TeamViewer 9 è finalmente disponibile per Linux, Windows e Mac con nuove funzionalità come la funzione Wake-on-LAN che ci consente di accendere il nostro pc da remoto e molto altro ancora.

TeamViewer 9 in Ubuntu Linux
TeamViewer è software multi-piattaforma disponibile per pc desktop Linux, Windows e Mac e device mobili Android, Apple iOS e Windows Phone attraverso il quale è possibile accedere da remoto al nostro sistema operativo. Tra le principali caratteristiche disponibili con TeamViewer troviamo la possibilità di traferire file tra i vari pc e device mobile (per maggior informazioni basta consultare questo nostro articolo), creare / gestire meeting online, condividere file, documenti e molto altro ancora. Da poche ore è disponibile  TeamViewer 9 stabile, aggiornamento che rende ancora più competa e funzionale il software includendo anche la funzione Wake-on-LAN attraverso la quale potremo accendere o riavviare un pc dopo una sospensione / ibernazione da remoto con un click.

TeamViewer 9 include un’interfaccia grafica rivisita che aggiunge la possibilità di accedere facilmente a varie sessioni remote all’interno di un’unica finestra tramite una barra delle tab come accade ad esempio in un normale browser.
La nuova versione 9 di TeamViewer include il supporto per nuovi sistemi operativi proprietari come il nuovo Microsoft Windows 8.1 e Apple Mac OS X Mavericks oltre a migliorare il supporto per le nuove distribuzioni Linux come Fedora 19/20 e Ubuntu 13.10 Saucy / Linux Mint 16 Petra e derivate.

Per maggiori informazioni sul nuovo TeamViewer 9 basta consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.
TeamViewer 9 è già disponibile per Microsoft Windows, Mac OS X e Linux attraverso i pacchetti deb / rpm oppure binari precompilati.

Home TeamViewer

Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin 1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt
  • :D

    dio che gioiello *_*

  • Fatiluk

    E secondo voi un utente diciamo medio spende 1000 euro per ritrovarsi ubuntu? ma siamo impazziti? A me farebbe molto piacere avere un pc con pre-installato linux ma chi va a spendere tanti soldi di solito non interessano s.o. di “nicchia”. La via maestra per la diffusione dell’open source è solo una: pc con installato win/mac a confronto con ubuntu (o altre distro) nello stsso negozio a prezzi differenti. Sono certo che in questi tempi di crisi nera se lo stesso pc lo vendi a 2/3 del prezzo normale con win preinstallato fa il botto. Specie se aggiunfi il fatto che non hai bisogno di anti-virus. Certo che se la base di partenza è 1000 euro siamo proprio lontani

    • Miro Radenovic

      come darti torto!

    • PatrisX

      Ciao, 
      Primo: windows incide sul costo di un pc per circa 30 euro……. 40 al massimo, una differenza di prezzo troppo bassa affinchè un cliente scelga il pc con linux per il prezzo più basso, rendendosi conto poi che monta un sistema operativo che non è windows e quindi è un’incognita.
      Secondo: mi sono rotto di vedere linux preinstallato su dei cessi. Chissà perchè l’utente linux deve avere come pc, un catorcio.
      In ogni caso xps 13 con ubuntu molto probabilmente sarà solo per gli USA, quindi noi ci attacchiamo….

      • millalino

         Non sono convinto che windows incide cosi poco sul costo della macchina, magari come preinstallato il prezzo si abbassa ma credo che il costo reale sia quello della scatola sullo scaffale ( 200  euro per win home premium) la macchina vuota, è quella che mi dice l’effettivo costo del sw. Sarebbe poi la situazione ideale, macchina vuota con scatole di software da scegliere (win/Linux/mac). Poi effettivamente hai ragione, finora le proposte di Linux preinstallato non sono state molto entusiasmante. Io personalmente ho preso un i7 con 6gb di ram e con gt540 con 2 gb, quindi un notebook di buona potenza e win7 installato.
        Ti posso dire, in tutta sincerità, che avrebbero potuto vendermelo tranquillamente con Linux preinstallato e che avrebbe fatto la sua splendida figura dato che, dopo aver installato Mint 13 e i driver nVidia con bumblebee  funziona che è una favola (calore e ventole sempre a zero) e che con un adeguato supporto di driver si puo vendere qualsiasi notebook, con un po di coraggio da parte dei produttori. Per quanto riguarda questo xps 13, indifferentemente dall’OS, costa cmq troppo per  i miei gusti (è una di quelle famiglie di prodotti fatte perchè non si sa piu cosa inventare per vendere).

