In questa nuova puntata parliamo di un argomento trito e ritrito, ma in una chiave completamente diversa.

In tantissime pagine si leggono tante guide relative a Unity, a Gnome 3/Shell e Kde.

Si citano alternative trattandole quasi come un’ “ultima spiaggia”, eppure ritengo che ultimamente le alternative ai più blasonati siano sempre più curati e particolari ma poco seguiti.
Vi chiedo quindi di parlarci dei vostri ambienti alternativi, utilizzati come “titolari”.
Esprimete i vostri pro ed i vostri contro oltre su che hardware utilizzate un certo DE e con quali estensioni/applet.

Forza popolo di LffL, fatevi sentire!
Un Saluto – Stefano

  • shockdate

    io sono passato recentemente a unity con ubuntu 12.4 dopo anni di gnome , dopo qualche giorno di ambientamento devo dire che ora mi trovo bene

    pro: semplicità d’uso , approccio diverso nella fruizione del desktop, maggior ordine

    contro: alto dispendio di risorse che in pc datati può compromettere un utilizzo fluido

    • Concordo in pieno 😀

    • Miro Radenovic

      anche io concordo in pieno!
      dopo anni di linux, in ubuntu 12.04 e gnome shelll ho trovato finalmente quello che volevo!

      • Miro Radenovic

        ops…. intendevo unity e non gnome shell…

  • linuxfunboy

    io ho provato su Body Linux con Enlightenment 17 e devo dire mi ha soddisfatto moltissimo; il suo concept di usare i desktop di sistema come dei “fogli sovrapposti” e la leggerezza e qualità grafica, gli effetti e l’adattabilità a ogni tipo di pc…veramente bel DE
    Però alla fine son tornato a KDE per questioni pratiche, lo conosco meglio…

    • Nicola Fiorillo

      Personalmente ho utilizzato le possibilità offerte da Linux sul potersi costruire il SO come più ci piace e uso come ambiente il gestore FLWM: finalmente la potenza della CPU è usata per far girare i programmi e non per far vedere effetti scintillanti!

  • fabio

    Kde su kubuntu tutta la vita. Mi sembra più veloce e funzionale. E a dire la verità la somiglianza con la barra di Windows facilita di molto le cose 🙂

  • Corrado

    Tutti tranne gnome shell e unity, anche se ubuntu vojager misto fra xubuntu e kde è velocissimo. Io uso cinnamon su ubuntu 12.04

  • Fabio G

    Per il laptop pantheon ovviamente: veloce ed elegante anche se ancora un po’ instabile.
    Per il pc fisso invece XFCE o MATE a seconda delle esigenze

    • striplexterzo

      anche io sul netbook ho provato kde ,xface ma ultimamente sono approdato a pantheon leggero ed elegante proprio quello che cercavo 🙂 Sul fisso unity 😉

  • garuax

    Gnome Shell.
    usa POCA RAM, INNOVATIVO, STABILE.

    Unity: ho provato ad installare ubuntu 12.04, ma crasha sul mio vaio.

  • Lud_J

    “Come definite il vostro DE?”

    openbox (che è un wm)

    IL computer

  • Portatile casalingo gnome-fallback con openbox visto che sia cinnamon che lxde generavano svariati problemi funzionali e/o di stabilità.
    Portatile da lavoro openbox+tint2+pcmanfm lo chiamerei SpeedDe…
    PC di casa icewm… sinceramente usando il pc di casa solo a scopo ludico credo che saranno almeno 2 anni che non avvio la partizione linux…
    PC da lavoro ero passato a kde poi sono tornato a xfce

  • Ho Unity e devo dire che configurato bene con myunity diventa anche gradevole. Mi piace il poter trovare velocemente i file nelle varie cartelle che ho nel pc. Utilissima anche la funzione di poter installare le applicazioni semplicemente cercandole nella barra principale. Insomma è un tutt’uno, launcher di applicazioni, motore di ricerca dei propri file, motore di ricerca delle applicazioni possibilmente installabili e molto di più, grazie ai lens installabili con pochi clik.

  • robertopeth

    per me va benissimo accoppiata gnome/cinnamon. veloce, stabile e bella.

