domains for less than $1
I developer Canonical hanno rilasciato alcune immagini del nuovo installer di Ubuntu.

Ubuntu Nuovo Installer
In questi anni Canonical ha lavorato molto per facilitare l’installazione e configurazione di Ubuntu sviluppando ad esempio l’installer Ubiquity. Ubiquity ci consente di installare facilmente Ubuntu (o una derivata) sul nostro pc grazie ad un’interfaccia grafica molto semplice ed intuitiva che sarà presto rivisitata. Canonical ha recentemente rilasciato alcune immagini riguardanti la nuova interfaccia grafica di Ubiquity che fornirà una migliore integrazione con il look del nuovo Unity 8 oltre ad essere disponibile sia per la versione desktop che mobile.

La nuova GUI di Ubiquity consentirà di poter configurare facilmente Ubuntu come ad esempio la connessione internet, look screen ecc (come da immagine in basso).

Ubuntu Nuovo Installer

Attualmente non si conosce la data prevista per il rilascio della nuova interfaccia grafica di Ubiquity, versione che potrebbe approdare in Ubuntu Desktop Next 16.04 LTS o nelle versioni successive.

Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin 1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt
  • Torno Nel Mio Limbo

    Se ne può dire di cotte e di crude su Mark o Canonical però sta creando un bell’ aggeggino.

    • noname

      Perchè puoi usare Office quando c’è la piena alternativa? Ma che senso ha per chi usa Linux usare Office, proprio non lo capirò mai… avendo LibreOffice che è pienamente compatibile

      • Salvatore Colombo

        da utente LibreOffice, posso assicurarti che non è pienamente compatibile. E’ stato fatto moltissimo in questo senso e francamente mi trovo talmente bene con LibreOffice che non lo cambierei nemmeno se mi regalassero MS Office a tonnellate.

        Tuttavia non sono identici, non sono intercambiabili (nel bene e nel male) e per moltissimi utenti ci sono caratteristiche di MS Office irrinunciabili. Possiamo discutere per ore sulla validità di queste differenze o se davvero sono insuperabili, ma di fatto ci sono.

      • Torno Nel Mio Limbo

        Da privato magari hai ragione ma per un’ azienda magari il discorso cambia.
        ”Troppi magari in questa frase” :p

      • Fabio Da Ronta

        No, non è pienamente compatibile. I formati Doc sono chiusi, e le macro sono un mistero Microsoft. Spesso e volentieri le macro non sono compatibili tra versione di Word affini, pensa te con OO o LO. E per macro intendo generazione automatica di indice, inserimento di metadati che poi riappaiono nelle intestature e apici a piè di pagina, oppure inserire oggetti visio

      • reft32

        Non è pienamente compatibile.

  • iClaud

    Devo dire che sono molto bravi col marketing. Per poter mantenere viva l’attenzione sul progetto rivelano queste chicche durante i giorni seguenti, e in un solo giorno in cui poteva fare il BOOM di attenzione e poi spegnersi.

  • gregoryhouse

    Apriti cielo!!! OFFICE SU UBUNTU!

    Dove abbiamo messo i fucili anti-open?

    Cancellate immediatamente Ubuntu dalla faccia della terra!

    Questi stanno distruggendo l’Open.

    Per tutti i paladini dell’Open “estremo”:

    Per favore non postate altre cavolate, condividete questo pensiero risparmiate tasti e mouse e mettete un 1 di approvazione.

    • noname

      NO, sono i dementi come te che distruggono l’Open

      • Simone Dedo

        Scherzi? Magari ci fossero più persone come Gregory che spendono fior di quattrini per un computer per installarci Linux Mint

        • gregoryhouse

          Fior di quattrini? Ma io a fine anno scarico tutto e mi ritornano con gli interessi lo sai? Esco nullatenente ma con Il ferrarino fuori casa perché scarico tutto dalle tasse!

