Ainol Novo 7 Aurora

Ainol è un’azienda cinese che sta riscuotendo davvero molto successo offrendo dispositivi economici ma con un’ottimo hardware proprio come Ainol Novo 7 Aurora.
Ainol Novo 7 Aurora è un tablet da 7 pollici multitouch capacitivo a 5 punti IPS tecnologia usata per esempio da Apple per iPad la quale rispetto ad un display tradizionale è in grado di offrire una migliore qualità visiva e un’angolo di visione di ben 180°.
Sotto il cofano troviamo un processore All Winner A10 ARM Cortex A8 da 1.2GHz (1.5 Ghz) e una GPU Mali 400 e 1GB di memoria RAM DDR3 e ben 8GB di storage Flash che possiamo aumentare fino a 16Gb attraverso una slot per memoria esterna miniSD.
Tra le altre caratteristiche di Ainol Novo 7 Aurora troviamo anche una fotocamera frontale da 2 megapixels, microfono, sensore di gravità e Wifi 802.11 b/g/n oltre ad una porta miniHDMI per collegare il tablet ad una tv di nuova generazione oppure ad un monitor pc, una porta miniUSB e un jack da 3.5mm per le cuffie.

Come sistema operativo preinstallato troviamo Android 4.0.3 il quale offre un’esperienza utente davvero unica sopratutto sui tablet.
Altra particolarità di Ainol Novo 7 Aura è sopratutto il supporto dato che in rete troviamo diverse Rom tra queste è previsto anche un’aggiornamento nei prossimi mesi per Android 4.1, possiamo anche trovare i firmware aggiornati dal portale Ainol.

Ainol Nova 7 Aura lo possiamo trovare in offerta da uniprice a 95.09€ al quale dobbiamo aggiungere circa 10/12 euro di spese di spedizione. Tengo a precisare che il tablet viene spedito o da Londra o dall’Italia quindi non avremo nessuna spesa extra di dogana ecc. Un’ottimo tablet a mio avviso dedicato sopratutto agli utenti che vogliono un tablet pratico e leggero,  un’ottimo sistema operativo, ottime perfomance e  tutto questo senza  spendere molto. 
  • Francesco_dem

    Ciao Roberto, quando cerco di avviare utube2mp3  in Kubuntu, mi viene chiesto con quale applicazione associare il file.
    sono anche entrato in proprietà e ho spuntato eseguibile, ma niente da fare, non riesco ad impostarlo come tale.

    • prova avviarlo da terminale e segnalami l’errore che ne esce

  • Francesco_dem

    Mi rispondo da solo, ho dovuto spostare l’applicazione dal volume NTFS alla home ed ho potuto renderlo eseguibile.
    Purtroppo non posso modificare i permessi dei  files collocati nella partizione NTFS, nè tantomeno condividerli.
    A proposito, consigli???:-)))

    • se installi ntfs-config puoi montarla e aggiungere i permessi che vuoi

      • Francesco_dem

        ntfs-config è già installato, ma non si avvia

        • ho notato che non sei il primo che ha questo problema
          provo a vedere come risolvere
          ciao

      • Francesco_dem

        Il vero problema è che non rieco a modificare i permessi di accesso dei files o cartelle che si trovano su partizioni NTFS sia accedendo come utente che come root, nè tantomeno riesco a condividerle in rete(sono solo visibili ma impossibile accedere)

        • ti sto preparando la guida

          • Francesco_dem

            grazie mille,sei un grande!!!!funziona

          • di niente l’importante è aver risolto

  • refuso
    “ad un display tradizione”

    “ARM Cortex A8 da 1.2GHz (1.5 Ghz)”

    Ma è da 1.2 o 1.5Ghz? Sicuri che 1.5 non sia la massima frequenza supportata dal chip?

    • Difatti lo messa tra parentesi la frequenza supportata

      Il giorno sabato 21 luglio 2012, Disqus ha scritto:

      • Franco Baldini

        “lo messa”…???

        Un bel 3 in grammatica non te lo toglie nessuno.

