L’attività di backup è un aspetto fondamentale della gestione di un computer: in caso di guasti o manomissioni, il backup consente infatti di recuperare i dati dell’utente o degli utenti che utilizzano la postazione; in caso di server o di database, questo recupero può essere essenziale per il lavoro di molte persone.
Mediante il backup è possibile creare un duplicato di tutti i dati presenti sul disco rigido e successivamente archiviarli in un altro supporto di memorizzazione, ad esempio un disco rigido o un nastro, con protezione delle copie attraverso password e crittografia.

Un backup completo è quello in cui si copiano tutti quanti i file che si devono proteggere. Se avvenisse un guasto immediatamente dopo uno di questi backup, basterebbe prendere l’ultimo archivio e ricopiarne tutto il contenuto su disco. Queste copie complete sono assai semplici da gestire, ma richiedono parecchio tempo e spazio su disco, perché ogni volta si ricopiano tutti i file già presenti nel backup precedente, anche se soltanto uno (o nessuno…) è cambiato nel frattempo. All’estremo opposto, rispetto ai backup completi, troviamo quelli parziali incrementali. In questo secondo scenario, ogni archivio contiene soltanto i file creati o modificati dopo il backup precedente. Questo approccio è quello che garantisce la massima velocità e il minimo consumo di spazio. In mio consiglio è fare un backup completo ogni settimana, per esempio la domenica, e uno incrementale alle 11 di sera tutti gli altri giorni. In questo modo in caso di perdita di dati basta recuperare l’ultimo backup completo e tutti quelli incrementali a esso successivi.

Su Ubuntu quale applicazione scegliere per effettuare un Backup dei nostri Dati?

Ne abbiamo scelte per voi ben  10 eccole…

1. Grsync

Grsync è un’applicazione specifica per la sincronizzazione di cartelle e file. L’applicazione utilizza l’interfaccia grafica per rsync, pur non implementando tutte le opzioni di rsync, permette comunque un rapido e facile uso per la semplice sincronizzazione di cartelle e file.

2. FlyBack

FlyBack, come molti altre utility di backup basate su rsync, crea dei backup  incrementali di file che possono essere recuperati in una data successiva. FlyBack presenta una visione cronologica del file system, permettendo a singoli file o intere directory di essere visualizzate o recuperate.

3. Sbackup

Sbackup (Simple Backup Suite), un’applicazione capace di eseguire backup di qualsiasi selezione di file e cartelle. Consente di effettuare salvataggi su supporti fisici e remoti, inoltre è concepita per integrarsi perfettamente con GNOME.  

4. LuckyBackup

LuckyBackup è un’applicazione con il quale possiamo creare backup/ripristino o sincronizzare file/cartelle nella nostra Distribuzione. Il vantaggio rispetto ad altri software per il backup è (oltre che dalla sua semplice interfaccia) la sua capacità di mantenere i nostri dati al sicuro attraverso un sistema nominato rsync.

5. NSsbackup – Not So Simple Backup Suite

NSsbackupNot So Simple Backup suite  è un’utility che permette di eseguire il backup di una o più cartelle in modo da avere sempre una copia di sicurezza dei dati importanti. L’applicazione è estremamente semplice da utilizzare e dispone di un’interfaccia intuitiva.

6. Areca Backup

Areca Backup è una semplice applicazione che permette di fare backup di files in locale o in rete. L’avvio del lavoro prevede la “pianificazione” di un’attività di backup. I dati da inserire possono essere essenziali o forniti in modo più completo, in dipendenza delle modalità con cui si intende eseguire la copia.

7. Deja Dup

Deja Dup è un’ottima applicazione per la realizzazione di copie di backup dei propri file e delle impostazioni di sistema, adatto ad un utilizzo in ambienti desktop GNOME ma adattabile ad ogni esigenza, e dotato anche di una funzione di ripristino dei file. Tra le principali caratteristiche troviamo la possibilità di selezionare la collocazione del backup, inviabile in maniera automatica al proprio account Amazon S3, ad un server remoto tramite il protocollo SSH o semplicemente collocabile in una qualsiasi cartella del proprio disco fisso.

8. Bakman – Backup Manager

Bakman – Backup Manager è un semplice e completo sistema di backup scritto in python. L’applicazione è semplicissima da utilizzare. Una volta avviata (andando su applicazioni -> strumenti di sistema -> Backup Manager) basta aggiungere le cartelle da creare il backup e la destinazione, scegliere il tipo di baskup e la compressione e cliccare su Backup

9. KBackup

KBackup è un’ applicazione che consente di eseguire il backup di qualunque file o directory.Utilizza un albero di directory per selezionare i file e cartelle da  eseguire il backup, il tutto molte facile e comprensibile da chiunque utilizza l’applicazione. Permette di salvare le impostazioni nel cosiddetto “profilo” dei file, il profilo è un semplice testo contenente le definizioni per le directory dei file di essere inclusi o esclusi dal processo di backup.

10. Back in Time

Back In Time è un semplice software (simile a TimeVault) che permette di creare backup, comprimere i file, codificarli ed eseguire il restore in maniera facile e veloce. Grazie a questo software l’utente può creare delle copie di sicurezza dei dati personali in modo da poterli ripristinare in caso di necessità.

Personalmente non esiste la migliore applicazione, ma quella giusta che fa al caso nostro, il mio consiglio è di controllare le principali caratteristiche, provarne più di una e poi scegliere quella che secondo noi è la migliore.

Se avete richieste, domande o se conoscete altre applicazioni non presenti in queste 10 non esitate a segnalarlo….

No more articles