E’ disponibile la versione stabile di Debian 8.0 Jessie, le principali novità e come scaricarlo.

Debian 8 Jessie
Dopo ben due anni di sviluppo è finalmente disponibile la versione stabile di Debian 8 Jessie, release che porta con se numerosi aggiornamenti ed importanti novità. Tra le principali novità incluse in Debian 8.0 Jessie troviamo il nuovo gestore degli avvii Systemd, migrazione che ha portato con se tante discussioni dalle quali è nato anche il fork Devuan (che consentirà all’utente di poter scegliere quale sistema init utilizzare).
Systemd porta con se nuove funzionalità (oltre a tempi di avvio del sistema operativo più rapidi) come ad esempio cgroups per i servizi, e la possibilità di poter isolare parte dei servizi, da notare inoltre che sysvinit rimarrà comunque disponibile nei repository ufficiali di Debian Jessie.

Debian 8 Jessie migliora inoltre il supporto per UEFI consentendo l’installazione anche in sistemi 32 bit e 64 bit con firmware a 32 bit UEFI, la nuova release supporta ben 10 architetture: 32-bit PC / Intel IA-32 (i386), 64-bit PC / Intel EM64T / x86-64 (amd64), Motorola/IBM PowerPC (powerpc per l’hardware più vecchio e ppc64el per il nuovo 64-bit (little-endian)), MIPS (mips (big-endian) e mipsel (little-endian)), IBM S/390 (64-bit s390x) e per ARM, armel e armhf per vecchi e nuovi hardware a 32 bit, più arm64 per la nuova architettura a 64-bit AArch64.

Novità anche per l’installer di Debian 8 Jessie dal quale potremo installare l’ambiente desktop GNOME, XFCE, KDE, LXDE e i nuovi Cinnamon e MATE, DE (immagine in basso).

Debian 8 Jessie Installer

Tra i vari aggiornamenti inclusi in Debian 8 Jessie troviamo il Kernel Linux 3.16, GNOME 3.14, KDE 4.14.2, XFCE 4.10.0, MATE 1.8.1 e Cinnamon 2.2.16 per le applicazioni troviamo LibreOffice 4.3.3, Iceweasel 31.6.0, Icedove 31.6.0, MariaDB 10.0.16 e MySQL 5.5.42, Apache 2.4.10, OpenJDK 7u75, Python 2.7.9 e 3.4.2.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio Debian 8 Jessie
Download Debian 8 Jessie

Home Debian

  • Hyrax1994

    Ho avuto una pessima esperienza con Ubuntu 15.04… mi conviene passare direttamente a Debian 8? Parlo da “normale” utente.

    P.s.: userò GNOME come DE.

    • Qfwfq

      Prova Mint Cinnamon.

      • Hyrax1994

        Non mi piace Cinnamon!

        • Ermy_sti

          allora mint mate

          • ha scritto che userà gnome come DE.

          • Box2Tux #LinuxITA

            GNOME 3 fa schifo, meglio pantheon o budgie, basato su gtk3

          • ah si è vero, è meglio pantheon, un DE fork di gnome shell che però a differenza di questo non funziona in nessuna distro tranne che elementary, che a sua volta si basa su ubuntu lts, ma con il piccolo problema che esce se va bene un anno dopo a ubuntu lts, e quindi nasce molto vecchia, pensa è uscita debian 8 poco dopo ad elementary ma è molto più aggiornata.
            oppure è meglio budgie, un DE ancora molto acerto, che non ti fa fare nulla.

            gnome shell non sarà il miglior DE, ma sicuramente è meglio di questi 2.
            e comunque gnome shell con poche estensioni diventa esteticamente uguale a phanteon, ma con la differenza che funziona in tutte le distro e funziona bene.

            eh lo dico da utente xfce, quindi non sono assolutamente un amante di gnome shell.

            ma poi il tuo che razza di ragionamento è, un utente chiede quale distro vuole usare dicendo che lui vuole gnome shell come de e gli cnsigliate altri DE solo perchè a voi non piace gnome shell??

          • Box2Tux #LinuxITA

            pantheon, è molto buono, scritto in vala, mentre gnome-shell alcune parti in javascript, pantheon sul mio eeepc va alla meraviglia, mentre gnome-shell scatta, poi che funzioni solo su elementary, non è vero funziona anche su arch, credo ci sia una notizia su lffl, budgie-desktop è interessante, e comunque già funzionante anch’esso scritto in vala e non in javascript.

          • ahhh sii funziona pure in arch, leggiti il forum inglese, c’è un thread chilometrico sui mille problemi di phanteon in arch, perchè phanteon si basa su versioni di gtk vecchie, e arch essendo rolling release usa delle gtk più recenti.

          • Box2Tux #LinuxITA

            OK, questo non vuol dire però che non c’è per arch, e comunque sono riuscito ad installarlo su debian, tra l’altro se si basassero su debian stable avrebbero risolto i problemi

          • che cavolo vuol dire, chissene frega se c’è o no per arch, a parte che per arch non c’è perchè ufficialmente c’è solo per elementary, e poi è inutuile se c’è ma tanto non funziona

          • Box2Tux #LinuxITA

            e comunque il migliore rimane mate con xfce

          • mate con xfce??? credo hai sbagliato a scrivere

          • Box2Tux #LinuxITA

            Intendo dire che i migliori sono mate e xfce

          • Marco Missere

            La mamma non ti ha mai detto che non si dice “fa schifo” ma “non mi piace”?

          • Box2Tux #LinuxITA

            Quando una cosa non funziona si dice che fa “schifo”, e GNOME 3, fa “schifo” in confronto a mate o xfce o al vecchio GNOME 2.
            GNOME 3, senza estensioni è scomodissimo, e poi lento come la morte sul mio eeepc.

          • Marco Missere

            A me su Antergos, Manjaro e Debian 8 ha sempre funzionato benissimo, senza estensioni, ed è assolutamente reattivo e prestante. Quindi torno a dire che la mamma non ti ha educato particolarmente bene.

    • Roger

      Dipende da cosa cerchi.
      Se vuoi un desktop aggiornato all’ultima versione, con l’ultimo kernel no.
      Se vuoi un pc stabile senza fronzoli e con un OS supportato per 5 anni si.
      Per debian, come per ubuntu, la documentazione e le comunità non mancano.

      • Hyrax1994

        Allora non credo che Debian faccia per me… a questo punto devo scegliere tra Fedora e Arch Linux; so che Ubuntu è molto supportato poiché il più conosciuto, come sono messe queste due distribuzioni invece?

        • Roger

          Fedora è una ottima distro a mio avviso, ti devi un pò sbattere con i repo per codecs e software chiuso, ma niente di difficile, la comunità fedora è molto ampia.
          Arch è una signora distro, l’unico scoglio è l’installazione, se non sei esperto darei un occhio a derivate valide e molto più facili come Manjaro ed Antegos.

          • Qfwfq

            Magari prova Korora che è una Fedora con già installato il necessario.

          • ma

            Ma quale sarebbe la differenza tra Manjaro e Antergos? Mi piacerebbe provare una rolling, ma non sono particolarmente esperto, avendo fino ad ora utilizzato solo mint e lubunu.
            Cercando su internet non ho capito bene quale sia la “migliore” e quali differenze ci siano tra queste distro… Potreste illuminarmi?
            Grazie

          • Roger

            Non esiste la migliore, sono distro diverse.
            Antergos usa i repo archlinux, diciamo che è una archlinux con un installer semplice ed alcune personalizzazioni.
            Manjaro usa repo suoi, è sempre rolling ed ha un installer facile, ma non è arch, diciamo che deriva da arch.
            Quello che prende da arch è AUR, un repo non ufficiale, fonte immensa di software non supportato, trovi davvero di tutto.
            Archlinux di solito ha software un pelino più aggiornato, Manjaro prima di includerlo nei repo fa qualche test in più ed arriva con circa 2 settimane di ritardo rispetto ad arch.

          • SalvaJu29ro

            Antergos è praticamente Arch Linux con un repo aggiuntivo, mentre Manjaro ha i propri repository
            Entrambe supportano Aur

        • vortex67

          Fedora,imho,è una delle migliori distribuzioni in circolazione con gnome,ora è uscita la beta della 22 che come kernel monta già il 4. Arch dipende se sei uno smanettone o meno,perchè l’installazione non è certo alla portata di tutti. Comunque c’è sempre debian testing se vuoi software aggiornato.

          • Hyrax1994

            Grazie a te e a Roger per i chiarimenti, prima di scegliere dovrei chiarirmi due dubbi:

            1. Arch Linux è difficile solo da installare, o anche da usare?

            2. Sia Arch che Fedora sono ampiamente supportate a livello di aggiornamenti, pacchetti di applicazioni e repository disponibili come Ubuntu?

          • vortex67

            Decisamente si,su AUR di arch trovi tutto quello che vuoi e anche di più senza dover aggiungere decine di repository come su ubuntu. Fedora magari devi sbatterti un attimo ma alla fine io ho trovato tutto quello che mi serviva. Comunque se vuoi sbrigartela subito con arch metti antergos o usa evolution linux.

          • Hyrax1994

            Più che altro, credo che per semplicità mi convenga usare una distro che supporti l’installazione da pacchetti .deb… quindi Fedora. Sono indeciso se scaricare la versione 21 o 22, mhm…

          • SalvaJu29ro

            In realtà fedora usa gli rpm come Opensuse

          • Hyrax1994

            Errore mio, ricordavo male. 🙂

          • SalvaJu29ro

            Il bello di Arch è che una volta installato i repo sono quelli, mentre con Ubuntu devi aggiungere molti Ppa

          • EnricoD

            1 non è difficile da installare, se segui questa con calma e il post-installazione non avrai grandi problemi

            http : // alexiobash . com/ installare – archlinux/

          • jboss

            sò che sto per mettermi contro un plotone di persone, xò il mio consiglio è di lasciar stare ARCH, avrai solo grattacapi.
            ARCH è una distro per fanatici.

          • jboss

            a questo punto se scegli la filosofia KISS buttati su slackware o slackware current per stare al passo coi tempi.

          • Archer

            L’hai mai provata?

          • jboss

            purtroppo si, ormai sono 2 anni che non ci metto più mani non so se è cambiato qualcosa, ma prima incappavo sempre in false partenze, rottura di dipendenze etc etc

          • Gino83

            Non è una distro per fanatici….è una distro per chi non ha paura di leggersi i wiki……è inutile saltare da una distro all’altra in cerca di quella migliore, quando si ha paura di leggere una guida e si è convinti che il terminale sia il male.

          • MoMy

            ”Assa stà” uno che consiglia fetora e ci butta dentro pure gentoo – come per fargli un piacere… 😛 Poi son sempre gli Arceri a pungolare.

          • jboss

            ahahahahhahaha

          • jboss

            se vuoi imparare linux installa gentoo cè documentazione in giro da scrivere un altra bibbia, ti spiega linux come funziona nei minimi dettagli, diciamo che gentoo e una LFS guidata.

          • EnricoD

            hahaah

          • Kim Allamandola

            IMVHO è semplicemente una distro per appassionati che han tempo da dedicare alla distro in se e si divertono a smanettare. Per esempio è ottima per studenti delle triennali di informatica. Non è adatta a chi vuole usare una distro e non ha voglia di starci dietro…

          • TopoRuggente

            Arch non è difficile ne da installare ne da gestire.

            Si installa da terminale, ma questo non è “difficile”.

          • Kim Allamandola

            Arch è una distro nata da un gruppo di scontenti di Debian o meglio del suo essere “poco personalizzabile”, da allora ha fatto molta strada creando un buon compromesso tra una distro basata su source ed una su pkg binari, non è certo una distro per utenti poco esperti… Fedora… È l’essenza di RH: qualche buona idea, tanto codice core, tanti bachi e defaults fuori dal mondo, personalmente non la consiglierei a nessuno ma se ti piace l’approccio aziendalista anglosassone bé Fedora lo incarna molto bene nel suo sviluppo…

            Come parco sw Ubuntu ed Arch grossomodo pari sono, su Ubuntu hai tutto pronto, su Arch hai molto da compilare col vantaggio di poter fare install come le vuoi tu (ad es. se usi Gnome, Unity inclusa, puoi compilare evince con il supporto djvu&c, puoi compilare il tuo player favorito col supporto ai formati che desideri ecc), ovviamente devi saperlo un minimo fare e sopratutto devi avere tanto tempo da dedicare al sistema in se più che al suo mero uso.

        • Christian Morelli

          se vuoi avvicinarti ad Arch…senza tanti sbattimenti..ti consiglio Antergos. basata su linux è dotata di installer grafico e hai tutto sempre aggiornato. ( anche meglio di Manjaro) 😉

          • Drumsal

            Ma anche no….. Prova a vedere il post dedicato ad Antergos qui su lffl pochi giorni fa’ e vedrai i commenti (anche miei) su tutto ciò che non funziona ed a quanta gente ha dato problemi!

        • Simone Picciau

          Ti consiglio OpenSUSE 13.2

        • BlueRazor

          Installare il sistema e dimenticartene Debian è la migliore scelta, anche se paghi la stabilità con software non sempre aggiornati all’ultima versione.
          Arch è ottima, stabile, leggera, installi solo quello che vuoi, ma è per appassionati. L’installazione si fa da terminale ma non è troppo complessa. La configurazione prende molto tempo e devi abituarti all’uso frequente di terminale e file di configurazione. Se la cosa non ti spaventa provala. I wiki ufficiali sono fatti molto bene e ci trovi di tutto.
          Altrimenti puoi provare Manjaro, derivata semi-rolling di Arch, che è molto facile da installare ed usare.

      • LelixSuper

        Domanda stupida: le versioni LTS di Ubuntu hanno un supporto di 5 anni, non sono la stessa cosa?

    • Simone Picciau

      Si certo, l’unico motivo per cui non uso debian io è che mi piace avere software aggiornati a versioni più recenti.

    • se vuoi gnome puoi provare o questa nuova debian con gnome, oppure antergos se vuoi una archlinux (quindi rolling) semplice da installare e più che altro non ti devi configurare a mano i file di config.
      oppure puoi provare fedora, anche se sinceramente io consiglierei più o debian 8 gnome (se vuoi qualcosa di stabile), oppure antergos con gnome (se vuoi software aggiornato ma non hai tempo o voglia di installarti e configurarti arch)

    • Graziano Ferrero

      Hyperlow, come mai ti sei trovato male? se ce lo dici penso sia più facile trovare una risposta

    • ange98

      Usa Ubuntu 14.04 LTS

  • Roger

    Mamma debian è sempre mamma debian.
    Anche se uso altro, scarico sempre le iso della nuova debian, è come un rito ormai.

  • giovanni

    Secondo me inpochi si rendono conto del valore di questa distribuzione, che non è una distribuzione qualsiasi, ma è la distribuzione. Debian è l’unica distribuzione che non ha dietro una azienda, che fornisce supporto per 5 anni nel caso di jessie, e spesso le aziende stesse non riescono a fare altrettanto. L’impegno degli sviluppatori per renderla sempre più facile da usare è fantastico, per non parlare del rispetto della privacy che garantisce e della sua affidabilità, che nei momenti in cui serve qualcosa che funziona non è secondario. Se si fanno quattro conti su distrowatch ci si rende conto che provabilmente almeno il 60% degli utenti usano debian o sue derivate e tutto questo senza chiedere un euro. Ma almeno usarla per sostenerne lo sviluppo, no?

    • jboss

      non dimenticare anche della bontà di slackware, opensuse, fetora e mettiamoci pure gentoo, il resto è + o – solo una perdita di tempo.

      • Archer

        Arch è una perdita di tempo? Chiedilo ha chi ogni 6 o 12 mesi reinstalla la distribuzione per avere software aggiornato!
        Sono più di due anni che uso Arch e non ho mai avuto problemi, una volta installate basta fare un pochino di attenzione negli aggiornamenti… 😉

        • in effetti, le rolling necessitano di un po di attenzione, però hai il vantaggio che si aggiornano i software, quale è il vantaggio?? lo dico subito:
          a volte capita che ad esempio musescore (che su ubuntu 14.04 è fermo alla versione 1.3), se apri uno spartito fatto per la nuova versione 2.0, non te lo fa aprire sulla 1.3 perchè richiede per forza la 2.0, e allora un utente non esperto cosa fa?? va in panico, perchè se va sul sito di musescore, questo gli fa scaricare il software dal software center e quindi la versione 1.3, mentre se vuoi la nuova versione ti dice di usare i ppa, ma un utente medio non sa usare i ppa e quindi si ritrova con un sistema in cui non riesce ad aggiornare un software che gli serve.

          • SalvaJu29ro

            Si però allo stesso tempo all’utente medio non gli puoi mettere Arch

          • no no per carità, sarebbe un macello.
            insomma bisognerebbe trovare un nuovo sistema una via di mezzo tra una rolling e una normale, in modo che non ti capitano aggiornamenti che possano richiedere un intervento manuale, ma che non hai nemmeno bisogno di usare i ppa per aggiornare dei software.

          • SalvaJu29ro

            Purtroppo la vedo dura, in una rolling prima o poi bisogna fare un’intervento manuale perchè negli anni ci possono essere cambiamenti sostanziali
            Anche con Chakra che è una half rolling qualche volta bisogna fare gli interventi manuali, è inevitabile

          • Kim Allamandola

            Non proprio quel che dici ma la SUN l’aveva fatto con OpenSolaris: grazie allo zfs avevano realizzato i BE che grazie a Caiman+IPS (installer+pkg system) permettevano delle “fresh-install per modo di dire” in un nuovo BE ovvero in un volume clone della root.

            Anche qui c’era qualche problema ma molti meno delle rolling GNU/Linux attuali e delle fresh-install classiche…

            Purtroppo per tanti il legame fs-pkgsystem-installer è alchimia e lo zfs è solo “un fs a 128bit”…

          • BlueRazor

            Manjaro è un buon compromesso. Una semi-rolling facile da installare ed usare

          • ange98

            Continuerò a ribadirlo più volte: i due sistemi principali attuali non funzionano (fresh-install e rolling). Bisognerebbe avere una distro che abbia un core stabile che una volta installato va avanti per 5 anni e che il resto dei pacchetti vengano aggiornati frequentemente (e qui i famosi bundle di cui leggevo qualche giorno fa nei commenti farebbero molto comodo).

    • Kim Allamandola

      Debian era quel che descrivi un tempo e infatti ha sfondato server-side mangiando un bel po’ di utenza un tempo Red Hat però al pari di RH non ha mai vinto veramente sul desktop, per questo è nata Ubuntu e per questo oggi Ubuntu ha avuto ed ha un enorme successo anche lato server.

      È triste da notare ma sono in pochi, singoli o piccoli gruppi, a saper innovare, le community sembrano conservatrici al pari della quasi totalità delle aziende… Prendi SUN, è nata da pochi tecnici, ha fatto strada grazie a quei pochi e poi s’è dissolta, idem SGI prima di lei, idem anche Debian; dai tempi di Debra e Ian ne è passata di acqua sotto i ponti e gli stessi progetti del fondatore sono rimasti fermi (installer i pkg-system di debian) o finiti (Progeny per dirne una)…

  • EnricoD

    ho voglia di debian, ma sono indeciso sul de da mettere
    è che vorrei qualcosa di diverso, la maggioranza mi hanno attrippato

    • jboss

      io ho installato gnome, è funziona persino la sessione wayland senza grossi problemi cosa che fetora non fa.

      • EnricoD

        gnome non mi piace proprio

        • jboss

          anche a me non piaceva, xo adesso sono diventato “attività” dipendente , mi piace molto l’expose.
          Se ci fossero lo scroll delle app nella dock e la selezione multipla e lo split in nautilus sarebbe un desktop completissimo.

          • per me dovrebbero reintrodurre le categorie nella shell come era nelle vecchie versioni di gnome shell, ora è troppo in stile launcher android e ios, un ammasso caotico di applicazioni messe in giro per la dash quindi o le ricerchi per nome, oppure devi scorrerti tutte le applicazioni

          • jboss

            pure, ho dimenticato, simile a come le ha unity

        • Marco Missere

          Provalo per un po’, io lo schifavo, ma poi sono passato all’estremo opposto, ora è il mio DE preferito (insieme a Unity, non insultatemi :'( ).

      • Marco Missere

        Perdonami l’ignoranza, ma usare Wayland anziché X.org porta qualche vantaggio?

      • Marco Missere

        Perdonami l’ignoranza, ma usare Wayland anziché Xorg porta qualche vantaggio?

    • qualcosa di diverso?? mettila senza DE xD solo console

      • EnricoD

        no, per carità… una volta viddi una mia prof.ssa di Fisica teorica fare come dici tu
        sembrava un mostro mentre mi mostrava i calcoli da fare, mi sono messo paura dal modo in cui usava il pc (era veramente disinvolta) ed eviterei volentieri xD
        edit: sto mettendo lxde, poi vedrò di renderla diversa in qualche modo

  • jboss

    con questa versione hanno fatto un lavoro “STRE PI TO SO”, cè da lavorarci un pò ma una volta in sesto non la ferma più nessuno: è un treno da 100.000 cavalli, spero solo che snappy non danneggi l’utenza di debian.

    • Kim Allamandola

      Snappy per ora è iper-immaturo, che ci sia bisogno di superare i deb è IMVHO ovvio e va di pari passo col bisogno di superare gli installer attuali e i fs attuali (ma sarebbe un discorso un po’ OT), ho letto l’annuncio a tema snappy ma penso che Ubuntu non si staccherà da dpkg/apt almeno per 3-4 anni almeno…

      • Fabio

        Si, credo anch’io che Canonical come capita sovente abbia fatto un annuncio un po’ prematuro… xò snappy è sicuramente un progetto da seguire con attenzione.

    • Fabio

      Ho provato la testing il mese scorso e concordo con te, sembra proprio venuta bene! Il fatto è che wheezy va altrettanto bene e non trovo il motivo x fare il passaggio… 🙂

      • Marco Missere

        Dipende dal DE che usi su Wheezy, se usi GNOME il salto in meglio da GNOME 3.4 a GNOME 3.14 si sente 😀

    • jboss

      come non detto, ecco sorgere un bel LUKSerror, questo problema lo hanno tutte le distro, tranne fetora 22 con gli ultimi aggiornamenti.

  • wdfwf

    Ma i font si vedono ancora in quel modo orribile? Ogni volta che l’ho installata mi davano fastidio e in qualche modo tornavo sempre alle buntu… C’è un modo per risolvere?

    • Marco Missere

      Con Infinality non dico che diventano come Ubuntu, ma almeno sono decenti 😀

  • Orecchino

    i software di ubuntu sono compatibili con debian?