          • Simone Dedo

            Premesso che la mia non era una critica, parlavo seriamente. Quello che fai a me non interessa, ma sei stato tu che hai detto di avere un pc da 1800 euro con sopra Linux Mint e io ho solo detto che mi piacerebbe ce ne fossero di più di persone che ne spendono così tanti di soldi per i computer.

          • gregoryhouse

            Tolto Mint, tengo solo Ubuntu per scelta.

            Ubuntu e Unity tutta la vita

          • Simone Dedo

            Ora capisco perchè ti dà così fastidio quando si parla male di Canonical e i suoi aborti…

            Voglio darti un suggerimento: perchè non provi anche Fedora 19 o openSUSE 13.1? Magari potresti accorgerti che KDE non fa così schifo e te lo dice uno che KDE lo detesta.

          • gregoryhouse

            Si ora li provo, voglio vedere proprio cosa ano più di ubuntu 🙂

          • Simone Dedo

            Fedora non avrà nulla di più e nulla di meno.

            Il fatto è che però Fedora è ottimizzata molto con GNOME e offre sempre ottimi aggiornamenti oltre a introdurre sempre nuove tecnologie di rilascio in rilascio. Mentre openSUSE… vedila con KDE installato 🙂

      • gregoryhouse

        No sono quelli come te che sanno solo sparare a zero senza proporre nulla.

        Io almeno ho fatto risparmiare tasti e mouse ai paladini dell’open, tu hai solo dato fiato alle trombe e basta!

    • angelo busillo

      Bravissimo!!!io ho abbandonato ubuntu da un anno già….

      • Torno Nel Mio Limbo

        Sì ma sul come installare Steam non te lo diciamo lo stesso. 😛
        É na battuta eh! 😛

        • Maudit

          ma infatti non credo che chi usa ubuntu sappia come fare per installare Steam. Ottima battuta.

    • berto

      ma quali applicazioni windows da ubuntu? è solo fuffa commerciale: devi avere una infrastruttura enterprise, quindi redhat o suse che virtualizzano applicazioni microsoft, e dopo noi di canonical ti forniamo un link a tutto il tuo ambaradam .. siamo bravi o no?
      al solito canonical spaccia il nulla cosmico come progetto fatto e finito

    • Fabio Da Ronta

      Canonical è un’azienda, non è una Fondazione. Se non vi piace la politica commerciale che fanno ( Che ritengo legittima, devono sfamare e pagare sviluppatori, con relative famiglie) usate Debian, Arch, Slax, ecc..ecc..

    • reft32

      hahahahahahh XD

    • Simone Dedo

      Vai gregory VAI!!! Sei tutti noi!!!! Ammazzali tutti!!!

  • Maurizio S.

    Più passa il tempo e più mi convinco a passare alla versione testing di Debian. Voi cosa ne pensate?

    • gregoryhouse

      Ottimo.

      Però dopo non venire qui a chiedere come mettere Steam per giocare o per i driver buoni.

      • Maurizio S.

        Non sono interessato ai videogiochi sul PC e avendo una scheda video Intel posso stare tranquillo per un pieno supporto da parte della comunità

      • noname

        Infatti tutti quelli che non usano Ubuntu stanno qui a chiedere quelle cose, vero? O forse è Ubuntu che fa da sanguisuga alla comunità, senza apporto alcuno, per sviluppare (e peggiorare ovviamente) le idee?

        • Torno Nel Mio Limbo

          Visto il tuo messaggio colgo l’ occasione. Le altre realtà che siano comunità o aziende (tralasciando Red Hat & Co.) che rientrano e che dan forma alla comunità Linux, cosa fanno per la stessa comunità Linux, quali sono i progetti ufficiali in sviluppo? Premetto che io non lo so ma per esempio: Debian, Arch Linux, Mint, OpenSuse…e tutte quelle 300 distro (come da report) quali sono i progetti in sviluppo per la comunità Linux?

          • reft32

            già..bella domanda 🙂

          • Enrico Bastelli

            Cose come:
            Kernel
            Driver Open
            Gnome
            Kde
            LibreOffice
            Wayland
            Sviluppo di X


            Oppure pensi che, per esempio, l’audio che senti su Ubuntu, oppure il file manager che usi sempre su Ubuntu (ipotizzando Unity) lo abbia sviluppato Canonical?