  • gogor71

    Dopo un anno di ricerca e di test per rimpiazzare gnome 2. , finalmente ho trovato la mia distro. Kubuntu.
    Molte le personalizzazioni , effetti con Kwin ( quasi simili a compiz ), Dolphin é migliore e configurabile , ecc.. e tutto questo Stabilissimo , dalla beta2 ho avuto solo due bug.
    Preciso che una distro che vale la pena (stabile e veloce e che consuma poco , é Voyager 12.04 ; peccato che non ha effetti grafici .

    Quindi Kubuntu 12.04 Lts a mio avviso é il migliore.

  • SalvaJu29ro

    Kde l’avevo scoperto ma non conoscevo le altre distro. Non ho mai usato Kubuntu sinceramente e Kde l’ho usato solo con Chakra e Opensuse. Per me è perfetto!

  • Txeyo

    Io Unity per sempre.
    Certo, l’inaspettata rimozione di dodge windows (la scomparsa intelligente) è una spina nel fianco per un utente.
    Ma per il resto è perfetta per me

  • principalmente utilizzo KDE con Arch Linux anche se ultimamente sto riscoprendo Xfce sempre con Arch e devo dire che la nuova versione 4.10 ha portato degli ottimi miglioramenti.
    KDE penso che sia tutt’ora il miglior ambiente desktop completo performante completamente personalizzabile e ultimamente sta diventando anche molto leggero
    amo lo sviluppo di kde il team ha mantenuto ben divisi il progetto mobile / tablet con il progetto desktop / netbook mantenendo comunque una stessa personalità all’ambiente desktop offrendo le attività, gadget, personalizzazione ecc sui tutti e 2 gli ambienti desktop
    è anche vero che kde 4 non era molto apprezzato all’inizio ma era per motivi si stabilità il principale problema non di mancanza di funzionalità come è stato nel passaggio da gnome 2 a gnome 3
    lo sviluppo di kde è ben strutturato grazie anche al rilascio mensile per le varie correzioni

  • Claudette

    Io sto usando Cinnamon su Mint 12… Sinceramente preferirei togliere il pannello e tenermi il mio AWN come pannello e/o dock semplice.. Mi sembra però che per ora non si può fare.. qualcuno mi conferma? 🙂

  • Gabriele Castagneti

    Uso principalmente due DE: XFCE e Unity.
    XFCE ricorda molto Gnome 2 e in più è molto molto light… Consigliatissimo.
    In generale, lo utilizzo sia su PC semi-vecchi (5-6 anni per i PC sono milioni di anni) a cui ridona la dignità persa con Windows grazie alla sua leggerezza, che su PC moderni, che davvero hanno prestazioni straordinarie (tipo compilazione Linux, navigazione con Firefox e video Youtube – flash contemporaneamente e senza rallentamenti).
    Contro? Non ti puoi certo aspettare qualcosa di straordinario, e l’interfaccia senza tutte quelle ombreggiature e con pochi effetti forse ti metterà un po’ a disagio… Ma ci sono centinaia di estensioni/temi che rendono il tuo desktop ancora ospitale, come Compiz, CCSM e quelli scaricati da XFCE-Look.
    Ma del resto chi utilizza XFCE adora questo DE proprio perché light e senza distrazioni, eppure ancora flessibile.

    Purtroppo non mi trovo bene né con KDE né con LXDE, anche se sento tante belle cose su di loro e sicuramente sono ottimi. Sarà perché Unity ha un approccio completamente diverso (come i colori – fateci caso: Ubuntu con Unity vi circonda di colori caldi, come arancio e marrone-non-troppo-scuro, mentre KDE punta sull’azzurro e LXDE su colori più scuri) e XFCE ricorda da vicino Gnome 2.

  • borgio3

    Openbox e vado bene. Xfce e vado benissimo. Unity e vado alla grande!

  • davemint

    Openbox sul netbook, ma da poco, e Xfce sul laptop. Quest’ultimo lo uso sopratutto x lavoro e Xfce é il giusto compromesso tra velocitá, grafica, customizzazione e grande stabilitá. Anche Cinnamon non é niente male, ma ci devono lavorare su ancora un pó. Enlightenment l’ho provato, ma l’ho mollato presto perché mi sembrava troppo basic e retró x i miei gusti. Ma forse dovevo dedicarci un pó piú tempo.