    • jboss

      il 90% si

      • Orecchino

        Grazie. Sono indeciso tra ubuntu (kubuntu in particolare) e questo debian

        • Kim Allamandola

          Se sei relativamente poco pratico di GNU/Linux ti consiglio Ubuntu ufficiale, non Kubuntu né Debian né altri. Il suo successo è motivato: su Ubuntu hai per così dire finiture e pappa pronta che non hai altrove!

          • Orecchino

            perchè non kubuntu? alla fine è una sua derivata

          • Kim Allamandola

            Perché Kde è dalla 3.x che non ne azzecca più una, un tempo era un bel de completo e piacevole, adatto all’utenza nuova e “smanettona della GUI”, oggi è sostanzialmente un DE che non sa dove andare la cui comodità ed intuitività se n’è andata da tempo…

          • Orecchino

            e perchè non debian?

          • Emanuele Cavallaro

            Perché su Debian, post installazione devi smanettare di più che su Ubuntu, sopratutto se hai driver proprietari.

          • Orecchino

            potresti spiegarti meglio? (scusa se sono noioso :)) )

          • Box2Tux #LinuxITA

            Se hai una scheda grafica con driver proprietari con debian devi fare un casino, con ubuntu vai nelle impostazioni, il motto di ubuntu è “linux per esseri umani”, mentre debian vuole soli stabilità e sicurezza

          • Fabio

            Io ho una nvidia e installando i driver dai repo non-free non ho mai dovuto “smanettare”. Sarò fortunato…

          • jboss

            io ho installato il binario 349.16 dal sito nvidia + dkms + librerie 32bit, va che è un piacere.

          • Fabio

            Ma infatti, x me molti sono luoghi comuni.
            Tra l’altro guarda che io informaticamente parlando non sono certo una cima e ho anche pochissimo tempo libero, ma con Debian sono riuscito a sostituire Windows quasi completamente (mia figlia studia grafica e deve usare programmi x Windows).

          • Box2Tux #LinuxITA

            vallo a dire a uno che non ha mai usato linux e si installa debian, e digli che deve attivare i repo non-free, e poi li deve installare con apt-get… credo sia più semplice usare i front-end

          • Fabio

            X front-end intendi quelle cose come Apper, ad esempio? Xché è preinstallato…
            Ripeto, c’è molta mitologia in quel che dite!

          • Box2Tux #LinuxITA

            Si ma in debian non è preinstallato, quindi, 3 comunque io ho sia ubuntu che debian, con debian non mi funzionava neanche il WiFi, ho dovuto usare un altro kernel, in ubuntu no, quindi non è mitologia

          • Fabio

            Ti posso assicurare che Apper è il software center predefinito di Debian KDE da Wheezy ed ovviamente è già preinstallato.
            Quanto al tuo wi-fi, mi pare strano dover usare addirittura un altro kernel, ma se lo dici tu…
            Ciao

          • ange98

            Si riferiva a jockey (il “driver manager” di Ubuntu).

          • Kim Allamandola

            Perché rispetto a Ubuntu è più rozza, meno integrata e assolutamente meno vicina al desktop moderno.

          • Fabio

            Non c’è motivo di non usare KDE, il nuovo 5 non lo conosco ma il 4 è un gran bel desktop, stabile ed efficiente.

        • bomdias

          installa linux mint 17.1 cinnamon vedi che non te ne pentirai per iniziare è la migliore distro

  • Andrea

    Che differenza sostanziale c’è tra la ISO cd e dvd? Oltre alla dimensione che contenuti differenti ci sono? Grazie

    • Kim Allamandola

      Il numero di pkg già nella iso essenzialmente, i dvd&c han senso se operi offline o con connessioni poco performanti, altrimenti la netinstall è la cosa più semplice.

      • Andrea

        Quindi alla fine del processo d’installazione hai le stesse cose installate?

        • Kim Allamandola

          Si, solo in un caso le scarichi nella iso, nell’altro in fase di install.

  • EnricoD

    la sto finendo di installare dalla netinstall
    mi son seduto, praticamente, oltre al partizionamento, non sto facendo altro che spingere enter fino alla scelta del de… xd
    che spettacolo
    l’installer è veramente molto migliorato
    ubuntu, finché è durato (manco 1 giorno) è stato più o meno bello

    • SalvaJu29ro

      Ma sbaglio o tu cambi DE e distro molto spesso? Se si sei esattamente come me 😀

      • EnricoD

        distro no, stavo su arch da agosto dell’anno scorso fino a ieri quando mi è venuta la malsana idea di provare ubuntu
        unity me fa schifo
        de in genere sono o su lxde o xfce, ma si ne provo altri molto spesso ma alla fine torno a casa

        • SalvaJu29ro

          Però passare da Arch a Debian stable è proprio passare da un estremo all’altro
          Come mai hai fatto il passaggio?

          • TopoRuggente

            Pure io le ho entrambe.
            Arch con Gnome-Shell, Enlightenment e I3wm
            Debian 8 con KDE e XFCE

            Complicarsi la vita è un arte, ma aiuta a non fossilizzarsi troppo.

          • EnricoD

            perché sono lunatico:P

    • CuccuDrillu10

      che ambiente desktop hai scelto alla fine? 🙂

      • EnricoD

        alla fine lxde:)

        • CuccuDrillu10

          anche io ho installato la nuova ubuntu 2 giorni fa, ma con unity proprio non mi trovo, anche se graficamente è carino. Preferisco il classico pannellino col menu!

          Sto provo debian con mate e vediamo come va.

          • EnricoD

            appena finito
            ora sto mettendo qualche scorciatoia e due ritocchi…
            una scheggia comunque a parte i temi di base che so un po trucidi

          • amepiaccionoitemi

            ecco, potresti consigliarmi un tema carino? che non ne trovo mai che mi soddisfino, e alla fine mi tengo sempre delle schifezze tipo quelle di default nelle varie distro…

          • EnricoD

            Io uso clearlooks che non è brutto, con colore oggetti selezionati D70A53
            poi mate-icon-theme-faenza nella variante dark

            come tema gtk numix

            wget https : // github . com/shimmerproject/Numix/archive/master . zip

            unzip master . zip

            sudo mv Numix-master /usr/share/themes

            ovviamente biosgna togliere gli spazi da quei comandi

            dmz bianco come cursore e compton per le trasparenze (da installare e mettere in avvio automatico)

            sul gestore ci sono anche i temi shiki

          • Marco Missere

            “Con Unity proprio non mi trovo”
            Sei il primo che vedo che, pur non apprezzando Unity, riesce ad esprimere il concetto senza dire “aborto” o “schifo” 😀

  • Solaire Di Astora

    dopo ben due anni di sviluppo è finalmente disponibile la versione stabile di una distro già vecchia, con software vecchio che è però impercettibilmente più stabile di Arch, che invece grazie all’ AUR ti da tutti i possibili pacchetti immaginabili esistenti nella comunità linux installabili con un comodo sistema “scrivi-clicca-inseriscipassword-ok” senza dover cercare repository su google finendo così per inquinare la propria installazione che alla fine dev’ essere solo rasa al suolo.

    Erano anni che volevo dirlo su.
    Dai scherzo l’ho usata per anni Debian sin dalla versione 5 , uso arch solo da 1 anno…..
    Volevo solo fare un po il trollone

    • Giulio Mantovani

      però non hai tutti i torti, debian è una delle distro da usare se si vuole estrema stabilità e nessun bug fottendotene della versione del software, arch con AUR praticamente è LA distro. per me le distribuzioni da usare sono: Debian, Arch e OpenSUSE.

      • daniele dragoni

        Ma avete l’arggiornite acuta? Arch è bellissima, ma bisogna aggiornala sempre e a lungo andare stanca. Sul mio pc voglio almeno una distro che per un paio di anni non debba metterci le mani. E debian va bene per lo scopo. Viva linux qualunque distro si usiate.

