A chi di voi ha installato Gnome 3 e la sua shell, sarà certamente capitato causa riflesso condizionato, di tentare di eliminare un file utilizzanto il tasto Canc della tastiera senza però riuscire nel proprio intento, passando così gioco forza, all’utilizzo del tasto destro del mouse. Non preoccupatevi, non è rotta la tastiera, provate ad utilizzarlo in combinazione con Ctrl e vedrete che riuscitrete ad eliminare il vostro file come sempre.
Anche se garantisce una maggior sicurezza nella eliminazione accidentale di un file, trovo questa funzionalità scomoda, pertanto oggi voglio spiegarvi come ripristinare il normale utilizzo del tasto Canc.

Premiamo la combinazione di tasti Alt+F2, nella finestra che compare digitiamo dconf-editor e diamo invio (nel caso dconf non sia installato avviate una finestra di terminale ed inserite il seguente comando: sudo apt-get install dconf-tools). A sinistra, apriamo l’albero org, successivamente gnome, desktop e posizioniamoci su interface, a destra spuntiamo la voce can-change-accels. Lasciamo aperto dconf-editor ed apriamo una cartella a nostro piacimento, selezioniamo un file oppure una cartella al suo interno, fatto questo, nella barra menù della finestra selezioniamo Modifica, posizioniamoci con il puntatore del mouse su Sposta nel cestino (senza cliccare) e clicchiamo invece il tasto Canc sulla tastiera un paio di volte fino a quando al posto della dicitura Ctrl-Canc vedremo comparire Canc così come si può osservare nell’immagine sopra. Ora non ci resta che tornare al programma dconf-editor e deselezionare la voce can-change-accels abilitata precedentemente, chiudere, terminare la sessione e rientrare.

Ricordate che una combinazione di più tasti, su un telefono cellulare evita ad esempio che parta una telefonata al vostro partner mentre avete una situation ma non esattamente con lui o lei, qui la combinazione tasti evita che accidentalmente parta un file. Ora sta a voi decidere se togliere la combinazione tasti che vi può salvare, dal vostro cellulare, dal vosto pc o da entrambi.

No more articles