Arch Linux rc.conf

In questi mesi il team di sviluppo di Arch Linux sta portando diversi cambiamenti all’intera struttura della distribuzione dalla rimozione della directory lib sostituita da da link simbolici verso /usr/lib all’abbandono di AIF nell’installer.
Inoltre sta per arrivare una novità che farà di certo molto parlare ossia la rimozione di /etc/rc.conf.

rc.conf è un file che contiene tutte le informazioni di configurazione per il sistema di base il quale ci permette di impostare l’ora, data e fuso orario, la mappatura della tastiera, i moduli del kernel che sono stati caricati manualmente, l’utilizzo di tecnologie di storage quali RAID, LVM, BTRFS, il nome della configurazione dell’host, configurazione del nostro ip locale o DHCP e i demoni del sistema.

Il team di sviluppo di Arch Linux ha deciso di rimuovere il file rc.conf e di sostituirlo da file e directory separate. Tutto questo è dovuto causa l’arrivo di systemd come alternativa a initscript offrendo quindi una migliore gestione del sistema oltre ad offrire diversi vantaggi come potenti capacità di parallelizzazionne, attivazioni di demoni, socket e D-Bus per avviare i servizi, il supporto per lo snapshotting ed il ripristino dello stato del sistema ecc

Prima dell’aggiornamento arriverà comunque l’avviso sul portale Arch Linux che ci indicherà come effettuare l’aggiornamento senza evitare problemi.

No more articles