Chi di noi non ha mai scaricato o utilizzato, per esempio come sfondo per il cellulare, una Gif animata. Per chi non lo sapesse una Gif Animata è un’immagine che contiene una serie di immagini, che quando vengono aperte scorrono emulando un´animazione.
Per creare una Gif Animata possiamo utilizzare software come Gimp, oppure programmi specifici come per esempio GiftedMotion oppure applicazioni online.
Ma se non vogliamo installare software o applicazioni online possiamo utilizzare il nostro amato terminale grazie a ImageMagick


Ma che cos’ è ImageMagick?

ImageMagick è una suite di utility di linea di comando per la creazione, modifica di immagini. Possiamo utilizzarla per convertire tra differenti formati di immagine (ne supporta oltre 100), oppure possiamo applicare le più comuni trasformazioni (traslazione, riflessione, rotazione, ecc.), può essere usata per regolare i colori delle immagini, per applicare vari effetti speciali o anche per disegnare testo, linee, poligoni, ellissi o curve di Bézier.

Oggi vedremo come creare una Gif Animata da Terminale grazie a ImageMagick.

Per prima cosa installiamo ImageMagick nella nostra Distribuzione per farlo basta semplicemente digitare da terminale

sudo apt-get install imagemagick

a questo punto basta recarci nella cartella contenente le immagini con cui creare la nostra Gif Animata a avviamo il terminale (per farlo su utilizziamo Ubuntu è consigliabile aver installato nautilus-open-terminal se utilizziamo Kde con Dolphin basta premere F4) e digitare il comando

convert   -delay 100   -loop 100  immagine1.jpg immagine2.jpg  immagine3.jpg gifanimata.gif

dove al posto di immagine1/2/3.jpeg indicheremo le immagini con le quali vogliamo creare la nostra Gif Animata e al termine digitiamo il nome da dare all’animazione completa di estensione .gif. su delay e loop daremo i tempi per la transizione da un’immagine all’altra e il tempo al termine del ciclo per riavviarlo.

 Creare una Gif Animata da Terminale
A questo punto averemo la nostra Gif Animata creata con il nostro Terminale
No more articles