Gli sviluppatori di Manjaro Linux hanno annunciato il rilascio della nuova 2015.08 KDE Next.

Manjaro KDE-Next
Lo sviluppo di Manjaro Linux non va in vacanza, anzi proprio in questi giorni sono approdate interessanti novità incluse nel nuovo update 2015.08. Nei repository ufficiali di Manjaro Linux sono arrivati diversi aggiornamenti a partire dal Kernel  disponibile versione 4.1.x (oltre alla versione in fase di sviluppo 4.2). Si aggiorna anche il browser Mozilla Firefox alla versione 40.0.2, Thunderbird 38.2.0, lumina-desktop 0.8.6, mesa 10.6.4 e glibc 2.22. Da notare inoltre il supporto per AUR4 (per maggiori informazioni) risolvendo i problemi legati all’installazione o aggiornamenti di applicazioni, librerie ecc con Yaourt.
I developer Manjaro hanno inoltre annunciato il rilascio della nuova KDE-Next 2015.08, release che porta di default gli ultimi aggiornamenti introdotti in Plasma e KDE Frameworks 5 e applicazioni correlate.

Manjaro KDE-Next 2015.08 include Plasma 5.4 di default, versione che migliora il supporto per display ad alta densità di pixel, l’autocompletamento in KRunner e ottimizzazioni riguardanti il supporto per il nuovo server grafico Wayland.
In Manjaro KDE-Next 2015.08 troviamo risolti i problemi legati all’applet volume (con supporto per PulseAudio), l’applet Network incluse il supporto per nuovi plugin VPN e il collegamento per SSH o SSTP. Novità anche per l’installer Calamares che aggiunge l’opzione per non installare il boot loader su MBR (avvio del BIOS legacy), è possibile inoltre cambiare il tipo di file system durante la modifica di una partizione. Migliorato inoltre il rilevamento delle varie partizioni, oltre alla possibilità di creare una partizione swap automaticamente e altre correzioni di bug.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio Manjaro KDE-Next 2015.08
Note di rilascio Manjaro Update 2015-08-17

Home Manjaro Linux

  • DottorGab

    Mi sembra ancora troppo confuso con troppi pacchetti da git. Mi sto trovando bene con, l’installer di, AntergOS. È un gnome molto ben curato. Poi abbastanza semplificato. Poi certo, bisogna mettere mano comunque visto che è una Arch

    • l’installer di antergos è bello ma buggato… ogni tanto anzi spesso quando l’ho provato mi dava un errore in fase di installazione dicendomi che la connessione era stata interrotta dal corrispondente, oppure altre volte mi ha detto che non era stato possibile installare dei pacchetti fondamentali.
      insomma certe volte, se l’installer ha più volte questi problemi si fa prima a mettersi archlinux che antergos.

      per il resto sono d’accordo sul fatto che antergos è davvero ben curata e fatta bene, inoltre hai il vantaggio di avere archlinux puro con installazione “semplificata” (se funziona), visto che i repo sono gli stessi di arch, con in aggiunta solo 1 repo di antergos.

      comunque alla fine archlinux non è difficile da installare, l’unica cosa è che se uno ha poco tempo, non ha voglia e non può stare tutto il tempo davanti al pc per fare l’installazione e la configurazione manuale, sennò la procedura è molto semplice e ben documentata nella wiki e questo fa in modo che chiunque può riuscire ad installarlo facilmente, però ripeto, a causa della procedura manuale, richiede che l’utente controlli spesso il PC per interagire ogni volta che c’è bisogno, invece con gli installer grafici delle distro più user friendly, è richiesta l’attenzione dell’utente solo quei 2-3 minuti all’inizio per settare il partizionamento, nome utente ecc…

      • SalvaJu29ro

        Antergos prima non era così
        E’ incredibile che aggiornanto Cnchi abbiano rovinato la situazione
        Prima lo installavo sempre funzionava, adesso l’ho abbandonato

        • buono a sapersi… spero che migliori questo installer, perchè come distro è molto promettente

          • SalvaJu29ro

            L’installer se ci pensi è una genialata
            Scarica i programmi più aggiornati (quindi addio aggiornamenti post installazione, li odio), poi ti fa scegliere anche se installare programmi tipo Firefox ecc ed ha i repo di Arch

          • si infatti è fatto bene.. peccato per i bug

          • DottorGab

            Dovrebbero però aggiungere i Repo dei font infinity perché quelli che hanno ora, fanno pena

          • io installo sempre i font ttf-droid in ogni distro

          • Stefano

            Non è proprio così , son due scuole di pensiero..in manjaro si preferisce avere un sistema grafico sicuramente funzionante al primo avvio post installazione , nel secondo se i driver grafici aggiornati hanno problemi son cavoli amari … se poi si vuole fare già un sistema aggiornato post installazione puoi scegliere la net install alla pari di arch ( certo non parti con gnome come con antergos )

          • SalvaJu29ro

            Il problema di Manjaro è che gia spesso accumulano gli aggiornamenti, poi se installi una ISO uscita da tempo sei costretto a fare aggiornamenti anche superiori al giga
            Di certo chi installa manjaro difficilmente usa il net install

          • Stefano

            Stiamo lavorando per offrire aggiornamenti dei supporti iso più frequenti cercando di migliorare i nostri dev tools e creare set in moda da creare tutte le iso al bisogno…

          • SalvaJu29ro

            Ah fai parte del team di Manjaro? 😛

          • Stefano

            Sì del support team Ste74 😉

          • Mauro Contene

            ottimo.
            su altro sito parlavo della cura grafica che hanno avuto le distro. ma chi se ne occupa topo gigio?
            direi che con il minimo sforzo si può fare molto di più.

          • Stefano

            Bhe alcune versioni non sono male : LXxx o la i3 per non parlare della openbox .. certo sulle ufficiali kde e xfce forse i temi scuri non a tutti piacciono..

          • Mauro Contene

            pensavo particolarmente a xfce e kde.
            lascerei kde di default. trovo che sia “azzeccato” con un tema chiaro e uno scuro, a discrezione dell’utente.

            ripeterei l’operazione su tutti gli altri DE e WM.
            anche un wallpaper personalizzato e “universale” non sarebbe male.

            togliere il verde anche dalla reale natura.
            penso di odiare mint anche un po’ più di ubuntu.

