Il Kernel Linux migliorerà....per Android!

Il Kernel è il cuore del sistema Linux sopratutto in questi mesi abbiamo visto notevoli miglioramenti sopratutto con l’arrivo della nuova versione 3.x.
Gli ultimi aggiornamenti del Kernel Linux hanno finalmente corretto il tanto discusso problema dell’eccessivo consumo di risorse e migliorato il supporto con i file system ext4, btrfs e per i driver open per le schede grafiche.
Inoltre l’imminente rilascio della nuova versione 3.3 del Kernel Linux troveremo alcune patch dedicate ad Android per migliorarne la gestione delle risorse e migliorarne le performance. L’attenzione verso Android da parte del Kernel Linux andrà ad aumentare con il rilascio della prossima versione 3.4 il Kernel Linux che molto probabilmente verrà integrato nel nuovo Android 5.0 Jelly Bean il quale porterà moltissime patch dedicate a migliorarne le prestazioni e stabilità.

Tra le patch che verranno integrate nel nuovo Kernel Linux 3.4 troviamo alcune dedicate anche alla gestione della Ram persistente novità molto interessante e alquanto discussa dalla community del sistema operativo targato Google.
Il successo di Android sicuramente incentiva gli sviluppatori del Kernel Linux a puntare maggiormente su questo progetto speriamo che con questi miglioramenti arrivino benefici per il supporto per i “normali” pc e non solo per dispositivi mobili.
In questa pagina troverete mailing list ufficiale il nuovo Kernel Linux 3.4.
  • EliaBaragiola

    Secondo me il 2013 sarà l’ anno di android su notebook , desktop , tablet e netbook ! 

    • Gabriele Castagneti

      Di solito quando si dice “Questo è l’anno di Linux” poi non capita nulla. Proviamo allora con “Questo è l’anno di Android”? Se proprio dobbiamo. Ma mi mancheranno i PPA.

      • il 2011 è già stato l’anno di android e lo saranno anche i prossimi
        per linux sarà sempre cosi se non peggio dato che con l’arrivo dei tablet linux lo utilizzeremo solo con android 🙁

        • Gabriele Castagneti

           Hmmm… No, non credo. Android è solo un ramo di Linux. E i server? E i desktop? (Non ditemi che i tablet li sostituiranno del tutto)

          • già apple vende più ipad che pc
            la richiesta di tablet è aumentata di moltissimo in questi mesi (e le aziende come vedi ne rilasciano di nuovi ogni giorno)
            i desktop non spariranno ma rimarranno sempre meno

          • Gabriele Castagneti

            Ci credo che la Apple venda più iPad che Mac, hai mai visto quanto costano? 😉
            No, beh, un iPad non avrà mai le possibilità, la flessibilità e le potenzialità di un PC.

    • di sicuro android sarà sempre più utilizzato
      lo vedremo già presente in molti televisori anche

    • Dadapum

      Occorre fare attenzione però. L’integrazione di Android a livello laptop, comporterà l’ereditare, da parte degli ambienti linux, anche un potenziale problema di malware. E su questo, Android non scherza (ne ha di più di Cydia + iOS). Bisognerà far attenzione a questo fattore e gestire con adeguatezza ed accortezza, i rischi. Capisco che sia bello avere Android nei laptop, integrato con Ubuntu (e chi direbbe di no). Questo inoltre spingerebbe anche le aziende nel produrre roba per linux, in quanto facilitate attraverso questa fusione, ma non bisogna pensare che questa “rosa”, non porti con se anche le spine.

  • Nessuno

    android è propietà di google, non è nostro (opensource 100%). meglio non dare troppo o android ci eliminerà!

    • android ha qualche restrizione dovuta alla sicurezza ma è open dato che vengono rilasciati i sorgenti

  • Procton771

    Il motivo del successo di android non è solo di aver adottato linux come kernel  , ma ha alle spalle un azienda in grado di supportare sia in termini economici che di produzione, android è l’esempio di ciò che dovrebbe essere linux, il colosso google ha convinto molti programmatori e produttori di telefoni a lavorare per l’androide, sul market c’è di tutto e di più, l’utente non è costretto a comprare un software ho gioco visto la grande quantità di giochi e applicazioni gratis vi sono sul market, tutto ciò è incentivato dal fatto che esistono dei compensi a chi programma per android grazie ai banner che ci sono all’interno di un gioco, che basta comprarselo per rimuoverlo, un compromesso abbastanza onesto direi. quindi il successo è che tutti lavorano per android, mentre per linux ognuno crea una sua distro o ne modificherà una esistente, ecco il motivo dei suoi flop.

No more articles