Ubuntu 12.04 Precise, raccomanderà la versione 64bit e permetterà di utilizzare anche Wayland

9
71

Si è terminato il tanto atteso UDS il convegno semestrale dedicato agli sviluppatori di Ubuntu il quale ha portato interessanti novità che vedremo ad aprile con l’arrivo di Ubuntu 12.04 Precise.
La nuova Ubuntu 12.04 Precise raccomanderà l’installazione della versione 64bit (logicamente se il nostro pc lo supporta) al posto della 32bit come le versioni precedenti.
Tutto questo significherà che se andiamo ad accedere direttamente al Download di Ubuntu troveremo la versione 64bit come predefinita e non la 32bit (che rimane per esempio sulla 11.04 Lucid). Tutto questo è dovuto grazie al nuovo supporto multiarch il quale ci permette di non aver problemi come nelle release precedenti su alcune applicazioni e pacchetti, da notare anche l’arrivo del supporto nativo per 64bit per Flash Player.

Con l’arrivo di Ubuntu 12.04 Precise arriva anche il tanto atteso supporto per il nuovo server grafico Wayland il famoso progetto supportato da RedHat che permetterà alle applicazioni di controllare il rendering e molte altre interessanti funzionalità, potremo testare il nuovo Wayland selezionandone la a sessione direttamente al login.