        • mikronimo

           Dovendo fare il maestrino, almeno metti come dovrebbe essere (lo -> l’ho, abbreviazione di “la ho”), così, ammesso che non sia un semplice refuso (ma, in ogni caso abbiamo capito che cosa si voleva dire, quindi, direi che non è un grosso problema), impariamo tutti qualche cosa…

          • Franco Baldini

            Oddio, nell’articolo ci sono ben altri errori:
            “un’angolo di visione…”
            “un’ottimo tablet…”
            “un’ottimo sistema operativo…”

            Qui mancano le nozioni fondamentali della grammatica italiana, altro che refuso.

          • se hai tempo ti apro un account cosi mi correggi gli articoli tu

          • mikronimo

             Si, si, va bene… hai ragione tu…

            PS: ma deve essere pieno di perfettini ‘sto cazzo di mondo? (avrai notato il perfetto apostrofo sulla troncatura di “questo” ROTFL)

  • Sortospino

    Robi ma sai se è possibile mettere le applicazioni di scrittura/appunti per Galaxy Note (si chiama Note S, se non sbaglio) su questo dispositivo, e se funziona usando una penna capacitiva? che, in pratica se funziona lo compro domani, soldi e nexus 7 permettendo 😀

    • la penna capacitiva funziona x l applicazione ti consiglio jotter che a mio avviso funziona molto meglio di s memo nel galaxy note

    • La penna capacitiva e le sue applicazioni funzionano solo sul display del Note, in quanto esso riconosce livelli di pressione. Infatti sotto c’è lo zampino della Wacom, famosa azienda produttrice di tavolette grafiche.

  • toketin

    Da un po’ è disponibile anche la versione Aurora II con le stesse caratteristiche piu o meno, ad eccezione della Cpu che ora è un dual-core A9. Comunque benchè sia un ottimo tablet che ho anche avuto modo di vendere ahimè ora rimane il grande ostacolo chiamato Nexus 7, in quanto credo che questo tablet sancirà il predominio nel campo low-cost, sebbene l’Aurora II sia venduto ad un prezzo inferiore, il Google tab ha dalla sua la garanzia della casa madre americana e dunque un vero supporto che manca nei modelli low-cost cinesi.

    • si anche se qui in italia costerà 250 euro quindi risparmiando la metà a mio avviso si può avere un ottimo tablet
      poi logicamente google offre un maggior supporto inoltre attorno al nexus girano molte rom dedicate

      visto anche la crisi ad un’utente a cui serve un tablet per leggere o per andare in internete quello 2/3 ora alla settimana con un tablet come ainol basta e avanza

      • toketin

         Si hai ragione ma la grande pecca dei tablet cinesi è l’assenza praticamente totale di una garanzia, nel caso di guasto? Si potebbe rispedire il tablet in Cina ma a tue spese e non puoi sapere se riceverai un altro tablet nuovo

  • Gabriele Castagneti

    Personalmente, se esistesse, acquisterei solo un tablet 100% italiano, dal design ai componenti all’assemblaggio. Questo perché, per prima cosa, mi sento molto orgoglioso del mio paese (che per caso è anche il paese più bello del mondo) e perché non sta navigando in buone acque, e quindi darei volentieri il mio piccolo contributo.

    • un tablet completamente italiano non esiste
      ormai si fa tutto in cina tra questi anche apple da buona patriota fa i propri prodotti la

      il bello che al bar un’amico con l’iphone vedendomi smanettare con il mio samsung mi detto che mai acquisterebbe un prodotto cinese ahahaha

      • Ma se sapesse che l’iPhone l’ha prodotto la Foxconn (appunto una famigeratissima azienda cinese) secondo me ci rimarrà davvero di sasso. XD

        • Gabriele Castagneti

          “Se esistesse…”

  • I tablet low-cost  stanno prendendo sempre più piede, ho visto alcuni modelli che non sono affatto male malgrado il display capacitivo.

  • Ziltoid

    Perdonate l’ignoranza, ma sarebbe possibile installare una distro linux tipo Arch, su tablet di questo tipo?

No more articles