VGA Switch

Il patron di Canonical Mark Shuttleworth in occasione dell’UDS-Q ha presentato due interessanti progetti: VGA Switch, un nuovo progetto targato Ubuntu che permetterà di disattivare un display VGA con un semplice click; e Project Sputnik, un nuovo ultrabook di Dell con sistema operativo dedicato agli sviluppatori.

VGA Switch è un nuovo progetto open hardware realizzato con licenza Apache 2.0 dedicato sopratutto agli sviluppatori, i quali potranno disconnettere un monitor premendo un pulsante senza quindi dover continuare a staccare il cavo per ogni test.

Project Sputnik invece è un progetto in collaborazione con Dell che punta a realizzare un ultrabook con preinstallato Ubuntu, personalizzato per contenere nuovi tool dedicati appositamente agli sviluppatori. Il modello scelto per lo sviluppo del progetto è il Dell XPS13 con Ubuntu 12.04 LTS come sistema operativo preinstallato.

Project Sputnik

La versione di Ubuntu dedicata allo sviluppo e preinstallata su Project Sputnik è già disponibile in questa pagina, la quale offre già integrati strumenti dedicati alla creazione, testing e molto altro a cura di OpenStack.
In questa pagina troverete le Wiki dedicate al progetto VGA Switch, in questa invece l’annuncio del nuovo progetto Project Sputnik.
  • Gabriele Castagneti

    Non mi dispiacciono le due idee.
    Purtroppo credo che se non ci fosse Canonical a “rompere le scatole” ai fabbricanti di PC questi obiettivi non si raggiungerebbero… Sto pensando sotto sotto anche a Google (per Android e Chromebook).
    L’unica fondazione che (per adesso) è capace di “rompere le scatole” così tanto è Mozilla – staremo a vedere con B2G. Intanto, ha già partner di tutto rispetto.

  • Alexf870

    Un progetto semplicemente fantastico! Dell è una delle migliori produttrici da questo punto di vista. Investire sul software open source rappresenta il futuro (soprattutto in questo momento di crisi!). Se vogliamo trovare proprio un difetto in questo progetto è il prezzo del notebook, un po’ alto per l’utente medio-basso. Per il resto devo dire che si tratta proprio di una bella idea, avere supporto completo (driver, applicazioni, ecc.) su un notebook è una novità ed un passo avanti nell’avvicinarsi a colossi del mondo dell’informatica come Microsoft e soprattutto Apple!

No more articles