Proposte le nuove funzionalità di GNOME 3.8

Il rilascio della versione stabile di GNOME 3.6 è ormai imminente e lo sviluppo dell’ambiente destktop si concentra sulla nuova versione 3.8 e le nuove funzionalità da integrare.
A parlarne è Andre Klapper con una recente mailing list ha proposto 4 nuove funzionalità ad integrare nel nuovo GNOME 3.8.

La prima funzionalità (ormai confermata) è l’aggiornamento automatico delle estensioni la funzionalità richiesta a gran voce dagli utenti e finalmente approvata. L’arrivo di nuove API permetteranno di interagire con l’ambiente desktop e quindi controllare la versione delle estensioni installate e in caso di nuove versioni aggiornarle automaticamente una volta connessi.

La seconda funzionalità proposta è quella di mantenere o meno la modalità fallback

L’arrivo di LLVMPipe permette di poter utilizzare l’accelerazione hardware anche su schede grafiche che non la supportano, Gnome Shell quindi può essere utilizzato su qualsiasi hardware. La modalità Fallback ripropone l’esperienza utente di Gnome 2 anche se negli ultimi mesi il team Gnome non ha portato nessuna correzione o miglioramenti a riguardo. Il team Gnome chiede quindi se con Gnome 3.8 migliorare la modalità Fallback oppure rimuovere e mantenere solo Gnome Shell.
La terza funzionalità (ormai confermata) è l’arrivo di Gnome Video la nuova applicazione (ossia Totem) aggiungerà nuove funzionalità come la ricerca video da pc e sul web. L’interfaccia verrà rivisitata per offrire una migliore integrazione con il resto delle applicazioni Gnome. In questo articolo troverete maggiori informazioni su Gnome Video.
La quarta e ultima funzionalità proposta per Gnome 3.8 sono i miglioramenti per Magnifier i veri tool dedicati all’accessibilità da parte di utenti con alcune disabilità. La proposta è di rivedere le funzionalità come la lente d’ingrandimento ecc.

Queste sono le 4 proposte che possiamo dire sono ormai confermate, interessante a mio avviso sarà vedere se verrà migliorata o rimossa la modalità Fallback.
In questa pagina troverete la mailing list fonte dell’articolo.
No more articles