Arch Linux 2012.07.15

Pierre Schmitz ha da poco annunciato il rilascio della nuova Arch Linux 2012.07.15 l’installer che porta con se i pacchetti per installare il sistema base all’ultima versione stabile disponibile.
Arch Linux 2012.07.15 oltre all’aggiornamento dei pacchetti introduce diverse novità riguardanti l’installer il quale rimuove l’AIF (l’Arch Installation Framework) sostituendolo con alcuni semplici script il tutto per facilitare il processo di installazione del sistema base di Arch Linux.

Altra novità arriva dalla immagini d’installazione sono firmate quindi prima di masterizzare il file ISO oppure estrarre l’immagine in un sd o pendrive consigliamo di verificarne se il file risulta corretto o meno.
Inoltre il team Arch Linux rilascerà nuove snapshot delle iso su base mensile cosi di avere sempre un sistema base già aggiornato post-installazione.

Altra novità arriva dalle immagini fornite ora non più sei ma semplicemente una sola la quale può essere utilizzata sia in sistemi i686 e x86_64 per installare Arch Linux attraverso la rete. La nuova ISO di Arch Linux non contiene i repository core.

In questa pagina troverete le opzioni e funzionalità correlate ad archiso.

Per maggiori informazioni sul nuovo Arch Linux 2012.07.15 consiglio di consultare le note di rilascio.

Home Arch Linux
Download Arch Linux 2012.07.15

  • La rimozione di AIF non facilita l’installazione , la rende più difficile.

    • superlex

      Gli script la facilitano, ma (da quanto ho capito) rispetto al non esserci nulla, non rispetto ad AIF, che “è stato eliminato a causa della mancanza di manutenzione e contributi.”

      Personalmente non li ho ancora provati.

      • rispetto al non esserci nulla hai ragione. Io ho provato in Virtualbox ed è davvero scomodo.

        • Ivanhoe1024

          Concordo, AIF serviva eccome. Secondo me il problema è che sono passati ufficialmente a GRUB2, abbandonando GRUB-legacy e, dato che AIF non lo supporta, l’hanno rimosso… Io spero (per i nuovi utenti, non per me che ormai aggiornerò solo 😀 ) che lo reintroducano, o prendano quello delle immagini ARCHBOOT, che già lo supporta…

          • franz1789

            Archboot supporta anche l’installazione pura con systemd.. è da dove scrivo ora.. sebbene anche archboot abbia i suoi problemi, grub2 non genera il .cfg correttamente, e al primo avvio conviene essere in grado di maneggiarlo un po’..

          • Ma oltre a questo, cosa differenzia archboot dall’iso normale di arch ?

  • dfrincon

    come si cambia la lingua della tastiera

    • Ivanhoe1024

      Con il comando “km” puoi cambiare il layout della tastiera, per scegliere (immagino) qwerty/it

      • nei prossimi giorni vi farò una guida sulla nuova installazione

        • giocitta

          Bravo! Grazie! Credo proprio che ci voglia una bella guida dettagliata. Io ho installato Arch, accanto alla precedente installazione, in una nuova partizione. Non ho avuto che piccole difficoltà. Poi sono passato all’uso integrale di systemd rimuovendo gli initscripts e seguendo attentamente la guida Systemd in Wiki. Faccio tutto questo perché mi aiuta a progredire nella mia modesta cultura informatica. Plymouth ha preso a funzionare soddisfacentemente. Il sistema finale con gnome è molto veloce. Una guida di un esperto, però, può essere molto utile per chi si scoraggia facilmente.

    • minosse

      loadkeys it

  • fandangozx

    mi piacerebbe installarlo, ho una partizione da 50 giga che potrei utilizzare, peccato che per farlo bisogna laurearsi in aeronautica spaziale 🙁

  • RobertoCalabrese

    Io Ha una mattinata che bestemmio senza riuscire ad installarlo…. e dire che volevo terminare il mio bambino con la quarta archlinux (xfce stavolta) ma ho rinunciato e metto bridge linux…

    • fandangozx

      io ho iniziato l’install e poco dopo, prima di fare casini ci ho rinunciato 🙁

  • SalvaJu29ro

    NIente da fare..ho provato ad installarlo minimo venti volte ma nulla..ci ho rinunciato ormai D:

    • fandangozx

      ma che problemi hai esattamente?