    • Mscanfe

      Beh, intanto, secondo quanto si dice nell’articolo, non pare destinato agli utenti medi ma agli sviluppatori.
      Poi l’hardware è d’eccellenza (perfino superfluo, direi, però, comunque è roba che costa).
      E poi è un ultrabook e chissà per quale misteriosa ragione se li fanno pagare una schioppettata, sti ultrabook, ‘tacci sua; ma che ci avranno mai di speciale?
      Però una cosa va detta: la sensazione è che non riusciremo mai a vedere quello che dice Fatiuk, cioè pc con windows e, a fianco, lo stesso pc con linux col prezzo inferiore di un terzo: i pc senza windows non costano mai  meno di quelli con SO a pagamento (a parità di hw).
      Ma non è che ci marciano? Della serie: «a bbrutto nerd brufoloso, lo voi er piccì co’ ubbuntu? lo devi da pagà! e la differenza la lucro io»
      La mia impressione è proprio questa.

    • Non sono completamente d’accordo!Non capisco per quale cavolo di motivo non si possa vendere un ultrabook a mille euro(prezzo medio degli ultrabook) oltretutto con un hardware di tutto rispetto. 
      Ho visto la video recensione qualche mese fa dell XPS 13 ed è secondo me il miglior ultrabook mai visto, per me batte anche i macbook.
      Se non ti piace Linux è un conto, ma a livello di sistema operativo Ubuntu non ha niente da invidiare ai suoi cugini più illustri.
      E comunque se proprio non si può fare a meno di windows, te lo installi. Con Windows credo che esista pure lo stesso prodotto (o comunque simile) e il prezzo non è tanto diverso.
      Non costa mille perchè c’è LINUX, costa mille perchè è un prodotto di altissima qualità costruttiva.

      Io lo comprerei subito visto che sviluppo siti su piattaforma open source e uso Ubuntu e simili da anni senza ricorrere minimamente a Windows.

    • Benzo

       Il costro del SO non è di certo 1/3 comunque il 98% degli italiani comprerebbe quello meno caro e ci installarerebbe W7 piratato, sicuro come la morte.

      • windows incide dai 20/25 euro sui netbook dato che c’è windows starter
        fino a 50 / 70 per la premium

        personalmente conosco pochi utenti che scelgono linux su un pc nuovo
        chi usa lunux molto spesso lo fa perché ha un pc datato cui windows è un mattone
        inoltre windows 7 è migliorato molto addio schermate blu stabile ecc
        linux se doveva entrare nel mercato lo doveva fare quando c’era vista

        l’avvento di windows 8 inoltre poterà il mercato ad orientarsi verso i tablet e li c’è già android che domina oltre ad windows che la nuova versione è veramente un’altro mondo confronto le normali distro linux (odio windows ma windows 8 è davvero un ottimo progetto)
        per ubuntu fedora e altre distro linux sarà la morte se non solo l’utilizzo per i pochi desktop che rimarranno nei prossimi anni

        • Richard_Rahl

          chi usa linux molto spesso ci lavora ed ha bisogno di Shell  Unix, potenza, versatilità e massima personalizzazione e stabilità. Linux non si usa solo per pc datati! P.S. magari fatti un po’ un giro in ambienti universitari, di ricerca, ma soprattutto fatti due conti su quanto costa installare server Linux o Windows e poi vediamo se ” 
          per ubuntu fedora e altre distro linux sarà la morte se non solo l’utilizzo per i pochi desktop che rimarranno nei prossimi anni”.

          • nelle università si usa linux per il semplice fatto che hanno i pc datati
            a verona ad esempio hanno mac sulle macchine nuove e linux per i pc datati con ancora il pentium 4
            qua si parla di pc desktop non di server
            li è un’altro mondo dove sicuramente linux vince e stravince

            i desktop rimarranno per lavoro dove molto spesso linux non si usa
            a casa si userà tablet con la tastiera fisica ed in questo caso windows 8 e android la spuntano su ubuntu fedora ecc

            android 4.0 sui tablet è una meravigia (oltre al fatto che stanno arrivando molte applicazioni come vlc xbmc ecc dedicate)
            windows 8 oltre al fatto di avere un’interfaccia mobile e desktop è leggerissimo
            io lo sto usando su un tablet x86 e consuma sui 200mb cosa che gli ultimi ambienti desktop linux se la sognano (a meno che non vuoi utilizzare lxde sui tablet)

            io odio microsoft, uso linux ormai da oltre 10 anni ma a mio rammarico devo dire che gli ultimi anni microsoft è migliorata e non poco

            dal mio punto di vista linux è (e molto probabilmente rimarrà) il miglior sistema operativo ma dedicato solo per pochi