          • Dario Grillo

            Opensuse è la distro che supporta maggiormente KDE(vai nel sito di kde, scorri in fondo alla pagina e vedi che logo c’è rappresentato), Debian, beh invia tonnellate di codice di tutti i componenti principali dei sistemi GNU/Linux (kernel,xorg,grub,gnu,firefox), mint è una semplice derivata di ubuntu eppure ha creato cinnamon supporta MATE, due desktop environment che possono essere tranquillamente installati su qualsiasi distro linux a differenza di unity che ha bisogno di mezzo ubuntu per poter essere installato(standard zero eh!)

          • c’è anche google, bluesystems e poi anche red hat che sta portando molti sviluppatori in kde
            ci sono molti sviluppatori anche digia che aiutano nello sviluppo di kde tante altre aziende stanno anche finanziando owncloud sistema open nato da kde
            da notare inoltre che kde è un progetto che ormai ha più di 15 anni e in questi anni ne ha raccolti di soldi e sviluppatori

          • Simone Dedo

            openSUSE non supporta KDE, openSUSE è patrono di KDE. Gli sviluppatori che contribuiscono a KDE usano per la maggior parte openSUSE come sistema.

            Hai sollevato inoltre una questione interessante, in effetti Mint che è ancora più piccola dello staff Canonical, è riuscita a fare un “fork” di GNOME, mentre Canonical, con tutto quello che ha a disposizione non è riuscito nemmeno a creare un software professionale per Linux di cui TUTTI testimoniano se ne sente la mancanza e anche se non ha sviluppatori adatti, non contribuisce nemmeno economicamente a progetti già avviati come GIMP o Blender.

          • Dario Grillo

            Questa è la cosa che più mi fa inca**are di canonical, gli sviluppatori non c’entrano, canonical vuol creare una distro esclusiva con software che solo su quella distro possono essere installati, pensa a unity, software center, software update, come mai non vengono usati su altre distro?, semplice, i porting (incredibile si parla di porting di software che gira sullo stesso sistema, mentre si dovrebbe fare un semplice repackage) di questi software sono lunghi (inutili) e laboriosi

          • Simone Dedo

            E la cosa che fa incaz**** me, è che non solo ha sviluppato questi software unicamente per la sua distribuzione, ma sfrutta tanti altri progetti aperti per essere quella che è ora e questo è anche una mancanza di rispetto verso la filosofia open source che sta tutto nello scambio di idee e non di esserne un parassita.

          • Dario Grillo

            E MIR? a cosa serve? , la scusa di canonical è per far girare lo stesso server su più device…ma perchè contribuire all sviluppo di wayland, implementare queste funzioni su quel server (e goderne tutti) era impossibile?, scommetto 1000 euro che per portare questo server in altre distro linux (non parliamo di bsd perfavore) bisognerà pregare santi sconosciuti a testa in giù.

          • Simone Dedo

            E’ una scommessa già vinta e infatti Mir non serviva proprio a nessuno. Wayland è già stato concepito per poter essere utilizzato da dispositivi mobili e Samsung (leggiti la notizia del fatto che assume 20.000 sviluppatori Linux) ne è la prova che ci vuole investire sopra. Per me Canonical ha proprio chiuso.

          • Dario Grillo

            Questo non lo sapevo, ancora peggio, poteva fare come ha sempre fatto, prendere senza dare nulla, però poi si sarebbe uniformata con il resto del gregge, e questo non è buono per mamma canonical

          • ange98

            detesto Canonical ma comunque Software Center e update-notifier sono disponibili anche su Debian.

