Dopo aver presentato (sopratutto grazie a FaustoCrunchBang e Zenix Os oggi vi presento un’altra Distribuzione Linux minimale, ArchBang.
ArchBang è una Distribuzione Linux basata su Arch Linux il quale presenta come ambiente desktop Openbox con molte applicazioni preinstallate dedicate ad avere in sistema operativo leggero, le quali  richiedano  pochissime risorse, ma allo stesso tempo lo rendono completo.

Il risultato di tutto questo?

Un’ambiente desktop perfettamente veloce tutto questo grazie all’accoppiata Openbox e  Tint2, un file maneger PCManFM che non ha niente da invidiare ai “blasonatiDolphin e Nautilus e completo di codec multimediali pronto quindi a leggere qualsiasi file audio e video presenti nel nostro pc o da supporti esterni.

Si presenta in un CD Live/installabile e viene proposto sia per architetture 32 che 64 bit, velocissimo anche da livecd offre già presenti applicazioni di tutto rispetto come Chromium (completo di plufin flash player) come Browser e Transmission per scaricare Torrent. Presenti anche molte altre applicazioni come per esempio Gimp per la grafica, Gnome Mplayer per la multimedialità, Abword per realizzare documenti e molte altre.

 Il “buono” di  ArchBang è che richiede pochissime risorse una volta installato per avviarlo sarà richiesto solo 60mb di Ram una vera manna dal cielo per pc con poca Ram. Utilizzandolo con un Chromium visualizzando un video su Youtube, insieme a Gimp e un video con Gnome Mplayer non si arriva a 200mb di ram richiesti! Inoltre nel desktop avremo già presente Conky il quale oltre ad indicarci le principali informazioni sul nostro Sistema ci indica alcune scorciatoie da tastiera per gestire il nostro ArchBang ancora più rapidamente.

Quello che fa grande ArchBang è proprio esser basato su Arch Linux, con il quale averemo una distribuzione  rolling-release ossia una volta installata non avremo più la necessita di installar una nuova versione ogni 6 o 12 mesi, i pacchetti sono costantemente aggiornati all’ultima versione stabile dispinibile inoltre non necessita di aggiungere alcun repostiry grazie ad AUR ossia i repository creato dalla comunità Arch Linux avremo a disposizione la bellezza di oltre 30000 pacchetti. 

L’installazione è un po il dilemma sopratutto per nuovi utenti arrivati a Linux da poco. Difatti, come per Arch Linux, avremo un’installazione a riga di comando (molto semplificata per ArchBang) comunque non semplicista. Ma per fortuna è disponibile una fantastica guida realizzata dall’amico Giorgio Beltrammi (che ringrazio e congratulo per la realizzazione) la quale ci indica tutti i passi per installare al meglio ArchBang. La guida per installare ArchBang è disponibile in questa pagina.

  • Attix

    Ottimo.Mi e’ venuta voglia di provarla sul mio vecchio pc.

    • fammi sapere come va se hai 128 o 256mb di ram sono sufficienti
      oggi mi arriva un pc pentium 200mz con 128mb di ram
      domattina provo ad installarlo dovrebbe andare a meraviglia!

  • Bubz

    Nooooooooooooooooo, non ho voglia di cambiare ancora!!! Archbang o Crunchbang?

  • Antonio G. Perrotti

    scaricato, masterizzato e avviato. ha attivato il wifi senza battere ciglio dal cd live, sto scrivendo da lì. ora mi faccio un bel backup del mio lucid con remastersys e mi studio meglio l’intallazione. ma è eccezzionale, nessun problema neanche con la maledetta scheda grafica ati, sembrerebbe. mi sembra meglio di crunchbang, è almeno altrettanto veloce ma lo schermo si comporta meglio, nessuno sfarfallìo e immagini molto definite. e legge tranquillamente musica e video dall’hard disk. fosse “la vorta bòna”… 🙂

    • mi sa che stavolta mi diventi arcere!
      Ottima notizia!!!!
      PS il wifi te lo trova subito perché come vedi è installato wicd!

      • Antonio G. Perrotti

        se trovo qualcosa di simile a pulseaudio-equalizer mi converto definitivamente… gmomemplayer su ubuntu lasciava dei gap evidenti, invece quì è liscio come aqualung, dal cd live, figuriamoci installato. ora mi scervello un po’ con l’installazione e poi ti faccio sapere.