  • Alessandro Garuffi

    per me e per chi come me ha dei computer un po datati e con poca ram il miglior de è lxde senza ombra di dubbio, poi lubuntu 12.04 mi sembra veramente riuscita bene. se poi uno si accontenta e sacrfica un po la bellezza con openbox e distro come semplice-linux si va che è una meraviglia

  • Andrea

    li provo tutti!!
    ho provato shell Kde Lxde Unity Openbox xfce cinnamon e mate…se mi viene la curiosità di provarne altri, li provero senza dubbio
    devo dire che se il sistema è stabile mi trovo bene cn qualsiasi DE, solo che su ubuntu non sono mai riuscito ad apprezzare gnome shell come si deve…con fedora 16 invece è un amore, per il resto è solo questione di abitudini…nient’ altro

  • hiroy

    dopo molte ricerche uso Lunix Mint con Mate è sto benissimo.

  • Complimenti a tutti. Avete dato tutti ottime risposte e tantissimi spunti per qualcosa di nuovo.
    Personalmente io mi trovo ad un bivio. E questo bivio si chiama KDE.
    Amo in maniera viscerale il concetto del desktop di Gnome2, che ancora ho sul portatile. Tuttavia mi sono reso conto questa sera che cercavo l’angolo alto a sinistra. Gnome-shell mi ha contagiato.

    Ho provato e goduto di XFCE, trovandolo veramente un bell’ambiente, così come ho avuto la possibilità di testare Kde, che trovo completo ma pesante, tanto pesante e mi ricorda qualcosa di “vecchio” troppo in stile Windows forse.
    Quando avrò tempo e voglia sistemo hw e sperimento un bel pò. XD

  • mate. ora che è diventato abbastanza stabile, non lo lascio più. è praticamente identico a gnome 2, ma più veloce. ho installato lubuntu 12.04 (non ubuntu, se no troppa roba da togliere dopo), aggiunto il ppa, installato mate-desktop-environment (installate anche mate-conf-editor per attivare il compositing, che è come quello di metacity) ed ora ho un precise “travestito da lucid” che è ‘na bellezza. ho fatto un tentativo con la mini iso per installare direttamente solo mate, ma ho avuto problemi con la configurazione della rete, al riavvio esce un messaggio: “waiting for network configuration” che ritarda l’avvio di 3 minuti pieni. e non ho trovato nessuna soluzione. se qualcuno sa come evitare questa cosa e mi indica una guida, gli sarò molto grato. comunque mate e ancora mate, solo xfce un po’ si avvicina, ma volete mettere il buon vecchio gnome 2 che ritorna? 🙂

  • -figh-

    linux mint con cinnamon e alcuni applet…non mi pento di niente, pensare che è ancora beta

  • anonimo

    KDE su Kubuntu. La 12.04 ha ancora qualche bug, per cui sono ancora su Kubuntu 10.04 (il 16 agosto, quando esce la 12.04.1, se ne riparla). L’unico consiglio è usare Synaptic al posto di Moun per l’installazione dei pacchetti (per l’aggiornamento del sistema Moun va benissimo). E poi Firefox al posto di Rekonq.

    • cerash

      sai qual’è una ottima alternativa a rekonq, secondo me? qupzilla, che a 32 bit va benone… sul 64 ancora non troppo!

      a me muon va bene anche al posto di synaptic… come mai dici così?

  • nym

    Se non era per Lubuntu avrei abbandonato linux. Con Lxde l’ uso del pc è semplice e fuzionale come dovrebbe essere. Niente finestre che scorrazzano, menu che scompaiono o plasmoidi rotanti con alabarde spaziali per il desktop .

    PRO:

    – Penzato per essere usato non per convincere che è usabile (vedi Unity o Gnome shell)

    – Leggere si avvia in un attimo in soli 160Mb (Altro che Xfce)
    – Facilmente personalizzabile e configurabile in pochi passaggi ( con Kde fai la muffa ogni volta che scompare qualcosa)

    CONTRO:

    -Mancano le anteprime per video e pdf.
    -Si aggiorna di rado.