          • Dario Grillo

            Lo so benissimo ma solo perchè ubuntu È Debian Sid, e ovviamente tutto quello che gira sulla derivata, gira sulla madre

          • Torno Nel Mio Limbo

            Io sapevo che il Kernel era (è) sviluppato da Linus Torvalds (e dev come Arnd Bergmann, Jiri Slaby, Ben Hutchings e altri 15-16? dev) e finanziato dalla Linux Foundation.
            Xorg e GNU so che Debian collabora ma Firefox?
            Mint, la risposta era scontata. :p
            @ferramroberto:disqus avevo specificato niente Red Hat, con i suoi progetti influenza già abbastanza Linux. :p
            @enricobastelli:disqus Ipotizzi male, non uso Ubuntu. ^^

          • Simone Dedo

            Sai bene, ma non sai tutto. Il Kernel linux è sviluppato da molte altre persone, aziende comprese come: AMD (in minima parte) Intel, Google e via dicendo. Ci sono anche volontari comunque, non sono aziende.

          • Torno Nel Mio Limbo

            ”Pian coi sassi”
            A me di aziende come Intel, AMD, Valve etc etc che per i loro tornaconti (e sebbene di riflesso i nostri tornaconti) non rientrano nella mia domanda. A me (e scommetto a moltissimi altri) in primis interessa conoscere e sapere cosa sviluppano le distribuzioni su base Linux per la comunità. In secundis son convinto che si faccia molto fud dove spesso si parli per partito preso, a volte me sembra de parlà con un ultras di una qualsivoglia squadra calcistica o di politica. :p
            Quindi, informazioni come quelle di Dario Grillo ben vengano.

          • Simone Dedo

            Red Hat e Suse rientrano nei canoni?

          • Torno Nel Mio Limbo

            Se volete mettercele… mettetecele, che ve devo dì :p
            Però niente server. :p
            @ferramroberto parliamo di: Contributo alla comunità Linux sviluppato dalle varie distribuzioni con Kernel Linux. :p

          • Dario Grillo

            Guarda come distro create da community di utenti appassionati che supportano pienamente i progetti i upstream ci sono Debian (scontato, Debian è il pilastro del mondo open source e anche free software, supporta hurd,linux,bsd TUTTO) anche fedora so che da un buon contributo (fedora è una comunità, è solo supportata da red hat) opensuse (anch’essa supportata da suse, ma non dipendente), invece so che arch non supporta molto in upstream ma più che altro perchè gli sviluppatori sono pochi e la mole di lavoro per reggere tutto il progetto è tanto, di conseguenza c’è poco lavoro per patch upstream (so comunque che pacman è usato per distro come frulgalware, distro basata su slack, quindi si può anche dire che il suo contributo l’ha dato creando un ottimo package manager), slackware, beh è famosa per essere la distro linux più pura, quindi tutti i software sono vanilla, non so se contribuiscono con patch upstream, in ogni caso sono le società che come dici tu stesso per il loro tornaconto fanno molto del lavoro (non ci crederai mai ma anche apple supporta alcuni progetti) il problema è che tra tutte quelle citate, canonical è quella che nata come paladina dell’open source, contribuisce poco e niente per questo, ecco di cosa si lamentano molti di noi, non è una guerra tra noi stessi, semplicemente denunciamo chi finge di essere benefattore in realtà fa solo il proprio tornaconto, poi io stesso devo ringraziare canonical per aver dato la possibilità a me e a molti altri di passare a linux nel modo più indolore possibile, ma questo non cambia il fatto che canonical oggi si sta comportando di mer*a

          • Torno Nel Mio Limbo

            Sono appena 5 anni che uso un sistema Linux e ‘ste cose che te hai scritto le conoscevo anche perché leggo, mi informo e cerco nei limiti di un user-linux di tenermi aggiornato. Anni fa lessi un post di un tizio, un certo Greg Deco-e-qualcosa (non ricordo precisamente) il quale sputtanava Canonical alla grande per lo sviluppo di Gnome. Affermava che il rapporto contributivo nel codice tra Red Hat e Canonical stava a 16 a 1 e fin qui lo si poteva sopportare tranne che Canonical si beccava tutti meriti. Poi altre dimostranze di Canonical VS Red Hat ha fatto in modo che questo signore (non più dipendente di Red Hat) scatenasse le proprie ire verso Canonical.
            Nulla da obbiettare su quanto letto sopra – a parte che secondo me Fedora è il banco di prova di Red – e che (sarò io moderato…boh!) – al di là delle scelte di Canonical – non è possibile ogni volta leggere Canonical qua, canonical là, Canonical così o pomì. Criticare qualsiasi cosa faccia è assurdo, per esempio ‘sto progetto mi sembra molto buono e per quanto progetti analoghi o simili siano già nei piani di altri non fa testo. Almeno nel panorama smartphone c’è una nuova realtà. A me fa piacere se lui riuscirà nell’ intento anche perché tra Canonical e Google… non so dire chi sia peggio.