          • pntk

             atttacco di pignoleria… ma android (se pur non esattamente open source) non è pur sempre linux??? secondo me questo è un esempio di come un progetto linux possa sbriciolare la concorrenza, se ben sviluppato! (la questione dei SO per smartphone è che tutti sono partiti allo stesso momento e con la stessa “ignoranza” sul settore, quindi molte differenze che ci sono in ambiente desktop non esistono!)

  • Fatiluk

    .. scusate volevo dire con linux pre-installato.. :-))

  • Alberto Baldi

    @2018541651075b430cb619e5545da377:disqus rilasceranno giustamente hardware opensource ;). Scherzi a parte, il prezzo ovviamente è solo per la macchina, ma voi comunque non è che se installate linux non avete pagato il vostro portatile, altrimenti prendetevi un eeepc e mettetevi un sistema operativo linux, la tecnologia costa e costerà SEMPRE.

  • Haraldzimer

    nel mio piccolo posso dire di aver sempre comprato computer della Dell, attualmente vi scrivo dall’XPS 17, i7-6gb di ram-d 500gb-nvidia 555m 3gb di ram, e uso bumblebee con i driver current, pagato un anno fa 930 euro, e non ho mai avuto alcun problema a installare qualsiasi distro linux ( ora LinuxMindOS 32) a differenza di tanti altri notebook su cui ho lavorato a basso prezzo dove alcune distro erano incompatibili o con qualche problema, indice secondo me che la Dell ha sempre fatto macchine di qualita’ superiore.

    • non è sempre cosi
      tutto dipende dall’hardware se supportato o meno da linux
      dell in alcuni modelli con ubuntu preinstallato ha problemi e non pochi con il wifi (esempio realteck) che vengono perfino rilasciati con i driver windows emultati

  • Benzo

    Un ragazzo che ha fritto il suo portatile entra al Mediaworld, vede il fighissimo sfondo viola sul  portatile DELL e se ne innamora, lo vuole, chiede informazioni all’addetto alle vendite che gli sconsiglia vivamente di comprare un pc con “LINUS” perché se non sei un genio dell’informatica non riesci ad usarlo, il giovane se ne frega e si dirige subito al banco della  Findomestic per comprare il computer in 48 comode rate, immagina già il figurone che farà con i suoi amici quando userà la “rivoluzionaria barra a sinistra”, torna a casa, collega il portatile alla rete, cerca, cerca, cerca, chiama l’amico che 2 anni  prima gli aveva parlato di Linux e chiede: “Scusa Andrea sai micca dirmi dove trovo MSN su Linus?” – “Ah, non c’è?”, “Skype?” – “Ah, è molto diverso? Le faccine ci sono?”, passa mezz’ora e richiama l’amico: “Andrea sono sempre io, non è che per caso hai ancora quella copia di windowsette?”.

    Sbaglierò di molto? Vedremo  ^ ^

    • la maggior parte degli utenti non sa nemmeno cosa sia un sistema operativo
      usa il pc per facebook e per guardare 4 porno di nascosto

      di norma l’utente chiede al commesso la frase magica
      “non mi interessa la marca basta che vada bene”
      e li ecco che gli spara il super pc i7 da 1000 e passa euro con windows 7 gli allega con 50 euro “un buon antivirus” e va da findomestic a farsi fare le rate

      e li è un terno al lotto visto il lavoro come precario (sempre che abbia il lavoro) se ha fortuna porta a casa il pc altrimenti va a casa solo con il deplian delle offerte tanto per far vedere di esser andato al centro commerciale

      • Benzo

        ” e li è un terno al lotto visto il lavoro come precario (sempre che abbia
        il lavoro) se ha fortuna porta a casa il pc altrimenti va a casa solo
        con il deplian delle offerte tanto per far vedere di esser andato al
        centro commerciale”

        Non ho capito.

        • ultimamente se non hai un contratto di lavoro da oltre un’anno le rate te le sogni
          oltre al fatto che ora controllano che realmente lavori dato che molti furbi si facevano le buste paga fasulle

          e per questo che ho scritto che se non gli fanno le rate tocca andare a casa con il depliant e non con il pc

          • Benzo

             Ora ho capito, grazie.

