Le piccole aziende e medie imprese preferiscono Debian e non Red Hat o CentOS come sistema operativo per i propri server.
A dichiararlo è stata Symform azienda specializzata in servizi cloud la quale ha realizzato un sondaggio su 100 piccole e medie aziende chiedendo a loro quale sistema operativo viene utilizzato per i propri server.
Grazie ad un’indagine su 100 piccole e medie imprese ben il 57% utilizza Debian come sistema operativo per i propri server, al secondo posto troviamo Red Hat e CentOS con il 34% e al terzo posto Suse con il solo 5%. I risultati del sondaggio sono simili a quelli rilasciati a gennaio da W3Techs il quale anche in questo caso ha dichiarato che Debian è il sistema operativo più utilizzato per i server web.

Debian ha dominato soprattutto quando si tratta di volumi di storage – 53% gli utenti di Debian ha avuto almeno 1 terabyte di dati memorizzati sul server contro il 46% che ha riportato la stessa quantità di dati su server Red Hat.

In una precedente analisi sempre realizzata da Symform, uscita a marzo, viene indicata che il motivo principale dell’utilizzo di sistemi operativi Linux è sopratutto per un guadagno economico (oltre alla maggiore sicurezza offerta dai sistemi open source).

Complimenti quindi a Debian e sopratutto alle aziende che hanno scelto di utilizzare Linux come server.

  • andreazube

    Complimenti a Debian…ma com’è possibile che il 67% usi debian, il 54% red hat&centos e il 5% suse?insieme fanno il 126%
    Un poco troppo

    • Youth Crew

      Eh già se la matematica non è diventata un opinione c’e qualcosa di decisamente sbagliato…

    • corretto 😀

  • Agno

    Secondo voi qui in Italia c’é una situazione simile ? Perché a me pare che nel mio territorio Linux sia ancora poco diffuso.

    • andreazube

      Linux è davvero molto diffuso sui server,mentre è poco diffuso sui pc
      Quindi si,i dati dovrebbero essere giusti

    • si anche se all estero il passaggio al server linux è iniziato molto prima il italia è da 3/4anni che alle aziende viene proposto linux come miglior sistema

    •  Io dal canto mio sono ben 6 anni che lo propongo… ora a dire la verità sto riscontrando i primi successi di aziende che ritornano a chiedere info su vecchi progetti open source basati su debian 😛

      • fino a 4/5 anni fa l’azienda che voleva un server chiava i tecnici i quali molto spesso per un maggior guadagno installavano windows
        in questi anni però le aziende sono già più formate e sopratutto non chiedono più consigli ai tecnici e sanno già quello che vogliono
        se prima i finti tecnici spennavano soldi alle aziende ora non succede più dato che ora conoscono sia i software che i costi di gestione

  • Ferik

    aziende consigliate bene 😀

  • KillJoy

    ciao Roberto esiste una guida step by step ( passo passo 😛 ) per installlare er configurare un server casalingo con debian stable sul tuo sito? o da qualche altra parte?? in Italiano??
    Mi servirebbe un serverino per tenerci tutti i miei dati grazie di cuore a chi vorrà aiutarmi

    Parlo propio dal partizionamento del disco in su thanks 🙂

  • Adriano Bassignana

    Ho installato in una azienda un server Debian che sosteneva altri due server Debian in emulazione, devo dire che  i risultati sono stati eccellenti, sia a livello di performance che di gestione. Debian è molto stabile, richiede pochi aggiornamenti (che sui server sono sempre un problema), è sufficientemente leggero da permettere l’emulazione anche su PC non troppo dotati (quello usato costava circa 1200 Eur ed era un quadcore). Lo uso anche per i server di backup con l’ottimo BackupPc, in quanto oramai nessuno usa più i nastri… Ma si usa direttamente il PC (normalmente un netbook) come oggetto da salvataggio e mettere in cassaforte… Il costo è stato molto più basso rispetto a soluzioni Windows server (la versione pro costa non poco…) o con software proprietari dall’uso spesso assai faragginoso.