            Certo che in questo blog non sappiam star IT. :p

            Edit: Il signore in questione è Greg Dekoenigsberg.

          • Dario Grillo

            Ovvio che fedora sia il banco di prova per red hat ciò non toglie che fedora sia un progetto comunitario magari con qualche programmatore red hat a dar le linee guida, comunque io non mi sono mai espresso su ubuntu edge (apparte l’incomprensione del SO che montava) dico solo che le scelte fatte da canonical negli ultimi anni sono alquanto discutibili, pensa solo al danno che “”potrebbe”” recare l’uso di mir al posto di wayland e il già citato poco supporto dei componenti essenziali a cui deve il suo sistema, non lo dico solo io è già stato detto più volte in questo blog e in altri forum(compreso il forum ufficiale ubuntu) la comunità stessa più volte non è stata presa in considerazione e molti fedeli contributori si stanno domandando se conviene ancora continuare questo progetto, io non ho sempre criticato canonical, anzi penso ancora che come distro desktop senza troppi sbattimenti sia ancora la migliore(mint?, chi ha detto minit??, mint=ubuntu), la 10.04 per me ha toccato l’apice, credevo anche in unity 2d e mi fa piacere sentire che il prossimo unity sarà sviluppato in qt e qml. Ubuntu edge se vuoi la mia opinione lo trovo un progetto troppo ambizioso, proporre un telefono con un marchio sconosciuto alla massa e venderlo a 5-600 euro lo trovo rischioso, preferisco di gran lunga la strategia di mozilla, proporre un so su telefoni di fascia bassa e con hardware open(e il nome firefox è più conosciuto)

          • Dario Grillo

            Beh si anche FFox, anche se Debian lo chiama iceweasel, in ogni caso alcune patch vanno a finire in upstream , ma questo Debian lo fa per quasi tutti i software, pensa che è uno dei pochi che supporta Hurd, non solo, supporta anche freebsd.

        • gregoryhouse

          Se sei così intransigente, perché non proponi ad Arch di togliere il pacchetto Steam e le altre diavolerie prese da Ubuntu?

          • TopoRuggente

            Altre diavolerie prese ad Ubuntu ???
            Ad Ubuntu nessuno può prendere nulla, fino ad oggi non ha fatto nulla.

          • Dario Grillo

            Guarda che steam non è sviluppato per ubuntu, è pacchettizzato per ubuntu, steam funziona per GNU/Linux in generale, basta fare un semplice repackage e ti funziona anche su una distro creata da zero, steam è pacchettizzato per ubuntu perchè è la distro più diffusa (essendo una società a gestirlo, puntano allo share di utenti più alto) in ogni caso valve e più volte dichiarato di voler supportare ufficialmente più distro e DE possibili.

          • ale

            il pacchetto di steam è di valve,ubuntu non centra nulla… non è ubuntu che ha inventato steam e arch non ha preso nulla da ubuntu se vuoi saperlo,è una delle poche distro relativamente recenti (è uscita nel 2002) che è stata costruita proprio da 0,con un gestore pacchetti suo,un installer suo ecc,ubuntu prende la maggior parte dei pacchetti da debian,le derivate uguale,ma forse ti piace ubuntu solo perchè non sei in grado di installare debian,arch o altro

        • matteo81

          allora eliminiamo anche manjaro e bridge? oppure tutte le derivate di debian? eliminiamo anche klyde dato che si basa sù kde? poi aspetta potremmo anche rasare arch e crunchbang….. tutte sanguisughe anche loro visto che attingono da altri…. meglio ancora: perchè non facciamo solo 4 distro e tutti quelli che vogliono sviluppare devono farlo solo per quelle….. però a questo punto sorge un problema: il tanto caro concetto open è andato a farsi benedire…. ops!!