            EDIT
            per chiaro non intendo bianco, come per scuro non mi viene in mente nero. 😉

          • Nico

            Di certo lo faccio io su tutti i miei computer. E non ho mai avuto alcun problema.

          • SalvaJu29ro

            Non ho detto che sia un problema 😀

          • alex

            Ho già più volte suggerito Evo/Lution Linux, non ha più l’installer grafico come antergos (una volta si, usava lo stesso) ma permette di partizionare il sistema e lancia dei semplici script per l’installazione scaricando direttamente tutti gli ultimi pacchetti sia del sistema base che dell’ambiente grafico preferito, usato più volte su diversi pc senza alcun problema. Se non fosse per il tempo del download in 5 minuti fai tutto.

          • alex

            naturalmente installa gli ambienti grafici così come disponibili su arch e vanno poi personalizzati se necessario.

          • SalvaJu29ro

            Evo / Lution è quello che uso adesso quando non voglio installare Arch da 0, è veramente un installer favoloso (molto meglio di Cnchi per me, ma forse un po’ complicato perchè scarno)

          • Arch_Newbie

            Con gnome è una distro molto elegante e curata, ma anche performante.
            Mi sta girando bene su un eeepc-900 con schermo 7″ che qualche giorno fa avevo pensato di buttare.

          • Zabriskie

            S, hanno aggiornato la ISO e risolto il problema. Ora funziona perfettamente. L’ho provata con gnome 3.16 e va piuttosto bene. Avevo qualche problema di video tearing con i driver Nvidia ma è stato sufficiente cambiare un paio di impostazione in nvidia setting e ora va tutto benissimo.

      • DottorGab

        Io l’ho provata perché volevo un qualcosa di grafico alla mia prima installazione in dual boot con un > Windows 7. Al terzo tentativo non ha fallito, nei primi due, errori in download. La strada è quella, se penso a Chakra che sono 4 anni che la conosco e non ha mai funzionato a dovere con Gpt Uefi e affini, direi che vada bene.
        Manjaro non riesco a farmela piacere con xfce e kde

      • Arch_Newbie

        La soluzione della connessione del download che si interrompe random è di semplice soluzione e documentata.
        Basta cercare sulla rete il testo dell’errore e applicare le semplici modifiche indicate su 2 file di configurazione della live prima di lanciare lo script cnchi per l’installazione.

        • Arch_Newbie

          Say Hello To Cnchi v0.10: The Latest And Greatest Version Of Our Installer! …. 10 ore fa.
          Per restare sempre in tema con il titolo dell’articolo 🙂

          • SalvaJu29ro

            Ah quindi hanno risolto con la nuova iso?

          • Arch_Newbie

            Penso di sì. Del resto la pach era una stupidata che selezionava solo nei file di configurazione i siti da cui fare i download dei pacchetti.

          • Zabriskie

            Ho installato l’ultima iso di antergos e confermo che l’installer funziona perfettamente. La sto usando da un paio di giorni con gnome 3.16 e mi sta piacendo parecchio.

        • SalvaJu29ro

          E’ uscita la nuova iso, è possibile che abbiano risolto loro?

      • EnricoD

        avevo fatto un casino con la installazione di arch e siccome non sono in casa avevo bisogno di reinstallarlo ma velocemente
        … cosi appena saputo che era uscita una nuova build di antergos ho scaricato la iso minimal, ca 480mb (disponibile proprio da questo ultimo update) e fatta partire in live creando una voce in grub2 non avendo una chiavetta. La minimal permette di interagire con network-manager, l’installer e il terminale, perfetto se si devono fare delle piccole modifiche prima di proseguire con la installazione (io dovevo settare dei dns custom in resolv.conf per via della connessione che uso al momento che li richiede, per la precisione i dns google)
        partito l’installer praticamente ho notato che ogni volta che si sceglie il layout tastiera questo crasha e bisogna cancellare il file temporaneo in /tmp relativo all’installer (praticamente quando si rilancia l’installer dopo il crash appare un dialog che dice che è impossibile avviare una seconda instanza dato che una già è attiva, basta cancellare il file che dice nell’avviso, comunque è un file nascosto, basta accedere a tmp e mostrare i file nascosti, si capisce quale è). Arrivato alla gestione delle partizioni ho completato e installato però ho avuto problemi con grub che non è partito perché avevo la tabella delle partizioni gpt e forse corrotta, cosi ho riavviato la live e nell’installer (che è crashato quando ho scelto il layout, e ogni volta ho riprodotto questo crash), nella pagina per editare le partizioni, è possibile scrivere una nuova tabella delle partizioni mbr o gpt, io ho scelto mbr e installato tutto nuovamente, scegliendo openbox, libreoffice5, font true type e supporto aur. Al riavvio grub2 funziona correttamente, molto bello il tema di lightdm, veramente fantastico e ben fatto, con uno stile simile al material design, con pulsanti in stile material e sfondi dinamici (che cambiano ogni riavvio)… molto bello, che dire, poi gli sfondi son tutti belli…
        purtroppo tutt’altra storia per openbox+planck che non è molto curato come invece mi sarei aspettato, icone numix square incomplete, e qualche errore nei file di configurazione di tint2 e openbox con dei comandi che se cliccati non funzionano, il problema è che viene usato mousepad e gnome-screenshots, che però non sono installati, basta installarli o installare quello che uno preferisce e sostituire i comandi
        essendo tint2 e plank molto scomodi da usare e ob un po macchinoso (consumano anche parecchio, tra pannello, un applet in py, volumeicon e plank si arriva anche a 200+mb senza far niente), ho optato per lxde (lxde-common + lxpanel sono sufficienti) + pcmanfm (di default c’é thunar), installato senza problemi, avviato e molto più reattivo e leggero (secondo me il team dovrebbe optare per lxde+openbox invece che tint2+ob+volumeicon+applet.py+una_frega_di_caxxate_per_tint_2, non ha tanto senso secondo me usarli, anche perché non sono più leggeri di lxde! almeno per quello che ho constatato Io)
        l’audio non funzionava, ho rimosso pulse (rimuovendolo il mixer sceglie la hda intel invece di pulse) e aggiunto comando ” exec alsactl restore ” in .xinitrc nella home (ad ogni avvio i canali erano in mute, il servizio alsa restore in systemd non funziona bene e ci vuole quel comando in avvio :/ )
        l’installer ha funzionato senza problemi, quando lo provai si bloccava spesso, anche durante l’installazione,spesso e volentieri quando si editavano le partizioni,questa volta solo alla scelta del layout tastiera
        ho avuto un problema nella gestione delle partizioni perché, nonostante avessi scelto il restante spazio come /home poi non mi ha applicato questo cambiamento, lo ha fatto solo per la / e swap, cosi mi sono ritrovato con 280GB di spazio non allocato
        ho risolto formattandolo e impostandolo in fstab cosi si automonta in avvio e lo posso usare per mettere tutti i file che ho… non un grande problema
        per il resto sono soddisfatto, nessun problema
        è una arch con un repository antergos che contiene più che altro temi numix e robe cosi

