Sono qui oggi per recensire un simulatore di guida davvero fenomenale.
Il gioco in questione si chiama appunto Speed Dreams, e si tratta di un fork di TORCS, già recensito (anche qui) da Roberto.

Vorrei analizzare però, il gioco secondo diversi punti di vista, per dare al lettore una prima impressione (naturalmente personale).

Grafica:
Il gioco risulta essere leggero, tanto da girare tranquillamente su una Intel HD integrata.
Framerate variabile da 48 a 60 FPS.

Naturalmente su Nvidia e ATI, anche di bassa portata, il gioco diverrà una scheggia.
Io, purtroppo, non ho potuto testare l’antialiasing, ma non mi aspetto grandi cambiamenti infatti tanto risulta leggero, tanto risulta scadente in fatto di texture.

Texture ambiente: poco curate.
Texture auto: si può far di meglio.

Audio:
Spesso alcune auto, che hanno motori di grossa cilindrata, tendono a far stridere le casse se vi siete scordati il volume un po’ alto; ma basterà regolare il volume nelle opzioni audio per sistemare la cosa.
Effetti sonori nella norma, anche se, con un paio di cuffie ben strutturate, è possibile immedesimarsi benissimo nell’azione.

Dinamica:
Ora arriva il bello.
La cosa che mi ha colpito veramente di questo gioco Open, è stato appunto il motore (physics engine) su cui si basa la dinamica e il comportamento degli oggetti. Le automobili hanno ad esempio l’ABS, il controllo di trazione od il limitatore velocità.
Se tutto questo viene disabilitato, il controllo della macchina passa interamente al giocatore, che deve saper regolare con maestria acceleratore, frenata, ripresa dopo una curva, cambio marce e tutto ciò che ci si aspetta quando si è materialmente dietro un volante.
Ho testato il gioco per diversi giorni e devo dire che per un corretto controllo della macchina bisogna impegnarsi, gli errori si pagano con un bel fuori pista.
Molto difficile e scomodo l’uso della tastiera quindi consiglio un volante.

Profili:
Si ha la possibilità di creare vari profili da settare con le proprie caratteristiche: ad esempio un profilo per la tastiera, uno per il volante, uno per il giocatore 2 e via discorrendo.
Ma essendo poco chiara la gestione dei profili, spesso non viene caricato il profilo corretto prima di una gara.

Infine per quanto riguarda il multiplayer:
Sul Wiki ufficiale dicono sia presente, contrariamente a me risulta inaccessibile.

Considerazioni finali:
A parer mio questo gioco non deve essere penalizzato dalla grafica (anche se migliorarla non sarebbe male), poiché la fisica è ben strutturata (siamo alla versione V3) ed il gioco tende a comportarsi correttamente.
Magari sono stato poco attento ma non trovo da nessuna parte la possibilità di accedere al multiplayer.

Installare il gioco:
Potete installare il gioco semplicemente dando da terminale (su ArchLinux)

sudo pacman -S speed-dreams

E per Ubuntu rimando al post già pubblicato da Roberto.

Voto Finale: 8.5/10 per questo gioco OpenSource.

No more articles