        • Giulio Mantovani

          perchè tu usi debian e poi disabiliti il gestore aggiornamenti? ma dai, su debian ci sono molti più aggiornamenti di arch, la differenza è che su arch gli aggiornamenti sono di versione (quindi passi da kde 4.13 a 4.14 per dire) mentre su debian sono bugfix (quindi non passi da 4.13 a 4.14, ma fai 4.13.1/2/3/4/5/20/30)

      • Fabio

        Debian + KDE è ormai il sistema che metto su tutti i pc sui quali sono obbligato a fare manutenzione: i miei tre, quelli dei miei figli, quello di mia sorella e quello della mia compagna. Prima era tutta una telefonata, ora finalmente non ne sento più parlare, quindi Dio benedica Debian!!! 🙂

        Scherzi a parte, usando KDE Opensuse l’ho provata a lungo, 3-4 mesi e va benissimo ma, boh, ha qualcosa che non mi torna… Arch è tanto che dico “ora la provo” ma non mi decido mai… eppure prima o poi mi dovrò decidere…

      • Sándor

        Tranquillo che ci sono bug anche su Debian. Ti dico, da anni utilizzo Xubuntu LTS come SO principale e Debian (e Lubuntu sul vecchio netbook). Xubuntu è stabile tanto quanto Debian (almeno sui miei pc). Mai avuto nessun problema di stabilità. Ovvio, come in tutte le distribuzioni c’è sempre qualche bug, ma pc reattivo e stabilissimo, software sempre aggiornato e desktop bello da vedere. Insomma, secondo me bisognerebbe un po’ sfatare questo mito che SOLO Debian è stabile come una roccia.

    • Adriano Bassignana

      Gestisco alcuni server con Debian 6.x all’interno del quale girano altri processi, sempre Debian, in emulazione. Ora, dopo 5 anni devo passare a fare un salto, ovvio che mi preoccupo… Ma qui ecco l’importanza di Debian, la possibilità di poter aggiornare senza troppi patemi, basta ovviamente non aver mantenuto la compatibilità completa su tutto. Insomma Debian è oramai un SO per chi lavora direi “Mission Critical” e non per caso è adottato da chi desidera stabilità.

      • Kim Allamandola

        Se in un ambiente mission critical non hai una regolare strategia di update e ti affidi alla buona compatibilità inter-versione della distro scusa la franchezza ma è meglio far dell’altro.

        Qualsiasi sistema critico da almeno 5-6 anni (ovvero da quando è tecnologicamente economico e comodo farlo) deve essere pronto alla replica in qualsiasi momento tanto per non fare come i famosi bancomat con XP o quella grande banca italica che cerca sviluppatori cobol per il suo iper-vecchio gestional-ERP di cui nessuno ha un’idea chiara del suo funzionamento…

        Il bare metal deploy è ancora un problema ma il resto no, siamo nel 2015 non negli anni ’80!

    • jboss

      anzi, diciamo che questa release 8 è uscita più aggiornata rispetto alle precedenti, guarda il kernel 3.16 guarda gnome 3.14, tutti usciti + o – 6-7 mesi fa.
      mi dispiace che non abbiano fatto in tempo a mettere gnome 3.16 altrimenti sarebbe stato paradisiaco.

      • io non capisco come mai abbiano messo il kernel 3.16 che non è più mantenuto allora era meglio mettere il 3.18, si va bene non è arrivato in tempo per il freeze, ma almeno è un kernel lts ancora mantenuto e che verrà mantenuto ancora a lungo.
        il kernel 3.16 non appare più su “kernel. org”

        • ange98

          Debian e RedHat hanno risorse a sufficienza per riuscire a mantenere stabile anche un kernel non LTS. E comunque tutte ste differenze nei vari aggiornamenti non ci sono per la stragrande maggioranza degli utenti (tipo per me aggiornare il kernel è prevalentemente inutile visto che mi viene riconosciuto tutto e non ho la necessità di aggiornarlo all’ultimissima versione).

          • più che altro il 3.18 aveva introdotto molte migliorie per la sospensione e il ripristino.
            prima del 3.18, i tempi di sospensione e ripristino erano lentissimi (il ripristino dalla sospensione richiedeva più o meno il tempo che normalmente il pc impiega ad ad accendersi, mentre la sospensione richiedeva parecchio tempo).
            invece con il kernel 3.18 avevano migliorato molto rendendo la sospensione e il ripristino dalla sospensione praticamente istantanei

    • Andrea De Gradi

      Come mi è già capitato di leggere da qualche parte: il software di Debian non è vecchio, È STABILE!

    • Marco Missere

      Sai vero che i pacchetti di AUR non sono sempre funzionanti? Con i .deb non ho mai avuto un problema, sia su Debian che su Ubuntu/Mint.

  • Matteo

    Ragazzi ora manca solo Devuan all’ appello… 🙂

    • Kim Allamandola

      Temo che non andranno molto avanti… Abbiamo bisogno di un gestore init un pelo più moderno, sarebbe tanto semplice aver appoggiato Upstart ma no, siccome è la scelta di Canonical non piace… Idem dicasi di Bazaar…

      Purtroppo a tanti piace evirarsi per far dispetto alla moglie…

      • TopoRuggente

        Infatti nemmeno l’azienda che lo sviluppava appoggia Upstart !!!

        Bazaar è ottimo sulla carta, ma non reggeva il confronto con le prestazioni di Git.
        Canonical ha tentato di migliorare la situazione cambiando varie volte l’on-disk format, ma costringendo gli utenti ad aggiornare server e client, allontanando l’interesse di utenti e sviluppatori (l’ultima versione ha quasi due anni).

        • Kim Allamandola

          Infatti, sappiamo tutti quanto bene stia Novell e quante scelte sbagliate abbia fatto.

          Bazaar non ha mai perso contro Git, ha perso contro la community che al posto della ratio ha seguito l’effetto pecora: “Linus ha scritto Git? Usiamo Git!”, lo stesso sta avvenendo con SystemD, Gnome Shell ecc.

          Ti pare che RH (ovvero Gnome) collabori, evolva con le altre distro ecc? No, fa la stessa identica cosa che fa Canonical, va per i fatti suoi come ha sempre fatto. Ora il vento è cambiato la strategia “core” di RH non funziona qualto la strategia “distro” di Canonical e come risultato la community si spacca non rendendosi manco conto di quanto dipendente e in posizione precaria è rimasta per qualche decennio.

          I prossimi? IMVHO GitHub sarà l’altro dominus che quasi nessuno si accorge esser tale.

          • TopoRuggente

            Di la verità, sei arrivato quì da un altro pianeta?
            Non è possibile che tu non ti sia reso conto che Bazaar le ha prese da Subversion, Git e Mercurial (in ordine di diffusione).
            Ci sarà pure una ragione percui Bazaar sia il meno diffuso, o tutti pecore tranne te.

            RH=Gnome beh quì proprio vaneggi.
            Se vai sulla pagina di Gnome foundation noterai che tra i vari sponsor c’è RH, ma anche Google, Suse e …. oppps Canonical, dimentichi forse che a parte Gnome-Shell che è un DE, su Gnome3 ci sono vari altri DE … tra cui pure Unity.
            Comunque sia, piaccia o no Gnome è un progetto creato per Linux, mentre Unity (come anche Mir e Ubuntu Snappy) è un progetto per portare Ubuntu ad essere qualcosa di separato nel mondo linux.

          • Kim Allamandola

            Di la verità, hai mai usato un VCS per più di 5′? Subversion lo usano ancora (sigh) tanti che han reazionari masochisti ma nessuno sano di mente. Mercurial è usato nel mondo SUN perché li è nato come Bazaar è usato nel mondo Ubuntu perché li è nato. Mercurial è più vecchio e quindi fa un po’ meno cose di Bazaar ma entrambi sono VCS moderni, coloro che realmente han fatto passare dall’era centralizzata di Subversion al mondo distribuito di oggi.

