da circa € 1.200,00)

    • Dario Grillo

      Scusa ma che distro usi? no perchè io con arch linux le novità le vedo tutte le settimane, cos’è innovativo per te? windows, mac? guarda dovresti vedere le grandi novità di mac os x 10.8 montain lion, quello si che è innovativo.

  • Marcantonio Manicone

    Ma non assomiglia proprio a Mac OS X! Non vedo la minima sommiglianza

  • Fabio

    Non condivido i commenti, perché credo che la forza del mondo Gnu/Linux e open-source sia proprio la possibilità di poter adeguare il sistema alle esigenze dell’utilizzatore e questa è una libertà che i CONSUMATORI di prodotti Apple, per esempio, non hanno: noi siamo liberi di poter replicare certi aspetti (funzioni o estetica) di un altro sistema; personalizzarlo in modo estremo e adattarlo alle nostre esigenze; eliminare quello che non ci interessa e tenere quello che ci piace. Posso imitare l’estetica o la funzione di un altro sistema, perché penso che sia di mio gradimento; posso imitare l’estetica di un altro sistema, perché può rendere più familiare il mondo Gnu/Linux a chi è abituato a un certo sistema oppure nutre certi pregiudizi ecc. i motivi posso essere diversi. Certo, anche gli utilizzatori di sistema Gnu/Linux sono i più diversi: c’è chi vuole un sistema funzionante e gratis; chi vuole persolizzare il proprio sistema e installa semplicemente ciò che un altro ha creato; chi cerca di capire come funziona il sistema, studia e modifica i sorgenti di un certo programma oppure ne crea uno proprio ecc ecc.

    • Si sono certamente d’accordo con la tua opinione riguardo alla libertà degli utenti GNU/Linux, ma mi pare che esistano sufficienti distribuzioni simili a Mac Os X. Non vorrei limitare in alcun modo la creatività degli sviluppatori Linux perchè é proprio grazie a loro che sto scrivendo questo testo 😉
      Tuttavia ritengo che prima o poi dovremo creare una sorta di database con tutte le distribuzioni elencate per caratteristica in modo da poter fare un rapido raffronto tra tutte quante e facilitare in questo modo la ricerca della NOSTRA distribuzione, anzichè vagare per anni per trovarne una che si addice a se stessi.

  • Giacomo Baiamonte

    io provai qualche tempo fa provai una vecchia versione (mi pare fosse la 4) e la trovai terribilmente instabile…qualche utilizzatore di questa distro può smentirmi?

    • black725

      Ma il link per il download è sbagliato? da errore

  • Ho provato PEAR LINUX 6. Basato su ubuntu 12.04 va molto meglio di quest’ultimo: fluido, zero problemi con la mia scheda grafica (nvidia). Io ho un Vaio fz21m che da Ubuntu 12.04 in poi si è rifiutato di funzionare a causa di problemi di compatibilità con la scheda video, fatta eccezione per certe sue derivate, tra cui questa. Zero problemi anche (ovviamente) con Mint e Fedora.

  • Darkat

    Comunque non usa ila pannello di gnome-shell, ma quello di pantheon, il DE di elementaryOS, anzi praticamente tutto è preso da nuovi e vecchi progetti di elementaryOS, loro a molte cose non fanno altro che cambiare nome, tipo chiamare nautilus->Finder oppure ubuntu tweak -> Pear OS Tweak e così via, lo store è di un’altra distro cinese e di loro praticamente c’è solo la personalizzazione della dock e non sono nemmeno sicuro che sia effettivamente creata da loro (parlo solo dell’interfaccia di personalizzazione della dock)

  • Giovanni

    Sito internet pearlinux.fr irraggiungibile?

  • Anonimo

    Pera Linux? Almeno il nome è da cambiare!

  • Giovanni

    Sito internet di Pearlinux irraggiungibile, vi risulta?

  • fabio

    Qualcuno mi sa dire come faccio ad aggiungere un programma alla Pear Dock?

    • fabio

      Ho risolto da solo.

  • linux è fantastico, gnome shell è eccezionale e pear linux è una distro meravigliosa seconda solo ad ubuntu con gnome shell come desktop predefinito… windows e apple non li considero nemmeno…

  • Nico Nero

    Davvero ben fatto! Ho installato la versione 32, è piu veloce di ubuntu! Bel lavoro.

No more articles