domains for less than $1
Ubuntu 13.04 Raring Beta

Canonical ha da poco rilasciato nei propri server la versione Beta di Ubuntu 13.04 Raring la nuova release che verrà rilasciata il 25 aprile 2013.
Ubuntu 13.04 Raring Beta porta con se tutte le novità che troveremo nella versione stabile tra queste alcuni ottimizzazioni che renderanno l’ambiente desktop più veloce e reattivo oltre ad ridurre il consumo di risorse.
La nuova versione Beta di Ubuntu 13.04 introduce alcune nuove icone dedicate al file manager Nautilus, al gestore degli aggiornamenti e Ubuntu Software Center e le nuove finestre di dialogo per lo spegnimento, riavvio, blocco schermo ecc e le nuove quicklist che consentono agli utenti di passare velocemente tra più finestre di un’applicazione, utile ad esempio per accedere velocemente ad una scheda del nostra browser ecc. Ubuntu 13.04 Beta introduce nuovi applet riscritti oltre a rendere attivi solo i collegamenti nel pannello tramite App Indicator.

Ubuntu 13.04 Beta aggiunge nuovi tools di personalizzazione nella sezione Schermo / Behavior (Avanzate) avremo la possibilità di attivare o disattivare nel Launcher Workspace Switcher il tasto che ci permette di avere un’anteprima di tutti e 4 gli spazi di lavoro che ci consentono di passare velocemente da uno all’altro e l’opzione “add show desktop icon to the launcher” che ci permette di inserire nel desktop il pulsante / collegamento mostra desktop.

Unity Dash ha ricevuto una particolare attenzione in Ubuntu 13,04 Ringtail ed è ora molto più veloce per aprire, cercare e visualizzare le anteprime oltre ad avere ad introdurre nuove animazioni e alcune modifiche nel design integrando anche nuove barre di scorrimento. Ubuntu 13.04 Raring Beta aggiunge la nuova sezione Legal Notice nella tools Dettagli indando che saranno effettuate le ricerche sia sul pc che online oltre al collegamento della Dash già presente nella release precedente.
Ubuntu 13.04 Raring Beta sarà basato ancora su Gnome 3.6.x e avrà di defalt in kernel 3.8.x e avremo di default: Firefox 19.0.2, Thunderbird 17.0.4, LibreOffice 4.0.1, Ubuntu Software Center 5.6.0, Transmission 2.77, Deja Dup backup tool 26.0, Shotwell 0.14.0, Rhythmbox 2.98, Gedit 3.6.2, Brasero 3.6.1, Empathy 3.6.4, Unity 6.12 e GTK3+ 3.6.4.

Ecco un video di Ubuntu 13.04 Raring Beta realizzato da Webupd8:

Per maggiori informazioni su Ubuntu 13.04 Raring Beta consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Download Ubuntu 13.04 Raring Beta

  • Ottimo! Credo che la proverò!

  • Guest

    ottima distro. ma ho un dubbio: si può avviare anche su un pc con hard disk con errori o cmq danneggiato?
    mi spiego, ho un pc di un amico che non parte piu all’avvio mi da un errore riferito all’HD. ho provato ad inserire una live di linux..ma il pc si blocca in fase di caricamento della distro..per questo mi chiedevo se anche magari con questo potesse cmq farmi lo stesso problema.

    • come fa a bloccarsi se lo fai avviare da live
      se usi il cd di riprostino di solito fornito nei pc con win preinstallato o attraverso proprio la partizione di ripristino dedicata può capitare che si blocchi
      inoltre se usi la modalità parted magic una volta caricata la distro nella ram puoi togliere il cd o usb e operare senza problemi

    • bc

      Si può bloccarsi. per saperlo l’unica è provare. in teoria dovrebbe funzionare, ma dipende dal tipo di quasto. Ci sono hdd guasti che bloccano la macchina praticamente alla fase di riconoscimento hardware del bios. dalla tua domanda mi sembra di capire che superi questo stadio. resta comunque il fatto che in fase di partenza del sistema operativo windows o linux viene fatta la scansione degli hdd collegati e in questa fase potrebbe piantarsi. In alcuni casi però è solo lentissimo e si tratta di aspettare, magari anche ore

  • Desk

    Ottimo, ma come siamo messi con la licenza di Windows?

    • ho chiesto prima di pubblicare e windows è presente come sistema operativo nella versione di prova la quale non richiede alcuna licenza dato che puoi utilizzarla per 30 giorni

  • Antonio G. Perrotti

    forse mi potrebbe servire per una cosa: ho un xp regolarmente aquistato anni fa, l’avevo preso per il vecchio fisso di mia moglie. però sul mio pc non lo posso installare perchè mancano i driver per gli hard disk sata, che, misteri di windows, si possono installare solo da floppy. vorrei installarlo per guardare le tv e per un registratore multitraccia che si può gestire, come caricamento dei file, solo con winsozz. non è che con questo sistema riesco a “trapiantare” i fantomatici driver? non gira neanche su virtualbox, ho provato. ci vogliono per forza questi cavolo di driver.

    • lascia perdere windows metti una bella distro leggerina e vedrai che è 10000000000000000000000000000000000000 di volte meglio!

      • Antonio G. Perrotti

        ma ovviamente non mollerei linux, mi serve per le due cose che ho scritto e basta. e non sono neanche sicuro che ne valga la pena. sto felicemente usando kubuntu che finalmente sono riuscito a configurare come si deve. le distro con xfce e lxde per qualche motivo fanno a pugni con la scheda grafica ati, almeno credo. si bloccano le finestre e ho dovuto riavviare un sacco di volte. mi sta piacendo sempre di più kde, che è stabile e ragionevolmente veloce.

    • bc

      Se non puoi disporre di un floppy usb
      cerca nlite Ti permette di costruire un CD windows con i driver sata che possono servirti (uno dei programmi per cui utilizzo ancora windows anche se solo su virtualbox è proprio nlite di cui non trovo una versione per linux.)

      • Antonio G. Perrotti

        lo so, ma senza un xp già installato nlite non funziona. e su virtualbox non riesco a farlo andare. il fisso su cui l’avevo installato è defunto l’anno scorso, hard disk “fuso”. ma l’xp di prova che c’è su hiren si può installare? in 30 giorni riesco tranquillamente a fare il lavoro con nlite, e ubuntu lo masterizzo con remasterys e lo reinstallo in mezz’ora.

  • LordMax _

    windows in versione prova, ottima idea, molto utile per i blocchi.
    Questa soluzione è quasi geniale. ^__^

    Quasi geniale perché in genere uso una distro live e la gente ti guarda come se stessi compiendo un miracolo, se ora gli faccio partire windoz da un cd probabilmente accenderanno dei ceri. ^__^

    • Bex

      Ahahaha!! Confermo!! A chi non è abituato a usare un live cd è come vedere atterrare una nave aliena in cortile, stesse facce!!

      • pensare che livecd è ha 10 anni che c’è per linux

        • Non è neanche quello il problema maggiore: Hiren’s boot CD contiene per il 90% roba shareware o commerciale che richiede una licenza, ed è per questo che non viene neppure messo il download sul sito ufficiale (che è http://www.hiren.info/pages/bootcd ). Io sto lavorando ad un DVD di Recovery che integra all’interno Windows Defender Offline (scaricabile dal sito M$), Trinity Rescue Kit, RIPLinuX, SystemRescueCD, Kaspersky Rescue Disc e qualche altra robetta. Quando avrò finito tutto (sono circa al 95%) pubblicherò un tutorial.