Linux offre un Sistema Operativo stabile e molto sicuro anche se la sicurezza al 100% non è possibile averla, esistono pochissimi virus dato che il sistema è ben protetto e sopratutto non ha un bacino d’utenza rilevante come Microsoft Windows o Mac i quali sono più soggetti a questi attacchi.
Anche se personalmente per un’utilizzo normale non occorre alcun Antivirus se utilizziamo la nostra Distribuzione in ambito professionale in alcuni casi è consigliabile aumentare la sicurezza installando un Software Antivirus, tra i tanti già disponibili oggi vi presentiamo BitDefender.
BitDefender è un famoso Software Antivirus il quale attraverso la versione Scanner for Unices potremo mantenere sicuro anche un Sistema Operativo basato su Linux.
BitDefender Antivirus Scanner for Unices offre un sistema molto simile a quello presente su Microsoft Windows  supporta le principali Distribuzioni Linux e i vari ambienti desktop annessi come Gnome, KDE, Xfce, Lxde ecc.
Attraverso BitDefender Antivirus Scanner for Unices avremo una protezione antivirus e antispyware,  una perfetta integrazione con alcune applicazioni e servizi presenti nella nostra Distribuzione e con i client Email come Evolution e Mail Server.

Permette un servizio di schedulazione con il quale possiamo gestire le scansioni, programmarle e personalizzare il download dei vari aggiornamenti. BitDefender offre una semplice GUI con la quale possiamo gestire al meglio il nostro Antivirus, inoltre permette anche la gestione da riga di comando.
Per installare BitDefender Antivirus Scanner for Unices su Ubuntu, Fedora, Debian ecc basta collegarci in questa pagina, accettare i termini d’utilizzo e scaricare il file d’installazione .run specifico per la nostra Distribuzione.

Una volta scaricato basta spostare il file nella nostra home e avviare il terminale e digitare:

sudo sh *.run

e conferiamo l’installazione.

Al termine avremo BitDefender Antivirus Scanner for Unices installato.

Home Bitdefender Antivirus Scanner for Unices

  • Giulio

    Lo uso da un anno , in quanto salvando file su windows e’ utile fare una scansione prima
    e’ davvero ottimo

    • Jay Baren (AB)

      Infatti è l’unica ragione plausibile per cui può servire un antivirus su GNU/Linux.

      • Lodewig

        In aggiunta ai rootkit!  Su cui linux NON è per nulla immune.
        Un AV su linux può essere alquanto utile cosi fai il boot da linux e poi scandisci la partizione linux. Io penso che linux è alquanto debole .. perché ? Perché gli utenti linux non sono pronti. Non guardano , astrattamente dicono ” linux è sicuro. Con questo atteggiamento mentale al primo attacco serio sarà una strage …. i client Windows , specialmente W7 se protetti resisteranno , i client linux verranno conquistati , salvo di quella minoranza di utenti che p attenta alla sicurezza e no recita il mantra”linux è sicuro” con gli occhi bendati , oltre a non capirci nulla di sicurezza

        • Jay Baren (AB)

          Nel ragionamento che fai c’è una contraddizione in termini. L’utente linux automaticamente non può essere un niubbo, già il fatto di aver perso tempo a smanettare con le partizioni e a installare una distro gnu/linux lo rende un utente smaliziato. A differenza del 99% dell’utenza Windows che solo perché ha installato un antivirus e un firewall (senza avere la più pallida idea di cosa sono e a cosa servono) è ingenuamente convinto che il pc sia al sicuro (molto triste). Se ti riferisci ai server poi non ne parliamo, i più violenti attacchi sono stati sventati in extremis solo perché intelligentemente il sistemista aveva pensato bene di mettere su anche un server linux di ripiego (di recente un caso noto si è verificato in Australia). Da quando mi occupo di assistenza informatica e ho iniziato a installare gnu/linux a tappeto (dove era possibile ovviamente) mi sono reso conto di un paio di cose: le persone non mi chiamano più ogni cinque minuti per le solite cazzate e hanno finalmente capito cosa è un PC.
          Dire poi che W7 reggerà a un attacco mentre gnu/linux verrà violato dimostra la scarsa conoscenza della materia. W7 è già stato conquistato, W7 è uno spyware e non un sistema operativo, idem OSX.

  • Mai preso un virus su Linux quindi è inutile per me xD

  • Jackladen

    ….con tutto il rispetto possibile ma questa non è una cosa “per linux”…..in quasi 5 anni di onorata carriera mai beccato virus (almeno il sistema non ha mai avuto comportamenti anomali)…..il primo virus per il pc sta tra la sedia e la tastiera….ed  è il  più pericoloso!!!!

    • nemmeno io in 10 anni ma ci son stati casi di virus inoltre se cominciano ad arrivare gli antivirus vedrai che anche nei prossimi mesi arriveranno anche qui

  • Dolores Morales

    un antivirus per linux nun se po vedè!

  • Giulio

    Mai dire mai, e’ vero che su linux un antivirus non ci vuole, ma se si scambiano file fra un sistema linux e un sistema microsoft certo che ci vuole

    • sinapsi77

      e perchè mai?

    • Diego

      Ma scusa… i virus per Windows non girano sotto Linux, perché dovrei metter su un antivirus?
      Questi AV hanno senso solo per mettere un server di posta che riceve e distribuisce email a e da terminali MS ma non ha utilità per il sistema Linux dove gira

      • il problema secondo me è che cominciano ad arrivare gli antivirus vedrai che pian piano arriveranno anche i virus purtroppo se le aziende vogliono vendere questi software ci devono essere i virus altrimenti nessuno li comprerebbe

        • mikronimo

          Penso proprio che sarà così, in particolare se la diffusione di linux dovesse crescere; sarò un complottista, ma l’avidità umana è nota a me come a tutti e virus circolanti = diffusi da creatori di antivirus, così come s.o. (win) sempre più lenti e pesanti = accordi con produttori cpu/gpu; ma “thanks God”, c’è sempre l’open source…

          • Diego

            ragazzi… qui serve la password di root per fare danni, non è Windows. Anche MacOS che ha un approccio simile a Linux, sebbene abbia uno share molto più elevato e ci sia molto più interesse a sviluppare virus per i motivi che voi ipotizzati al momento è sicurissimo rispetto a Windows perché quando viene chiesta la password l’utente diventa scettico.

          • penso che per linux anche se c’è la password di root si può mettere un virus senza problemi
            anzi in teoria è anche semplice basta inserirlo nell’eseguibile in un pacchetto (non dai repo ufficiali naturalmente) e lo installi senza problemi poi nell’eseguibile ci metti un troyan ed il gioco è fatto

      • cristiano z

        capita mai di scaricare qualcosa che poi usi su windows?
        non parlo necessariamente di materiale pirata

        • Diego

          quando poi la  cosa scaricata la uso su Windows ho l’antivirus che funziona bene

  • 95 € annui per difendere un SO praticamente sicuro?
    È pura follia!

  • Casella12

    Ciao,
    com’è che dopo l’installazione l’antivirus non compare in nessun menu?
    si puù lanciare da riga di comando, e come?
    Tnks
    C12

    • se ti da l’installazione corretta la dovresti trovare nel menu

      • Casella12

        continua a non trovarlo, né in quelli generale né nei vari s/menu. Eppure risulta tra il sw installato!
        In quale sottomenu dovrei trovarlo?

        • che distribuzione hai?

          • Casella12

            Ubuntu ultimo (11.10 “plus8 Remix”)
            Per forza non lo trovo:
            Warning: this package does not contain a graphical user interface because it contains binaries generated with gcc 3x which is too old for today’s modern desktopBitDefender Antivirus Scanner successfully installed!

            Cioè: il sw proposto non trova un’interfaccia grafica adatta perché la release è datata? :-(

            Tnk

  • Aniello Luongo

    Poi non è nemmeno full, ma trial 30 giorni, quindi non serve a nulla.

  • erpupo

    chi crea virus……crea anche l’antivirus !!!!! non date retta alle minkiate del genere,io non ho mai visto in 6 anni(di utilizzo)di linux un virus.ho messo usb con dentro trojan su ubuntu e non ha avuto alcun effetto!!!

    • nemmeno io ho mai avuto problemi di virus ma sicuramente se ci sono aziende come anche eset che puntano su antivirus per linux sicuramente lanceranno dei virurs altrimenti i propri software resteranno invenduti

  • PatrisX

    Scusa roberto, ma poi come si disinstalla?

    • ripeti la procedura d’installazione e ti verrà chiesta anche la possibilità di rimuoverlo

  • Patrizio Melis

    mi si spieghi la necessità di un antivirus su Linux. stiamo rasentando il ridicolo in nome del commercio!

    • ora non c’è alcuna necessita un ambito domestico in ambito professionale più sicuro è il sistema meglio è

      • Patrizio Melis

        Roberto, un sistema GNU/Linux in ambito professionale, e aziendale è cosa risaputa tra i sistemisti, che viene reso sicuro tramite le policy del firewall (un tempo lo si faceva con ‘iptables’). Il livello di astrazione può essere a livello software, e anche meglio a livello hardware se si ha un pc anche molto vecchio da dedicare allo scopo… Non di certo tramite un inversosimile antivirus per improbabili virus (forse creati ad hoc dalle stesse aziende di antivirus che probabilmente cominciano la produzione di virus per linux come ho letto, ma ne dubito). Personalmente ho analizzato diversissimi virus in nove anni che “smanetto” con questo sistema, e mai nessuno di loro era destinato a GNU/Linux! Di questo passo si vuole inculcare la metodologia Windows al mondo del Software Libero. Non lo concepisco. È una presa per i fondelli bella e buona.

  • cdeffen

    Eppure seguendo la procedura di installazione con il file nella /home non si installa, dice che non lo può aprire, per me è un problema di Linux Mint, anche con Avast lo stesso problema……………..

    • andreazube

      magari perchè non ha i permessi di esecuzione,daglieli andando sul file—proprietà—permessi e metti la spunta su eseguibile
      altrimenti da terminale
      sudo chmod +x nomedelfile

  • fooo

    Avendo gia’ clamAV antivirus e antispam GPL per i server, non vedo perche’ dovrei inquinare una installazione di linux con un AV a codice chiuso. E se ha dei bug? delle vulnerabilita’? Bah. Se ci sono gli AV verranno fuori anche i virus, ok, ma se le vulnerabilita’ sfruttate dai virus vengono subito corrette non arriveremo mai alla situazione di windows, che per decenni praticamente seguiva la linea: il sistema che ti abbiamo venduto e’ bacato? COMPRATI anche le correzioni LOLOLOL!