Krita

Per i patiti del fotoritocco sicuramente Gimp è una delle migliori applicazioni disponibili, lo possiamo utilizzare su qualsiasi ambiente desktop e sopratutto è molto leggero e semplice da utilizzare. Se utilizziamo KDE come ambiente desktop (per esempio utilizziamo Kubuntu) possiamo installare una valida alternativa a Gimp, ossia Krita.

Krita è un’applicazione specifica che KDE che fa parte della suite Calligra (ex KOffice) anche se possiamo installarlo separatamente senza installare l’intera suite.
Nato come applicazione per il disegno e la pittura digitale nel corso degli anni ha integrato molte funzioni utili per il fotoritocco.

Dotato di un’interfaccia grafica pulita e lineare ( molti utenti indicano migliore di quella di Gimp), aggiunge gli strumenti già noti a chiunque abbia confidenza con il settore del fotoritocco, come ad esempio i filtri.

Krita offre la gestione di CMYK, L*a*b e molti altri modelli di colore, con una densità di colore che va da 8 a 32 bit ed anche immagini OpenEXR HDR. Altra particolarità di Krita è la presenza di molti tool  per creare forme vettoriali, pennelli, prospettiva (anche modificabile tramite un griglia).
Possiamo gestisce le immagini tramite layer, anche in fase di aggiustamento di colori e livelli e possiamo espandere la nostra applicazione integrando plug-in.

Krita

Dopo aver testato Krita sono rimasto impressionato dall’interfaccia pulita, completamente personalizzabile.

Speriamo che con l’arrivo di Calligra venga maggiormente sviluppato magari realizzando molti più plugin e migliorando alcune gestioni dei filtri.

Home Krita

No more articles