        • mi sa che ti converti dato che puoi installare pulseaudio-equalizer stabile https://aur.archlinux.org/packages.php?ID=48316
          e anche bzr ossia la versione in fase di sviluppo aggiornata https://aur.archlinux.org/packages.php?ID=34859

          • Antonio G. Perrotti

            ho provato ad installarlo, ma c’è qualcosa che non va. ho seguito la guida passo passo, però parla di gparted, che non c’è. ho fatto le partizioni con lucid da usb,  ho riprovato,però non si avvia. forse devo riprovare con lucid già installato e non fargli installare il “suo” grub? adesso che mi hai detto che c’è pure l’equalizzatore mi viene l’ostia.. magari ci sono anche mp3 gain, soundconverter e kid3 o qualcosa di simile? comunque ci voglio riprovare, chi dice che arch è il “vero” linux mi sa che ha ragione.

          • controlla bene si aver installato grub

  • fabiogiu

    Anch’essa grande distribuzione!

  • Niubbo

    Sapete come crittografare la home e montarla automaticamente al login come avviene su Ubuntu? Se riuscissi a fare questo passo per me fondamentale passerei definitviamente ad ArchBang. Per caso vale quanto scritto nel wiki di ArchLinux?
    Grazie.

    • si vale quanto scritto sul wiki di ArchLinux dato che la distro è semplicemente arch (live) con openbox

  • Bubz

    Primo problema. ieri e’ morto il mio noteboo principale e quindi devo usare un netbook collegato ad un monitor esterno. con crunchbang nessun problema mentre con archbang non riesco a configurarlo. ho provato modificando xorg ma non ne vengo a capo. esiste un’applicazione grafica che posso installare per facilitare la cosa?

    • Bubz

      Trovato zarfy e funziona solo che non riesco a mantenere la configurazione al nuovo avvio? Idee?

      • Bubz

        Faccio e disfo da solo. Tolto zarfy e messo piccolo script con xrandr all’avvio e viaaaaaaaaa!!!

        • ora funziona?

          • Bubz

            Si, grazie. Con il comando xrandr gestisci il/i monitor/s con una semplice linea di comando. Ho creato uno script di una sola riga di comando e fatto avviare durante il boot: mi spegne il monitor del netbook e setta la risoluzione ottimale sul monitor esterno. 

          • ottimo
            come va la nuova arch fast?

          • Bubz

            Allora: dopo la batosta della morte (si è dissaldata la GPU) del notebook principale (era una scheggia con crunchbang) devo dire che con archbang anche il netbook pare andare veloce e sono più sollevato. Sto giochicciandoci, però trovo alcune cose un po’ ostiche: abbastanza difficile la gestione pacchetti perchè se voglio installare/disinstallare qualcosa non si capisce molto la parte delle dipendenze (sarebbe meglio un’interfaccia grafica): ieri ho provato ad installare Thunderbird e mancava “un sacco di roba” che ho dovuto installare manualmente. Poi non capisco perchè alcune volte mi si chiudono le pagine…? Boh?

          • questo è il buono (o peggio per alcuni utenti) di Arch installare solo i pacchetti che vuoi niente più!

      • puoi bloccare xorg una volta configurato cosi al riavvio non si ripristina
        vai sulla cartella dove hai xorg.conf e da terminale in root dai

        chattr +i xorg-conf

        se cuoi sbloccarlo in futuro dai

        chattr -i xorg-conf

  • Antonio G. Perrotti

    sono riuscito ad installarlo, tutto a posto, ma c’è un “piccolo” problema: la tastiera resta americana… il file di configurazione è corretto, all’avvio dice “keymap-it”, ma poi non è configurata.  possibile che una distro che funziona così bene debba cascare su una cosa del genere? in rete ho trovato diverse possibili soluzioni, ma con la tastiera non configurata è impossibile usare il terminale. cito nuovamente il buon Mosconi: se non bestemmio, varda… 🙁

    • non ti preoccupare è molto semplice da risolvere:
      avvia il terminale e dai
      nano /etc/locale.gen

      e togli # in
      it_IT.UTF-8 UTF-8
      it_IT ISO-8859-1
      it_IT@euro ISO-8859-15
      salva con ctrl+x e conferma
      riavvia ed ecco la tastiera in italiano

    • inoltre se ti da ancora la tastiera in inglese da terminale dai
      nano /etc/X11/xorg.conf.d/10-evdev.conf
      e aggiungi prima di EndSection (dovrebbe essere l’ultima riga)

      Option “XkbLayout” “it”

      e salva con ctrl+x e conferma
      riavvia ed ecco la tastiera in italiano
      mi ero dimenticato che anche sul mio xfce mi era capitato!
      non mollare che sei quasi diventato arcere

      • Antonio G. Perrotti

        yeah… ora SI-PUO’-FARE…

    • ti ho mandato per email una mini guida per arch

  • PerryGi

    ECCEZIONALE!!!
    Sul muletto, P4 con 1 GB RAM, i video da YouTube a 720 p lisci da paura, mai successo prima con nessuna distro, vista la scheda grafica scarsa.