  • Facciabuco

    Io mi sono reinstallato Ubuntu 10.10 ed anche se vecchia, mi trovo meglio che con Unity… quando dovrò cambiare passerò a Lubuntu (LXDE) o, piuttosto che usare Unity, tornerò a Windows!!! Brava Canonical, dopo aver avvicinato molte persone al mondo Linux, adesso le stai facendo scappare… COMPLIMENTI!!!!!!!!

    • SalvaJu29ro

      Guarda che lo sviluppo è finito per Ubuntu 10.10..a questo punto meglio Ubuntu 10.04.4

  • Srell al Masri

    Ho sempre avuto poca RAM, quindi mi sono buttato su LXDE non appena è stato rilasciato (mai avuto problemi di stabilità, cosa strana per me). Ora che ho macchine più potenti ho fatto il “salto” ad XFCE.

  • Gennaro Langella

    Non capisco perché tutta questa diffidenza verso Gnome Shell. Con l’aggiunta di una dock decente (AWN) e qualche estensione, è un ambiente fantastico.

    Su KDE e Unity, non mi esprimo, dal momento che non li ho mai utilizzati molto, ma in linea di massima non mi sento a mio agio, nell’utilizzarli

  • Li ho provati tutti… Alla fine ora lavoro con l’ottima Xubuntu 12.04.
    Xfce mi ha conquistato in toto ed ora lo alterno solo a Lxde, che rimane una piccola meraviglia. Shell e Kde mi sembrano, uhm, dispersivi… Unity non riesco a farmelo piacere. Openbox paga la mancanza di un pannello come si deve (da cui lxde tutta la vita). Proverò Mate.
    Circa l’HW, Xfce sul portatile “potente” (Toshiba Satellite con 3Gb di Ram), sul Netbook Xfce o Lxde.

  • millalino

    Gnome2 o Mate per l’utilizzo piu completo e personalizzabile.
    Xfce all’ultima versione è ottimo mentre Lxde è molto leggero ma poco personalizzabile.
    Come alternativa è molto valido e17 (wm) su bodhi linux è incredibile, mentre openbox è velocissimo ma troppo “crudo”.
    Gnome 3 e Gnome shell non riesco ad utilizzarli, non ho la mentalità da smartphone, e unity …beh, toppata di Canonical.

  • Davide

    Sono uno dei tanti che messo in ginocchio dalla pesantezza e instabilità di Unity su computer di 5 anni è tornato a Ubuntu 10.10.Però non poterlo aggiornare (tentaredi caricare un libreoffice moderno ad esempio non c’e’ verso per un utente “comune” come me) mi sfava e allora dopo aver testato quasi tutte le distro probabilmente ugraderò a Xubuntu 12.04 LTS che con le dovute personalizzazioni è molto simile a gnome 2 oltre ad avere repository aggiornati.
    Vedremo

  • thetall82

    Su Kde3 fino al 2008, poi disgustato da Kde4 sono passato a gnome2 prima con Ubuntu poi con Mint,

    Dal 2011 sono tornato a usare Kde, dalla versione 4.6 in poi.
    PRO: stabile, veloce anche con effetti grafici attivati, personalizzabile, ricco di feature.
    CONTRO: bug persistenti da anni mai risolti, alcuni concetti lasciati a metà (es. le Attività) e configurazioni di default complicate che confondono l’utente.

    In pratica è fighissimo ma devi smanettarci un po’ per settarlo come si deve, oppure ti servirebbe un training o della documentazione ben fatta.

    Ciao

  • ugo zambiasi

    Sono da amici ed ho portato la chiavetta col mio Ubuntu installato, ho trovato un vecchio pc AMD Sempron 2400 1giga di memoria. Ho provato vari DE ma l’unico che mi lascia qualche risorsa per lavorare è la Barra Cairo Dock senza effetti.

  • ugo zambiasi

    Comunemente Unity su Ubuntu e Gnome Shell o Xfce su Arch

  • FiltroMan

    Beh, ho utilizzato quasi sempre GNOME, ma dopo aver scoperto XFCE tre o quattro anni fa, non avrò alcun DE all’infuori di lui :D. Leggero, veloce, stabile e personalizzabile a fondo, senza tuttavia scadere in quelle situazioni da PC Luna-Park tipiche di KDE ed Unity (IMHO): tutta apparenza e niente sostanza, oltre che la necessità di un PC della Nasa per aprire anche solo Gedit XD.