  • c.realkiller

    il link al download è errato, sul sito italiano non hanno ancora agiornato. scaricate da qui:

    http://www.archlinux.org/download/

    • se scarichi dai mirror il link sono della nuova versione

  • Rand

    Ho appreso storcendo il naso la notizia della rimozione di AIF, da quanto leggo qui l’installazione di arch è diventata un vero rebus… e sinceramente il giustificare la cosa, come fanno alcuni, col fatto che arch è indirizzata a utenti smaliziati mi sembra un po’ sciocco: uno si può anche voler costruire da solo il sistema operativo perfetto (per le sue esigenze) ma lo scopo deve essere quello di avere poi uno strumento di produttività personale valido, non quello di smanettare all’infinito col proprio computer. Se no tanto vale andare a spasso.

    “AIF è stato eliminato a causa della mancanza di manutenzione e
    contributi. Naturalmente, saremmo grati se qualcuno iniziasse a
    lavorarci per migliorarlo.” No mi spiace ma questa è una c***ta solenne. Se tu ti metti in testa di creare una distro e gestirla, è tua responsabilità la manutenzione della struttura di distribuzione, cosa che comprende anche il processo di installazione. Ed è una responsabilità grossa: fare le cose hobbisticamente significa che il giorno che ti stufi e molli tutto lascerai a piedi migliaia di utenti che hanno creduto in te (e qui mi rivolgo ai creatori di Bridge, Nosonja e Liquid Lemur: non ci siamo!! sembrano più seri quelli di Chakra, anche se non mi piace molto l’apartheid alle applicazioni GTK).

    • non mi sembra che l’installazione sia cosi difficile basta un minimo di impegno
      arch ha in questi mesi lavorato molto sul migliorarla ad esempio ha rimosso la cartella lib ecc
      l’installer ora funziona se a te piace un installer grafico come ubuntu e altre distribuzioni che installano quello che vogliono gli sviluppatori e non l’utente nemmeno prendila in considerazione arch
      arch è cosi o la si piace o la si odia

      • Qualcuno di passaggio

        Perché non tolgono anche gli script allora? Non si sa mai che mettano troppa roba che l’utente non vuole.

        • Rand

          Perché se no tanto varrebbe passare a Gentoo o a LFS.

  • personalmente la trovo terribile questa scelta, anche se è pur vero che era impossibile continuare ad usare AIF senza aggiornarlo. Ieri mattina, prima di venir a consocenza delle nuove iso, provai per l’appunto l’installazione senza riuscirci a causa di grub2 (nonostante oramai la procedura la conosco a memoria visto che l’ho provata diverse volte con successo con ogni tipo di DE)…mentre ieri sera provai la nuova iso ma senza uno straccio di guida che ti segua passo passo è impossibile salvo conoscere perfettamente a priori cosa serve che si faccia -.- (mi sono piantato anche in questo caso con grub2 non trovandomi particolarmente bene con le guide attuali)

    Spero soltanto che sia una situazione temporanea e che in poche settimane venga redatta una guida per principianti completa e chiara come lo era quella che andava bene con Aif

    • hanno già iniziato a lavorarci su a dire il vero
      se vai nel wiki di arch già adesso trovi un’ottima guida 
      la quale molto probabilmente sarà rivisitata 
      ps si potrebbe comunque riprendere la iso del 2011 aggiornarne i pacchetti e poi rilasciarla per nuovi utenti cosi da poter riproporre aif

      se ho tempo nel fine settimana prossimo provo a fare una paio di prove
      (anche se attualmente ho solo la core i386 ma forse nei torrent recupero anche la x64)

  • Perchè ci si lamenta del fatto che manchi AIF, ma nessuno parla del fatto che l’unica immagine che è presente è una netinstall? Ergo, o si va di cavo o ci configura il wifi???

    • a meno che non utilizzi solo il sistema base anche nell’installer precedente dovevi connetterti ad internet per completare l’installazione o sbaglio?

      2012/7/23 Disqus

      • Non sbagli. Tuttavia non mi è chiaro se è ancora possibile installare i pacchetti base e anche quelli base-devel, che contengono i vari pacchetti per l’attivazione e l’utilizzo del wifi, come wpa_supplicant. Capisci il mio dubbio? Prima con col core andavi sul sicuro, selezionavi e impostavi con un’altra shell libera!

No more articles