            Git è fottutamente complesso, sia come codice sia come uso, nel perfetto stile di Linus Torvalds ma al di fuori di lui e forse di progetti delle dimensioni di Linux la sua complessità è inutile e controproducente. Bazaar e Mercurial, alla pari, sono molto più sensati. Non si sono diffusi per ragioni molto simili alla mancata diffusione dello zfs: l’effetto pecora. Una gran massa di gente che non ha non solo le competenze ma manco la curiosità per provare qualcosa che non venga dal pastore di turno e che anzi bolla come male/inutile/stupido ogni cosa diversa. Ricordi i commenti sullo zfs “rampant layer violation”, fs a 128 bit ecc? Bene, si forse forse vengo da un altro pianeta, quello (purtroppo morente) delle persone che ragionano con la propria testa, non con quella altrui e quindi non digerisco certe evoluzioni da SystemD al GnomeOS a git vs Bazaar ecc.

            Su RH=Gnome, ti prego, i super-big finanziano qualsiasi cosa perché o può tornare utile un domani o se è sgradita può essere più facilmente demolita e controllata. Gnome è un progetto di RH e la sua community è la community RH. Canonical è rimasta con Gnome facendone un frontend (Unity) perché ai tempi era il migliore e ora con la 8 cerca di andarsene visto che non solo non è più il migliore ma anzi si stà evirando per far dispetto alla moglie. Mir è nato per risolvere i problemi di X ed è nato come Mir poiché Wayland è da eoni che lo aspettiamo e non s’è mai veramente mosso, a cominciato a muoversi quando Ubuntu ha annunciato Mir, guardacaso. Snappy? Da quanti eoni si dice che in package manager devono evolvere? Di nuovo Ubuntu è l’unico che dalle parole o dal lavoro di 4 gatti appassionati è passato ai fatti.

            Canonical piaccia o meno innova, gli altri o integrano più o meno il solito codice o persistono nel mantenere lo status quo senza evolvere.

          • TopoRuggente

            Propriamente Mercurial è stato lanciato il 19/04/2005, mentre Bazaar il 26/03/2005.
            Chiaramente sul tuo pianeta Mercurial è più vecchio.

            Inoltre allego un elenco dei progetti che usano Mercurial (ottenibile con poco sforzo da wikipedia) tutti della SUN ovviamente (sempre sul tuo pianeta).
            Adblock Plus
            Adium
            CLISP
            Coin3D
            Dovecot IMAP server
            GNU Health
            GNU Multi-Precision Library
            GNU Octave
            Growl
            IcedTea
            Illumos
            LEMON
            MoinMoin wiki software
            Mozilla
            Mutt
            Nginx
            NetBeans
            Ogre3D
            OpenJDK
            OpenIndiana
            OSSEC
            Pidgin
            Python (programming language)
            SDL
            XEmacs

            Chiaro Mir È stato sviluppato perchè Wayland non si muoveva sul tuo pianeta, sul questo invece Canonical ha forkato il codice di Wayland, ne ha modificato lo sviluppo per produrre qualcosa in contrasto …. e adesso oppps apriamo un PPA per lo sviluppo di Wayland pure, caso Mir si dimostri un padulo …

          • Kim Allamandola

            Evidentemente non sei mai stato nel mondo SUN: la storia di Mercurial è un pelino più lunga della sua prima release, *anni prima*, quando ancora in SUN vinceva (bé era l’unico) TeamWare, poi mezzo-rifatto mezzo-rinominato in BitKeepr quando Larry McVoy lasciò la SUN. Mercurial è nato perché a molti l’evoluzione di TeamWare non piaceva e volevano una base open.

            Se guardi gli stessi progetti che hai elencato noterai che tutti quelli grossi sono progetti SUN o vicini al mondo SUN: OpenIndiana ed Illumos sono i più ovvi, Netbeans non ne parliamo ma anche IcedTea, OpenJDK e XEmacs. Ogre3D come Octave avevano ed hanno ex-SUN tra gli sviluppatori ecc.

            Mir è un fork di Wayland, come ho scritto, fatto poiché lo sviluppo di Wayland non andava avanti se non a velocità da lumaca. Guarda caso ha accelerato proprio quando Canonical ha deciso di forkare un po’ come GnomeShell che è nata quando Canonical si è stufata dei devs di Gnome che continuavano a rigettare le sue proposte ed è nata Unity (e Gnome Shell ricopia sempre più Unity).

    • Lungattesa

      Io aspetto anche SolydK e SolydX (basate su Jessie + firmware nonfree + codecs nonfree).

      • Fabio

        Se ben ricordo c’è un progetto “unofficial” debian live che permette di provare debian e poi installarla ed ha già i repo non-free abilitati.

  • Dopo di 15 anni di GNU/LINUX (7 su ubuntu) Debian sul ramo stable è la mia pace dei sensi…

  • talme94

    Domanda da (abbastanza) niubbo del mondo linux: ci validi motivi per preferire debian stable rispetto, ad esempio, ad una dietro rolling come arch? Quanto devono essere “vecchi” sono i pacchetti più o meno perché siano considerati stabili con il sistema?
    Grazie 🙂

    • Jacopo Ben Quatrini

      bè sono due mondi apparte: una blocca i pacchetti per concentrarsi sul fixare bug , l’altra aggiorna spesso tutti i pacchetti all’ultima versione disponibile quindi anche col “rischio” di trovarsi più falle e quindi possibili cali di prestazioni dell’OS.

      Chiaramente se sei un utente attento non dovresti avere problemi con nessuna delle due.
      Tra le due distro credo che debian sia la più facile e quindi più adatta alla fruizione di un niubbo.

    • heron

      non è importante solo l’anzianità, ma anche la qualità. Ecco perchè Arch, pur essendo più aggiornata di Ubuntu, mi ha sempre dato meno problemi.

      Debian invece fonda la sua ragion d’essere sulla stabilità. È una garanzia.

      Nell’uso di tutti i giorni (navigazione, giochi…) la stabilità non è poi così importante. Anzi, un novizio su ubuntu/mint/elementary potrebbe trovarsi meglio, visto che la maggior parte delle guide su internet sono riferite a queste distro.

      Ma se su un computer ci si lavora e non si vuole perdere una giornata a causa di un aggiornamento andato male (e parlo soprattutto per i novizi), meglio Debian.

      Arch offre comunque un’alternativa: non è stabile come Debian, ma fornisce una documentazione eccellente. Se qualcosa non funziona, non serve cercare disperatamente su forum e blog, perchè tutto quel che serve è già scritto nel suo wiki e quindi nell’arco di un paio di minuti si risolve qualsiasi problema.
      Però bisogna avere una confidenza (anche basilare) con il terminale e con linux.

    • ange98

      Beh volendo se vuoi Debian, ma “rolling” e aggiornata, puoi usare il ramo Sid (e pinnare ad experimental per alcuni pacchetti) o il ramo Testing (quest’ultimo è il mio ramo preferito: pacchetti aggiornati e sistema stabile. Diciamo che alla fine ti ritrovi una specie di Ubuntu LTS).

  • Gabriele

    e vai con le pulizie primaverili!

  • jboss

    Dai su raggiungiamo il numero di commenti del post precedente su ubbundu 15.04, cè la faremo oppure anche stavolta ubbuntu vincerà la supremazia????
    ahahhaha

  • l’ho testata (la versione gnome) per un’oretta o due in live, a parte la sessione wayland che non mi parte (quando faccio il login con la sessione wayland, mi ritorna a gdm) sembra davveor ben fatta, è veloce e reattiva, occupa poca ram nonostante fossi in live (500mb).
    che dire, davvero un ottimo lavoro

    • heron

      Ho installato Jessie x86 con GNOME sul netbook ormai da almeno una settimana.
      Rispetto all’ultima volta che ho provato GNOME 3 e Debian, le performance e il consumo di RAM (300-400MB) fanno gridare al miracolo.

