Ubuntu 12.04

A poche settimane dal tanto atteso rilascio di Ubuntu 12.04 approdano alcune indiscrezioni su come verrà rilasciata la prossima release di Canonical.
Abbiamo già parlato anche noi negli scorsi mesi sul fatto di mantenere o meno il limite di 700mb per la ISO di Ubuntu, bastava aumentare anche di poco le dimensioni della ISO per portare meno problemi agli sviluppatori i quali ad ogni rilascio si trovano dover lottare per far integrare tutta la distribuzione nei fatidici 700MB.
A quanto pare la nuova Ubuntu 12.04 Precise LTS verrà rilasciata con ISO di 700Mb e non superiori il questo permetterà di masterizzare la distribuzione su un qualsiasi cd.
Inoltre in un recente post il patron di Canonical Mark Shuttleworth ha annunciato che Ubuntu 12.04 verrà rilasciata anche con edizioni nazionali e locali.

Potremo quindi scaricare la ISO di Ubuntu 12.04 completamente in italiano il tutto a vantaggio degli utenti che non dispongono di una connessione internet o utilizzano connessioni lente.

Ricordo inoltre che già da alcuni anni è disponibile una versione completamente italiana di Ubuntu e Kubuntu realizzata Fabrizio Balliano sotto autorizzazione di Canonical e denominata Ubuntu Remix Italiano.
Mark Shuttleworth ha indicato che già molti nazioni stanno portando nei vari comuni, scuole ed enti pubblici l’utilizzo di applicazioni e sistemi operativi open source sia per abbattere i costi che per una maggiore sicurezza. Attraverso una stretta collaborazione con alcuni produttori di sistemi informatici e anche grazie alle nuove versioni già localizzate punterà quindi di portare Ubuntu anche su comuni, enti pubblici ecc.

L’idea dell’open source negli enti pubblici è ottima anche se sarà molto difficile che possa arrivare anche in Italia e in altri nazioni. Già alcuni enti si sono avvicinati a Linux e non sempre tutto questo ha portato vantaggi come è successo negli scorsi mesi al ministro degli esteri tedesco che dopo 2 anni di Linux è tornato a Windows.
Dal mio punto di vista Linux è il migliore sistema operativo al mondo ma rimarrà sempre e solo per pochi.
No more articles
Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt