lffl consiglia

Articoli Recenti

24 aprile 2012

Google Drive finalmente disponibile... Ovviamente non per Linux!

-
Google Drive

Habemus Google Drive! Eh si, finalmente il tanto atteso nuovo servizio "cloud" di Google è finalmente disponibile per tutti (o quasi).
Google ha difatti annunciato, e già reso disponibile, il nuovo servizio Drive che punta a dar filo da torcere a Dropbox, Ubuntu One, Sky Drive, ed altri servizi dedicati alla condivisione di file online.

Google Drive è un servizio che offre ad ogni utente uno spazio web di 5 GB dove possiamo creare, condividere ed archiviare tutti i nostri files. Integrato a Google Docs, il nuovo Drive ci permette di caricare file di tutti i tipi di file e di condividerli con i nostri amici ma, a differenza di altri servizi simili, il nuovo Google Drive offre un'integrazione con gli altri servizi di casa Google.
Presente anche un collegamento su Google+ attraverso il quale possiamo condividere le immagini caricate su Drive con le nostre cerchie in G+, e prossimamente potremo condividere anche i contenuti via email con la nostra casella GMail.

Tra le interessanti funzionalità integrate in Google Drive, troviamo anche il riconoscimento delle parole nei documenti scansionati con Drive, potremo quindi effettuare ricerche all'interno dei contenuti dei documenti.
Google offre anche la possibilità di estendere lo spazio disponibile oltre ai 5 GB gratuiti: con 2.49 $ al mese potremo avere 25 GB; per 100 GB dovremo spendere 4.99 $, per 1 TB per 49,99$ al mese; e possiamo arrivare fino a 16 TB.

Google Drive permette chiaramente l'utilizzo e la gestione direttamente dal browser, oppure possiamo utilizzare il client dedicato per ora tuttavia disponibile solo per Microsoft Windows, Mac ed Android.
Purtroppo per Linux non è disponibile alcun client per Google Drive, anche se è probabile che venga rilasciato nelle prossime settimane. Forse con Wine potrebbe funzionare il client per Windows, anche se personalmente non l'ho testato.


In questa pagina, troverete l'annuncio ufficiale del nuovo Google Drive.