Dkopp è un’ applicazione per copiare o creare back-up dei nostri file su Dvd. Possiamo utilizzare la modalità incrementale che ci consente di aggiungere file fino a completare la capacità del Dvd. Una grafica viene utilizzata per navigare attraverso le directory per selezionare o de-selezionare i file o directory a qualsiasi livello. I file possono essere ripristinati per la stessa o un’altra posizione sul disco. Se abbiamo da creare Backup id dimensioni maggiori della capacità del Dvd possiamo creare un Backup su più supporti.

Ecco le novità della nuova versione 5.3 tratte dal sito del produttore:

Dkopp was tested with Blue-Ray media, recordable (BD-R) and re-writeable (BD-RE). It works without modification (i.e. growisofs works). The menus and docs were revised to indicate that BD as well as DVD media can be used.
Setting the DVD/BD mount point was removed from backup job edit and restore job edit. This is now done only in the dialog to select the DVD/BD drive and override the default mount point.

Per installarlo su K|X|Ubuntu basta scaricare il file .deb dal link posto sotto cliccarci sopra e confermare oppure aprire il terminale recarsi dentro la cartella e scrivere:

sudo dpkg -i *.deb

e poi

sudo apt-get install -f

confermiamo e alla fine avremo il nostro dkopp installato.

Per installarlo su Fedora, Mandriva e openSUSE basta scaricare il file .rpm dal link posto sotto cliccarci sopra e confermare oppure aprire il terminale e scrivere:

rpm -ivh *.rpm

e confermare al termine avremo il nostro dkopp installato.

Per maggiori informazioni consiglio di consultare il sito del produttore accessibile direttamente dal link posto qui sotto.

home
download dkopp-5.3-32.deb
download dkopp-5.3-64.deb
download dkopp-5.3-32.rpm
download dkopp-5.3-64.rpm
download dkopp-5.3.tar.gz

  • Anonimo

    L'idea è buona. Parlando per esperienza diretta il vero problema di questi supporti casalinghi è che hanno una vita limitata: spesso un CD o un DVD fatto in casa non si riesce più a leggere passato pochissimo tempo. Un supporto magnetico invece, in confronto, si riesce a leggere anche a distanza di più di 10 anni (vedi gli arcaici FD).

    Percui, l'unica sicurezza oggi è fare backup molto spesso…

No more articles