Uno delle funzionalità più attese dagli utenti Ubuntu è sicuramente Convergence, profilo software che consente di passare dalla modalità “mobile” di un tablet o uno smartphone alla modalità Desktop semplicemente collegando il dispositivo stesso ad un monitor.

Il nuovo tablet di Ubuntu, l’Aquaris M10, dovrebbe essere finalmente in grado di offrire tale funzionalità in maniera stabile e pienamente operativa.

Il tablet è caratterizzato dalle seguenti specifiche tecniche:

  • Display da 10.1 pollici di diagonale con risoluzione 1280 x 720 pixel;
  • 2 GB di RAM;
  • processore Mediatek con clock a 1.5 GHz;
  • uscita HDMI;
  • Ubuntu con Convergence.

Nonostante l’hardware non sia all’ultimo grido e le prestazioni non possono essere comparate con un notebook o un fisso di medio livello, l’Aquaris M10 realizzato dalla spagnola BQ è il primo tablet al mondo ad essere caratterizzato, come già detto, da Convergence.

Il parco applicazioni in modalità tablet non è sicuramente ampio come la controparte iOS o Android ma Canonical spera di sopperire a questa mancanza garantendo delle “scopes” perfettamente funzionanti e complete per le attività principali come messaggistica, browsing, editing di documenti ecc.

Una volta collegato il dispositivo ad un monitor, invece, sarà possibile sfruttare tutte le potenzialità, hardware permettendo, di un normale installazione di Ubuntu per Desktop.

L’azienda ha dichiarato che la competizione con Microsoft e il suo Continuum implementato su Windows 10 non desta preoccupazioni poichè il lavoro svolto fino ad ora ha dato i risultati sperati in termini di efficienza.

Non ci resta che attendere la commercializzazione per valutare quanto la soluzione realizzata da Canonical sia effettivamente funzionale. Che ne pensate?

[VIA]

Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin 1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt
No more articles