domains for less than $1
Vi presentiamo Grive Tools, il miglior client non ufficiale per utilizzare Google Drive in Ubuntu Linux e derivate, ecco come installarlo.

Grive Tools in Ubuntu Linux
Nei giorni scorsi abbiamo presentato Google Drive OcamlFuse, utile tool open source made in italy, con il quale potremo avere i file e directory di Google Drive accessibili nel nostro file manager. A fornire un’altro valido client per Google Drive in Linux ci pensa il team The Fan Club (famoso per il tool Ubuntu After Install e Ubuntu AMD Catalyst install), con il progetto Grive Tools. Grive Tools è un client non ufficiale di Google Drive per Linux che ci consente di accedere e sincronizzare file e directory incluse nello spazio web fornito dal servizio di cloud storage di Google direttamente dal nostro file manager con la possibilità di gestire il tutto attraverso un’utile applet.

Grive Tools fornisce un completo supporto per i più diffusi ambienti desktop per Linux come Unity, Gnome Shell, KDE, XFCE, Cinnamon, LXDE ecc e la funzione auto-sync che mantiene sincronizzati i nostri file e directory rilevando eventuali cambiamenti e la modalità “Bi-Directional Sync” che ci consente di scaricare automaticamente ogni file che viene caricato in Google Drive.
Da notare inoltre l’apple di Grive Tools che supporta qualsiasi ambiente desktop oltre a disporre dell’icona disponibile per pannelli di color chiaro o scuro.

Grive Tools - preferenze

Per installare Grive Tools in Ubuntu e derivate (compreso Linux Mint ed elemetary OS) basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:thefanclub/grive-tools
sudo apt-get update
sudo apt-get install grive-tools

Grive Tools è disponibile anche per Arch Linux e derivate attraverso AUR.

Al termine dell’installazione basta avviare Grive Tools da menu, al primo avvio dovremo confermare l’accesso a Google Drive da parte dell’applicazione, una volta confermato inizierà la sincronizzazione dei file nella cartella Grive (Google Drive) nel nostro file manager.

Home Grive Tools

Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin 1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt
  • Claudette

    Ho aggiornato il mio Shutter ma non trovo questi nuovi effetti. Devo riavviare?!

  • zero_note

    Nonostante apprezzi il lavoro fatto dal team The Fan Club, credo non ci sia l’opzione “sincronizzazione selettiva” (come in Dropbox). Per chi usa elementaryos e volesse provare Grive Tools: http://www.thefanclub.co.za/node/151

  • Renza Laracchia

    Funziona benissimo.

    • Ezio

      Vero, peccato per qualche limitazione:
      Auto Sync only detects changes in your local Google Drive files and folders.
      Symbolic links are not supported
      Downloading Google Documents is not yet possible. You would need to convert them to DOC or ODF online, before they will be downloaded.
      Comunque ottima alternativa, nella speranza che Google si decida a rilasciarlo ufficialmente per Linux…

      • Claudio

        ma l’autosync vi funziona creando o modificando un file nella dir Google Drive ? a me non và, uso Ubuntu 14.04

    • Sevin de Vin

      non solo funziona benissimo ma è anche abbastanza veloce. Ho provato anche ad usare fuse (che funziona egregiamente) ma è molto più lento….

  • cosmon560

    Io comunque non ho mai capito perché Google non abbia sviluppato un client nativo per Linux. Me la sono legata al dito questa mancanza.

    • lidia

      infatti io non uso nessun servizio google:)fa la stessa cosa con youtube per windows phone tanto per citare uno esempio

    • pi3tr0

      perchè sono str*nzi?
      io ancora aspetto la versione linux di gtalk, l’avevano promessa tipo nel 2007?
      gtalk è stato soppresso nel frattempo, ma per linux non hanno mai scritto una linea di codice

      prendono codice open source a man bassa e ne restituiscono cosa, l’1%?

      don’t be evil è il loro motto, eh già!

      • Girolamo Aloe

        io adoro google e uso ubuntu da un era. Praticamente uso tutti i servizi google indicati su ubuntu, tramite google chrome. quindi non mi serve nulla oltre chrome.

  • Eduardo Villegas

    Qual’è la differenza tra questo client, Ocamlfuse e Insync?

  • Stoccafisso

    Dopo la notizia della chiusura di Ubuntu one sono passato al drive di Google. Ma tranne che per lo spazio lo trovo software davvero più che inutile. Probabilmente è nato e destinato solo al Chromebook.
    Grazie per la segnalazione di questo software decisamente si deve utilizzare.