  • Txeyo

    Io uso Unity con la 12.04, e devo dire k ne sono pienamente soddisfatto; solo c’è come spina nel fianco la scomarsa di Dodge windows, ma si può rimettere, come ho letto in un vostro articolo mi sembra
    Eppoi ciò fatto l’abitudine, alla fine non è scomodissimo, neanche sul mio eee dell’asus: al massimo per i giochi, si può lasciare l’app Aspetto del launcher e selezionare all’occorrenza il nascondi launcher
    Per me unity è ottimo, e ho provato kde, gnome 3 e xfce
    Ovvio, nei pc datati è impensabile, ma in uno normale, ci sta benissimo, comoda e intuitiva
    Solo.. Canonical, ripristina l’autohide pleaseeee!

  • nakki

    Deluso dalle varie shell che non mi piacciono e rendono le operazioni più lente e meno chiare (es. cercare una applicazione dove vedi principalmente le icone), con questa tendina semitrasparente alla OSX non mi piace, ho fatto vari tentativi per farmele piacere ma nulla.
    Ultimamente sono stato molto soddisfatto nell’usare xfce (xubuntu) per la sua stabilità, leggerezza e soprattutto personalizzazione! Non ho dato molta importanza a lxde ma lo considererò in futuro per il netbook nel quale ora uso gnome2 con debian squeeze che è una bomba di stabilità e affidabilità!
    Sto provando anche Kde (kubuntu) ma c’è sempre qualcosa che mi blocca dall’adottarlo come DE principale…
    Cinnamon l’ho provato agli inizi ma non mi convinceva, dovrò riprovarlo anche se lo stile di mint non mi attira…

  • cerash

    ex gnomista come tutti coloro che hanno iniziato con ubuntu, ho testato unity e shell già dai tempi della 10.04. sporadicamente ho testato anche kde, togliendolo subito.

    poi mi sono convinto a provarlo in maniera più approfondita. da allora: KDE TUTTA LA VITA!

    adoro il concetto di attività, quelle organizzazioni desktop che danno senso ai plasmoidi ed al nuovo concetto di desktop. un pc organizzato e impostato per ogni attività, appunto, che svolgi: la home accogliente con i suoi lanciatori e la vista cartelle su desktop, quella studio con la suite da ufficio nel launcher e le viste su documenti della home e dell’hd di archivio, la multimedia con vista su musica e film, con amarok, vlc ecc.

    oltre ad una cura dei dettagli che è veramente accogliente, una stabilità che forse è meglio di gnome che dopo alcune personalizzazioni, cominciava a cedere.

    difetti? alcuni programmi non sviluppati in qt ma amen e la poca cura che canonical ha posto allo sviluppo di kubuntu, a volte al limite del boicottaggio.

    credo che tuttavia da ora la situazione non può che migliorare, per kubuntu.
    per un giudizio solo su kde, beh, vederne la fluidità su chakra e il suo basso consumo sono spettacolari. solo che sono troppo abituato ai .deb, chakra la vedo ottima e promettente ma ancora un po’ immatura. comunque accompagna in dual boot la mia kubuntu.

    ripeto, solo una prova superficiale non mi ha fatto adottare kde prima della fine della 11.04.

    ah, dimenticavo: dolphin, konsole, e kate non si possono nemmeno paragonare ai loro alterego di gnome. e il consumo di ram è incredibilmente in continua diminuzione!

  • Alessandro Bertolini

    Ovviamente ho iniziato con il caro vecchio ubuntu 10.10 e quindi gnome 2, poi con l’avvento di unity ho salutato canonical e ho messo gnome 3 con fedora 15 e devo dire che mi piace molto come de anche se non è cosi leggero purtroppo; poi in questi ultimi tempi ho provato xfce e lxde con fedora 16 e devo dire che pur essendo leggeri (soprattutto lxde) non mi convincono e allora mi sono buttato su qualcosa di esteticamente superiore: kde, all’inizio per provarlo solamente (ho pensato che l’avrei tolto subito vista la sua fama in termini di pesantezza) però devo dire che è un mese che lo uso e devo ripensarmi poiché mi trovo bene…

