Si era già parlato nei mesi scorsi della volontà degli sviluppatori di rimuovere il limite dei famosi 700mb il quale portava ad ogni nuovo rilascio una perdita di applicazioni di default o altri pacchetti.

Finalmente sembra che questo limite non interessi più dato che ormai i famosi cd sono ormai in fase di estinzione con l’avvento di pendrive o altri supporti di dimensioni ben superiori, difatti sembra che la prossima Ubuntu 12.04 Precise supererà di 50mb il famoso limite dei 700mb portando la ISO della Distribuzione ad essere 750mb.

L’aumento delle dimensioni, anche se minimale,  porterà meno problemi con gli sviluppatori sempre alle prese con la famosa quota 700mb da non superare, ora finalmente si potrà superarlo e quindi non più rimuovere applicazioni o lingue.
Per maggiori informazioni sulla notizia vi consiglio di consultare questa pagina di Pharonix fonte dell’articolo.
  • fabiogiu

    Molto bene 🙂

  • Ottima notizia direi

  • Ale91g

    curioso di vedere se questi 50MB in più faranno la differenza 🙂

    • a quanto pare sempra prorpio cosi

    • possono sembrare pochi, ma 50 MB in più su un Cd corrispondono in realtà a molti mega in più su disco (penso che si arrivi anche a 150MB).
      Viene usato un programma (o un modulo del kernel, adesso non ricordo) chiamato aufs, che comprime i dati contenuti in una cartella/file.

      Puppy Linux, la distro live per eccellenza, utilizza un proprio sistema apposito che permette di archiviare molti più dati, ma probabilmente non viene portato su *buntu oer motivi di stabilità. 

  • Stefano

    Vabbé, ci sono sempre i cd da 800 Mb, casomai ne sentissi il bisogno…

    • Stefano

      E poi ormai conviene scaricarsi le distro formato DVD, così non hai problemi…

  • kandros

    cè gia tanta di quella roba che usa un utente su 3 che non so che grande idea sia.. secondo beh dovrebbero fare un’installazione minimale ma con un’interfaccia piu e alla mano di quella di ora in cui spunti solo le cose che ti interessa installare un po come arch ma in versione grafica

    • lol
      l’alternate installer ha i menu anche in ubuntu.
      un installer come lo intendi tu c’è e si chiama anaconda, usato in suse e fedora ad esempio.

  • Alessio Pilloni

    Una buona notizia… Dopotutto io a casa ho una miriade di DVD vergini e nemmeno un CD. Ho sempre installato da DVD senza particolari problemi, forse un po’ più lento, ma poco importa, chi vuole più velocità usa le chiavette senza problemi. Ormai i CD vergini hanno poco senso. Tutti usano le chiavette, per i film i DVD (chissà ancora per quanto….), Il backup si fa su Hard disk esterno… Insomma, molto bene. Canonical ha capito che i CD sono ormai un sistema vecchio e che non ha più senso sottostare a un limite inutile. Bne, speriamo che facciano davvero la differenza

  • Marcotal12

    Pur avendo un sacco di DVD mi pare brutto “sprecarlo” per 50MB, cioè che facessero immagini direttamente da 4GB, visto che bisogna usare un DVD, che lo usino appieno no?!

  • Ho sempre pensato che dovrebbero creare due versioni: una da 750mb (come annuncia l’articolo) e l’altra da 3,6gb (all’incirca).
    Ora, non lavorando né alla Canonical né essendo un programmatore (perdonate la mia ignoranza in materia), suppongo che non dovrebbe richiedere una mole di lavoro, di conseguenza “problemi”, creare due versioni (considerando che hanno a disposizione 6 mesi di lavoro).

    Ad ogni modo 750mb, forse, in overburning dovrebbe rientrare in un CD.

    Io, non possedendo nessun CD e DVD (strano ma vero, tra penne usb, ssd e hdd esterni), uso sempre la chivetta USB per ogni installazione e converso l’iso nella partizione dati; in caso di necessità posso ricreare l’installazione.

    Conservo solo un CD, la versione 9.04 in caso di problemi (es.: ripristinare il grub).

    Considero che masterizzare un CD o DVD di turno per una distribuzione che ogni 6 mesi rilascia una nuova versione sia assurdo… forse tenere una copia della LTS potrebbe essere saggio in casi d’emergenza.

  • Io è da tanto che uso la penna USB, anche per evitare errori di coerenza dei cd/dvd in fase d’ installazione….Secondo me fanno bene, anzi aumenterei la distro rendendola più completa, il primo che mi viene in mente è gimp servirebbe un programma serio di fotoritocco installato di default, e come secondo programma Inkscape per creare depliant e non solo :)))

    • anche perchè alla fine ti girano gli zebedei se usi un CD/DVD non riscrivibile e ti viene corrotto il disco.

No more articles