      • ale

        Perchè secondo te su debian e altre distro non puoi usare steam ? Su archlinux c’è nei repository ufficiali,e in debian non è molto difficile scaricare il pacchetto deb e installarlo

        Poi debian testing c’è linux 3.9.x,è più aggiornato di ubuntu come driver per la precisione

        • gregoryhouse

          Senza Ubuntu Steam lo vedevi con il binocolo!!!!

          • TopoRuggente

            Senza Debian invece Ubuntu un successone ….

          • gregoryhouse

            Senza GNU ti sognavi Debian, senza Unix ti sognavi Linux…. torniamo indietro come i gamberi e vediamo dove arriviamo?

          • più del 90% dei pacchetti di ubuntu sono mantenuti da debian
            quindi direi che ubuntu è ancora moooolto dipendente da debian

          • gregoryhouse

            Anche Mint è 90% Ubuntu, che a sua volta è 90% Debian….allora perché Debian la usano in pochi?

          • matteo81

            perchè prima propinano il free software e a parole dicono di essere favorevoli alla sua diffusione poi però non sopportano e trattano come utenti di serie b quelli che usano distro user friendly perchè sotto gli rode che anche un normodotato possa usare qualcosa che fino a poco tempo prima solo loro e pochi eletti potevano usare…. allora non sapendo più dove attaccarsi usano le distro più esotiche e più “pure” per far vedere di essere comunque superiori salvo poi usare lo stesso kernel, gli stessi software, stessi de ecc ecc…. magari hanno il doppio dei problemi ma piuttosto che usare una distro facile si farebbero amputare un braccio perchè per loro equivale a scendere nel mondo dei “normali”…. intanto però steam e i driver nuovi di zecca se li scaricano e li usano….

          • mint ha il 90% di debian e gran poco di ubuntu
            Debian la usano in pochi?
            sicuro che lo usano in pochi?
            dovresti informarti un po meglio magari vedere cosa usano le aziende, università ecc
            ti ricordo che ubuntu a parte desktop ha gran poco (aziende 0 e qualche server qua e la) http://www.lffl.org/2013/06/editoriale-in-italia-chi-utilizza.html quindi dovresti informarti un po dipiù

          • gregoryhouse

            Parlo di utilizzo quotidiano, se parliamo di aziende quella più diffusa sembra Ret Hat sicuro.

            Wikipedia smentisce la tua voce riguardo su quale Linux sia più usato in ambito domestico, basta guardare le statistiche.

            Escludendo Android ovviamente che è mobile.

            1 miliardo di visite da Ubuntu contro le 7 milioni di Debian….davvero tra il grande pubblico Debian è cosi diffuso?

            Wikipedia non sbaglia mai sui numeri

          • bisogna guardare le installazioni non le visite su wikipedia

          • gregoryhouse

            Proporzionalmente più ubuntu installate più visite.

            oppure vogliamo dire che 6 Debian fanno più visite di 1000 Ubuntu?

            Guardare i dati delle visite dei siti più trafficati del mondo e incrociandoli si ricava un dato molto interessante: nel mondo open dietro ad Android (mobile) c’è Ubuntu come unico OS desktop abbastanza diffuso.

          • ancora ripeto te hai detto che debian non lo usa nessuno
            cosa non vera dato che server e aziende e molti utenti desktop la utilizzano se poi te fai confronti con wikipedia. traffico internet colori del logo ecc
            non ci posso far niente

          • TopoRuggente

            L’utente medio Debian ha una conoscenza di Linux quanto un autobus di utenti medi Ubuntu.