      • concordo, ora è molto più reattivo e meno pesante gnome shell

        • heron

          qualche versione fa mi succedeva che il consumo di RAM, (già in partenza troppo elevato) tendeva ad aumentare con il tempo.

          Avendo solo 1GB, anche senza aprire applicazioni, nel giro di1-2 ore il PC cominciava irrimediabilmente a swappare.

          In questo momento ho evolution e iceweasel aperti e con ben 15 estensioni attive ho ancora mezzo giga libero.

          • Kim Allamandola

            Se il consumo di ram sale a macchina idle hai un memory leak… Non è un comportamento normale ma un baco da scovare…

          • ange98

            Se non sbaglio era un problema di GNOME Shell, che a volte cominciava a consumare RAM. Sul forum di Arch se non sbaglio c’erano svariate discussioni al riguardo.

    • Macro

      Pensa che la mia debian jessie (testing) x86_64 con sopra kde, occupa solo 328 MB 😛

  • Jacopo Ben Quatrini

    Devo fare un po’ di pulizia sul PC , salvare dei dati e poi posso installare debian 8.

  • Stretch

    La prossima sarà Debian 9 “Stretch”

  • alex

    Appena installato sul portatile con uefi nessun problema anche la versione 32 bit.Qualcuno sa come installare xfce 4.12?

  • Lace

    Ciao a tutti, da 1 anno uso debian 7..e mi reputo parecchio soddisfatto, dopo anni e anni con kubuntu e altre derivate di debian ho xo un dubbio da novizio : l’aggiornamento dalla 7 alla 8 si puo’ fare anche via apt? Oppure devo cambiare il source list? Oppure sono costretto a rifarmi l’installazione?… so che l’ultima sarebbe meglio ma ho una scheda wifi B43 che mi ha fatto sempre impazzire x i driver e non so se sono disponibili le immagini non-free oppure se è già disponibile l’installazione del pacchetto driver non-fre dopo la netinstal?

    • Guest

      prosit

      https : // www . debian . org/releases/jessie/amd64/release-notes/ch-upgrading . it . html

      • Lace

        Grazie mille!
        … Sono proprio mona: bastava leggere le note di rilascio…bhe fortunatamente va tutto tramite apt o aptitude! … Un lusso!

        Scusate la domanda banalissima!

        • Guest

          di nulla loki

          saluti

  • Gerry

    Quanti niubbi che sparlano di “stabilità” a sproposito… Un sistema è stablie quando non subisce più modifiche al software, tranne gli aggiornamenti di sicurezza. Ed è quanto fa Debian con la versione stabile. Arch e tutte le distro rolling, non sono stabili per definizione, visto che aggiornano di continuo non solo il software, ma pure il kernel. Confondete la stabilità di un sistema, con la quantità di bug e problemi di configurazione. Io consiglio sempre a chi si affaccia al variegato mondo Linux, dopo un certo periodo di apprendimento, di installare una distro partendo da una versione minimale (alla Debian, o alla Arch way se preferite) e poi, pian piano, installarsi il DE e i vari software. Perché, spesso, i casini sono introdotti dalle preconfigurazioni delle varie “pappe pronte”, fatte per funzionare più o meno dappertutto. Ed è proprio quel “più o meno” che fa casino.

  • Linux

    Debian non è al passo con i tempi. Porta con se software vecchio con annessi bug che magari sono stati risolti nella versioni successive anche lato kernel.
    Continuerò a ripetere che la miglior distro sulla faccia della terra è Arch dove senti la vera filosofia linux parti da schermata nera e pezzo dopo pezzo ti costruisci con le tue mani, sapendo esattamente cosa stai facendo a livello macchina e software, il TUO sistema operativo con pacchetti aggiornati all’ultima versione STABILE (mai utilizzare yaourt quello no è quello che porta i casini in Arch).
    E oprattutto ti puoi installare il tuo DE preferito puro così come è stato creato senza gli sfondarelli di default e le varie configurazioni di default. Io uso KDE puro senza l’abominio della GTK inserite dentro e la distro risulta veloce per dire anche su un pentium 4 1GB ram.
    Mentre le altre distro debian inclusa sono dei mattoni macina processore

    • Marco Missere

      Il solito fanboy arciere.

      • Linux

        Arch è l’unica distro vera senza versioncelle che si aggiorna quando ce ne è di bisogno e incarna quallo che era linux ai tempi d’oro

        • loki

          ai “tempi d’oro” non esistevano le rolling

          • Sándor

            «e incarna quello che era linux ai tempi d’oro»

          • ahahahahaha oddio mi hai fatto morire con questa immagine xD

    • Dario Chemello

      Stai parlando di utilizzo Desktop o Server?

      Perché io ti potrei dire che dal lato server Arch non sarebbe mai usabile (ahimè) in una azienda con un minimo di audit, proprio per le sue caratteristiche.

      Se devo migrare n server Debian mi faccio un po’ di patemi ma so che posso andare liscio ed in fretta ed avere un risultato … stabile!

      Con Arch non è proprio così, non trovi?

      • MoMy

        I pacchetti Arch-Server erano longterm mica rolling. 😛

    • H0w The West Was W0n

    • ange98

      Veramente se vogliamo essere proprio sinceri, Torvalds è molto pigro e non credo che sia pro a distro come Arch, Debian (che lui stesso tempo fa definì inutile per come vede le distro). Non a caso una distro user-friendly come Fedora (per uso personale) e OpenSUSE (come distro stabile per famigliari. Suppongo che utilizzi una evergreen).
      In più non vedo come yaourt o packer o altri AUR-helper possano portare casini. Se premi “y” a tutto senza guardare è ovvio che possono accadere casini. Anche su Windows se installi un software premendo solo “Avanti” e “Installa” ti ritrovi con toolbar e software aggiuntivi vari.
      Poi la parte riguardante il vecchio software è totalmente falsa. Debian non si limita a “freezare” i pacchetti, ma anche a patcharli affinché vengano eliminati più bug possibili. Su Arch invece i bug rimangono fino a quando il dev non si decide a correggerli, poiché la maggior parte dei pacchetti è vanilla (il kernel stesso ha 3 sole patch se non ricordo male).
      In più “esser al passo coi tempi” e parlare di una distro rolling, con un gestore pacchetti come pacman (che costringe l’utente a sistemare i suoi casini e che richiede di esser guidato passo per passo) e considerando che l’installazione è totalmente da riga di comando, da cui ti devi installare tutto il software, mi pare un po’ incoerente. Non trovi?

      Io uso KDE puro senza l’abominio della GTK

      Quindi niente Chrom{e,ium} o Firefox? A meno che non usi Opera non trovo come tu possa dire di essere al passo coi tempi visto che di conseguenza useresti un browser in Qt come Qupzilla o Rekonq (molto validi ma non ancora pronti per una navigazione seria).

  • Giuseppe

    Installata ex novo due giorni fa su un Asus X550, mi ha pure riconosciuto lo scrolling a 2 dita sul touchpad nonche’ lo zoom, cosa che Ubuntu 14.04 non mi riconosceva.
    Vi chiedo: esiste un repository che non sia debian-experimental per tenere aggiornato Iceweasel?
    Mille grazie

    • MoMy

      Essendo un progetto Debian, credo sia la cosa migliore aggiornarlo direttamente dalla fonte. ^^

      EDIT: @ferramroberto Cosa ci sarebbe da approvare in questo messaggio. -.-‘

      • ogni tanto anche a me capita che i messaggi vanno in moderazione senza che inserisco link, parolacce, bestemmie, insulti o altro genere di parole che possano entrare in moderazione.