      • EnricoD

        son bellini il tema e i walls antergos:)

        • anche io ora sono su antergos, perchè ho formattato e siccome tanto devo cambiare notebook, non avevo voglia di rimettere arch perchè non ho tempo da stare sempre li attaccato al pc per attendere che finisce il comando che gli dai e dargli il successivo

          • Provate l’installer di evolution linux che tra l’altro è il vecchio installer di arch…

          • ma alla fine l’installazione di arch non è complessa, anzi, è semplicissima… basta leggere la wiki, l’ho installato diverse volte senza problemi… l’unica cosa è che porta via un po di tempo perchè devi stare sempre li e poi perchè post installazione devi configurare un po di cose che comunque fanno perdere tempo…
            antergos la trovo una buona soluzione perchè è archlinux pura con un semplice repo in più che non stravolge niente ma aggiunge solo dei software come ad esempio yaourt e dei temi e dei font, tutto qui, inoltre l’aspetto grafico di grub e di lightdm sono curati davvero molto bene.

          • EnricoD

            stessa situazione mia 😛

      • EnricoD

        avevo fatto un casino con la installazione di arch e siccome non sono in casa avevo bisogno di reinstallarlo ma velocemente

        … cosi appena saputo che era uscita una nuova build di antergos ho scaricato la iso minimal, ca 480mb (disponibile proprio da questo ultimo update) e fatta partire in live creando una voce in grub2 non avendo una chiavetta. La minimal permette di interagire con network-manager, l’installer e il terminale, perfetto se si devono fare delle piccole modifiche prima di proseguire con la installazione (io dovevo settare dei dns custom in resolv.conf per via della connessione che uso al momento che li richiede, per la precisione i dns google)

        partito l’installer praticamente ho notato che ogni volta che si sceglie il layout tastiera questo crasha e bisogna cancellare il file temporaneo in /tmp relativo all’installer (praticamente quando si rilancia l’installer dopo il crash appare un dialog che dice che è impossibile avviare una seconda instanza dato che una già è attiva, basta cancellare il file che dice nell’avviso, comunque è un file nascosto, basta accedere a tmp e mostrare i file nascosti, si capisce quale è). Arrivato alla gestione delle partizioni ho completato e installato però ho avuto problemi con grub che non è partito perché avevo la tabella delle partizioni gpt e forse corrotta, cosi ho riavviato la live e nell’installer (che è crashato quando ho scelto il layout, e ogni volta ho riprodotto questo crash), nella pagina per editare le partizioni, è possibile scrivere una nuova tabella delle partizioni mbr o gpt, io ho scelto mbr e installato tutto nuovamente, scegliendo openbox, libreoffice5, font true type e supporto aur. Al riavvio grub2 funziona correttamente, molto bello il tema di lightdm, veramente fantastico e ben fatto, con uno stile simile al material design, con pulsanti in stile material e sfondi dinamici (che cambiano ogni riavvio)… molto bello, che dire, poi gli sfondi son tutti belli…

        purtroppo tutt’altra storia per openbox+planck che non è molto curato come invece mi sarei aspettato, icone numix square incomplete, e qualche errore nei file di configurazione di tint2 e openbox con dei comandi che se cliccati non funzionano, il problema è che viene usato mousepad e gnome-screenshots, che però non sono installati, basta installarli o installare quello che uno preferisce e sostituire i comandi

        essendo tint2 e plank molto scomodi da usare e ob un po macchinoso (consumano anche parecchio, tra pannello, un applet in py, volumeicon e plank si arriva anche a 200+mb senza far niente), ho optato per lxde (lxde-common + lxpanel sono sufficienti) + pcmanfm (di default c’é thunar), installato senza problemi, avviato e molto più reattivo e leggero (secondo me il team dovrebbe optare per lxde+openbox invece che tint2+ob+volumeicon+applet . py+una_frega_di_caxxate_per_tint_2, non ha tanto senso secondo me usarli, anche perché non sono più leggeri di lxde! almeno per quello che ho constatato Io)

        l’audio non funzionava, ho rimosso pulse (rimuovendolo il mixer sceglie la hda intel invece di pulse) e aggiunto comando ” exec alsactl restore ” in .xinitrc nella home (ad ogni avvio i canali erano in mute, il servizio alsa restore in systemd non funziona bene e ci vuole quel comando in avvio :/ )

        l’installer ha funzionato senza problemi, quando lo provai si bloccava spesso, anche durante l’installazione,spesso e volentieri quando si editavano le partizioni,questa volta solo alla scelta del layout tastiera

        ho avuto un problema nella gestione delle partizioni perché, nonostante avessi scelto il restante spazio come /home poi non mi ha applicato questo cambiamento, lo ha fatto solo per la / e swap, cosi mi sono ritrovato con 280GB di spazio non allocato

        ho risolto formattandolo e impostandolo in fstab cosi si automonta in avvio e lo posso usare per mettere tutti i file che ho… non un grande problema

        per il resto sono soddisfatto, nessun problema

        è una arch con un repository antergos che contiene più che altro temi numix e robe cosi

        • antergos supporta secure boot? comunuqe antergos è fatta molto bene, come dici te è semplicemente arch pura con un po di personalizzazioni al DE, nessun servizio inutile ad appesantire l’avvio, un solo repository che contiene temi numix, yaourt, font google e robe del genere, quindi nulla che stravolga arch.

          poi concordo sul tema lightdm… è estremamente curato e ben fatto… gli sfondi dinamici sono una bella aggiunta secondo me, e anche la personalizzazione del grub è veramente molto bella.

          se facessero pure un’animazione d’avvio in stile ubuntu (a me sinceramente non interessa niente dell’avvio grafico, mi vanno bene le scritte che mi dicono cosa combina systemd) sarebbe anche per chi vuole l’avvio figo

          • EnricoD

            sinceramente non lo so, l’ho messa sul netbook e non ho pc con uefi… fino ad oggi ancora non ho avuto la possibilità di imbattermi in uefi… farò una ricerca sul forum:P
            a te è crashato l’installer alla scelta del layout? a me sempre… ho provato per curiosità una decina di volte e ogni volta…

          • io ho provato l’installer precedente… non questo di agosto.. quello di luglio credo (o comunque quello subito prima del 18 agosto) e non mi crashava l’installer però in fase di download dei pacchetti spesso si fermava dando errori che non riusciva ad installare dei pacchetti fondamentali, oppure che la connessione era interrotta dall’interlocutore (se non ricordo male) e ovviamente a casa non avevo problemi di linea.

            per secure boot invece mi interessava perchè ho acquistato un notebook nuovo e quindi volevo sapere visto che ancora non mi è arrivato, se antergos avesse come ubuntu il supporto per secure boot

  • Pietro

    Con un antidiluviano processore va alla grande. Nessun

    crash. al contrario dei vari Kubuntu, Kaos. Personalmente ottima integrazione grafica e leggermente meno avido di risorse, Dopo anni di Gnome, lunga vita (spero) al progetto KDE 5.

    • plasma 5 è stupendo… ma devono fixarlo per bene… perchè qualche settimana fa l”ho provato e era inutilizzabile da quanti crash aveva e alla fine l”ho tolto

      • Maudit

        Lui sta usando una versione recentissima di KDE, la 5.3.95, (in pratica la 5.4), che è uscita la settimana scorsa.
        Probabilmente ha anche le versioni aggiornate di KDE frameworks e KDE applications (uscite nel corso di questa settimana).
        Penso sia per questo che è più stabile.

        • SalvaJu29ro

          Ho installato proprio oggi Plasma 5 su Arch al posto di Kde4 e devo dire che ancora mi deve crashare in una giornata di uso intenso….

          • alex

            L’altro giorno ho provato su virtualbox l’iso dell’articolo proprio per vedere l’attuale stato di KDE e mi è crashato un paio di volte già giocando con le impostazioni e qualche plasmoide… onestamente mi è sempbrato più acerbo di quello che mi aspettavo. Può essere che in effetti le ultime versioni siano migliori.

          • SalvaJu29ro

            Anche a me la stessa versione che uso adesso su Arch qualche settimana fa crashava ogni 3×2, ma adesso no..boh sembra un sistema umorale quasi xD
            Comunque sto utilizzando la versione 5.3.2, e da ieri non ho crash
            Di solito mi crashava quando copiavo parecchi file

          • Stefano

            Se avevate schede intel era normale : bug di kde ora corretto ma di facile correzione , bisognava cambiare in un file di configurazione il metodo di accelerazione grafica da “SNA” ad “UXA” . Si era indecisi se rilasciare una nuova iso con già la correzione ma nel frattempo kde ha rilasciato questa beta per cui si è deciso di rilasciare questa.

          • SalvaJu29ro

            Ma è stata corretta anche su Arch? Perchè avevo letto del bug di intel
            Ma credo di si a questo punto perchè non crasha più

          • Stefano

            Bisogna ricordarsi come funziona Manjaro :
            Arch stable => Manjaro unstable => Manjaro testing => Manjaro stable

            Arch stable = Manjaro unstable solo con gli strumenti manjaro in più 😉

          • no veramente non è così.
            Arch testing => Manjaro stable, alcuni pacchetti da aur in Manjaro testing… Lo dimostrano le versioni dei pacchetti dei de, guarda ad esempio quanto poco ci ha messo a diventare stabile in manjaro xfdesktop a differenza in arch è entrato nella stable 2 settimane dopo…

          • Stefano

            Il fatto che a volte prendiamo i pacchetti da unstable non vuol dire che sia la norma ma semplicemente che abbiamo i nostri “spacciatori” 😉 se un pacchetto vediamo che è già pronto secondo chi lo ha pachetizzato lo inseriamo direttamente in unstable per poi provarlo… vedi alcuni kernel che abbiamo inserito prima noi 🙂

          • appunto, io non ho mai detto che siano unstable i pacchetti che usate, li ho paragonati a testing dove solitamente i pacchetti sono già stabili, alcuni hanno qualche problema ma non per 1 se ne deve fare tutto un fascio.
            Di fatto dalla mia esperienza con Manjaro ho notato maggiore velocità nel passaggio a stabile di alcuni pacchetti, non che fossero instabili ma è giusto per esser obbiettivi, non mi piace chi continua a spargere falsità.

          • MoMy

            In Arch viene indicato dopo l’ installazione del driver video. ^^

          • Teo

            dove si trova questo file di configurazione ?? in quale percorso ?

          • Stefano

            Ciao … parlando di manjaro

            https:// bugs.kde.org / show_bug.cgi ? id = 349677

            ( togliete gli spazi)
            sudo kate /etc/X11/mhwd.d/intel.conf
            cercare la riga
            Option “AccelMethod” “sna”
            e cambiare in uxa
            a questo punto reboot
            però con gli ultimi aggiornamenti si dovrebbe essere risolto

          • Stefano

            Bho ho risposto ieri sera ma o è in moderazione perchè avevo inserito un link per bug kde ..
            Comunque stavolta metto solo il file , naturalmente parliamo di manjaro:

            sudo kate /etc/X11/mhwd.d/intel.conf

            cercate la riga contenente

            Option “AccelMethod” “sna”
            e cambiate sna con uxa quindi riavviate..

          • Teo

            Grazie, ho capito

          • alex

            Buono a sapersi, in effetti uso un integrata intel 🙂

          • anche a me crashava sempre quando modificavo impostazioni o aggiungevo elementi al pannello… alla fine per la disperazione l’ho tolto… perchè non riuscivo a finire di sistemarlo come piaceva a me che mi crashava

    • SalvaJu29ro

      Con 2gb di ram non hai mai blocchi?

      • Pietro

        Guarda, prima ho provato Kubuntu nella prima plasma 5 non potevo aprire due applicazioni in contemporanea
        Sono poi passato a Kaos ultima versione con 5. 3. 95 un delirio… visto le esigue “risorse” del mio cassone. Ti assicuro che gira meglio dei vari De definiti leggeri e/o performanti. Provare per credere

        • SalvaJu29ro

          Infatti, Plasma 5 lo utilizzo come predefinito anch’io da due giorni e con 4gb ovviamente non ho problemi
          Mi fa piacere che va benone anche con 2gb

        • Teo

          Che tipo di problemi hai avuto con KaOS ?

          • Pietro

            Dopo averlo provato live , provo ad installarlo. Ci mette un sacco per completarla. Riavvio, si pianta acora prima di caricare il grub

          • Teo

            Grazie

      • Luca

        Ha il sistema a 32bit e 2gb di ram vanno di lusso! Poi anche la Cpu… 2 core da 3.4 ghz sarà anche datata ma va più che bene. Ho installato diverse distro a 32 bit su hardware molto peggio con buoni risultati (clienti che perlopiù provenivano da xp).

        • SalvaJu29ro

          Più che altro lo chiedevo per due motivi
          1)Perchè è Plasma 5..insomma, un de graficamente spettacolare, dico senza problemi che è il migliore graficamente (poi va a gusti)
          2) Perchè soffre di un aumento spropositato di ram..almeno soffiva prima

    • Passante

      Dopo anni di KDE 4, lunga vita (speriamo) a KDE 5. E speriamo anche che migliorino l’interfaccia grigio-sorcio che non è il massimo.

  • ToM

    Salve amici, un comando per installare i codec audio e video dato che la distro non ne ha, grazie.

    • ToM

      Questo comando va bene ? Chiedo conferma.

      • ToM

        pacman -S `pacman -Ss gstreamer | grep -e ‘^extra/gstreamer0.10’ | awk ‘{print $1}’`

        • SalvaJu29ro

          Scusami ma installando tutti questi pacchetti che cambia nell’utilizzo normale? Io ad esempio uso vlc, è necessario installare questi pacchetti?

          • ToM

            Se ad esempio, devi convertire in formati diversi, i codec ci vogliono, o sbaglio ?

          • SalvaJu29ro

            Presumo di si
            Quindi non è necessario installarli se non faccio conversioni?

        • sudo pacman -S gstreamer gstreamer0.10-plugins
          o se preferisci la short:
          sudo pacman -S gstreamer{,0.10-plugins}

      • Brado

        Si

  • crunch

    Ciao a tutti, secondo voi per cominciare a imparare Arch è meglio Manjaro o Antergos? Non ditemi Arch pura per favore, l’ho installata una volta e ho fatto un casino con l’installazione, e alla fine sono tornato a Debian.
    Grazie

    • EnricoD

      antergos è arch pura (io opterei per questa se vuoi arch) con un repository antergos aggiuntivo che contiene temi , font true type, yaourt e altre cose
      ha un installer molto semplice da usare
      l’ho installata senza problemi
      se l’installer crasha apri il terminale e dai

      sudo rm -r /tmp/.setup-running

      e poi riavvii l’installer

      • crunch

        Ok, grazie a tutti, proverò Antergos allora.
        Con Arch il problema era il partizionamento del disco, e su macchina virtuale era completamente diverso da come era quando poi l’ho installato veramente.
        Comunque sia se Antergos mi soddisferà, tra un po’ proverò anche Arch, ma per ora mi ritengo ancora inesperto.
        Ancora grazie!

        • EnricoD

          con cfdisk non dovresti avere problemi
          nella guida di alexiobash spiega come si usa e come poi formattare le partizioni dopo averle create
          io ad es creo in genere
          swap da 2GB, / da 20GB e la home…
          poi le formatto, swap ed ext4 le altre due
          se segui quella guida non dovresti avere problemi perché spiega molto bene come fare a crearle con cfdisk se è questo il tuo limite…
          dovresti imparare a partizionare il disco, sia con riga di comando che con l’installer (io ho usato quello di antergos ed è molto facile da usare)
          il resto poi sono comandi e niente più

    • TopoRuggente

      Io consiglierei arch.
      Fare casini fa parte dell’apprendere, la mia prima distribuzione Linux (SLS) credo di averla installata almeno 10 volte in una settimana, senza quasi mai usarla, per errori fatti durante l’installazione.

      • esatto.. anche perchè ne manjaro ne antergos ti imparano veramente ad usare archlinux.. perchè con quelle il massimo che puoi imparare è usare pacman, ma anche li hai il tool grafico pamac che ti evita di usare il terminale…
        insomma per imparare bisogna sbatterci la testa e basta, sbagliando si impara..

    • Zabriskie

      Antergos! Hanno aggiornato da qualche giorno l’installer e ora funziona senza problemi. La sto usando in questo momento e mi piace moltissimo. Durante l’installazione ti chiede il DE che vuoi utilizzare, se vuoi installare i driver Nvidia, se vuoi yaourt ecc.. Al termine dell’installazione è tutto perfettamente funzionante e pronto all’uso (ho aggiunto giusto Spotify e Vlc da Yaourt). Mi ci sto trovando benissimo. Manjaro non lo provo da un annetto, ma ai tempi non mi ci ero trovato granché, sicuramente Antergos è la selezione più semplice ed anche dal punto di vista estetico è molto ben fatta.

