LibreOffice 3.5.4

The Document Foundation (TDF) ha annunciato il rilascio della nuova LibreOffice 3.5.4, il quinto rilascio riguardante la versione 3.5.x.
LibreOffice 3.5.4 oltre ad alcune correzioni, aggiunge miglioramenti significativi riguardanti le prestazioni della suite per l’ufficio in confronto alle versioni precedenti. Il risultato si combina alle ottimizzazioni del codice effettuate in questi mesi dagli sviluppatori, ed alla caccia di bug e miglioramenti svolta regolarmente da volontari e sviluppatori.
Come risultato, LibreOffice 3.5.4 è la versione della suite per l’ufficio opensource più veloce mai realizzata: con miglioramenti di performance anche del doppio sopratutto quando si aprono file di grandi dimensioni (a seconda del sistema operativo, la configurazione hardware ed il contenuto del file).

Il nuovo LibreOffice 3.5.4 è già disponibile presso il sito ufficiale per Linux, Windows e Mac.
LibreOffice 3.5.4 sarà disponibile nelle prossime ore nei repository ufficiali di Arch Linux, Chakra e Fedora 17; per Ubuntu invece dovremo aspettare qualche giorno affinché siano aggiornati i PPA LibreOffice contenenti l’aggiornamento.

In questa pagina troverete le note di rilascio del nuovo LibreOffice 3.5.4

Home LibreOffice
Download LibreOffice 3.5.4

  • Jagemal

    non vorrei ma io ho la  3.5.4.2 da quasi una settimana proprio attraverso i PPA :-/

    • non è la versione stabile ma la rc controlla bene e vedrai
      che l’aggiramento risale a 6 giorni fa https://launchpad.net/~libreoffice/+archive/ppa

      2012/5/30 Disqus

      • Jagemal

        ho controllato da synaptic ed hai ragione, i pacchetti sono siglati RC2 … però non è segnalato da nessun’altra parte … :-/
        tant’è che nell’about risulta:

        LibreOffice 3.5.4.2
        Numero di build: 350m1(Build:2)

        premesso che come versione va che è una meraviglia e non ho avuto il benché minimo problema, non sarebbe il caso di evitare di mettere versioni anche solo lontanamente “a rischio” su quello che è a tutti gli effetti il canale ufficiale di libreoffice per ubuntu? :-/

        • mikronimo

           Se non sbaglio il ppa lo hai inserito tu, quindi è “extra”, a tuo rischio e pericolo; la versione che trovi nella distro altrimenti sarebbe rimasta sempre la stessa (per 5 anni), eventualmente mantenuta per correzioni varie.

          • Jagemal

             questo lo so … è che avevo pensato (male) che su quel repository non sarebbero arrivate delle release candidate ma quelle definite “stable” … che poi la perfezione non esiste è un discorso a parte .. 😉

        • Pippo

           anche a me mi è capitato che tramite repository mi installasse aggiornamenti non stabili.. e non vi dico il dramma e bug che ci trovavo…
          quindi dite che questa versione è sicura? perchè io sono permo alla 3.5.3 e non mi lamento.. se devo cambiare voglio farlo in meglio..

          • mikronimo

             Se viene dichiarato che è stabile, vuol dire che è stata adeguatamente testata, ma è il “perfettamente e sempre stabile” non esiste…

  • Lightfenix

    non credo che le prestazioni migliorino molto visto il mio hardware…..
    Ci sono novità importanti oltre alle prestazioni?
    uso chakra 32bit

  • Attilio

    Si va be.. faccio prima ad avviare l’intera suite office con wine che ad aprire un file .doc con libreoffice.

    • Lightfenix

      mi spiace,libreoffice non è cosi lento (o almeno,l’ultima versione è molto più veloce della precedente,e parlo della 3.5.3.2 ,che reputo abbastanza veloce)
      e poi,che senso ha usare GNU/Linux per usare applicativi windows come office?

      • Attilio

         Ha senso per motivi professionali.

        • mikronimo

           Non conosco le differenze e in Writer di LibO’ trovo tutto quello che mi serve; potresti, per favore, spiegare nei dettagli quali differenze obbligano l’uso di Office, tali che LibO’ non basta? Credimi la domanda non è polemica: voglio capire perché un programma da centinaia di euro (al netto della pirateria) sia così “insostituibile”.

  • Enrico Barbarossa

    la versione 3.5.4 rc2 e la stabile sono identiche, quindi per chi ha la rc2 non c’è nessuna differenza… oggi l’ho installata su un vecchio notebook con 512mb di ram e xp, che aveva problemi con office 2003 (l’applicazione non risulta installata per questo utente, boh) che dire, messa su, e adesso va che è una meraviglia…. non potevo desiderare di meglio… 

  • I ragazzi della The Document Foundation stanno procedendo come dei razzi!
    Ottimo lavoro! Chi critica questa suite Open Source dovrà ricredersi prima o poi, lasciateli pure parlare.
    Vogliono usare la costosissima suite di Microsoft perché sono pigri ad imparare altro, come spesso accade.

    • Jagemal

       il problema della questione “costosissima” purtroppo in molti casi non si pone
      parafrasando nonciclopedia:

      «caratteristiche: è
      gratis (come tanti altri pacchetti applicativi, tra cui il celebre
      “Office2010_Ultimate_+Crack+Attivazione+n.di.carta.di.credito.di.bill_iso.rar”,
      facilmente reperibile su Internet)»

      🙁

      (e per inciso, parlo proprio di aziende e non di semplici utenti domestici)

      • curiosità perchè ti serve office al posto di libreoffice che ci devi fare che con libreoffice non puoi fare?