        • G

          Ci sono le keywords…qualche parola ha attivato il sistema di moderazione

          • MoMy

            Allora i filtri son fatti male, lo prova il fatto che le parolacce passano. 😛

          • si ma il problema è che rigardandole proprio non riesci a capire quale possa essere la keywords che non va bene.
            roberto potrebbe fornirci l’elenco completo, così ce lo leggiamo e sappiamo che parole possiamo usare e quali parole non possiamo usare

    • Marco

      Debian, su stable, testing e sid viene usato nella versione ESR e mantenuto aggiornato senza repository esterni.
      La versione “standard” viene fornita solo dal repo experimental.

    • Pol Hallen

      Puoi usare firefox scaricandolo direttamente dal sito mozilla.

    • eimer

      da qui :

      deb http://http.debian.net/debian unstable main
      deb http://http.debian.net/debian experimental main

      sono i repository di mozilla x debian , ti ritrovi l’ultima versione di iceweasel

    • Fabio

      Su google cerca Debian Mozilla Team.

    • Buffoli Stefano

      Iceweasel

      Il Debian Mozilla team mette a disposizione questo repository
      semi-ufficiale per permettere agli utenti Debian di installare la
      versione release (ma anche beta e aurora) di Iceweasel su tutte le versioni di Debian attualmente supportate.

      Le istruzioni dettagliate su come usare tale repository si trovano in http://mozilla.debian.net/
      tratto da

      http://guide.debianizzati.org/index.php/Repository_non_ufficiali

      Qui di seguito illustreremo come fare per avere la versione release di Iceweasel su Wheezy.

      Aggiungere queste righe in /etc/apt/sources.list:

      ## Debian Mozilla team
      deb http://mozilla.debian.net/ wheezy-backports iceweasel-release

      Poi aggiungere la chiave GPG per l’autenticazione dei pacchetti installando il pacchetto pkg-mozilla-archive-keyring con:

      # apt-get update && apt-get install pkg-mozilla-archive-keyring

      Infine per installare la nuova versione di Iceweasel (con interfaccia in lingua italiana):

      # apt-get install -t wheezy-backports iceweasel iceweasel-l10n-it

    • Buffoli Stefano

      tratto da
      http://guide.debianizzati.org/index.php/Repository_non_ufficiali

      il testo trascritto e tratto la sito ufficiale e non certo farina del mio sacco e un sito che utilizzo spesso per trovare i repository di debian

  • BlueRazor

    Si parla sempre male di Debian perchè non ha l’ultima versione dei software. Questo OS è votato alla stabilità e all’assenza di bug. Casi tipici di utilizzo: PC in ufficio (dove troneggiano ancora i WinXP e nessuno si lamenta) con hardware non all’ultimo grido e tempo per le manutenzioni richiesto il più basso possibile; server, dove non importa avere l’ultimo browser ma avere una macchina inarrestabile. L’utente desktop che vuole le ultime novità può usare un’altro sistema, il programmatore che ha bisogno di eclipse all’ultima versione ha la capacità di installarselo o di installare Arch. Debian non è rivolta a loro

  • luisa

    ciao a tutti qualcuno sa come aggirare il problema del wifi lento perche con comando # iwconfig wlan0 power off power managment off al riavvio ritorna on
    p.s.driver realtek hd come si fa?

    • Fabio

      X quanto riguarda il wi-fi lento mi verrebbe da dire che potresti provare a fare uno script e metterlo in esecuzione all’avvio.
      X il driver io non ho avuto problemi con realtek hd ma qua https : / / wiki.debian.org / it / ALSA#Metodo_alternativo c’è la procedura.

    • EnricoD

      o questo

      http : // flukylogs . blogspot . it/2012/02/wireless-power-management-in-ubuntu . html?m=1

      è vecchio ma è
      proposto in vari altri forum e sembra andare meglio
      o questo ma qualcuno riscontrava più problemi del precedente
      modifica rc.local

      sudo nano /etc/rc.local
      al posto di nano puoi usare gedit o ciò che più ti piace

      sopra exit 0

      metti

      iwconfig wlan0 power off

      poi
      chmod +x /etc/rc.local

  • fandangozx

    ma per installare software che repo devo aggiungere?

    • ae

      Quelli non free poi cerca su google qualche file text con repo completti e copiali e se vuoi rischiare backports

  • Angelo

    ciao a tutti
    ho un computer con intel core 2 duo del 2008 che praticamente non uso più perché ha installato winXP e vorrei dargli nuova linfa inserendo Debian. Cosa ne pensate? si può fare? come si fa? che DE consigliate?

    • Fabio

      Io ne ho uno col Core2 duo 2,66 GHz e 4 giga di ram. Con KDE che non è poi un fuscellino va splendidamente, quindi ti puoi sbizzarrire. 🙂

    • H0w The West Was W0n

      Certo che si, io ho wheezy su un pc molto meno performante, con 1GB di ram.
      Per quanto riguarda il DE, se ne vuoi uno con tutti fronzoli, io personalmente credo che da quando sia gnome che kde sono diventate delle baracconate, l’unico da prendere in considerazione sia xfce.

    • enricopas

      Se devi usarlo come desktop o come muletto io ti consiglierei di orientarti verso distribuzioni Ubuntu based. Io lavoro con xubuntu e ho Mint sul portatile e mi trovo molto bene con entrambe. Mint ha sicuramente un DE migliore (Cinnamon) ed è leggero, Xubuntu è un po’ più leggero, ma non tanto.

    • Buffoli Stefano

      ho un pc portatile del genere (2009) se vuoi un debian stable potresti optare per crunchbang++ se non ti piace l openbox puoi sempre installare una grafica diversa (mate lxde xfce4 …) tutte sistemi grafici leggeri e un debian stable molto aggiornabile estremente personalizzabile che richiede poche risorse di memoria

  • Sándor

    Dunque… ho piallato Lubuntu 15.04 e ho installato Debian 8 Lxde sul vecchio netbook e tutto ok, nessun problema, più che soddisfatto.
    Poi ho voluto provare il live cd di Debian Gnome su Samsung Ativ Book 2, processore Celeron 1,50Ghz, 64 Bit, 4 GB Ram e qui l’amara sopresa: utilizzo cpu 47% (!!!), quasi 600mb di ram utilizzata. WTH! Avevo già installato Debian Wheezy Gnome su questo pc e l’utilizzo di cpu e ram era veramente contenuto… che è successo? So che dovrei installarlo per poter verificare l’effettivo utilizzo di risorse, però non voglio rischiare… (non ho voglia di fare esperimenti).

    • H0w The West Was W0n

      Direi intanto di guardare cos’è che sta utilizzando la cpu.
      top

      • Bubu

        La cpu a 47% sarà perchè stà facendo l’indicizzazione……dopo una decina di minuti torna alla normalità, i 600 mb di ram, penso siano i processi di evolution-server ed Empathy, io non li uso e sto a meno di 300 mb con sitema a 64 bit e driver open.

  • EnricoD

    Comunque, per quanto riguarda l’avatar in lightdm, per chi lo usa, il metodo .face è ancora funzionante (perché sul wiki di arch dicono che “alcuni utenti dal 2013… blabla” o in molti forum compreso il wiki di usare accountsservice)
    in realtà la soluzione è banale, basta semplicemente usare una immagine quadrata (200×200, 400×400 e come ve pare ma basta che altezza e larghezza siano uguali) e in formato .png da rinominare poi in .face e piazzare nella home
    a me ha funzionato solo cosi, con immagini non quadrate non mi ha funzionato
    giusto per dire

  • Gabriele

    moooolto soddisfatto di questa versione.