      • EnricoD

        quoto, anche se a me crasha al momento della scelta del layout tastiera e devo cancellare il file temporaneo dell’installazione dopodiché mi fa proseguire senza problemi… provato una decina di volte e ho avuto sempre questo crash…
        forse è un problema della mini iso non so se in quella completa di iso si presenta o meno
        durante il partizionamento e la fase di download e installazione dei pacchetti non mi è crashato mai (l’ultima volta che lo provai crashava spesso e volentieri)
        molto bene

        • Zabriskie

          In effetti io ho installato quella completa. Tuttavia, nonostante avessi selezionato il layout italiano, al primo avvio me la sono ritrovata americana (cosa che tra l’altro mi è capitato con diverse distro). Concordo sul fatto che l’installer di prima fosse un disastro, difatti l’ultima volta ci avevo proprio rinunciato. Detto questo l’unico problemino che ho avuto è l’eterno problema del screen/video tearing con i driver Nvidia e la mia scheda grafica. Un problema che ho con tutte le distro eccetto Ubuntu. Nel mio caso riesco a risolvere facilmente impostando da Nvidia-settings “Prefer Maximum Performance” nella sezione PowerMizer e in generale impostando tutto in High Performance. Tra l’altro a questo modo si nota un netto miglioramento anche nelle animazioni ecc.. Avendo un fisso non è che mi importi molto della questione energetica.

          • EnricoD

            invece a me il layout lo ha rispettato con la mini.. boh..hahaha
            io ho una intel hd quindi niente problemi…
            il notebook che mi sgancia mio fratello tra un mesetto ha la grafica ibrida, però sicuramente disattiverò la dedicata e mi tengo la intel, almeno non ho problemi… tanto non gioco e a parte dei calcoli pesanti (con un i5 e 4gb di ram dovrei cavarmela… adesso oltre al netbook uso un pc intel core duo e 3gb di ram vecchia generazione, che non è mio tra l’altro…), disegni di molecole 2d e qualche statistica non ci faccio altro

          • Zabriskie

            In effetti se non sia hanno grandi necessità le integrate Intel risolvono un mucchio di problemi. Nemmeno io gioco, ma ho un Nvidia da 2gb più che altro per l’editing fotografico.
            Comunque devo dire che Ubuntu deve avere una qualche ottimizzazione sua, o forse è per via di compiz, ma, malgrado il gran numero di detrattori che ha, è la distro che mi funziona meglio in assoluto. Uso ancora la 14.04 (che ritengo la migliore mai uscita) e non ho mai avuto un minimo problema coi driver.

          • EnricoD

            i detrattori penso che non apprezzino unity più che altro
            a me non fa impazzire unity, ma è per via delle mie abitudini e la mia pigrizia, ma la strada è quella
            basterà farci l’abitudine, quando mio fratello si farà il nuovo notebook e mi sgancia il suo attuale ci metto ubuntu lts e basta, perché non mi va più di stare a smanettare
            per il resto non gli si può dire nulla ad ubuntu, il de ovviamente può piacere e non piacere, ma la base è solida
            basti pensare che è la base di molte altre distribuzioni a parte le *buntu
            mint, eos etc etc
            io con le *buntu non ho mai avuto problemi, a parte qualche problema con le varie release appena rilasciate, ma si sa che è bene aspettare qualche settimana perché appena uscita una nuova release *buntu è cosi e comunque sono problemi banali

          • Zabriskie

            Concordo. Unity non è una meraviglia estetica, ma tenendo la barra nascosta e mettendo un tema carino non è affatto male. Cercando programmi o file da tastiera risulta anche molto comoda. Certo se si è abituati a cercare tutto con il mouse è veramente inutilizzabile. Comunque approvo la tua scelta di piantarci ubuntu. Io ho due partizioni, una con Ubuntu e l’altra con cui smanetto (dove ora c’è Antergos). Quella di Ubuntu è lì dall’uscita della 14.04 ed ormai è veramente solidissima e non ci penso proprio a toglierla. Non ho provato la 15.04 per timore delle non-LTS, ma mi dicono che come reattività unity è migliorata parecchio.

          • EnricoD

            io la provai sul netbook e girava sorprendentemente bene rispetto a versioni precedenti nonostante non è molto potente… evidentemente è stato fatto un buon lavoro

          • se è ibrida intel + nvidia ed è una gteforce 310 vai di bumblebee che è un’amore…

          • EnricoD

            purtroppo ha ati, ma poco importa, tanto la azzitto subito subito:)

    • Maudit

      secondo me per imparare Arch è meglio che la installi su un disco virtuale di virtualbox o simili, così puoi seguire il wiki durante la fase di installazione e se hai un problema non devi sbatterti troppo per risolverlo. Inoltre, dopo l’installazione base, cloni il disco virtuale e sperimenti quello che vuoi.

    • EnricoD

      comunque se segui passo passo la guida di alexiobash e il post installazione installi arch molto tranquillamente

    • “per incominciare a imparare Arch” devi installare Arch, con manjaro e antergos non impari niente, se non ad usare pacman (che poi con queste non hai nemmeno bisogno di usare il terminale per fare aggiornamenti o installare software perchè ha un gestore di pacchetti grafico che si chiama pamac, che è come synaptic per debian).

      insomma se vuoi davvero imparare Arch installa arch così capisci e impari come si installa e configura, fidati dopo un paio di volte che lo fai ti viene naturale… non dico che ti ricordi a memoria tutti i passaggi, ma sarà molto più naturale per te fare l’installazione…

      poi in futuro quando avrai imparato e ti ritieni soddisfatto… se devi fare un’altra formattazione e non hai voglia di perdere tempo, puoi passare alle soluzioni pronte (e in quel caso ti consiglio antergos, perchè è arch pura, con un semplice repository che aggiunge giusto qualche tema e pacchetti, e che non stravolge la distribuzione o le metodologie di aggiornamenti), ma se passi subito ad una di queste 2 distro, difficilmente imparerai davvero ad usare arch a meno che non ti ci metti te d’impegno.

      fidati ne vale la pena

    • Nico

      Installa Manjaro Net-Edition. E poi usa tranquillamente i wiki di Arch per configurarla. Non ti pentirai, fidati. Non hai idea della comodità di mhwd per gestire kernel e driver video, solo per fare un esempio.