  • Ugo

    ehmmm, @ferramroberto:disqus
    ,  ti sei chiesto perche’ non c’e’ Ubuntu nella statistica? 😉

    te lo dico io, perche’ per “Debian” intendono “Debian/Ubuntu”, ovvero non fanno distinzione tra le due 😉

    • c’è anche ubuntu anche se personalmente un’azienda che usa ubuntu come server la vedo proprio male
      ubuntu è ottimo se vuoi un serverino domestico ma per le aziende c’è bisogno di sicurezza e stabilità cosa che ubuntu non è dato che di basa su sid ma molti pacchetti ancora in fase beta o peggio ancora unstable ;D
      debian per i server assieme a red hat / centos è la n.1 poi ad esempio io ho un server con arch linux per uso domestico per le aziende ubuntu è assolutamente scosigliato

      • Ugo

         l’importante e’ che sei convito tu 😉

        pero’ almeno certa di dare informazioni corrette…

        • perché non sono corrette?
          perché secondo te ubuntu server deve esser consigliato nelle aziende al posto di debian?

          • Ugo

            Nomi come Dell, Wikipedia, Amazon… usano Ubuntu Server, pero’ per te Ubuntu server e’:

            “…è ottimo se vuoi un serverino domestico ma per le aziende c’è bisogno di sicurezza e stabilità cosa che ubuntu non è…”

            e continui:

            “…dato che di basa su sid ma molti pacchetti ancora in fase beta o peggio ancora unstable ;D…”

            all’inizio del ciclo di sviluppo di ogni nuova versione, gli archivi di Ubuntu vengono sincronizzati con quelli di Debian Sid, vero. Ma dimentichi che molti maintener sono gli stessi sia per Debian sia per Ubuntu. Inoltre tutti i pacchetti piu’ importanti sono sviluppatti a tempo pieno da programmatori Canonical. E come saprai, Ubuntu e’ stata la prima ad introdurre il concetto di LTS, che da quet’anno e’ passato da 5 a 7 anni. Dunque paragonare Ubuntu Server a Debian Sid, e’ una sciocchezza 😉 tanto piu’ nel mondo enterprice dove, RH ci insegna, le grandi Aziende preferiscono avere una societa’ alle spalle dei sistemi che adottano.

            ciao

          • Ugo

            piccola correzione, l’aumento di 2 anni di supporto c’e’ stato solo per i client, dunque ora sia server che desktop sono a 5 anni di supporto

          • Ugo

            ah, e le informazioni che hai dato nell’articolo non sono corrette semplicemente perche’ non hai citato mai neanche per sbagli Ubuntu, quando invece di quel 60 e passa per cento i server ubuntu ne saranno  (siamo buoni va) piu’ della meta’.

            ciao

          • nell’articolo si parla di debian dato che ubuntu è una derivata di debian per non dire che tutti i pacchetti server sono solo di debian
            lo stesso vale per red hat con centos il quale ti ricordo che è supportato per ben 10 anni
            http://www.lffl.org/2012/02/red-hat-e-oracle-estendono-il-supporto.html

            ubuntu viene utilizzata molti sui server? a non mi sembra che sia proprio come dici

            http://w3techs.com/blog/entry/debian_is_now_the_most_popular_linux_distribution_on_web_servers

            tranne che per alcuni repository la maggior parte dei mirror ubuntu hanno server debian

          • Ugo

             “…nell’articolo si parla di debian dato che ubuntu è una derivata di debian per non dire che tutti i pacchetti server sono solo di debian…”

            ma te ignori completamente il rapporto tra sviluppatori Ubuntu e Debian (che spesso sono la stessa persona), JUJU, Eucalyptus, EC2…

            “…ubuntu viene utilizzata molti sui server? a non mi sembra che sia proprio come dici

            [link tagliato per evitare moderazione]…”

            Interessante l’articolo… a parte che si parla solo di “web” server (apache, lighttpd, nginx ecc) puoi vedere come anche in questo settore i server Ubuntu non sono esattamente a zero (oh, forse non e’ cosi’ instabile (; ) Ma la perla dell’articolo e’ questa:

