KDE - gestore effetti KWin

Gli ultimi test rilasciati dal team Phoronix hanno proclamato KDE / KWin l’ambiente destkop più performante grazie anche alla funzionalità che permette di sospendere gli effetti quando la finestra è in modalità full screen (e quindi non servono).
Martin Gräßlin, famoso sviluppatore di KWin, ha confermato che il nuovo aggiornamento 4.9.2 porterà diverse ottimizzazioni grazie alla correzione e migliorie integrate in questi giorni sul window manager. Inoltre a gennaio con l’arrivo del nuovo KDE 4.10 troveremo ulteriori miglioramenti che renderanno l’ambiente desktop più performante e reattivo. Il team di sviluppato sta lavorando su alcuni effetti di default in KDE in particolare all’effetto traslucenza il quale richiede diverse risorse del sistema per il suo utilizzo, migliorando questo ed altri effetti l’ambiente desktop offrirà maggiori performance oltre a richiedere meno risorse del sistema.

In KDE 4.10 verranno rivisti anche altri effetti e funzionalità riguardo il compositing rendendolo più performante grazie anche all’utilizzo di metodi virtuali.
Non ci resta quindi che aspettare il rilascio di KDE 4.9.2 e sopratutto la nuova versione 4.10 per testare le ottimizzazioni.

  • nakki

    Per quando è previsto il rilascio della versione 4.9.2?

    • Dario Grillo

      Per il 2 ottobre

      • andreazube

        Tempo un paio di giorni e sarà disponibile per Chakra,giusto in tempo per il mio compleanno (6 ottobre) 🙂

        • Ti faccio in anticipo gli auguri e propongo a Roberto una bacheca compleanni per tutti gli iscritti!!!!

          • andreazube

            grazie per gli auguri,ma se si fa una bacheca per i compleanni di tutti gli iscritti mi sa che finiamo per avere due-tre compleanni al giorno 😀

          • Pingu14

            Questo è vero xD Tuttavia va detto che la maggior parte non posterebbe il proprio compleanno per privacy od altro, quindi potrebbe funzionare…

        • Pingu14

          Auguri! Il mio è il 14 😀

          • andreazube

            grazie pingu
            dimenticavo:auguri in anticipo anche a te 😀

  • vortex67

    Sempre più felice di aver scelto chakra…KDE migliora ad ogni rilascio.

    • nakki

      Quoto e straquoto! Mi vengono dubbi per il futuro però…se ipoteticamente in futuro kde facesse un salto come quello da 3.5.x a 4, implementando miriadi di nuove funzioni e diventasse nuovamente instabile da morire come i primi rilasci del 4 sarebbe un bel problema per la stabilità generale di chakra.
      Poi, domanda per ferramroberto: ho notato che usi arch+kde, posso sapere il motivo? È nata chakra apposta per gli utenti kde…o sbaglio?

      • Hanno già confermato che contineruanno con la strada presa con KDE 4.x.
        Niente stravolgimenti, aggiornano il DE per supportare le nuove funzionalità di QT5 (QML in primis per creare interfacce più snelle).

      • Marco

        Chakra non e’ piu’ basato su Arch, quindi c’e’ differenza tra usare Chakra e Arch+KDE

        • vortex67

          Esatto Chakra sta diventando sempre di più una distro indipendente da Arch,coi suoi repository e pacchetti.

      • gionni

        la distribuzione kde per definizione è opensuse. Gli altri stanno un passo indietro, anche se non amate opensuse

        • dave

          Opensuse è ben fatta, ma pardus non è certo da meno. Se si decidessero a far uscire la nuova versione sarebbe il top!

          • Marco

            Povero Pardus, che brutta fine…PiSi era ottimo, spero lo adottino altre distro (come si vocifera fara’ SolusOS).
            Il problema di Pardus era l’orribile colore di default 😀

        • i sorgenti di kde sono uguali per tutte le distribuzioni
          opensuse offre alcune personalizzazioni aggiuntive ma kde è lo stesso delle altre distribuzioni
          a mio avviso se si ama kde e lo si vuole “puro” chakra è la migliore soluzione opensuse è un’ottima distribuzione ma a mio avviso yast ha troppe cose molte di queste utili solo per una piccola parte di utenti
          a mio avviso sarebbe meglio avere un yast più leggero e se un’utente vuole una funzionalità per il server ecc la installa in un secondo momento
          questo ripeto è solo il mio parere

          • gionni

            io intendevo che ha la migliore integrazione di kde, poi che piaccia o non piaccia yast o qualsiasi altra cosa sta ai gusti personali. a mio avviso apper è una roba agghiacciante che non si dovrebbero permettere di presentare. yast gestisce il software in maniera perfetta invece. per il resto kde rimane il mio preferito

  • [cit. Il team di sviluppato sta lavorando su alcuni effetti di default in KDE
    in particolare all’effetto traslucenza il quale richiede diverse
    risorse del sistema per il suo utilizzo, migliorando questo ed altri
    effetti l’ambiente desktop offrirà maggiori performance oltre a
    richiedere meno risorse del sistema.]

