Nuovo rilascio per Google Earth il famoso software che permette di consultare mappe e immagini satellitari direttamente dal nostro desktop aggiunge molte utili funzionalità.
Google Earth 6.2 migliora la visualizzazione delle immagini satellitari grazie ad un nuovo algoritmo il quale permetti di visualizzare immagini più uniformi. Inoltre il nuovo Google Earth 6.2 aggiunge l’integrazione con Google+ difatti potremo condividere le informazioni reperite con le nostre cerchie preferite, inoltre migliorata la ricerca integrata la quale utilizzerà lo stesso motore di ricerca presente in Google Maps.
Google Earth aggiunge anche i tracciati ciclabili, a piedi o con mezzi pubblici nelle indicazioni stradali.

Per installare il nuovo Google Earth 6.2 su Ubuntu per prima cosa installiamo i font necessari per la corretta visualizzazione per farlo da terminale digitiamo:

sudo apt-get install ttf-mscorefonts-installer lsb-core

a questo punto basta collegarci in questa pagina e scaricare il pacchetto .deb di Google Earth conforme l’architettura della nostra Distribuzione, a questo punto basta dare un doppio click sul pacchetto e confermare l’installazione.
Al termine avremo Google Earth installato su Ubuntu.

Home Google Earth

  • PatrisX

    ciao, attraverso gdebi il pacchetto non si installa. Ho provato allora da terminale con dpkg e qui mi ha dato degli errori. alla fine gli ho dovuto dare apt-get install -f bper riuscire ad installarlo. Non so perchè questi problemi di dipendenze con google earth. Anche col pacchetto precendete per me era lo stesso. ma ma dpkg non dovrebbe andarsi a prendere le dipendenze per i fatti suoi in completa autonomia?

    • Fabio

      Io ho creato un repository locale e se ci sono problemi di dipendenze lascio fare tutto ad apt-get. 🙂

      • basta salvarlo nella home e dare
        sudo dpkg -i *.deb
        sudo apt-get install -f

    • il problema è dell’installer di ubuntu che è uno schifo
      se continua cosi saremo costretti a ritornare ad installare i pacchetti da terminale
      come 7/8 anni fa
      ma l’importante è avere il desktop figo poi che i pacchetti si installano o meno poco conta

No more articles