Gnome 3.6 e il nuovo tasto applicazioni nella Dash

Il team Gnome con l’arrivo di Gnome Shell ha cambiato radicalmente l’esperienza utente rimuovendo i menu a tendina e integrando il nuova panoramica delle attività nella quale possiamo gestire le finestre attive e spazi di lavoro oltre a poter effettuare ricerche nelle applicazioni o digitando anche parzialmente il nome dell’applicazione da avviare oppure ricercandola all’interno della sezione applicazioni accessibile dal tasto Applicazioni affianco al tasto Finestre.
Ma nel nuovo Gnome 3.6 tutto questo sarà rivisitato. Difatti non troveremo più i pulsanti Finestre e Applicazioni ma solo la barra di ricerca posizionata centralmente e non più in alto a destra.

Per accedere alle applicazioni troveremo un tasto dedicato nella Dash l’ultimo in basso il quale con un click su di esso ci permetterà di visualizzare tutte le applicazioni installate nella nostra distribuzione.

Sulla destra rimarranno le varie categorie per facilitarci la ricerca. Particolare l’animazione una volta cliccato il  tasto applicazioni che possiamo vedere dal video posto qui sotto.

Cosa ve ne sembra? Meglio il nuovo tasto o i bottoni Finestre Applicazioni come nelle versioni precedenti?
  • picomind

    sembra gingerbread con tena gnome, più tablet che desktop.

  • andreazube

    È bello,ma non è possibile che io debba usare tutto lo schermo solo per aprire un’applicazione.
    Dovrebbero integrare di default l’estensione che mostra la voce applicazioni (in modo simile a gnome 2)

    • sia gnome shell che unity sono studiati per esser integrati su tablet quindi essendo lo schermo di dimensioni ridotte la visualizzazione full screen è quasi d’obbligo non a caso il dash ad esempio l’applicazione web ecc sono studiate per il full screen
      peccato che attualmente sia unity che gnome shell siamo utilizzate ben poco nei tablet e molto probabile che sia sempre cosi ;(

      • Francesco Viola

        In casa Canonical potevano prendere un bel DE come KDE e personalizzarlo a dovere come fanno in casa Mandriva, ROSA o Mageia. Avrebbero risolto il problema evitando di creare un plugin per Compiz ma questa è solo un’ opinione personale. 🙂

        • andreazube

          ti do ragione
          Oltretutto,chi mai vorrebbe gnome os su tablet?
          Ma anche se fosse,che perlomeno lo dicano che vogliono un DE/SO per tablet,perlomeno lascerebbero il campo desktop a KDE e agli altri

          • sui tablet c’è android sistema operativo sviluppato ormai da anni e adatto per tablet oltre che a smartphone
            dalla versione 3 di android inoltre offre un’esperienza utente molto simile a quella desktop
            inoltre sta per arrivare windows 8 sistema operativo che sto testando su un tablet x86 è a mio rammarico devo dire che è veramente un’ottimo sistema operativo dato che permette l’interfaccia mobile combinata con quella desktop 😀
            l’unico progetto decente per tablet è plasma active di kde capace di portare le applicazioni desktop su mobile oltre avere la possibilità di personalizzare i plasmoidi per attività
            kde in questo caso ha pensato bene di tenere ben divisi il progetto desktop con quello tablet e a mio avviso ha fatto molto bene confronto unity e gnome shell

        • pensa che mint con pochi sviluppatori in pochi mesi hanno realizzato un progetto nuovo con un proprio desktop manager. window manager e ambiente desktop
          il tutto funzionale e con effetti e sopratutto un’ottima personalizzazione
          in 2 anni canonical è riuscita a sviluppare solo un plugin per compiz il quale oltre ad essere un mattone è solo docky con gnome do integrato tutto qua 😀

          • Fillo

            già, peccato solo che cinnamon sia un fork di gnome shell, altro che progetto nuovo, e che faccia pure schifo ad esempio con una configurazione dual head.

          • non è un fork di gnome shell e non richiede alcuna dipendenza da gnome shell controlla se non ci credi
            ha un proprio window manager più leggero e con gli stessi effetti di compiz e desktop manager il più completo e personalizzabile attualmente disponibile per linux ha un gestore delle estensioni online come gnome shell oltre la possibilità di avere anche una versione 2d per ambienti desktop leggeri il tutto in pochi mesi
            se poi non ti piace questa è un’altra cosa
            ma confronto con un plugin di compiz sviluppato (male) in 3 anni mi sembra davvero un’altra cosa…

            Il giorno 07 luglio 2012 10:42, Disqus ha scritto:

  • Marco Pagliaro

    Scusate. ma… se uno deve vedere quali e quante finestre sono aperte come fa??? Visto che tolgono il pulsante delle finestre e applicazioni??????

    • Marco Pagliaro

      edit: ho visto il video…

  • Luca Cavallaro

    Bruttissimo D:

  • andrea

    hanno la merda nel cervello? per accedere alle finestre aperte tre click e un kilometro di corsa con il mouse? meglio tornare a windows xp và…

  • Ale91g

    Sono un grande sostenitore di Gnome 3 ma questa modifica a me non piace per niente.
    Il nuovo tasto così com’è è alquanto brutto da vedere e comunque non fa altro che rallentare la funzione per cui è stata sviluppata.
    I designer e gli sviluppatori di gnome dovrebbero concentrarsi maggiormente su altre cose, su tutte un modo alternativo per passare da una applicazione all’altra senza passare attraverso l’overview (basta che non sia il solito ALT+TAB).

    E’ palese che questi accorgimenti sono pensati principalmente a schermi touch, però nonostante il trend del mercato in casa Gnome dovrebbero considerare che in realtà più del 90% della gente usa Gnome con la combinazione mouse+tastiera!

  • SalvaJu29ro

    Niente da fare..Gnome 3 lo trovo carino ma queste modifiche non mi piacciono per niente

  • io la trovo carina ma….mi spiegate cos’è esattamente questo plugin compiz che sarebbe docky + gnome do?

  • marco

    mah, prima di esprimere un giudizio andrebbe provato… comunque gnome shell è il miglior desktop di sempre, il nuovo tasto non cambierà questo fatto

  • Max77

    Ehi, non so se avete notato, ma quel tasto Applicazioni è identico a quello utilizzato sulla Touchwiz del Samsung Galaxy S3.

    • diciamo che a.parte il tasto poi è tutto un’altro mondo

No more articles