    Non capisco,
    Se richiederà meno risorse, come potrà essere più performante e richiedere meno risorse?
    Performante nel senso di reattivo e veloce o una con più opzioni?

    ”Non go capìo” O.o

    • andreazube

      Performante vuol dire più reattivo/veloce.E richiede meno risorse.Che c’è di strano?

    • Viene reso più performante il codice e nel frattempo tolgono degli hack che hanno dovuto mettere nel tempo per tappare temporaneamente delle falle , alcune riguardati funzionalità mai implementate del tutto.

  • Dario Grillo

    Ma l’effetto traslucenza verrà migliorato per la 4.9.2 o per la 4.10?

  • dave

    E io continuo a chiedermi perchè Canonical non punti su kde. Se vogliono un’interfaccia simil-unity (che poi, sai che roba…) su kde la possono fare eccome, e pure migliore…

    • Thetall82

      Io credo abbiano semplicemente di puntare su un progetto sviluppato direttamente da loro e sul quale quindi hanno più controllo rispetto agli altri DE, Unity appunto.
      Peccato che – a mio giudizio – gli sia venuta un po’ una cagliari-atalanta 😛

  • Egidio Docile

    Kde è grandioso: l’unico grosso difetto che ha è la carenza di un gestore archivi adeguato. Ark non puo creare archivi divisi in pezzi, non puo creare archivi con password e queste sono lacune gravissime. L unica soluzione è o installare file-roller e dipendenze gnome o magari peazip che però esiste solo a 32bit

    • nakki

      Ho notato anch’io che ark non è il massimo a volte mi da problemi anche a scompattare…

    • Marco

      Oppure decomprimi da terminale 😀

  • Scusate, a proposito di prestazioni video e quindi di reattivita’, e’ utile secondo voi andare ad usare raster al posto di opengl anche su queste nuove release?
    http://www.linuxmx.it/guide/generiche/86-kde-a-raster.html

  • TopoRuggente

    Certo che leggendo bene i test di Phoronix Kwin ne esce mailno.

    Kde ha prestazioni brillanti quando disabilita Kwin, con Kwin attivo risulta pesantemente meno performante di Gnome-Shell (con Mutter).

    In termini semplici è un ambiente performante se
    1) Si lavora solo in full screen
    2) Si disabilitano gli effetti.

    Inoltre al login KDE è peggio di Windows 7 e di sicuro non è colpa di KWIN.

    • Marco

      Esattamente, quelli sono le reali conclusioni, che comunque ogni utilizzatore di KDE sa gia’…ma ci si trova cosi bene con questo DE che si puo’ sorvolare no? 😀

      • TopoRuggente

        Io mi trovo meglio con gnome-shell, ma ho già più volte dichiarato di apprezzare alcune soluzioni di KDE.

        Punti dolenti sono secondo me le “prestazioni” specie all’avvio (visto che gli effetti li disabilito e il menu.

        Il menu è troppo grande (proprio come superfice e la navigazione non mi è parsa praticissima (specie il tornare al menu precedente.

        Altre cose invece, mi piacerebbe poterle avere anche in gnome-shell, tipo la possibilità di cambiare il funzionamento del DE a seconda delle necessità (ora non ricordo, ma mi pare si chiamino attività o roba simile).

        • Marco

          Si l’avvio non ho mai capito cosa carichi, fortunatamente con l’ssd il problema si nota meno, e’ giusto 1-2sec.
          Il menu default confermo che e’ pessimo ma c’e’ anche il menu classico da mettere o altri menu (alcuni in stile gnome) e c’e’ pure l’opzione per aprire il menu normale cliccando con un tasto del mouse sul desktop (in stile openbox) che trovo comodissimo.

    • Dario Grillo

      ecco perchè il team kde sta riscrivendo il codice di kwin e sta lavorando per alleggerire gli effetti grafici che richiedono maggiori risorse, per il login, beh sono disposto ad aspettare qualche secondo per accedere a questo straordinario desktop environment

  • m.

    vorrei provare KDE ma mi scontro con l’enormità di quanto si porta dietro. Sul mio netbook con ubuntu ho installato il meta-pacchetto kde-plasma-netbook più la localizzazione italiana ma al riavvio ho uno schermo nero e nessun menu, solo krunner con il quale posso avviare le applicazioni. Mi stanno ancora bene konqueror e dolphin ma perché mi devo portar dietro anche posta,PIM,mediaplayer,office e quant’altro?Esiste un meta-pacchetto minimale?
    Grazie dei suggerimenti, saluti

    • Marco

      dovrebbero esserci kde-base o kde-minimal disponibili come meta

      • m.

        kde-base è già incluso in plasma-netbook, ho appena visto che su
        https://help.ubuntu.com/community/InstallingKDE l’installazione minima suggerita è praticamente quella che ho fatto io anche se con desktop al posto di netbook, boh, riproverò

No more articles