domains for less than $1
In questa guida vedremo come poter utilizzare i filtri di Instragram all’interno dell’editor di immagini GIMP.

Filtri Instagram in GIMP
Instagram è attualmente uno dei più conosciuti ed utilizzati servizi per condividere immagini da device mobile. Una delle principali caratteristiche di Instagram è quella di poter scattare e soprattutto applicare facilmente filtri una volta elaborata l’immagine è possibile caricarla in vari social network come ad esempio Twitter, Facebook ecc. Per gli utenti che amano i filtri inclusi in Instagram è arrivata la nuova raccolta di plugin per GIMP dedicata che ci consente di applicarli direttamente da pc.
La raccolta di filtri Instagram per GIMP ci consente quindi di inserire facilmente 22 filtri con un semplice click da menu, una volta elaborata possiamo salvarla sul nostro pc per poi condividerla con i nostri amici.

Tra i filtri Instagram disponibili per GIMP troviamo 1977 filtro che aggiunge all’immagine toni retrò, Brannan che aggiunge toni di color verde e grigi, Hefe con toni color giallo / oro, Nashville che oltre al bordo aggiunge toni color magenta / blu, Toaster che inserisce all’immagine una leggera sfocatura, Willow ossia l’effetto bianco e nero, Valencia, X-Pro II, Sierra e molti altri ancora.

Installare i filtri Instagram in GIMP è molto semplice, basta scaricare la raccolta da questo link estrarre il file zip e copiare tutti i filtri nella directory .gimp-2.8/plug-ins presente nella home (di default è nascosta per visualizzarla basta cliccare su Ctrl+h).

Per velocizzare l’operazione basta digitare da terminale:

cd ~/.gimp-2.8/plug-ins
wget http://krypt77.altervista.org/download/gimp/gimp_instagram_effects.zip
unzip gimp_instagram_effects.zip
rm gimp_instagram_effects.zip

Per Windows basta copiare i filtri nella directory .gimpplug-ins presente nella home oppure in in programmi GIMPlibgimpversioneplug-ins dove al posto di versione dovremo inserire ad esempio 2.8 o 2.6 ecc.

Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin 1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt
  • Danielson96

    S500 a 579€ è molto molto buono

  • marco

    Peccato che (a parte i seri Thinkpad) hanno ancora i merdosi monitor glare..

    • Big Sciò

      Ma è scritto nel post che i pc sono “datati” e “allentanti”… ti aspettavi fossero di ultima generazione?

  • vitodoc

    Sarò cieco ma non trovo i filtri aggiunti in gimp….uso kubuntu. Dove li trovo esattamente?

    • menu -> Filtri -> Instagram

    • li hai messi dentro la cartella plug-in che trovi all’interno della caertella .gimp-2.8??
      nell’articolo ha sbagliato a scrivere credo, perchè prima dice di metterli in scripts poi dopo dice in plug-in, però funziona solo se li metti in plug-in, ho provato io stesso e funziona.
      poi li trovi come ha detto roberto in menu filtri instagram

    • Corrado

      /home/nomeutente/.gimp-2.8/plug-ins/ li devi estrarre in questa cartella

  • Max

    quoto vitodoc … nemmeno io vedo i filtri… nel percorso indicato da Roberto non ci sono.

  • Max

    … mi sono accorto che c’è un errore… vanno messi dentro la cartella plug-ins e non nella cartella scripts … quindi pregherei Roberto di correggere l’articolo

  • Max

    … scusate ma non avevo aggiornato la pagina e mi sono accorto tardi dei commenti 🙂

  • MaxCaruso

    Io uso uno stragemma più comodo.
    Dato che le integrazioni a Gimp vengono fatte dopo la sua installazione e di volta in volta che, ad esempio, su Lffl trovo un articolo interessante, si pone il problema di reinstallare tutto qualora dovessi piallare il pc. Mi comporto in questa maniera:
    Su Google Drive (personalmente, ma si può fare anche con qualsiasi altro cloud storage) ho creato una cartella Gimp e le sottocartelle così come appaiono nella tab Modifica –> Preferenze –>Cartelle. Per ciascuna cartella ho poi aggiunto il percorso della cartella condivisa in cloud.
    Questo mi permette di avere tutto reinstallato in pochi minuti e inoltre su tutti i PC su cui lavoro.
    Se poi, faranno una versione di Gimp per Android ci potrò lavorare con le stesse impostazioni anche sul tablet.
    Ciao! =)

No more articles