    • g cong

      io ho iniziato con Archbang e alcuni tutorial su YouTube di Spatry proprio su Archbang. Poi sono passato ad Arch e poi (dopo 1 anno) a Gentoo. Adesso uso entrambi (arch e gentoo)

  • bunterberg

    scusate l’off topic ma volevo sentire la vostra opinione.
    voglio aggiornare la mia xubuntu12.4 che finora ha girato degnamente su un notebook era windows vista (~6anni) sono tentato di installare ubuntu infatti ho sentito che unity è migliorato un casino e le ultime release sono ragionevolmente leggere piacevoli da usare ecc.
    secondo voi vale la pena? quale release è più leggera? l’ultima stabile o la LTS? a parità di prestazioni andrei sulla LTS visto che non ho tutte queste esigenze di “ultima versione”

    • DottorGab

      Prova la ubuntu 14.04.3

      • bunterberg

        grazie per suggerimento appena ho un po di tempo procedo all’installazione …vediamo come va!

    • CuccuDrillu10

      Ti consiglierei anche io la LTS 14.04.3, anche perchè sull’attuale versione (la 15.04) il supporto terminerà tra pochi mesi.

    • Zabriskie

      La 14.04 è molto stabile, un po’ meno scattante della 15.04 da quanto si
      dice, ma estremamente stabile. Comunque il problema di unity
      generalmente sono solo i primi 1-2 minuti dopo il login, in cui il
      sistema risulta un po’ impastato, ma una volta caricato tutto ciò che
      deve va piuttosto bene ed in maniera molto reattiva. Poi ci sono delle
      dritte, ad esempio se per cercare un programma premi Super+A entri
      direttamente nella Lens delle applicazioni, quindi ti basta digitare le
      prime iniziali e la trova in un secondo. Se premi solo Super invece ti
      fa una ricerca più vasta tra file, programmi, notizie online ecc.. e ci
      impiega ovviamente di più.

      • bunterberg

        Grazie per spiegazione dettagliata e per le dritte.
        proverò senz’altro

  • rico

    Mi dispiace, non sopporto KDE. Troppi clic per arrivare a quello che vuoi. Sarà figo, sarà stabile, ma su cinnamon o gnome devo fare tre clic ogni volta, su KDE almeno cinque. Moltiplicate per il numero di clic giornalieri, avrete ore e ore perse.

    • oddioo ore e ore spese in più in una giornata… e quanto ti ci vuole a fare 2 click in più?? xD

      • EnricoD

        è un bradipo

    • Zabriskie

      Dipende come lo usi. In KDE il modo migliore per raggiungere quello che vuoi è usare krunner. Imposti una scorciatoia comoda tipo alt+Q per avviarlo poi digiti le prime iniziali di ciò che cerchi e in un attimo trovi file, programmi, segnalibri online, impostazioni di sistema e qualsiasi altra cosa.

      • alex

        si, ma non rovinategli tutte le certezza che poi si incasina

    • dipende dall’uso io in giornata lavorativa uso solamente 3 programmi praticamente web browser, mail client, terminale.
      Se proprio devo passare un pò di tempo posso scrivere un doc o elaborare un foglio di calcolo con libreoffice… un de praticamente vale l’altro.

      • ange98

        Già… Alla fine cambia ben poco: modo di lanciare le applicazioni e apparenza.

      • EnricoD

        “un de praticamente vale l’altro”
        se non hai limiti hardware …

        • alex

          Non è che serva chissà quale hw

          • più che limiti hardware credo intedesse problemi coi driver, a volte un driver per una determinata gpu funziona molto male su un DE mentre con altri non ha problemi.
            anche perchè ormai tra i software di tutti i giorni, quello più pesante è il browser a meno che non si usano quelli minimale tipo midori o ancora più leggeri.
            i computer vecchi sono messi in crisi più che altro dai browser quando navigano in pagina molto pesanti e mal fatte, piuttosto che dal de stesso o dal sistema operativo

          • EnricoD

            no no, però per uno che ha tipo 2gb non ha senso optare per KDE/plasma o GNOME e giocarsi già più di 1/4 della RAM e dover poi installare qualche browser minimale tipi midori che crasha su pagine con molti contenuti multimediali…
            io scrglierei un de minimale e un browser decente tipo firefox o chromium così da non castrare la navigazione sul web
            quindi per me il de va scelto a seconda dell’hardware

          • Maudit

            oppure si può fare un upgrade della ram, non costa molto (con 50 euro ti porti a casa 8 GB).

          • EnricoD

            per i fissi si, io intendo più che altro i portatili:)

          • Maudit

            anche per i portatili è possibile con quella cifra (guarda su amazon), chiaramente dipende dal portatile e dalla eventuale voglia di smontarlo, se non c’è lo sportellino apposito.

          • Però su un netbook io opto sempre per fluxbox che senza effetti e menate varie funziona in maniera perfetta, oltretutto se la risuoluzione è 1024×600 fluxbox rimane la migliore scelta mettendolo come barra a destra ad esempio occupa pochissimo spazio in pixel e memoria in ram … in alternativa altro valido è jwm ma i temi te li devi fare a manina perché ce ne sono pochissimi in giro…

          • EnricoD

            proprio questa mattina mi sto guardando video su fluxbox per convincermi a metterlo dato che mi appresto a rimettere arch sebbene tra un mese mio fratello mi sgancia un portatile buono, comunque lo voglio sistemare perché è comodo da portarselo in viaggio (vade retro tablet) e lo voglio tenere in forma…
            cercavo qualcosa di molto leggero e penso proprio di fare un giro con fluxbox

          • consiglio che ti darei è di non affiancarci troppe cose, tipo taskbar esterne (vedi tint2 o wbar et simila) e non usare compton. Otterrai il massimo delle prestazioni, considerando che la trasparenza è supportata in fluxbox nativamente tramite l’opzione “alpha”…

          • Marco

            Valuta anche awesome od i3, li trovo più funzionali!

          • Giorgio

            il vero problema è il browser, quelli noti sono dei mangia risorse ….io ho un eeepc 1005ha ed utilizzo awesome wm, va tutto perfettamente, ma la navigazione è “lenta”, così come con fluxbox, openbox, i3….sono riuscito a risolvere installando dwb, ora riesco a vedere anche i video di youtube in qualità decente e navigare in maniera fluida anche con molte schede aperte

        • kde e gnome che reputo quelli più esosi di risorse ormai girano con meno di 1G di ram il problema è il browser ma su soluzioni estreme adotto browser alternativi tipo dwb, anche se ormai tutti hanno almeno 2G di ram se non 4G di ram addirittura.