    • benvenuto in arch!!!!

      la sto installando su un p1 con 128mb di ram
      in teoria dovrei vedere anche i video da youtube (non in hd naturalmente)

      • PerryGi

        Stesso problema del Perrotti per la tastiera, risolto con la modifica al xorg.conf.d/10-evdev.conf .
        Grazie per la dritta.

  • Ivan De Felice

    Ho provato ad istallarla…ma vorrei solo 3 chiarimenti ….1 (qual’è la migliore delle 3 versioni lith hai presentato)

    2 con che tasto setti l’orario
    3 ma per metterla in italiano??? si puo???

    • 1- non ci sono distribuzioni migliori o peggiori tutte e 3 sono ottime solo che 2 sono su debian archbacg invece è arch con openbox
      la differenza sta “sotto il cofano” ossia debian è più semplice da gestire però non ti da applicazioni sempre aggiornate come arch, debian ha molti repository qui ne hai 2 quelli ufficiali e aur.
      2- per settare l’orario nano /etc/rc.conf e controlli se è inserito

      HARDWARECLOCK=”localtime”
      TIMEZONE=”Europe/Rome”

      salva e provi a vedere se è corretto
      in alternativa dai fa terminale
      pacman -Sy ntp & ntpdate time.ien.it

      3- in italiano dovresti già averla se hai settato correttamente locale.gen
      avvia il terminale e dai

      nano /etc/locale.gen

      e togli # in
      it_IT.UTF-8 UTF-8
      it_IT ISO-8859-1
      it_IT@euro ISO-8859-15
      salva con ctrl+x e conferma e riavvia

  • una curiosita [scrivo da archbang live e non conosco la tastiera inglese xD]… ho provato ad usare alsaconf ma non trova la mia scheda audio… come fare? grazie =) 

    • ti viene riconosciuta o no
      controlla su rc.conf da terminale dai
      nano /etc/rc.conf

      in DAEMONS (l’ultima riga) controlla se c’è alsa se non c’è aggiungila salva e riavvia

  • Antonio G. Perrotti

    ok. ora l’ho installato, orologio regolato, va tranquillo in dual boot con ubuntu ( dopo un po’ di bestemmie dovute al fatto che mi dimenticavo di dare sudo update-grub da ubuntu… è la vecchiaia). però ho scaricato firefox, me lo dà per installato ma non parte. e pulseaudio equalizer lo trova, lo scarica, ma vengono fuori dei conflitti, se non ho capito male. comunque non ho fretta, ora che ho trovato il modo di farlo convivere pacificamente con ubuntu. aspetto dritte…

    • per pulseaudio equalizer non ti preoccupare che ti preparo il pacchetto io cosi lo installi con un semplice pacman -U pacchetto
      per firefox mi sembra strano che non si avvia
      prova da terminale a dare firefox-bin e vedi cosa ti risponde

  • Robygo1958

    Scaricato e installato tutto bene. Riavvio 
    1 pacman -Syu non va bisogna togliere wicd ok cerca e ricerca  
    2 pacman -Syu >aufs2: requires kernel26<2.6.38 cerca e ricerca <sudo pacman -R aufs2
    e finalmente dopo due ore si aggiorna
    3 Rienstallato wicd, ma non posso configurare wireless sparito tutto.

    • Robygo1958

      Cioè volevo dire: come è possibile che facciano uscire una distro che già al primo riavvio
      ha questi problemi ( io non so a te, ma ci sono molti post riguardo queste problematiche)
      Aspetta, testala per bene prima, provala altrimenti uno che cerca di avvicinarsi a linux si sente veramente TAFAZZI
      Scusa lo sfogo, ma mi ha veramente diciamo  …amareggiato.
      Ciao e complimenti per il blog

      • arch non è indicata per nuovi utenti anche se conosco alcuni utenti che arrivano da linux in 15 giorni di smanettamenti e usano arch e non la cambierebbero per nessun’altra distribuzione. il problema è se si vuole una distribuzione bella pronta in mezzora però realizzata non come voglio io oppure perdere ore per installarla e configurarla però avere una distro ad hoc come voglio

    • Fermih

      ho il tuo stesso problema qualcuno è riuscito a risolverlo?
      wicd è installato ma non riesco ne ad avviarlo ne a connettermi ed è sparito dalle icone tray…

No more articles