Chakra Linux è una distribuzione che punta ad offrire all’utente un ambiente desktop KDE completo, per mantenerlo intatto non aggiunge librerie o applicazioni Gtk+ nei repository ufficiali.
Le più diffuse applicazioni Gtk+ possono essere installate su Chakra grazie ai famosi bundle dei file binari che contengono l’applicazione e tutte le proprie dipendenze (un po come succede in Mac).
I bundle non sono però tanto amati dagli utenti, è anche vero che KDE offre moltissime applicazioni simili (se non anche migliori) a quelle di Gnome / Gtk+.
Tra le applicazioni presenti nei bundle di Chakra troviamo anche il browser Mozilla Firefox e Google Chrome, molto utilizzati dagli utenti Linux. Sia Firefox che Chrome richiedono alcune librerie Gtk+ ed ecco quindi il motivi dell’integrazione nei bundle.
Alcuni utenti di Chakra però non amano i bundle e preferirebbero avere i propri browser preferiti installati normalmente all’interno della distribuzione.
danyf90 e maxwux hanno deciso quindi di rendere disponibili i browser utilizzando o binari precompilati rilasciati da Mozilla e Firefox e di portare i browser in CCR.

Ecco quindi che da alcuni giorni è possibile installare Google Chrome che Mozilla Firefox in Chakra attraverso CCR.
L’idea è davvero ottima inoltre sembrano risolti i vari problemi di dipendenze e i browser possono quindi esser installati senza problemi.
I browser sono disponibili non solo nella versione stabile (in data odierna la versione 16.0.1 per Firefox e 22 per Chrome) ma possiamo installare anche le versioni in fase di sviluppo (beta, unstable ecc).
Per installare Google Chrome su Chakra basta digitare da terminale:

ccr google-chrome

Per installare Firefox invece:

ccr firefox

Complimenti quindi a danyf90 e maxwux per la realizzazione dei PKGBUILD di Firefox e Chrome.
Per maggiori informazioni consiglio di consultare la pagina dedicata dal forum di Chakra Italia.
  • Gabriele Castagneti

    Ottima idea… Così alla fine magari ci ritroviamo con cinque copie di GTK+ installate. I package manager a cosa servono?

    • dinolib

      no, ‘spe: GTK non te lo installa! è nelle dipendenze (gtk2). se non ce l’hai installa quello del repo. Il pacchetto installa solo i binari di ff/chrome

      • Gabriele Castagneti

        Ok, mi fido, grazie! Sai com’è, se leggi nell’articolo che i bundle sono “dei file binari che contengono l’applicazione e tutte le proprie dipendenze”…

  • andreazube

    Che bello,un articolo su chakra 🙂
    Comunque consiglio firefox-kde-opensuse al posto di firefox,è più integrato in KDE

  • carlobycarlo

    ….così non rompete le scatole con questa storia dei bundle!!

  • FranzMari

    Il comando corretto per l’installazione è
    ccr -S firefox
    per Firefox e
    ccr -S google-chrome
    per Chrome.
    Il comando indicato nell’articolo serve a visualizzare un elenco di tutti i pacchetti presenti nei repo o in ccr che abbiano a che fare con il termine indicato.

    • ho messo quello li proprio perché se l’utente cosi può decidere se installare la versione stabile, beta o instable
      tutto qua

      • FranzMari

        Da come hai scritto, però, pare che quel comando serva per installare Google Chrome o Firefox, mentre in realtà non è così.
        Forse andrebbe specificato.

  • nakki

    Oh finalmente….i bundle li trovo un’ottima idea sviluppata però male. Mi hanno sempre dato problemi e non vedo particolari miglioramenti nel tempo…
    Segnalo che nei CCR è presente anche una versione di chromium: appena finita questa sessione di navigazione lo installo subito e lo provo!
    PS: levate per favore l’auto aggiornamento alle pagine che incasina quando si sta scrivendo un commento…

    • nakki

      Ho provato ad installarlo ma a parte l’estrema lentezza per scaricare i pacchetti, dopo aver scaricato e compilato/installato le dipendenze, nel momento della compilazione di chromium mi restituiva sempre device pieno, anche se in realtà non avevo nessuna partizione piena…

No more articles