            Io non vado sul sito di Arch nemmeno una volta al mese e su quello di Slackware meno di una volta l’anno.

          • matteo81

            e quindi questo cosa comporta? che chi usa ubuntu si deve vergognare di esistere? o magari debian esiste da molto più tempo e per la sua maggiore difficoltà fisiologicamente richiama un’utenza più tecnica? magari l’utente medio di ubuntu del 2007 oggi ha una conoscenza superiore proprio perchè è potuto entrare nel mondo linux in modo morbido….. tu che dici? prendi una persona per strada e fagli usare debian e ubuntu poi vediamo cosa sceglie…. e non è una critica a debian ma state paragonando due distro che hanno target e dinamiche come il giorno e la notte….

          • Torno Nel Mio Limbo

            Adesso la stai facendo fuori dal vasino. 😛

          • matteo81

            e quindi cosa dovrebbe rispondere? “mi metto a pecora perchè hai ragione?” se una distro dipende da un’altra dove stà il problema? sembra che usare distribuzioni che non dipendono da altre faccia più fighi quando in realtà il bello dell’open è proprio questo….. avete uno strano concetto dell’open…. stai tranquillo che se domani debian svanisse quel 90% sarebbe comunque gestito e mantenuto da altri…. ubuntu o meno…. è proprio quello il concetto di open…. vale a dire che nessuno è più importante di un altro e se viene a crollare un pezzo ne può crescere subito un altro…. ma tanto tu come il topo avete le distro di serie b e quelle di serie a….. intanto io devo ancora capire in termini pratici, e non filosofia spicciola, cosa cambia per un utente usare arch rispetto a una xbuntu qualunque…. la verità è che sia in arch che in ubuntu l’utente medio non conta quasi nulla e le rispettive distro fanno e disfano come vogliono….

          • matteo81

            io vorrei sapere per quale oscuro motivo l’utenza gnu-linux si ostini a fare questi paragoni… che francamente sono futili, infantili e con poco senso… quindi seguendo questo ragionamento la prima automobile deve essere meglio dell’ultima bmw solo perchè esisteva prima? il primo nokia meglio dell’ultimo perchè i successivi sono una sua evoluzione? per favore basta con questa tiritera su quale distro ce l’ha più lungo….. NON è una gara e nessuna scelta è giusta o sbagliata a prescindere…. tu usi arch+gnome shell…. a me arch+gnome nemmeno se mi pagano li uso ma non per questo vengo a fare inutili confronti e rispetto i tuoi gusti…..

          • Dario Grillo

            pacman -S steam https://wiki.archlinux. org/ index.php/Steam
            sudo curl http:// spot.fedorapeople. org/steam/steam.repo -o /etc/yum.repos.d/steam.repo
            yum install steam
            apt-get install steam repo ufficiale debian: http://packages.debian. org/jessie/steam
            http://www.slackware. com/~alien/slackbuilds/steamclient/
            zypper install steam http://it.opensuse. org/Steam#Installazione

  • a me invece Ubuntu Edge sembra un’immensa cavolata, per un semplice motivo. L’utente a cui è diretto non è l’utente che attualmente usa Android o iOS.

    L’unico che potrebbe esserne interessato è chi usa Linux per lavoro, ma mi chiedo chi userebbe un telefono con l’idea di usarlo come pc per poter usare “in cloud” programmi Win. Ci vorrebbe un corso di formazione solo per capire tutte le potenzialità di sto coso…può vendere un prodotto del genere? imho, se verrà prodotto, fa la fine di meego e n9. Bellissimo, potentissimo, ma supporto zero.

    • Davide Depau

      Non devi avere Ubuntu Edge per usare programmi di Windows remoti. Basta che ti installi un client RDP decente che supporta TS RemoteApp di Windows Server 2003+.
      Loro lo fanno solo per far vedere che anche chi usa il PC per lavoro e usa RemoteApp può usarlo anche su Ubuntu.

