Linux

Nella nostra Distribuzione troviamo già presenti di default alcuni font, inoltre possiamo aggiungerne tutti quelli che vogliamo utilizzando le applicazioni dedicate oppure semplicemente salvandoli nella cartella /usr/share/fonts o ~/.fonts/.
Inoltre se vogliamo migliorare la visualizzazione di alcuni siti è consigliabile aggiungere alla nostra Distribuzione i famigerati font Microsoft Windows (ttf-mscorefont).
Molto spesso può capitare che con il nostro Browser Google Chrome, Firefox ecc i font risultino sbiaditi, opachi e difficili da leggere.

Come risolvere questo problema?

Per risolvere questo problema ci affideremo al file fonts.conf contenuto nella nostra Home, con il quale andremo ad attivarne il Subpixel rendering.

Il Subpixel rendering è un  un modo per aumentare la leggibilità dei testi nei monitor lcd. In poche parole una funzione molto simile a ClearType per Windows.

Ecco come procedere:

Linux

La guida la possiamo utilizzare su qualsiasi Distribuzione Linux, personalmente lo testata su Fedora 15 Gnome, Arch Linux con Gnome 3 e Kde e Paldo Linux con risultati eccellenti.

Per prima cosa facciamo un backup del file.conf della nostra Distribuzione per farlo avviamo il terminale e digitiamo:

cd
mv ~/.fonts.conf ~/.fonts.conf.bak

se ci risulta errore non preoccupatevi vuol dire che non abbiamo alcun .fonts.conf

a questo punto aggiungiamo il file.conf con attivato il subpixel rendering per farlo basta semplicemente avviare il terminale e digitare:

cd
wget http://dl.dropbox.com/u/964512/lffl/.fonts.conf

ora è già attivato, provate per esempio a riavviare il Browser e noterete la differenza. I caratteri sono più definiti e ben leggibili.

Al riavvio noterete maggiormente la differenza.

Se volete ripristinare come da default, basta semplicemente avviare il terminale e digitare:

cd
mv ~/.fonts.conf.bak ~/.fonts.conf

se vi da errore di file .fonts.conf.bak inesistente basta dare da terminale:

rm ~/.fonts.conf

e riavviare.

Ringrazio fasterindesign fonte a realizzatore del font.conf

In caso di problemi o maggiori informazioni non esitate a segnalarcelo commentando questo articolo

No more articles