            This growth comes primarily from websites that are starting to use Linux, because we see in the technology change report that many sites subsequently switch from Debian to the Ubuntu distribution (which is based on Debian)

            cieo’ in un altro report [non metto il link per via della moderazione] hanno dimostrato che i nuovi server cominciano con Debian e poi passano ad Ubuntu. ahahah

            “…tranne che per alcuni repository la maggior parte dei mirror ubuntu hanno server debian…”

            i mirror cosa c’entrano con i repository di Canonical? i mirror vengono fatti da volontari, in genere universita’, provider ecc…

            ciao

          • dove hai letto che dell wikipedia e amazon usa server ubuntu?
            quanto il supporto per debian?
            i server debian si basano sulla versione stabile la quale viene rilasciata solo dopo aver nessun bug critico a differenza di ubuntu che la data è sacrosanta anche se ci sono anche 23 bug critici solo nell’ambiente desktop per non parlare di altro
            un server meno lo riavvii meglio è non puoi avere ogni 15/20 giorni un’aggiornamento kernel come succede in ubuntu (controlla quanti aggiornamento di kernel ha avuto squeeze e quanti ne ha avuto lucid) i quali richiedono il riavvio del sistema che come ben sai meno il server si riavvia meglio
            è inoltre avere un supporto 5/7 anni di supporto di una distribuzione instabile non serve a niente
            se ubuntu vuole puntare sui server deve basarsi sul canale stabile e non su sid

            Il giorno 09 luglio 2012 19:06, Disqus ha scritto:

          • Ugo

             “…dove hai letto che dell wikipedia e amazon usa server ubuntu?…”

            i link non te li metto che senno’ parte la moderazione (prevenzione spam?), anzi faccio cosi’, li metto su di un post a parte, cosi’ quando c’hai tempo lo “moderi”. Ad ogni modo basta che cerchi su google, anche se un “Linux Professional User” che non sa’ queste cose e’ tutta da ridere 😀

            “…quanto il supporto per debian?…”

            eh?

            “…i server debian si basano sulla versione stabile la quale viene rilasciata solo dopo aver nessun bug critico a differenza di ubuntu che la data è sacrosanta anche se ci sono anche 23 bug critici solo nell’ambiente desktop per non parlare di altro…”

            ma che dici… bug critici, sul desktop? Ubuntu server non ti installa nessun desktop, ma lo hai mai installato? ma sai di che parli o e’ come per il secure boot? Ahah “per non parlare di altro”… no no parliamone invece, cosa sarebbe questo “altro”?

            “…un server meno lo riavvii meglio è non puoi avere ogni 15/20 giorni un’aggiornamento kernel come succede in ubuntu (controlla quanti aggiornamento di kernel ha avuto squeeze e quanti ne ha avuto lucid) i quali richiedono il riavvio del sistema che come ben sai meno il server si riavvia meglio…”

            il kernel si aggiorna quando e’ necessario, quando viene scoperta una vulnerabilita’, ad esempio. Non credo che di fronte ad una vulnerabilita’ i dev di Debian preferiscano non aggiornare il kernel… ah gia’, ma il kernel di debian stable e’ talmente vecchio che tutti i bug possibili ormai sono stati trovati.

            “…è inoltre avere un supporto 5/7 anni di supporto di una distribuzione instabile non serve a niente
            se ubuntu vuole puntare sui server deve basarsi sul canale stabile e non su sid

            ma dove lo hai letto che Ubuntu server e’ instabile? ma se pure i siti web di Fedora lo hanno usato fino a qualche anno fa’…. ahahah, ma qualche fonte? qualche fatto? o ci dobbiamo fidare della tua parola?

            ah, e ti prego di non cancellare i commenti, gia’ me ne hai cancellato uno privo di volgarita’; non scadere nella censura…