  • Ho abbandonato del tutto windows essendomi liberato di software proprietari per la programmazione. Sono felicemente “sposato” con uno schianto di distribuzione linux mint 12 64 bit con cinnamon 1.4 e la amo moltissimo. Mi da delle belle soddisfazioni specialmente quando penso ai crash di windows che mi davano pensieri. Sono un linuxiano a tempo pieno da circa un anno e continuo nella mia ricerca della bellezza e della stabilità tra quelle distribuzioni che non vogliono diventare il “windows” di linux. Ma ahimè mi trovo davanti a molte distribuzioni con KDE che trovo moooooolto pesante e moooooooolto in stile windows. Prediligo quelle distribuzioni che intendono darsi un tono ed uno stile del tutto personale come Linux Mint e non per ultimo la ElementaryOS che seguo con curiosità.

  • dongongo

    Computer baracca. processore AMD Athlon 2000, 512mb di RAM: Archbang, ArchLinux con LXDE con compiz (ottimo!).
    Fisso. AMD Phenom 9500, 4gb di RAM: ArchLinux con Xfce (il migliore per ora in velocità), Mate (il più utilizzato), Gnome Shell, Cinnamon. Questi ultimi due non mi piaccion per niente e saranno presto rimossi. Sebbene il consumo di ram sia esiguo, lo spreco di CPU è enorme e non me li voglio immaginare su pc più datati. In più non sono assolutamente configurabili e personalizzabili (e quel poco, con plugin esterni).
    Notebook HP 630 Celeron, 2gb di RAM: Chakra Linux, la migliore distribuzione mai provata. KDE centrica. KDE per quanto mi riguarda è stata la migliore esperienza desktop per distacco.. È sempre meno pesante e più configurabile. Molti gradini sopra agli altri.

  • McLoy81

    Dopo la ricerca di un degno sostituto a ubuntu+gnome 2+effetti compiz mi sono arreso ed ho installato sul desktop Precise 12.04 con unity (cinnamon nn era male ma ancora nn convince mentre con gnome fallback ho avuto ripetute grane con la gestione finestre …)
    Mentre sul netbook (eeepc 900) ho ancora la mitica lince 10.04 remix

  • gustavospammo

    Uso un vecchio portatile hp (compaq) nx6110 con processore centrino e 512 di ram. Venuto il tempo del periodico formattone Windows xp mi accorsi che non trovavo più i cd di sistema. Allora saltai la staccionata e installai Kubuntu 10.04 che rispetto a Xp ridusse a un terzo i tempi di avvio. Semplice da usare e con una grande community risolsi, nonostante fossi un “noob”, quasi tutti i problemi anche grazie a questo sito e alle sue utilissime guide. Volevo aumentare ulteriormente le performance così installai Xubuntu 10.10 con meno fronzoli ma molto più performante. Xfce è rimasta il mio ambiente desktop per molto tempo (Xubuntu 11.04 e 11.10). Leggendo qui (e su distrowatch) un articolo su Bodhi decisi di provarlo e da questa estate mi sono “illuminato”. Trovo e17 graficamente accattivante quasi come kde (ma mi riprometto di personalizzarlo parecchio appena ci prendo la mano) e più parsimonioso di xfce. Ormai non uso più windows da più di un anno e sono felice. Il mio prox pc sarà un tablet arm a cui installerò bodhi in parallelo a android o un tablet x86 come lo slate sempre con bodhi e un nettop (alla mia ragazza ho preso un asus con processore e-450)

  • Alessandro

    La mia situazione, come principiante curioso di provare tutto, è in continuo mutamento :-). Per ora, uso Linux Mint 13 con Mate su un notebook con 4 Gb di Ram, su un netbook Mint 13 Xfce e sul fisso, prossimamente, piallerò Win 7 per Mint 13 Kde 64 bit, ambiente che all’inizio detestavo, ma che sta cominciando a piacermi sempre di più! Prima, però, ho tenuto sul portatile (quello con 4 gb) per breve tempo Ubuntu 12.04, ma non mi sono piaciute certe trascuratezze di Unity (specialmente la scarsa attenzione di default per la privacy) e prima ancora Mint 12 con Cinnamom. erano le prime versioni di Cinnamom, un po’ troppo legnose e per questo sono partito verso nuovi lidi informatici.
    Insomma, ora come ora, la mia unica costante è Mint in ogni possibile variante 🙂

No more articles