    • Richard_Rahl

      Se l’amico dice che skype non c’è e msn nemmeno, proprio su ubuntu che c’è quella magnifica creazione dell’application center, allora sta proprio messo male! Ad ogni modo è normale che un progetto del genere è dedicato ad un mercato di nicchia (avete mai visto Pc o notebook Dell o Lenovo ai centri commerciali???? ). Comunque sono davvero entusiasta per questo progetto e spero caldamente che installino ubuntu anche su un XPS 15″ per acquistarlo immediatamente, dato che ormai da anni per studio e lavoro uso giornalmente Ubuntu e Fedora.

    •  Quello che hai detto è sacrosanto..pero’ l’inghippo è proprio questo portare la cultura nelle persone..sai quante volte mi è capitato il tuo racconto ma dopo 3 o 4 sai quante persone sono passate felicemente alla video-chiamata di google-ubuntu e non gliene frega piu’ un mazza piu’ di skype e msn? Non è facile ma si fa ….

    • Ciccionamente

      A questo punto possiamo anche parlare dell’ignoranza spesso riscontrata nel cosidetto “addetto del reparto” che sa di computer come un porchettaro sa di biologia molecolare del maiale?

      Chi vende il prodotto deve sapere di quello che stà parlando.
      Meno di un mese fà sono andato con mio fratello a vedere un nuovo pc per lui.Entro in un CC e mi si avvicina uno di questi addetti “serve una mano?”; “NO”.
      Dopo mentre noi parlavamo tra di noi se fosse il caso di prendere un pc dell dal sito, riecco l’addetto che esordisce “Lascia perde la roBBBa cinese! (riferendosi ai dell) ti conviene prendere un mac ch’e’ americano! La dell è roBBBa scarta che  non si compra nessuno, infatti noi neanche la teniamo quà!
      (E poi la bomba finale) Sti produttori sconosciuti lasciateli perdere perchè poi avete proBBBlemi con l’assistenza, mentre la mac c’ha n’assistenza fantastica.

      Ora, se io non sapessi che l’apple ha una causa in corso proprio in Italia per la questione della garanzia, comprerei la “robbba buona”.
      Chi vende il prodotto deve sapere di quello che stà parlando.

      La mia esperienza ha più volte dimostrato che la mancanza di cultura informatica parte proprio dai rivenditori.

      Sempre che non sono rivenditori disonesti che evitano accuratamente linux è l’open source in generale perchè con windows ti vendono licenza, antivirus e poi soldi con le chiamate per disinfestare comunque il pc.

      Ma si sa, siamo in Italia, il paese dei furbi

  • M’inserisco nel discorso e dico anche io la mia.
    Credo sia sbagliato l’approccio del “vendiamo a minor prezzo che con la crisi….”.
    Così non risolveremo un accidenti. infatti manca secondo me una cosa fondamentale: la cultura informatica.
    Bisognerebbe insegnare alle nuove generazioni già dalla scuola che cos’è un pc e un os, far conoscere i vari aspetti di Win, OSX, e Linux (passatemi il termine, intendo tutte le distro, non il kernel Linux).

  • Io sono d’accordo con la diffusione di Notebook performanti con linux sopra. La differenza non la fa Linux o Windows 8. La differenza la fanno i software e linux rispetto a windows fa schifo. 
    C’e’ chi dice che lavora usando linux, sicuramente non sono applicazioni grafiche o multimediali.

    Linux doveva costruire un mondo suo, con schede e software fatto ad hoc.
    Dando l’alternativa free all’alternativa a pagamento per sistemi professionali.
    Invece, con tutti i soldi che c’hanno, fanno i parassiti sui notebook, usando schede sviluppate per microsoft.
    Ed è un peccato. Ardour, Gimp, adesso voglio vedere Bitwig!, kdenlive, Skype. I programmi fondamentali hanno TUTTI problemi o sono dietro di 10 anni.
    Che tristezza.

    • “sicuramente non sono applicazioni grafiche o multimediali”
      lo conosci blender?
      molti artisti musicali stanno utilizzando software completamente liberi con risultati ottimali
      grafica?
      che cosa fa photoshop in più di gimp?