  • Salvatore Colombo

    Quello che ha molti sfugge, mi par di capire, è che il sistema operativo non è una religione. Sicuramente un sistema operativo, come qualunque altra cosa, può essere sviluppato seguendo dei principi etici e morali ma alla fine, è uno strato di software che serve a far girare le applicazioni.

    Io ritengo che l’approccio OpenSource al software in generale sia ottimo, migliore dell’approccio “chiuso e proprietario” ma è solo un’opinione che non dovrebbe diventare una specie di dogma da imporre. E se un sistema operativo riesce a far girare più applicativi, legittimamente acquistati, qual’è il problema?!

    • reft32

      ESATTO.

    • Gianky Fashion

      Il problema è molto più “grosso” di quanto di fatto all’utente finale sembri, nell’utilizzo quotidiano.

      Ciò che va incentivato è l’uso di standard “aperti” non proprietari, questo riguarda anche i formati utilizzati dai software proprietari. L’utilizzo, e l’imposizione, di formati chiusi, in regime di quasi monopolio, ha portato a quello di cui oggi molti si lamentano, dall’utilizzo di dati personali, o comunque alla poca trasparenza, al proliferare di virus, al rafforzamento dei monopoli.

      Questi non garantiscono, in maniera perpetua l’accessibilità, l’Interoperabilità informatica e la durata perenne di file e dati, e in alcuni casi anche la proprietà dei file stessi.

      Seppur alla casalinga o all’impiegato poco importa, a livello informatico questa consapevolezza deve essere basilare.

      • Salvatore Colombo

        Sono perfettammente d’accordo! Ma non penso che demonizzare il software ed i formati chiusi sia una buona strategia di incentivo all’uso dei formati open e una buona pubblicità all’open source in generale. Vinci perché dimostri di essere migliore, di avere caratteristiche che altri non hanno o di non avere limiti che altri ti impongono.

  • Ilgard

    La Microsoft ha rilasciato una versione cloud di Office (simile a quel che accade con Google Docs).
    Probabilmente usano quella. Ma è più o meno come usare Google Docs, solo che si ha la compatibilità con i formati di Office.

  • Davide Depau

    Roberto è sempre la stessa storia, l’ho fatto anche io: ti fai un server Windows 2003+, attivi TS RemoteApp, autorizzi un determinato programma a essere usato in remoto e ti crei uno script nel PC linux per poterla avviare. Sembra quasi una app di Wine, però è remota e può aprire anche i file locali (se imposti correttamente RDP).

  • Dario Grillo

    Ma io ancora non ho capito una cosa, su ubuntu edge gira ubuntu touch o android?

  • Edge è semplicemente il tentativo di entrata nel campo mobile della Canonical evitando così di conformarsi allo strapotere di case come Samsung e Android. Canonical vuole mettere le mani su una fetta di mercato ed è corretto per un’azienda del genere. Edge avrà Ubuntu Touch e credo che potrà montare anche un android o altro. Non dimentichiamo che gruppi di lavoro come quelli di Cyanogenmod creeranno le alternative… valide…

    • Dario Grillo

      Fino a ieri in un articolo Roberto ha scritto che edge girava con ubuntu for android, il che è strano, se hai un sistema tuo ci fai girare quello sul tuo smartphone, ubuntu for android non è altro che una app per far provare agli utenti android le funzionalità di ubuntu touch, almeno così sembra dal video mostrato

  • gregoryhouse

    Contatore Ubuntu Edge in crescita vertiginosa!

    Per la cronaca ho preso già il terzo Ubuntu Edge con le offerte della raccolta…speriamo che entro Maggio mi arrivano tutti e tre!

    • Simone Dedo

      Grande Gregory, mi dispiace solo che poi non ne vedrai nemmeno 1 perchè sta raccolta fondi non andrà in porto.

      • gregoryhouse

        Eccolo un altro uccellaccio del malaugurio…poi non sparire quando ti posterò la foto dei miei 4 edge.

        I telefoni verranno fatti è confermato!!

        Voglio per primo il tuo commento del tipo: “No è meglio l’HTC Two o il Galaxy S8”.

No more articles