          • solo nel desktop c’erano 23 bug critici al rilascio pensa che altre applicazioni cosa si sarà
            lo so che il server non ha alcun ambiente desktop
            ripeto ubuntu va bene per server casalinghi o per piccole aziende ma non è adatto per aziende in cui conta la stabilità e sicurezza e non che ci siano pacchetti in beta o in versione instabile
            ubuntu ti ricordo si basa su sid versione unstable
            debian stabile è un’altro mondo come lo red hat e oracle (supportati ben 10 anni)
            per i server non servono versioni beta o unstable serve stabilità e sopratutto sicurezza e ubuntu (essendo basato su sid) non lo è
            il kernel debian ha meno correzioni dato che viene rilasciato senza bug critici e non come ubuntu che dopo 15 giorni ha già avuto 3 aggiornamenti del kernel quando per debian squeeze fin’ora l’aggiornamento del kernel c’è stato solo 3/4 volte in 2 anni

            Il giorno 09 luglio 2012 22:52, Disqus ha scritto:

          • Ugo

             “…solo nel desktop c’erano 23 bug critici al rilascio pensa che altre applicazioni cosa si sarà…”

            ma dove sulla 12.04? c’entravano niente con i server? su che pacchetti? che tipo si bug erano? erano critici per quale motivo? qualche link?

            “…lo so che il server non ha alcun ambiente desktop…”

            se lo sai allora non scrivere grossolanerie 🙂

            “…ripeto ubuntu va bene per server casalinghi o per piccole aziende ma non è adatto per aziende in cui conta la stabilità e sicurezza e non che ci siano pacchetti in beta o in versione instabile…”

            tutti i pacchetti di uso comune in un server sono sviluppati a tempo pieno dai dev Canonical (sono quelli con il simbolino su synaptic, per intenderci (; ), in piu’ nelle long term support non vengono sincronizzate con l’ultima versione se ritenute non idonee, ma ti pare che rilasciano pacchetti enterprice in stato di alpha o beta? ahah

            “…ubuntu ti ricordo si basa su sid versione unstable…”

            a ridaje, questo avviene normalmente all’inizio del ciclo e non sempre, ad esempio non per tutto il software nelle LTS. Dopo di che i pacchetti subiscono percorsi completamente diversi tra Debian ed Ubuntu. Quelli importanti vengono sviluppati a tempo pieno da dev Canonical e progrediscono rapidamente, non c’e’ proprio paragone con debian sid, tanto piu’ con una LTS.

            “…il kernel debian ha meno correzioni dato che viene rilasciato senza bug critici e non come ubuntu che dopo 15 giorni ha già avuto 3 aggiornamenti del kernel quando per debian squeeze fin’ora l’aggiornamento del kernel c’è stato solo 3/4 volte in 2 anni…”

            i bug critici ci sono perche’ il kernel e’ molto piu’ aggiornato di quello di Debian stable, e’ una scelta: o software obsoleto ma con meno bug, o attuale con qualche possibile bug in piu’. Inoltre un amministratore non e’ che “pigia” su aggiorna, cosi’ all’acqua di rosa, o almeno non dovrebbe farlo 😉 Si valuta cosa e’ stato corretto e se vale la pena aggiornare.

          • Ugo
          • prenditi un traduttore e leggi bene cosa c’e scritto

          • Ugo

             si, ciao 🙂

  • Ugo

    lo stesso argomento, su Yahoo! Finance:

    http://finance.yahoo.com/news/debian-ubuntu-surpass-red-hat-160000397.html

    e’ un po’ quello che diceva Mark Shuttleworth un po’ di tempo fa’, e dove molti lo avevano preso in giro:

    http://www.markshuttleworth.com/archives/1072

    Mark sosteneva che l’accoppiata Ubuntu/Dedian aveva sorpassato quella Red Hat/CentOS

  • Ugo

    e’ quello che diceva Mark Shuttleworth un po’ di tempo fa’, e dove molti lo avevano preso in giro:

    Mark sosteneva che l’accoppiata Ubuntu/Dedian aveva sorpassato quella Red Hat/CentOS

  • nakki

    Certo che un campione di 100 aziende mi sembra un po’ poco per stilare una percentuale di utilizzo….

No more articles