  • corrado

    Quando ci sarà un client per mega, disinstallo tutto… 😉

  • Girolamo Aloe

    Ciao. lo uso da qualche tempo ed è uno spettacolo. C’è la versione non free. L’unica cosa è che quando crei la directory ed abiliti il primo sync se hai tanta roba su google drive, ci mette tanto tempo a scaricare per poi concludere la procedura iniziale.

  • Francesco Campanella

    sudo apt-get install grive-tools
    “E: Impossibile trovare il pacchetto grive-tools”

  • LelixSuper

    Esiste qualche alternativa a Google Drive? Magari anche senza server, quello lo posso affittare…

  • alan zirpoli

    Salve a tutti, io ho installato con successo direttamente dal SoftwareCenter, ma la sincronizzazione dura pochi secondi, ha caricato un una sola cartella con alcune sotto cartelle di questa e poi si ferma come se fosse tuttto sincronizzato. Ho provato con una disinstallazione e re-installazione ma nada! Sono su xubuntu 14.04, qualche idea? Intanto provo fuse.

    • alan zirpoli

      Ho provato a passare a Gnome ma stesso risultato. In ogni caso la cartella che crea è protetta da root quindi non posso neanche fare un banale copia e incolla…what’s the point?

    • Roberto

      stesso problema. inrisposta a una mail, fanclub dice che è un problema di permessi sul server prinipale, io penso che generi una cartella “folle” di ui nono sono proprietario e non ho permessi (non posso neppure aprire i files che ci sono). Fuse invece, semplicemente non sincronizza, come non averlo.

  • Giuseppe

    Devo dire che fino al mese scorso di Aprile 2015 ha funzionato una meraviglia. Ora però non và più nè a riga di comando nè con il Tools. Il problema sembra che sia da collegare al fatto che l’indirizzo puntato non è più attivo visto che è stato modificato da docs/XXXX a drive/xxx. Qualcuno è riuscito a trovare una soluzione? Grazie.

    • MM

      Salve. A me ha funzionato fino al 21 maggio, da allora è subentrato qualche problema edha smesso di funzionare. Avviandolo parte in effetti la sincronizzazione ma è … finta. Ho provato a disabilitarlo in Drive tramite gestione applicazioni e con Grive Setup inserire un nuovo codice ma tutt’ora non funziona. Soluzioni diverse al momento non mi vengono. Ritenterò comunque con qualcosa è un vero peccato che abbia smesso di funzionare.
      Grazie
      Saluti

      • MM

        Salve.

        Non so a quando risale il comunicato ma dal sito del produttore di Grive si legge: questo progetto è sospeso a causa dei cambiamenti delle API di Google Drive.

        Rimandano poi ad una prossima versione con data da definire. Speriamo a breve.

        Saluti

        • MM

          Ciao a tutti. Siamo sempre immobili al nulla di fatto!!! Gli sviluppatori di Grive non danno notizie e da Google non arriva nulla di utile per Linux. Nel frattempo mi sono attivato su MEGA che oltre ai 50Gb ha il suo bel programmino per sincronizzare attivabile dalla scrivania. Devo tra l’altro dire che questo tool permette di fare una selezione di quanto si vuole sincronizzare evitando così di replicare tutto il cloud sul tuo pc. Al momento devo dire che mi trovo bene anche se Drive l’ho sempre e lo uso solo via web.

      • Gianluigi Verde

        ciao, anche a me come te…sai novita’ poiche’ e’ un peccato dato che era molto comodo, grazie

      • Oscar Sironi

        Hai trovato soluzioni da un anno a questa parte, almeno tu? Stiamo ancora nello stessa situazione? 🙂

  • MM

    Oggi, 30 luglio 2015, sono andato a curiosare sul sito del The Fan Club, gli autori del Grive Setup ed ho avuto la sorpresa di trovare finalmente la nuova versione, la opengrive: https://www.thefanclub.co.za/overgrive&prev=search .

    L’ho scaricata, letto le varie pagine di testo e tutto pare normale, solo che, le sorprese non sono finite. Ad un certo punto dell’installazione, dopo aver inserito il solito codice di Google, appare un bel pop-up che dice che è in prova per 14 giorni, dopodichè, bisogna pagare. Sul sito avevo già notato questa finestra che riporta il costo di pochi $, ma non è specificato che è dovuto da tutti, non solo a chi la usa per lavoro. Con dispiacere, ho rimosso il tutto e continuo come ho fatto ultimamente.

    Non è per questione dei pochi $, è che mi sono sganciato da MS per lo stesso motivo, stufo di questi continui balzelli.
    Se avete news, sono sempre ben accette.
    Saluti.

No more articles