Oggi vi segnaliamo due nuovi aggiornamenti approdati nei giorni scorsi: Nitro 1.2 e VirtualBox 4.1.14.

Il team di sviluppo di Nitro ha annunciato il rilascio della nuova versione 1.2 del task manager per Linux e Google Chrome.
Nitro 1.2 migliora il supporto con Ubuntu Linux, migliorando e correggendo i nuovi temi Ambiance, Radiance, Adwaita, Coffee, Elementary, Wundelist e Justin Bieber. Inoltre il nuovo Nitro 1.2 introduce il supporto per AppMenu di Ubuntu, dal quale possiamo accedere alla gestione dei appunti, preferenze e gestione dei temi, aggiunta anche la nuova funzionalità (in fase di sviluppo) la quale ci permette di sincronizzare i task con altri servizi.
Ridisegnata la finestra di dialogo, la quale offre una finestra per le opzioni più grande, introdotte anche le scorciatoie da tastiera come ad esempio CTRL+N, per creare una nuova attività/nota, CTRL+F per la ricerca, ecc

Nitro 1.2

Per installare Nitro 1.2 su Ubuntu 11.10 – 12.04 basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:cooperjona/nitrotasks
sudo apt-get update
sudo apt-get install nitrotasks

E confermiamo.

VirtualBox 4.1.14

Oracle ha rilasciato nei giorni scorsi la nuova versione 4.1.14 di VirtualBox, aggiornamento che porta con sé solamente correzioni di alcuni bug riscontrati nei rilasci precedenti.
Tra le varie correzioni troviamo risolto il problema con Windows ed i driver video con supporto 3D, in questa pagina troverete il changelog completo.

Per installare VirtualBox 4.1.14 basta scaricare il pacchetto specifico per la nostra Distribuzione da questa pagina oppure, per Ubuntu aggiungere i repository ufficiali VirtualBox, per maggiori informazioni basta consultare questo articolo.

Home Nitro
Home VirtualBox

  • Non capisco come mai gli sviluppatori non inseriscano nell’ Ubuntu Software Center i loro programmi, parecchi sono disponibili solo attraverso repositories.

    • perché non possono inserirli sono il team di sviluppo di ubuntu decide quali applicazioni scegliere
      inoltre il primo passo per alcune applicazioni lo fa debian per esempio da poco è stato introdotto xbmc in debian ed è arrivato anche su ubuntu
      http://www.lffl.org/2012/04/xbmc-eden-arriva-sui-repository.html

      • Mi sembra strano però, tempo fa avevo letto che la procedura di “submission” per USC era uguale a quella degli altri market (Play/Marketplace etc..) ovvero che uppavi la tua app, veniva effettuato un controllo da quelli di canonical che decidono se approvarla o meno e nel caso sia a pagamento si trattengono il 20% del guadagno (al contrario della media che è 30%) .

        Ad esempio in questo caso è un controsenso non accettare app tipo nitro

  • Jagemal

    mi sa che ho qualcosa che non va al repository perché nonostante sia lì già da un po’ non vuole saperne di farmi l’aggiornamento :-/

No more articles