        • mikronimo

          Mi sa che anche la tua sarà una domanda al vento; comincio a sospettare che non lo sappiano neanche loro in cosa, a livello professionale, Office sia superiore a LibO’/OO; sembra una di quelle leggende metropol-softweriane sparse ad arte, per convincere i win-pigri (a volte anche chi è passato al lato chiaro della forza, viene influenzato dal lato oscuro) a rimanere sotto le gonne di Mamma M$ (ehm… sempre al netto della pirateria!); attendiamo dubbiosi delucidazioni…

          • Bertolini Alessandro

            Io da quando ho scoperto Latex, ho detto addio al paradigma What You See Is What You Get ed a tutti i wordprocessors (compreso Libre Office)…

          • mikronimo

             So solo vagamente cosa sia latex e magari prima o poi studio meglio la cosa…

      • Che lo fanno anche le aziende lo so benissimo, ma pure molti di noii potrebbero farlo ma non lo fanno.
        Io personalmente sia nella vita privata che nella mia attività aziendale preferisco sempre software Open Source, fatta eccezione per Photoshop e Dreamweaver di cui ho tutto regolarmente.

    • sai quanta gente ha office craccato solo per scrivere la lista della spesa
      lo spesso vale per esempio con photoshop lo vogliono perché costa (logicamente lo craccano) e poi non riescono ad usarlo
      la filosofia del costa = migliore
      non è sempre cosi e linux ne è la prova

  • Ottimo. Non vedo l’ora che approdi nei repo ufficiali di Ubuntu. LibreOffice si sta sempre più affermando nel panorama delle suite office come punto di riferimento!

  • Lightfenix

    Ancora non è arrivato nei repo di chakra…

    • Matteo Durante

      Forse intende nei repo testing, a giorni sarà disponibile negli stable 😉

      • Lightfenix

        spero il prima possibile,se su chakra non è disponibile prima di domenica mi tocca aspettare fino a fine giugno D:

        • Matteo Durante

          Fa una cosa: apri il terminale, da “sudo kate /etc/pacman.conf” e dal file che apri togli # alla dicitura testing ed alla voce relativa, poi aggiorna. In testing ci sono anche gli aggiornamenti a KDE 4.8.4, quindi più stabilità 😉

        • Matteo Durante

          È arrivato oggi in stable 😀

  • LordMax _

    Avrei voluto vedere come facevano a farlo più lento.
    libreoffice nelle ultime versioni è diventato più pesante di office pur avendo parecchie funzionalità in meno.

    • mikronimo

      Non saprei dire in cosa consista la lentezza di cui parli, ma in 13 secondi apre un file di 230 pagine, sul mio pc monocore celeron… come sempre rinnovo fiduciosamente la curiosa domanda (ripeto: non uso e non conosco Office) sulle caratteristiche che “PARECCHIO” avvantaggiano Office, tali da rendere INDISPENSABILE la suite M$ rispetto LibO’… fosse la volta buona che alle parole si sostituiscono i fatti, le prove concrete, di una millantata e supposta superiorità!

      • LordMax _

        Scusa il ritardo nella risposta.
        Nessuna millantata superiorità che rende “necessario” office.
        Uso con grandissima soddisfazione libreoffice da anni.
        L’unica cosa in cui office è superiore a libreoffice è nell’integrazione con windows stesso e per alcune funzionalità di condivisione e collaborazione dei documenti.

        Quello che però noto è che libreoffice, come già openoffice è più lento di office in molte situazioni.
        Io uso linux quindi il problema non mi si pone però molti (ok, alcuni, diciamo una decina su circa 50) miei collaboratori mi hanno fatto vedere, pc alla mano, come office sia più reattivo.
        Ho provato a installare io stesso libreoffice, a mettere e togliere l’avvio automatico ed ho anche provato se riuscivo a fare qualche ottimizzazione (tipo disattivare java tanto per capirci) ma nella maggior parte dei casi (che ho provato io) office continuava ad essere più reattivo.
        Questo non è sempre vero, ci sono dei casi in cui è vero il contrario ma sono molto rari rispetto a quelli in cui office è più “veloce”.
        Che poi i documenti libreoffice siano molto più leggeri di quelli office è un altro discorso.

        Detto questo è anche vero che libreoffice ha funzioni che office non ha (pdfimport per esempio) ma è un altro conto.

        Non so se ti basta come prova concreta ma di certo non posso portarti il computer da provare. ^___^

        • mikronimo

           Quindi state sempre ad avviare e chiudere LibO’? Perché mi pare di capire che il problema sia rilevabile solo quando si avvia il programma… in questo caso, credo che semplicemente sia un problema che non esista; se durante la giornata lavorativa viene usato in continuazione, lo si lascia aperto (aperto con il famoso file di 230 pagine occupa circa 50 Mb); detto questo mi manca la giustificazione (che non sei obbligato a dare) sulle caratteristiche (funzioni) che rendono superiore office a libo’; concludendo se il problema si riflette nei tempi di avvio, di fatto non esiste; per il resto, a meno che tu e i tuoi collaboratori non siate obbligati (pistola alla mano 😉 ) ad usare win e strumenti inlcusi, l’integrazione e quant’altro, non pongono problemi; altrimenti usate office e amen.

No more articles