Salve. Vi voglio descrivere la mia soluzione personale per l’ascolto dei files musicali su Ubuntu.

Aqualung

Di solito la maggioranza degli utenti usa players «stile iTunes» come Rhythmbox, Banshee, Exaile e simili. Io ho usato per un bel po’ Audacious, che non è per niente male, perché ho una collezione musicale fatta di album completi organizzati in cartelle e li ascolto come tali, visto che un album ha sempre una sua logica, la successione dei brani non è mai casuale e mi piace rispettare la scelta di chi l’album l’ha prodotto.

Unico problema: i «gaps» fra un brano e l’altro, gli spazi di silenzio che trovo molto fastidiosi, specialmente negli album dal vivo.

Dopo mesi di prove, ho scoperto Aqualung, ed è stata una piacevole sorpresa.

E’ l’unico player veramente «gapless», fra un brano e l’altro il passaggio è istantaneo, e la qualità di riproduzione è veramente superiore, naturalmente se usate casse da pc di bassa qualità non lo noterete, io ho delle Bose che valgono abbondantemente il centone che ho speso.

Aqualung

Altra caratteristica che apprezzo molto, è la possibilità di trascinare più cartelle nella finestra principale del player e far partire la riproduzione dalla prima, vengono riprodotte in ordine (se i tags sono corretti, naturalmente) e sempre senza nessun «vuoto» fra un brano e l’altro.

Se cliccate col destro sulla finestra, apparirà un dialogo. Cliccate su «impostazioni». Se lo usate su un pc discretamente potente, cliccate su «dsp» e scegliete (su «Sample Rate Converter Type») «Best Sync Interpolator» per ottenere la massima qualità, con un consumo di risorse altino ma non eccessivo.

Se notate dei «salti» durante la riproduzione, tornate su «impostazioni-dsp-sample rate converter type» e provate le altre opzioni fino a trovare quella che non affatica troppo il vostro pc.

Non ha un equalizzatore installato di default (forse esiste un plugin, ma non l’ho cercato), ma per questo basta installare l’ottimo PulseAudio Equalizer.

Ubuntu

Fra l’altro, potrete usarlo anche per i video, indipendentemente dal player che usate, impostando un altro preset che potrete salvare separatamente.

Per Maverick e Natty basta dare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:nilarimogard/webupd8
sudo apt-get update
sudo apt-get install pulseaudio-equalizer

Per Lucid bisogna scaricare il pacchetto pulseaudio-equalizer 2.7.0.2-2 da questo link (funziona sia con 32 che 64bit) installarlo con gdebi. Scaricherà automaticamente delle dipendenze che aggiorneranno PulseAudio.

Per gli mp3 la regola generale è tagliare un po’ le frequenze intorno ai 3.5 khz e regolare il resto secondo i gusti personali e le caratteristiche delle casse/cuffie che si hanno.

Con le casse di piccole dimensioni non spingete troppo i bassi o otterrete delle «pernacchie» o direttamente la rottura degli altoparlanti. Occhio…

Concludo dicendo che Aqualung ha molte altre funzioni (gestione playlists, radio, estrazione cd) che personalmente non uso, se vi servono smanettate un po’ con «impostazioni», io vi ho descritto l’uso che ne faccio io personalmente.

Ubuntu

Un’ultima considerazione: provate a riprendere la buona abitudine che abbiamo noi «vecchi» di ascoltare gli album interi e non solo i singoli brani o compilations più o meno casuali, il gusto dell’ascolto ci guadagna non poco.

Ciao e grazie a Roberto per l’ottimo blog.

  • GianLuigi

    molto interessante
    non lo mai testato e sono sempre alla ricerca di in player light e pratico e sembra che stavolta ci siamo!
    la posso installare anche su mint?

    • Antonio G. Perrotti

      sì, se hai mint 10 o 11 procedi come per maverick e natty, se hai mint 9 come per lucid.

  • Tenaka

    io uso clementine ed è tutto in un unico player.
    la gestione della libreria musicale è ottima.

    • Antonio G. Perrotti

      lo so, ma io non uso la libreria musicale, preferisco usare le singole cartelle/album trascinandole una per volta o in sequenza. e poi c’è il fatto della riproduzione “gapless”. comunque sono preferenze personali.

  • Bex

    Ottima segnalazione, non avevo mai provato questo player perchè da quando ho scoperto Audacious qualche anno fa non l’ho più lasciato ( a parte un breve periodo con Qmmp)
    Una delle caratteristiche che adoro di Audacious è il plugin “extra-stereo” presente anche in mplayer, volevo sapere se è presente anche in  Aqualung in quanto per me è indispensabile (motivo per cui mi piace Minitunes ma non lo amo troppo per come suona…)

    P.S. Anche io sono un utente che ascolta gli album “alla vecchia maniera”!!! 

    • Antonio G. Perrotti

      forse c’è qualcosa come plugin, io non li ho cercati perchè ho delle buone casse e l’extra stereo non mi serve, e per l’equalizzatore ho risolto come ho spiegato. comunque provalo, vedrai che se hai orecchio sentirai la differenza.

      • Bex

        stasera lo provo, sembra davvero promettente..
        a  me serve quel plugin perchè le casse del portatile sono quello che sono e nel mio caso la differenza è davvero netta…

        • Antonio G. Perrotti

          se usi gli speakers interni del laptop temo che non sentirai la differenza. comunque se usi anche cuffie o auricolari di buona qualità niente ti impedisce di tenerli entrambi e alternarli. audacious è il mio secondo in classifica, in ogni caso, anche se un pochino di “vuoto” fra le tracce si sente. pulseaudio equalizer offre la possibilità di salvare diversi preset personalizzati, cosa che mi pare che non si possa fare con audacious. p.s. mi fa piacere che ci siano utenti che ascoltano gli album “alla vecchia maniera” 🙂 come dice s. lukather, per molti “giovani” la musica è diventata un sottofondo senza importanza, è una cosa molto triste.

          • Bex

            Sono un ragazzo di 25 anni cresciuto con le musicassette, poi i cd ed infine gli mp3 ma nonostante sia cambiato il formato dove salvo la mia musica preferita non cambiano le canzoni,il gusto e il modo di godermela…purtroppo ciò che hai detto della musica è tristemente vero ed è solo lo specchio della nostra società attuale, fredda, distaccata e superficiale…

          • Antonio G. Perrotti

            io sono un ragazzo di 46 anni 🙂 che viene dal vinile e che oltre ad essere un musicista ha lavorato anni come fonico. in studio ho fatto in tempo a conoscere le “pizze” di nastro magnetico multitraccia. se avessi i mezzi metterei su uno studio interamente analogico, probabilmente sarebbe abbastanza richiesto. ma i multitraccia analogici e relativi mixer e attrezzature assortite costano una pazzia, ormai (chiedo scusa a roberto per l’off-topic, ma è il mio “ramo”..). buon ascolto… 🙂

          • nessuna scusa scherzi è bello conoscer gente con esperienze varie
            il blog è fatto anche questo per conoscere e condividere le nostre esperienze

No more articles