          • EnricoD

            oramai di base i PC li fanno con 4gb, è vero…ma uno che ha un netbook o PC vecchio con 2 GB di RAM ci deve pensare un attimo al de e magari optare per soluzioni minimali tipo xfce così da poter mettere un browser decente tipo firefox e chromium:)

    • EnricoD

      scusa eh, ma che stai a ddddi
      ma se moltiplichi 3_click * n_click_giornalieri esce fuori un numero adimensionale non un tempo

      • ma mettiamo il caso assurdo che ogni click in più ci mette 10 secondi (proprio un bradipo del mouse) per ogni cosa deve fare 3 click in più, quindi per ogni azione ci impiega 30 secondi in più, se in un giorno deve fare 100 operazioni ci impiegherebbe 50 minuti in più… e ho considerato un tempo superesagerato per ogni click, e poi non credo che tutto il giorno debba navigare per i menu e sopratutto non è stato considerato il fatto che si possono esare le shortcuts.

        ma poi questi 3 click in più quali sono…
        apertura applicazioni, io su xfce (ma anche con kde è uguale, visto che il menu delle app funziona all’incirca uguale) apro whisker menu o trami apposita icona sul pannello o tramite combinazione tastiera alt-esc e scelgo tra i preferiti il programma (identico a gnome shell, vai nella shell e prendi il sw dai preferiti) se su gnome shell usi dash to dock, con xfce o kde puoi usare una dock oppure addirittura un nuovo pannello da mettere dove vuoi in cui metti i software preferiti, quindi anche qui è uguale.
        per aprire un software non tra i preferiti, apri il menu delle applicazioni e inizi a digitare il nome, proprio come gnome shell.
        e questo è il compito che potrebbe capitare più spesso.
        vediamo ora come navigare tra le cartelle della home. da xfce, ho l’apposito plugin che mi mostra le cartelle della home (e volendo anche i file) e sempre da questo plugin senza dover aprire nessuna cartella posso spostarmi in tutte le sottocartelle che voglio fino ad arrivare alla cartella che mi interessa.. invece il plugin di gnome shell non mi permette di farlo ma mi mostra solo le cartelle della home e se poi voglio navigare nelle sottocartelle, devo per forza aprire il file manager.
        personalizzazione, su xfce e kde, la personalizzazione è a portata di tutti, e sopratutto la si fa localmente, su gnome shell devi aprire il browser cercare su internet il plugin e scaricarlo e poi configurarlo, mentre xfce e kde ti installi i goodies assieme al de quando lo installi la prima volta e sei a posto, inoltre per fare piccole modifiche come ad esempio la dimensione del pannello, o la trasparenza, per xfce non c’è bisogno di niente, su gnome shell devi cercare su internet come fare a meno che non sai gia il percorso del file css e poi dal file css devi cercare il codice che serve a determinare la trasparenza e colore del pannello e poi modificarlo salvarlo e riavviare il de, su xfce c’è uno slider nelle proprietà.

        insomma con questo non voglio dire quale de sia migliore, perchè ogni de può essere il migliore e allo stesso tempo il peggiore.
        a me gnome shell piace anche se uso xfce perchè lo preferisco per qualche cosa, però non è proprio vero che con gnome shell ci metti sempre 2-3 click in meno rispetto a kde o altro.. anzi per alcune cose perdi molto più tempo, perchè determinate personalizzazioni per esempio non sono immediate e semplici come altri de, e qui il tempo che perdi per ogni personalizzazione è molto più elevato rispetto al tempo che impieghi per fare quesi 3 click in più che dicevi

    • Maudit

      tre o cinque per fare che cosa? A me non risulta che il problema di KDE sia il numero di click e le perdite di tempo. Anzi, io lo uso proprio perché non ho tempo da perdere con le caxxate.

  • Maudit

    Domanda oziosa… secondo voi su un LENOVO ESSENTIAL B50-30 (170-200 Euro) ci può girare degnamente per proiettare siti web/presentazioni impress?
    Purtroppo mi devo convertire ai notebook perché per proiettare non posso portarmi dietro il desktop e vorrei spendere il meno possibile, dato che non intendo usarlo per la produzione di contenuti.

    • maxjaro

      vai tranquillo

    • MoMy

      Buh! Nel forum di Arch Linux c’è un signore che ha problemi con quel modello. Sia con Debian, Ubuntu e Arch ha problemi con il Kernel 4.x e/o acpi. Il topic lo trovi nella sezione Portatili. ^^

      • Maudit

        Sì, ho letto, grazie.
        Peccato che non sia possibile o economicamente conveniente personalizzarli questi notebook. Resto un po’ basito nel vedere l’enormità di offerte che propongono (ancora) solo dischi a rotazione, mentre un ssd rivaluterebbe di non poco il prodotto, anche su configurazioni economiche.
        Mi sa che aspetto la diffusione dei nuovi processori intel (per wayland/mir) ed un eventuale refresh delle configurazioni.

        • MoMy

          In netta contraddizione con quanto ho scritto sopra: LFFL ha scritto un articolo su quella macchina e nei messaggi presenti c’è chi lo possiede, o meglio, lo ha regalato con Xubuntu. A parte un problema risolvibile con l’ illuminazione dello schermo, afferma che funziona benissimo. Questo al di là che qualcuno la voglia comprare o meno. Comunque anch’ io aspetterei (anzi sto aspettando :P) e in un notebook sono disposto a sacrificare il lettore ottico in favore di un docking station (o HDD Caddy) ove inserirci un ssd. 😛

      • Io il b50-30 con freedos recensito in questo sito l’ho usato senza nessun problema sia con xubuntu 14.04.3 lts che con archlinux… e posso dirti che alla fine è solo un pò lento ad avviarsi e avviare le applicazioni ma per il resto funziona molto bene. Se proprio vuoi velocizzarlo ci vuole un ssd e il pc riprende vita, boot in meno di 15 secondi con autologin il che è fantastico per meno di 200€…

    • Marco

      Prenditi un Lenovo Thinkpad usato e vivi felice nella compatibilità completa spendendo poco.