      • Ma guarda, è il campo mio. Blender lo conosco molto bene. In quanto tale è ottimo, prova a caricarci i plugin di renderizzazione e ti accorgi che rallenta da morire. Su windows non succede in questa misura. Gimp:vuoi la zorba sulla quadricromia che in gimp non esiste e la gestione luci ombre, te la risparmio. Musica: non c’e’ il supporto per i VSTi (gli strumenti!) che magari uno ha pagato un sacco di soldi (vedi East West). Solo pochi VSTi vanno come possono e per la gestione Midi siamo indietro anni. Quindi: ho paghi i musicisti o a parte ottimi synth niente più. E questo significa una spesa molto grande per ovvie ragioni.

        Ti dico con consapevolezza. Esistono programmi a pagamento che vanno sia per linux che per altro. Solo che i professionisti non li comprano perchè le schede e tutto il sistema non è progettato per  Linux.
        Serve un cambio radicale dal punto di vista Hardware. 

        Ottimi questi notebook di medio-alta fascia. Poi però, che ci fai? 
        La dimensione di Linux restano gli eeepc? E’ un peccato perchè il sistema operativo esiste ed è ultra fico. Solo che poi
        non viene usato.

        Linux è come un giornale che parla di tutto, ma di niente in modo approfondito. A parte rare eccezioni (server, matlab e simili).

        • pntk

           concordo sul fatto che molti programmi non sono all’altezza (gimp è un accozzaglia di funzioni, photoshop è un killer professionista…!) ma per molte cose secondo me bisogna anche dare il tempo al tempo; il problema grosso sono i driver grafici e la snobbatura delle grandi case prodruttrici di SW!
          ad esempio, perche adobe non fa photoshop anche per linux, fammelo pagare, ma fallo! e sant’iddio se i produttori di schede vogliono tenersi per loro il codice dei loro HW, che realizzino driver anche per linux!

          • esatto, d’accordissimo.

          • pntk

             grazie 😀 ! e in tutto questo concludo con un grazie alla dell che ha azzardato con questa mossa!

          • non è un’azzardo tutt’oggi dell vende pc con linux preinstallato
            che puoi tutto sia supportato o meno questa è un’altro paio di maniche alla fine non ha rilasciato al nuovo dispositivo
            ma semplicemente vende il xps con ubuntu la cui distribuzione
            offre alcuni tool per gli sviluppatori
            se vende bene altrimenti una formattazione e via con windows
            anche asus vende pc con ubuntu preinstallato http://www.lffl.org/2012/07/asus-i-modelli-di-portatili-venduti-in.html

            2012/7/21 Disqus

          • pntk

            certo roberto questo lo so (e l’articolo l’avevo già letto e commentato :D), dalle mie parti ho visto anche pc con opensuse piuttosto che ubuntu se è per questo (scelta più felice, a mio avviso)! comunque intendevo per il fatto che sia un utlrabook; questo da a linux un tono e non lo rilega al solito (come si discute spesso qua e in altri forum) “recupera-pc-scassoni”… cosa che inizia a infastidirmi (per quanto questa cosa resti fantastica!)!
            Speriamo che le cose cambino, soprattutto dai produttori hw e sw, perchè linux esiste ed è un vero portento. Queste notizie possono essere piccoli spiragli di speranza!

  • Software semplicissimo e a parer mio insostituibile, usa IP dinamici e anche per l’utente niubbo risulta veloce ed immediato.

    • Marco Simonelli

      “Genera IP dinamici”??!! O.o

      Si vede che sei “niubbo” 😉

      • Il servizio usa IP dinamici. Per “genera” intendo dire quello.

        Di conseguenza se non capisci il senso delle mie parole quello niubbo sei proprio tu che giri per il web andando ad offendere e provocando la gente.

        P.S. Correggo il post visto che sei troppo sensibile per una semplice espressione non capita.

        • Marco Simonelli

          1) su quale vocabolario hai letto “generare” sinonimo di “usare”?
          2) vedo che comunque non trovi ancora le giuste parole per esprimere quello che vuoi dire, che dovrebbe essere: ” TV funziona indipendentemente sia su IP dinamici che statici, in modo da non richiedere l’utilizzo di un servizio come DynDNS” 😉

          • Fabio

            Ridicole queste dispute a “chi ce l’ha + lungo”.
            E comunque si, semplicissimo ed insostituibile, peccato usi Wine, ma ci accontentiamo 🙂

          • Tomateschie

            Si infatti ho notato che utilizza Wine. Poco male, meglio di niente.

  • LelixSuper

    Grazie 😀

No more articles